Riapre il Café Rossetti con un direttore artistico d’eccezione: Stefano Franco

Stefano FrancoaMercoledì 13 dicembre ore 20.30 –

Si inaugura questa sera alle 20.30 in concomitanza con la prima di “Sei personaggi in cerca d’autore” il Café Rossetti che riapre con una nuova gestione.

A gestire i prestigiosi spazi contigui al Rossetti sarà la Società Cooperativa Sociale Torrenuvola, che vanta già una consolidata esperienza nel settore.

Ad allietare la serata, alla presenza delle autorità cittadine e dei vertici del Rossetti, saranno i “Flampet Horns” di Stefano Franco: scintillanti ottoni autori di una raffinata proposta che regalerà al pubblico le calde e vivaci note dei classici dello swing dei più grandi jazzisti degli anni ‘40 e ‘50, calde atmosfere da Cotton club e qualche sorpresa.

Il presidente del Teatro Stabile, Sergio Pacor, nel corso della conferenza stampa di presentazione ha sottolineato la professionalità e solidità economica del nuovo affittuario con cui –  ha aggiunto – «si sta avviando un modo nuovo di condurre il Caffé e, tenendo conto delle rispettive esigenze, auspichiamo che questa struttura possa diventare un luogo privilegiato anche per le iniziative collaterali alla Stagione del Teatro. Auguriamo ai nuovi gestori di ottenere presto ottimi risultati, di poter attrarre nuovamente clienti, superando appieno l’empasse di questi mesi di chiusura».

“Grazie all’esperienza maturata da parte della Cooperativa nella ristorazione a servizio di sale teatrali – ha spiegato il Presidente, Giovanni Chessa – è stato possibile presentare un progetto credibile e innovativo al consiglio del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia – ilRossetti che ha valutato di affidarci la gestione del Café Rossetti. Un ristorante di rara bellezza dove offriremo una cucina legata al territorio accompagnata da una programmazione musicale e artistica che sappia coinvolgere tutti gli appassionati che frequentano il Teatro. Ringrazio il CdA del Teatro Stabile – ha concluso Chessa – per la fiducia accordata”.

In virtù dell’accordo siglato con ilRossetti, saranno garantiti 12 nuovi posti di lavoro che potranno aumentare ancora qualora, com’è nelle aspettative, l’attività incontrasse l’apprezzamento del pubblico.

Novità della nuova gestione anche il Music Club che sorgerà all’interno del Café Rossetti ed il cui direttore artistico sarà il noto pianista boogie-woogie triestino Stefano Franco, già direttore artistico da ben 11 edizioni del prestigioso Muggia Jazz Festival.

La programmazione settimanale del Music Club prevede la presenza di una Resident Band, formazione di grande impatto composta dai migliori fiati della regione, alla quale si affiancheranno di volta in volta prestigiosi ospiti del panorama jazzistico e serate a tema dedicate ai grandi del jazz che godranno della partecipazione di guest star d’eccezione, nazionali e internazionali.

Ma ci sarà spazio anche per giovani e selezionati artisti locali, cene a tema con interventi di teatro a leggio e musicali abbinati ai menù e, in accordo con il Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia – il Rossetti, incontri con gli attori e le compagnie.

“Spazieremo – ha aggiunto Franco – dallo swing più classico al rock’n’roll con arrangiamenti propri composti da Stefano Franco e da Flavio Davanzo, prima tromba dei fiati. La Resident Band proporrà un programma incentrato sul repertorio d’eccellenza delle grandi orchestre americane degli anni ’40, frutto del genio di Count Basie, Thelonius Monk, Duke Ellington e Glenn Miller con esibizioni eleganti e di qualità e avranno naturalmente l’accortezza di non accavallarsi con gli spettacoli in teatro e di concordare la programmazione con la Direzione del Teatro”.

Tra gli ospiti che interverranno Franco anticipa i nomi di James Thompson, sassofonista di Zucchero e Paolo Conte, Mauro Ottolini, Massimo Faraò, Alberto Marsico, Francesco Bearzatti, Nuno Alexander e altri noti solisti italiani e internazionali.  “Il nostro – hanno aggiunto Chessa, Taccheo e Franco – sarà uno spazio aperto alla città proprio come lo è il teatro che ci ospita”.

I Flampet Horns di Stefano Franco

I Flampet Horns di Stefano Franco sono solisti regionali di livello assoluto. In questa formazione la tromba, il trombone tenore e il sax contralto ricoprono esattamente le necessità polifoniche, rendendo gli arrangiamenti completi dal punto di vista sonoro e timbrico. I Flampet Horns si destreggiano tra accompagnamenti, assoli e i famosi “specials” posti all’interno delle canzoni jazz quasi a ricreare le atmosfere delle Big band.

Stefano Franco, noto pianista jazz e honky-tonk piano, non ha bisogno di presentazioni. Dal potente pianismo ritmico, tiene il groove usando magistralmente un hi-hat amplificato al piede destro e una mano sinistra assolutamente incalzante.

Flavio Davanzo è particolarmente conosciuto e apprezzato a livello nazionale. Ha suonato con Toni Scott, Kenny Wheeler e John Taylor l e la sua lunga e proficua collaborazione con Giancarlo Schiaffini è sfociata in 4 anni di dischi e concerti in Italia e all’estero. Da 2 anni insegna tromba jazz al Conservatorio di Udine. Al suo attivo vanta una trentina di incisioni come turnista e alle spalle ha una lunga attività di arrangiatore presso il teatro Miela di Trieste.

Torrenuvola Società Cooperativa Sociale 

La Torrenuvola Società Cooperativa Sociale è retta dai principi della mutualità e persegue l’interesse generale della comunità alla promozione umana e all’integrazione sociale dei cittadini attraverso l’inserimento lavorativo di chiunque si trovi in stato di bisogno, svantaggio, handicap o emarginazione, in conformità e nello spirito della legge 381/91 e della L.R. 20/2006.

Torrenuvola, ispirandosi ai principi di solidarietà, si propone quindi di svolgere in modo organizzato e senza finalità speculative, ogni attività finalizzata alla qualificazione morale, culturale, professionale e materiale nonché all’integrazione sociale ed all’inserimento lavorativo attraverso l’utilizzo e la stabile organizzazione delle risorse fisiche, materiali e morali dei soci e dei terzi che, a qualsiasi titolo (professionale, di volontariato o quali utenti) partecipino, nelle diverse forme, all’attività della società.

La Torrenuvola ha iniziato la sua attività nel 2008 avviando l’attività di costruzione, pulizie civili e di ristorazione. Ha potuto poi integrare e completare nel corso della sua storia le proprie competenze, ampliando il proprio core business e specializzandosi anche in altri settori tra cui quello alberghiero e soprattutto della ristorazione, passando dalla gestione di bar alla vera e propria attività di ristorante.

Annunci

1511 coppie per un valzer da Guinness in Piazza dell’Unità a Trieste

_PZ05058

Sabato 16 dicembre 2017 ore 17.00 –

Un appuntamento speciale per tutti gli amanti del valzer e la possibilità di far entrare Trieste nel Guinness dei Primati per il valzer più “affollato” di ogni tempo in una cornice suggestiva veramente come poche!

Requisiti richiesti: essere una coppia di adulti, bambini, giovani, uomini, donne, con la passione per il valzer e nel cuore quel sentimento che ti fa sussultare quando senti parlare di Trieste, della Mitteleuropa, dell’Austria e del sogno viennese.

L’invito è aperto a tutti i triestini, ai turisti e agli appassionati di storia e cultura mitteleuropea ma anche a tutte le scuole di danza sia storica che moderna di Trieste, della regione, di tutta Italia ed internazionali.

L’abbigliamento è libero, dai jeans all’abito storico tutto è permesso!

Infatti non è l’abito ma il numero dei partecipanti ad essere importante!

Il numero minimo di coppie per entrare nell’albo d’oro del Guinness dei Primati è 1511: 1511 coppie che dovranno ballare per “ben” 5 minuti un romantico fantastico valzer in una delle piazze più incantevoli del mondo.

Partecipare è facilissimo: sarà sufficiente ritirare la pettorina a partire dalle ore 17.00, orario del ritrovo. La gara inizierà alle 18.00. E poi ballare, come detto, per 5 minuti.

L’unica speranza è che Giove Pluvio, signore della pioggia, sia clemente e decida di mettersi alla finestra ad osservare questo fantastico appuntamento magari lasciando un po’ di spazio alla Bora, ad un cielo terso e ad un tramonto infuocato.

Per qualsiasi informazione potete rivolgervi all’infopoint della Proloco di Trieste (sotto il Municipio).

 

 

 

GoOpti, cresce il business sul mercato italiano e festeggia il traguardo di 1 milione di passeggeri trasportati.


GoOpti, il più grande network di collegamenti da e per gli aeroporti del Nord Italia, espande la sua rete collegando con aeroporti internazionali e hub 15 città Italiane. Inoltre GoOpti International, con sedi in Italia, Spagna, Croazia e Slovenia, sta per festeggiare un importante traguardo – 1 milione di passeggeri!
A meno di due anni dal lancio in Italia del nuovo servizio on line, GoOpti aumenta il business sul mercato italiano diventando la società leader per i transfer da e per gli aeroporti del Nord Italia.

A differenza dei primi mesi dal lancio in Italia, nel dicembre 2015, quando il servizio era operativo in poche città del nord-est, oggi il network Italiano di GoOpti collega 15 città italiane con aeroporti internazionali e hub, espandendo sempre di più il suo business.

thumbnail_mapcs_jpg

‘’Siamo molto contenti di notare che la richiesta dei nostri servizi sta aumentando e che la gente sceglie sempre più spesso di viaggiare con GoOpti per raggiungere gli aeroporti comodamente senza stress e a prezzi convenienti’’ commenta Tomaz Lorenzetti CEO GoOpti Italy e co-founder di GoOpti International. ‘’Oggi nel nostro GoOpti network ci sono già 15 città Italiane: Trieste, Udine, Treviso, Venezia, Padova, Verona, Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Bologna, Mantova, Brescia, Bergamo, Milano’’ .

Abbattimento dei costi con il concetto di sharing
In un’era in cui il concetto di sharing si diffonde sempre di più, GoOpti offre un servizio di transfer a prezzi sempre vantaggiosi e competitivi, che permettono a chi viaggia di abbattere i costi dello spostamento oltre a godere di una mobilità con elevati standard di sicurezza.

Il successo di GoOpti deriva dalla propria piattaforma www.goopti.com, un’efficiente e innovativo marketplace in grado di soddisfare la domanda sempre più crescente di raggiungere i principali aeroporti o hub del nord Italia. Tutto questo è possibile grazie ad uno specifico algoritmo, messo a punto dall’intelligence informatica interna, che, applicato al motore di ricerca della piattaforma http://www.goopti.com consente di ottimizzare le richieste in base agli itinerari selezionati.

Nuove opportunità di business
L’innovativo marketplace di GoOpti offre un’ottima opportunità di business a livello locale. Con il modello di franchising GoOpti offre nuove possibilità a coloro che erogano il servizio di noleggio con conducente: in questo modo chi già effettua questo servizio ed è dotato di regolare licenza può intercettare clienti difficilmente raggiungibili. Oltre a ciò GoOpti stimola sinergie e partnership di carattere commerciale con tutte le compagnie più importanti della travel industry. ‘’La semplicità di prenotazione, la qualità del servizio effettuato con piccoli van, la puntualità, l’affidabilità e l’efficienza nella gestione dei transfer sono le caratteristiche più apprezzate dai nostri partner’’ spiega Lorenzetti.

1 milione di passeggeri trasportati
Nel mese di novembre GoOpti ha in vista il raggiungimento di un traguardo davvero importante: 1 milione di passeggeri che ad oggi hanno deciso di viaggiare con GoOpti. ‘’Siamo molto entusiasti di questo successo’’ – racconta Lorenzetti, aggiungendo – “il nostro obiettivo è quello di offrire ai nostri passeggeri un’eccellente esperienza di viaggio a prezzi vantaggiosi, ampliando la rete e la copertura territoriale, e di diventare un punto di riferimento per tutti coloro che amano viaggiare in modo sicuro e senza stress.’’

thumbnail_logocs_jpg

GOOPTI
GoOpti propone trasferimenti che si adattano perfettamente ad ogni esigenza. I servizi sono effettuati da autisti professionisti con regolare licenza NCC che indossano una divisa GoOpti e si dedicano al totale comfort del passeggero. I trasferimenti GoOpti vengono eseguiti anche se a viaggiare è una sola persona, a qualsiasi ora del giorno e della notte, avendo cura dei passeggeri e dei loro orari.
Con GoOpti il viaggio comincia da casa! Oltre ad un’ampia disponibilità di punti di partenza e arrivo predefiniti, GoOpti offre ai passeggeri anche la possibilità di inserire indirizzi personalizzati. Prenotazioni facili e veloci tramite piattaforma online o applicazione mobile. Per saperne di più visitate il sito http://www.goopti.com

GOOPTI IN NUMERI
960.000 passeggeri in totale
127.000 trasferimenti
23.000 passeggeri al mese
51.000.000 km percorsi
23.000 passeggeri ogni mese
700 partner in Italia

CONTATTO GOOPTI ITALY
E: italy@goopti.com
Tel.: +39 045 786 1515

“THE ELTON SHOW – A Celebration of The Rocket Man” al Teatro Bobbio di Trieste

The Elton Show

Martedì 19 dicembre 2017 – Ore 20.30

“Tu sei il migliore me che abbia mai sentito“

(Elton John – Milano, 1984)

“Questo spettacolo è il più vicino all’originale che potrete mai trovare:

elegante, musicale e coinvolgente”

(Charlie Morgan, batterista della Elton John Band)

 

Arriva finalmente per la prima volta in Italia in occasione del decimo anniversario di attività e reduce dal successo in diverse parti del mondo “The Elton Show – Una Celebrazione del “Rocket Man”.

Salutato e applaudito da migliaia di spettatori, dal Canada fino a tutta Europa, “The Elton Show” (www.the-elton-show.com) è una celebrazione live dei grandi successi di Elton John interpretata dall’artista italo-australiano C.J.Marvin.

Novità assoluta per l’Italia, lo show rappresenta molto più che un semplice “tributo”. Lo spettacolo infatti ricrea gioiosamente il magico spirito delle performance classiche anni ‘70 e ‘80 di Sir Elton John con puntatine anche negli anni ’90 e racchiude lo spirito della sua straordinaria musica.

C.J. Marvin si cala brillantemente nel ruolo, vestendo costumi sfarzosi, fedeli copie degli originali ricreate appositamente per lo spettacolo, e canta e suona il piano dal vivo accompagnato da una band d’eccezione.

Per milioni di persone le canzoni di Elton John hanno costituito la colonna sonora della loro vita nel corso di vari decenni e, assieme allo stile eccentrico e alle energiche performance dell’artista inglese degli ultimi 50 anni, hanno reso “The Rocket Man” una vera leggenda nel mondo della pop music.

Lo show ripercorre diverse decadi della sua musica inconfondibile, iniziando dagli anni ’70 fino a tempi più recenti, e presenta tutti i più grandi successi della star britannica: dall’intramontabile “Your Song” a brani rock come “Saturday Night’s Alright For Fighting”, passando per “I’m Still Standing”, “Sacrifice” e la vincitrice dell’Oscar “Can You Feel The Love Tonight?”.

“The Elton Show” cattura la vera essenza di Elton John, e quando C.J. Marvin canta, accompagnato dalla sua band, penserete di trovarvi di fronte all’incredibile Elton del passato. D’altronde, nel 1984 fu proprio Elton John a dire a un giovane C.J. in occasione del loro secondo incontro: “Tu sei il migliore me che abbia mai sentito!”, dopo aver assistito ad una breve performance improvvisata del giovane pianista, invitato ai suoi concerti quell’anno al Teatro-Tenda Lampugnano di Milano, mentre al Principe di Savoia Hotel attendevano assieme alla crew le limousine dell’artista e C.J. si sedette al pianoforte cominciando a suonare degli spezzoni di alcuni brani di Elton.

“Quanto eseguiamo durante lo spettacolo non sono delle semplici cover delle hit di Elton John e lo show non è solamente un tributo somigliante – sottolinea C.J. Marvin -: noi ricreiamo nei minimi dettagli sia l’essenza magica della sua musica che l’eccentricità della sua personalità”.

LocandinaLo spettacolo inoltre è arricchito visivamente da preziosi video, eccezionali copie dei costumi originali e da una produzione scenografica di assoluto rilievo.

“The Elton Show” intende proporsi come una serata di spettacolare intrattenimento e vuol essere un affettuoso omaggio alla musica, all’energia e all’anima del “Rocket Man”: un evento indimenticabile e una celebrazione di uno degli artisti più iconici e più amati del mondo.

C.J. Marvin, poliedrico pianista, compositore e cantante nato a Melbourne nel 1964, da decenni si esibisce con successo in tutto il mondo oltre che nel “The Elton Show”, anche come artista originale e piano entertainer. Può vantare di aver conosciuto, suonato, cantato, o collaborato con grandissimi artisti in giro per il mondo (dal nostro Eros Ramazzotti a Jon Lord dei Deep Purple, a Vic Vergeat musicista di Gianna Nannini e degli svizzeri Krokus e Gotthard,; da musicisti USA dell’area di Garth Brooks quali Terry Lee McMillan e Tom Lane a Nik Kershaw e Curtis Steigers fino ad Eric Clapton, e dagli AC/DC al prodigio norvegese Jan Verner Danielsen, passando attraverso un elenco interminabile di personalità tedesche e svizzere come Fantastischer Vier, Modern Talking, Munchener Freiheit fino a Michael Cretu degli Enigma e la moglie Sandra, vocalist di successo degli anni ’80, e Goele) tenendo centinaia di serate ogni anno. Il suo record risale al ’93 quando diede vita a ben 327 concerti in un anno. I suoi recital sono stati trasmessi da reti televisive e radiofoniche di diversi paesi europei e il suo attuale show-tributo a Elton John, “The Elton Show – A Celebration of the Rocket Man” – la sua produzione più acclamata e riconosciuta – richiama da anni l’attenzione del pubblico e degli addetti ai lavori nel circuito dei grandi eventi privati e aziendali europei.

Accanto a C.J. Marvin si esibiscono in forma stabile dal 2014 diversi musicisti attentamente selezionati tra i quali Charlie Morgan, per 13 anni batterista ufficiale della Elton John Band e di moltissimi altri artisti e gruppi di successo mondiali, e il tastierista Ray Johnson, entrambi di Londra, ma per lo show di Trieste C.J. Marvin (piano e voce) sostituirà questi ultimi aprendo le porte del suo spettacolo internazionale ad altrettanto illustri personalità musicali nazionali quali Marco Ballaben (tastiere) e Paolo Muscovi, (batteria), integrandoli al già collaudato organico di eccezionali musicisti comprendente Giancarlo Spirito (percussioni), Alessandro Leonzini (basso), Maurizio Vercon (chitarre) e Giulia Crocini, Michela Grilli e Marianne Moen (backing vocals).

Esclusivamente per questo spettacolo di Trieste che segna il debutto Italiano, C.J. Marvin salirà sul palco, quindi, oltre che con la fedele corista norvegese, con una nutritissima schiera di artisti italiani e con la volontà di condividere l’eccezionalità del suo show oltre che con la città, la regione e i paesi limitrofi, anche e soprattutto con dei musicisti enormemente apprezzati sulla scena musicale, sia nazionale che internazionale che stima da moltissimi anni.

Prevendita:

Biglietteria Contrada Teatro Bobbio tel. 040 948471 / 390613

Ticket Point Trieste tel. 040 3498276 / 3498277 http://www.vivaticket.it/ita/event/the-elton-show-a-celebration-of-the-rocket-man/106198 http://www.contrada.it/vivaticket

Evento facebook: https://www.facebook.com/events/1786983264932394

https://www.facebook.com/events/1786983264932394/permalink/1787435878220466/ http://www.the-elton-show.com/the-elton-show-it http://www.the-elton-show.com/promo-videos

C.J.Marvin

Nato a Melbourne, Australia, il 25 marzo 1964, nel 1970 si trasferisce a Trieste con la sua famiglia, dove a 11 anni prende lezioni di pianoforte e canto.

Nel 1978, a 14 anni, tiene il suo primo concerto pubblico, esibendosi in trio con basso e batteria presso la sala della chiesa locale per un pubblico pagante. Successivamente si esibisce a livello locale nei club di musica dal vivo e festival estivi. Nel 1981 incontra l’autore di testi Roberto Montanelli con il quale avvia una collaborazione che perdura tuttoggi. In pochi mesi scrivono un numero di brani da riempire diversi album per diversi anni.

Dopo aver formato un gruppo con alcuni musicisti di talento, “The Marvin Band”, inizia a suonare professionalmente in giro per l’Italia.

Nell’inverno 1985 il duo si presenta a un pubblico più ampio, proponendo una canzone chiamata “Why Not?” per un programma televisivo trasmesso da Tele 4.

Nel 1986 iniziano i primi concerti in Europa e C.J. fa il suo debutto alla radio locale e nazionale italiana e appare in alcune emittenti televisive tra cui la RAI.

Nel febbraio del 1987 tiene una serie di concerti di uno dei club più esclusivi di Monaco di Baviera, il “Neue Domicile”.

Il 7 agosto 1987 si esibisce in Piazza dell’Unità d’Italia di fronte a oltre 6000 persone. Lo spettacolo, che viene registrato e trasmesso qualche tempo dopo, e descritto come “il miglior concerto rock della stagione”.

Nell’inverno dello stesso anno un’altra canzone scritta da Marvin-Montanelli, “Sport in TV”, viene scelta come tema per un altro programma di Tele 4.

Alla fine del 1988 C.J. scioglie la band e lavora per alcune case discografiche e studi a Milano, eseguendo e producendo jingles pubblicitari e canzoni per altri artisti sotto contratto.

Nel 1991 è di nuovo “on the road”. Dopo aver sostituito la band con tecnologia digitale, si propone come un “one man band” con il suo “Road of Hope Tour”, partendo dal tempio svizzero della musica “Atlantis” di Basilea. Il tour lo porta ad esibirsi in tutta Europa, dalla Norvegia alla Grecia, dall’Austria alla Spagna, suonando in club, serate di gala, e aprendo gli spettacoli come supporter a Band e Artisti maggiori durante concerti e Open-Air eseguendo brani originali e cover.

Nell’agosto del 1993 inizia una nuova collaborazione con la songwriter americana Linda Teller. Il primo risultato dalla loro unione è una country-ballad intitolata “The Travelling Man ”.

Nel corso dello stesso anno C.J. stabilisce il suo record strabiliante di 327 spettacoli dal vivo.

Il 1994 vede, a maggio e luglio, la sua prima apparizione negli USA e “The Travelling Man” diventa una delle canzoni più apprezzate del suo set live.

Il 1995 e il 1996 lo vedono costantemente in tour e segnano il lancio della “C.J.MProductions”.

Alla fine del 1997, “Road of Hope” esce finalmente come nuovo singolo.

All’inizio del 1998 pubblica una versione remissata del singolo “Why Not?”e pubblica il suo primo album “81TO88”, una raccolta di canzoni registrate dal vivo nel corso degli anni Ottanta con The Marvin Band.

C.J. prosegue la sua carriera alternando date e tour a sessioni in studio, e verso la fine di settembre “The Man Travelling” viene finalmente ultimato.

Nella seconda metà del 1999 si unisce all’ingegner del suono svizzero-americano Ron Kurz per missare il suo secondo album, “The Man Travelling”. Registrato in Italia, Svizzera e Stati Uniti, il CD vanta grandi ospiti internazionali quali i chitarristi Vic Vergeat (Nannini, Krokus, Gotthard) e Tom Lane, il tastierista Matthias Heimlicher, il polistrumentista Alessandro Simonetto e l’armonicista Terry McMillan (Ray Charles, Dionne Warwick, J.J. Cale).

Il 2000 lo vede di nuovo in azione, scrivendo sempre nuovo materiale e rilanciando online il sito ufficiale http://www.cjmarvin.com .

Nel nuovo millennio continua a tenere tour europei e a collaborare con progetti musicali di diversa natura. A tuttoggi tiene circa 150 date all’anno prevalentemente in Scandinavia dove ha creato la propria base operativa a Bergen.

Nel 2007 “The Elton Show – A Celebration of the Rocket Man” approda in Canada, a Calgary, e C.J. viene onorato della cittadinanza onoraria della città. Nel corso dell’anno lo show approda negli USA con enorme successo di pubblica e di critica e viene portato in tour in Scandinavia, Gran Bretagna, Slovenia, Germania, e Svizzera.

Nel 2010 C.J. Marvin espande la sua ativita’ artisctica con la costituzione di una sua agenzia artistica personale con la quale offre opportunita’ a nuovi talenti e a quelli meno fortunati.

Per informazioni e contatti: http://www.cjmarvin.com http://www.the-elton-show.com

Si apre la stagione invernale in Friuli Venezia Giulia con skipass scontati del 50%

33-PDP-ravascletto-pano_ph_Paolo_Da_Pozzo loghi.jpg

Sabato 2 e domenica 3 dicembre 2017 – Poli sciistici FVG –

La stagione invernale in Friuli Venezia Giulia inizia in anticipo rispetto a quanto inizialmente previsto. A darne notizia il vicepresidente della Regione Friuli
Venezia Giulia e assessore al turismo, Sergio Bolzonello.

“Grazie alla recenti precipitazioni nevose, al grande lavoro del personale di PromoTurismoFvg, che ha saputo sfruttare al meglio le condizioni nivometeorologiche, e ai recenti ammodernamenti strutturali con il progressivo incremento degli impianti per l’innevamento programmato, che ora dispone di 1.139 ‘cannoni’, già sabato 2 e domenica 3 dicembre è possibile l’apertura parziale del demanio sciabile a Tarvisio, a Ravascletto Zoncolan e, con tutta probabilità, anche a Piancavallo”, annuncia Bolzonello, precisando che “in questi primi due giorni proprio per festeggiare questa apertura anticipata che da anni non accadeva, abbiamo deciso di offrire lo skipass scontato del 50 per cento a tutti coloro che verranno a sciare sulle nostre montagne”.

Dopo questo primo week-end le piste riapriranno come previsto venerdì 8 dicembre, per il ponte dell’Immacolata.

“Quest’anno, e non accadeva da tempo, il meteo ci ha dato una mano. Tuttavia se riusciamo ad iniziare in anticipo una stagione che al momento si presenta con i migliori auspici lo dobbiamo certamente alla scelta di puntare su un turismo da affrontare in una dimensione industriale, grazie a investimenti e programmazione”, sottolinea il vicepresidente Bolzonello, ricordando la trasformazione di Promotur in quella che oggi è PromoTurismoFvg, “soggetto moderno e dinamico in grado di organizzare e promuovere l’offerta”, e ricordando i 26 milioni stanziati dalla Regione per la riqualificazione delle strutture ricettive. “Anche e soprattutto quelle della montagna, per favorire una permanenza più lunga e, quindi, un utilizzo di piste
e impianti nell’arco di tutta la settimana”.

Sabato 2 e domenica 3 dicembre a Tarvisio si potrà sciare sulla parte alta della pista Di Prampero, utilizzando la Telecabina del Lussari, e sulla pista Misconca, servita dalla relativa telecabina.

A Ravascletto-Zoncolan aperte le piste Tamai 1, Goles, Zoncolan 3 e 4, oltre al campo scuola Cima Zoncolan.

Se a Piancavallo le precipitazioni nevose sono state inferiori rispetto agli altri poli, la produzione di neve artificiale è stata adeguata. Pertanto PromoTurismoFVG sta lavorando per rendere disponibili già sabato 2 e domenica 3 le piste Nazionale
e Busa Grande. Conferma definitiva sull’apertura di queste piste nelle prossime ore, anche sul sito http://www.promotur.org alla sezione Infoneve.

Per sciare invece nei comprensori di Sella Nevea, Forni di Sopra e Sauris sarà necessario aspettare venerdì 8 dicembre, data in cui è prevista anche l’apertura di alcuni anelli per lo sci da fondo.

La prevendita degli skipass, che nei primi tre giorni di quest’anno ha fatto registrare un incremento degli acquisti del 90 per cento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, resterà attiva fino a domenica 3 dicembre compresa presso gli uffici di PromoTurismoFvg delle località sciistiche, presso gli Infopoint di PromoTurismoFvg di Tolmezzo, Udine, Pordenone e Trieste, al Mega Intersport del centro commerciale Città Fiera di Martignacco e all’ufficio informazioni del Palmanova Outlet Village.

Info su http://www.promotur.org

Taglio del nastro al Salone degli Incanti per la prima edizione di Tergeste. Gli Incanti del Gusto

 

A Trieste dal 24 al 27 novembre –

Inaugurata oggi al Salone degli Incanti la manifestazione “Tergeste. Gli Incanti del Gusto”, organizzata dall’Associazione Cuochi Trieste, Mainardi Food, in coorganizzazione con il Comune di Trieste – Assessorato al Commercio e Assessorato alla Cultura e con il patrocinio della Federazione Italiana Cuochi. Un progetto che vede affiancarsi al primo Concorso di Cucina Internazionale della Città di Trieste anche una fiera alimentare, prima, unica e dedicata ai prodotti del nostro territorio e non solo, una rassegna di show cooking è tutta una serie di incontri dedicati al mondo dell’alimentazione a tutto tondo. L’esposizione, con tutte le attività previste è partita oggi, venerdì 24 novembre, con il concorso per i più giovani. Continuerà sabato 25 e domenica 26 con un’intensa serie di show cooking e si concluderà lunedì 27 con il concorso riservato ai professionisti. L’orario di apertura sarà dalle 9.00 alle 20.00.
“Portiamo nuovamente a Trieste, al Salone degli Incanti, una manifestazione di sicuro rilievo, che vuole offrire un piacevole momento aggregativo e al contempo di importante crescita professionale. Contiamo di ripeterla auspicando che diventi un punto di riferimento d’eccezione per questo settore anche nei prossimi anni”. Così l’assessore comunale al Commercio ed eventi correlati Lorenzo Giorgi, al taglio del nastro, stamane, accanto agli organizzatori Luca Gioiello, presidente dell’Associazione Cuochi di Trieste ed Edoardo Mainardi, Patron dell’Azienda Mainardi Food.

(Fonte Comune di Trieste)

Orario di apertura al pubblico dalle 9.00 alle 20.00.

Ingresso €. 3,00 interamente devoluto in beneficenza.

 

Campagna Black Friday sulla rete GoOpti Italia: per tutti i clienti transfer con il 20% di sconto.

 

Non perdete l’occasione di usufruire del 20% di sconto su tutti i transfer GoOpti prenotati venerdì 24 novembre!

Venerdì infatti si terrà la campagna Black Friday dove ogni cliente potrà prenotare su www.goopti.com un transfer sulla rete GoOpti Italia con il 20% di sconto.

Un’occasione da non perdere!