Nuove emozioni tutte da esplorare nel lago di Sauris

di Eva Trinca

foto archivio Albergo Diffuso Sauris

foto archivio Albergo Diffuso Sauris

Ora: l’amore sfrenato che io nutro per Sauris e…

… per il suo suggestivo lago, per le sue case pittoresche, per la sua gente cordiale e affettuosa molti dei quali per me sono anche un po’ famiglia, per le sue distese infinite di crocus al disciogliersi della neve o le colline che esplodono di rododendri a primavera inoltrata, per le strade alberate che in autunno si infiammano regalando moltitudini di sfumature, per il fatto che è stata, è e sarà per sempre il mio “ritiro”, quello buono, quello dove vivere le emozioni, dove lasciarsi coccolare, dove lo scoppiettare del fuoco in un camino e la neve che scende è pura poesia, dove un’alba un tramonto un temporale ed il suo arcobaleno sono poesia…

dicevo … l’amore sfrenato che io nutro per Sauris è indiscusso!

Ma quest’anno Sauris ha deciso di regalarvi qualcosa in più!

 

Ed io non posso non parlarvene!

“Dume dume ame zahrar zea”: esplora il lago di Sauris e vivi un’esperienza unica

pannello_sailing-sauris-1024x512

“Dume dume ame zahrar zea” significa in saurano “tutto intorno al lago”, sicuramente il modo migliore per descrivere le tante opportunità riservate a chi quest’estate vorrà trascorrere qualche giorno a Sauris, ridente località del Friuli Venezia Giulia, luogo dove a volte … non osano neppure le aquile…

Il lago di Sauris si trova in località La Maina ed è il migliore benvenuto che un ospite possa ricevere arrivando a Sauris, perché subito dopo avere superato l’ultima galleria la vista si apre al lago e alle sue acque turchesi che invitano ad una sosta per godere di questo splendido panorama.

E finalmente dall’estate 2019 il lago offre, oltre al relax e alla pace, anche molte altre nuove attività adatte agli appassionati della vita all’aria aperta e dello sport, ma anche per le famiglie e i bambini.

 

foto archivio Albergo Diffuso Sauris

foto archivio Albergo Diffuso Sauris

Varie sono le emozioni che si possono vivere sul lago di Sauris attraverso una nuova prospettiva: con canoe, canoe canadesi, sup, ma anche con pattini e barca a vela.

Situato a 977 metri di altitudine, il clima in estate è sicuramente l’ideale per vivere il lago ed esplorare tutti i suoi angoli, anche con le guide naturalistiche specializzate.

SUP e canoe sono stabili e inaffondabili, facili da utilizzare, adatti sia per adulti che per bambini.

Informazioni e prenotazioni

info@albergodiffusosauris.com oppure tel. 0433 86221

CALENDARIO ATTIVITA’

Domenica 30 giugno
Inaugurazione – dalle ore 15:00 alle 18:00 prove libere sul lago per tutti gratis

Sabato 6 e domenica 7 luglio

Orario 10:00-18:00

Da venerdì 12 luglio a domenica 21 luglio (in occasione della festa del Prosciutto)
Tutti i giorni con orario 10:00-18:00
Oltre alle normali attività sarà possibile usufruire anche di piccole barche a vela

Da lunedì 22 luglio fino alla fine di agosto

Tutti i giorni con orario 10:00-18:00

Dal 10 luglio fino alla fine di agosto

Tutti i mercoledì

  • Escursioni sul lago con guide naturalistiche della durata di circa due ore durante tutto il giorno
  • Corso di canoa

TARIFFE

Canoe e SUP

  •  1 ora                                          10 euro/persona
  •  2 ore                                          18 euro/persona
  • Mezza giornata/max 4 ore     30 euro/ persona
  • Giornata intera/max 7 ore     40 euro/persona
  • Abbonamento 5 uscite            45 euro/persona
  • Abbonamento 10 uscite          80 euro/persona
  • Bambini gratis fino a 10 anni, se utilizzano imbarcazioni con il genitore (canoa biposto, canoe canadese, pattino)

Escursione con guida naturalistica

  • Durata circa 2 ore                             28 euro/persona
  • Bambini fino a 10 anni gratis.
  • Ragazzi 10-18 anni                            15 euro/persona

Corsi di canoa

  • Adulti                                                    20 euro/ora
  • Bambini                                                15 euro ora

Possibilità di concordare abbonamenti con l’istruttore.

Sconto 10% per gli ospiti dell’Albergo Diffuso Sauris e saurani.

Informazioni e prenotazioni

info@albergodiffusosauris.com oppure tel. 0433 86221

Annunci

A Grado è di moda il Fish nic !

Grado, 30 giugno –  4 agosto – 8 settembre 2019

thumbnail_FishNic2

A Grado, l’Isola del Sole, dopo il successo della scorsa stagione, a grande richiesta ritornano gli appuntamenti gourmet con il Fish nic, i pic nic in laguna che consentono di gustare piatti raffinati e prodotti tipici del territorio del Friuli VG (vini,olio, pesce, prodotti da forno) in una location spettacolare: l’isola Valle del Moro, una ex valle da pesca.

Le valli da pesca sono aree di laguna delimitate da argini o recinzioni dove si pratica la “vallicoltura”, una tipologia di itticoltura (allevamento del pesce) estensiva.

Le valli, le cui dimensioni possono variare notevolmente da poche decine di ettari sino a oltre un migliaio, nonostante siano di fatto un ambiente artificiale, sono fondamentali nel preservare il delicato ecosistema lagunare.

Per tale motivo il Consorzio GradoTurismo ha pensato di valorizzare questo straordinario patrimonio naturalistico-culturale (si tratta infatti di una pratica assai antica, ricordata già in documenti dell’XI secolo) organizzando un piacevole momento di convivialità, che coniuga l’aspetto legato alle tradizioni con quello enogastronomico.

A far conoscere i prodotti tipici del territorio ci penseranno i resident chef che, in diverse postazioni sull’isola, prepareranno gustosi e raffinati piatti e coinvolgeranno i partecipanti in un piacevole show cooking.

thumbnail_FishNic1

All’ora del pranzo, dopo il drink di benvenuto, all’ombra degli alberi, viene sistemato tutto ciò che serve a godersi in serenità il pic nic (coperte, posate, bicchieri, tovaglie, cuscini).

A quel punto, ogni partecipante riceve il proprio cestino con le pietanze preparate dagli chef in diversi punti dell’isola, con due postazioni di salato, una con le bevande e una con prodotti dolci. I cibi saranno abbinati a vini Doc friulani.

Durante il Fish nic sarà possibile degustare anche il Santonego®, il tipico liquore gradese a base di un mix di erbe di laguna, tra cui spicca l’assenzio marino. Terminato il pranzo, ci si può rilassare, chiacchierare, giocare o passeggiare.

Per l’appuntamento di giugno, gli chef proporranno un menù a base di pesce, con un occhio attento anche alla preparazione digustosi piatti vegetariani.

La prenotazione è obbligatoria, fino all’esaurimento dei posti disponibili.

Il costo, omnicomprensivo, è fissato in 80 € per gli adulti e 30 € per i bambini.

Il ritrovo dei partecipanti è previsto per domenica 30 giugno al porto Mandracchio, alle ore 10.30, per imbarcarsi a bordo dei taxi boat e raggiungere l’isola. Rientro previsto per le ore 16.15.

Altri due appuntamenti con il Fish nic sono in programma per domenica 4 agosto e domenica 9 settembre.

 

Informazioni e prenotazioni

Consorzio Grado Turismo – Tel. 0431 80383

http://www.grado.it/eventi- experience@grado.it

http://www.grado.itinfo@gradoturismo.org

 

Festival Jazz 2019 all’Arco di Riccardo

Fino al 29 agosto ogni giovedì – inizio ore 21.00 – 

Dodici serate musicali a ingresso libero a base di Soft Jazz, New Age, Etnic, Pop Jazz all’ombra dell’Arco di Riccardo.

Per promuovere, rivitalizzare e valorizzare la suggestiva e riqualificata area insistente su via Riccardo, che sorge nei pressi dell’Arco di Riccardo, nella Cittavecchia di Trieste, l’Associazione culturale “Il Circolo Vizioso” in collaborazione con le attività commerciali della zona (American Bar Dream Team, Ristorante Tapas Barcelona e Arcoriccardo Ristorante), dopo il successo della passata stagione ha allestito un nuovo calendario di eventi estivi del giovedì sera intitolato “Festival jazz dell’Arco di Riccardo”.

Si tratta di un programma musicale ricco e variegato a ingresso libero che spazia tra vari generi e in grado quindi di accontentare un pubblico trasversale. L’organizzazione è stata particolarmente attenta a predisporre un calendario di concerti di elevato contenuto culturale e a basso impatto sonoro nel rispetto delle ordinanze sulle emissioni sonore e del vicinato.

Di scena, artisti di primo piano del panorama locale, regionale e nazionale come Paolo Muscovi (che vanta collaborazioni e incisioni con Ron, Enrico Ruggeri, Neffa, Nina Zilli, Fausto Leali, Arisa, The Commitmens, Karen Coleman, Antonio Marangolo e molti altri), Giovanni Maier, docente al Dipartimento di jazz del conservatorio “G. Tartini” di Trieste, il batterista sloveno Aljosa Jeric e Fabio Jegher (compositore, traduttore musicale e docente presso la IULM particolarmente attivo in Italia, in Europa e negli Stati Uniti ammirato anche a Umbria Jazz e a TriesteLovesJazz).

L’inizio dei concerti è previsto per le ore 21.00 e il termine per le ore 22.30.

In caso di maltempo gli eventi saranno annullati e un eventuale recupero sarà comunicato a mezzo stampa e pubblicato sulla pagina facebook dedicata.

Il repertorio presenterà in maggioranza temi classici e standard del jazz più tradizionale e del latin jazz con qualche leggera puntata verso situazioni più d’avanguardia.

GIUGNO

13: Classici Jazzai Trio di Giorgio Gerin con Giorgio Gerin, Piano – Luca Erra, Basso – Denis Zupin, Batteria

20: Fabio Jegher Quartet con Fabio Jegher, Batteria – Giuliano Tull, Sax – Maki Cepak, Chitarra – Mario Cogno, Contrabbasso

27: Cubis Trio con Flavio Davanzo, Tromba – Giovanni Maier, Contrabbasso – Aljosa Jeric, Batteria

LUGLIO

4: Domenico Lobuono Trio con Domenico Lobuono, Chitarra –  Mario Cogno, Contrabbasso – Andrea D’Ostuni, Batteria

11: Jezva Quartet con Giuliano Tull

18: Fabio Jegher Quartet con Fabio Jegher, Batteria – Flavio Davanzo, Tromba – Maki Cepak, Chitarra – Mario Cogno, Contrabbasso

25: Fabio Jegher Quartet con Fabio Jegher, Batteria – Giuliano Tull, Sax – Maki Cepak, Chitarra – Mario Cogno, Contrabbasso

AGOSTO

1: Domenico Lobuono Trio con Domenico Lobuono, Chitarra –  Mario Cogno, Contrabbasso – Andrea D’Ostuni, Batteria

8: Fabio Jegher Quintet con Fabio Jegher, Batteria – Flavio Davanzo – tromba, Giuliano Tull, Sax – Mario Cogno, Contrabbasso – Giorgio Gerin, Piano

15: Fabio Jegher Sextet con Fabio Jegher, Batteria – Giuliano Tull, Sax soprano e tenore – Mario Cogno, Contrabbasso – Flavio Davanzo, Tromba e flicorno – Maurizio Cepparo, Trombone e Giorgio Gerin, Piano

22: Jezva Quartet con Giuliano Tull

29: Flavio Davanzo Trio con Flavio Davanzo, Tromba – Paolo Muscovi, Batteria – Riccardo Morpurgo, Piano

Boramata 2019 al via!

Boramata0001

Dal 7 al 9 giugno a Trieste –

Ritornano le follie di vento nella città della bora: dal 7 al 9 giugno in programma la V edizione di Boramata, una grande festa all’aria aperta nel centro della città, tra piazza Ponterosso e piazza Unità.

La manifestazione curata da Rino Lombardi (Associazione Museo della Bora), ideatore del programma, con l’organizzazione della Prandicom di Federico Prandi, di anno in anno porta un momento di leggerezza in pieno centro città mettendo insieme memoria e creatività, per celebrare la cosa più triestina che c’è.

Una festa per i triestini, e non solo.

Tra gli appuntamenti di sempre non mancheranno le ormai celeri girandole in piazza, quest’anno ben 400, icone dell’evento e gioia degli Instagramers. I colori di quest’anno saranno ispirati alle bandiere delle quattro squadre che si affronteranno a Trieste per i campionati europei di calcio Under 21. Un bel modo di anticipare questa grande festa dello sport. Le girandole saranno ancora di più, più che raddoppiate, per non deludere chi vuole portarsele a casa e per fare aumentare il valore della donazione finale in beneficenza, con l’appuntamento ormai consolidato dell’asta pubblica delle girandole a fine manifestazione.

GIRANDOLE

Anche quest’anno il main partner è AcegasApsAmga che sostiene l’iniziativa fin dalla prima edizione.

Nello stand di piazza Ponterosso l’azienda multiservizi inviterà i triestini a consumare l’acqua del rubinetto e, dopo la compilazione di un semplice test, donerà una pratica borraccia per evitare di utilizzare bottigliette di plastica usa e getta. Di fronte allo stand di AcegasApsAmga sarà anche posizionato un erogatore d’acqua di rete con 10 rubinetti.

Ulteriore appuntamento fisso della manifestazione è quello con gli aquilonisti.

A gentile richiesta quest’anno si esibiranno per due giorni consecutivi. Arrivano dalla Val di Fiemme, recentemente hanno partecipato al festival di Cervia e proporranno il loro colorato spettacolo in piazza Unità venerdì 7, dalle 11.30 e sabato 8, dalle 11. Speriamo in venti favorevoli per ammirare il gufo, la piovra e altre creazioni volanti.

Boramata0007

Tra le novità di questa edizione in piazza Ponterosso l’ospite tecnologico d’onore sarà il Boramat, il simulatore di vento realizzato dagli appassionati makers del FabLab dell’Ictp di Miramare. Dopo il successo della recente Trieste Mini Maker Faire, ecco una nuova occasione per divertirsi col vento, scegliendo tra bora chiara, bora scura e borino.

Quest’anno gli organizzatori di Boramata sono orgogliosi di avere ottenuto il “bollino di Esof” Trieste Capitale della ricerca scientifica 2020.

Insieme agli approfondimenti scientifici, alla mostra “Laboratorio Venti”, in corso al Palazzo Costanzi fino al 12 giugno prossimo dove si celebrano i vent’anni dell’Associazione Museo della Bora, ad arricchire l’offerta di Boramata 2019 saranno tanti momenti di scienza nel corso della tre-giorni di festa del vento.

Ad aprire la manifestazione nel pomeriggio di giovedì 6 giugno, un appuntamento che porta il Carso in città: dalle 18.30 inaugurazione con la presentazione in anteprima del nuovo video promozionale dedicato ai tour “Carso in bici” curata dal GAL Carso.

La mattinata di venerdì 7 sarà dedicata alle attività laboratoriali con il laboratorio di aquiloni e il laboratorio sul vento dedicato alle scuole in collaborazione con l’Immaginario Scientifico. Dalle11.30 spettacolo di aquiloni in piazza Unità.

L’attualissimo tema del “climate change” sarà trattato nel pomeriggio venerdì nell’incontro organizzato in collaborazione con Miramare Area Marina Protetta del WWF dal titolo “Il mare, la bora, il clima che cambia”, in programma alla Sala Bazlen di Palazzo Gopcevich (ore 17.00) con la partecipazione di esperti dell’Area Marina Protetta, dell’OGS e di altre istituzioni scientifiche del territorio.

Nella seconda parte del pomeriggio di venerdì (alle 18.45), appuntamento speciale con un’animazione ispirata dalla bora a cura di “Oltre quella sedia”: quest’anno il ricavato della vendita delle girandole sarà destinato proprio a questa associazione molto attiva sul fronte della disabilità.

Sulle tracce della bora è, invece, la nuova iniziativa turistica: dalle 19.00 sarà possibile fare due passi tra refoli, curiosità e indizi della presenza del vento a Trieste, tra Ponterosso, le rive, il Molo Audace, passando per Piazza Unità, Piazza della Borsa. Ad accompagnare il gruppo la guida naturalistica Sabina Viezzoli. La passeggiata su prenotazione sarà replicata alle 10.00 di domenica 9 giugno.

Ricca di eventi la giornata di sabato a partire ancora dal grande spettacolo con gli aquiloni in piazza (piazza Unità dalle 11.00). Spicca nel programma del pomeriggio (ore18.40) l’incontro con lo scrittore Mario Ferraguti, autore de “La ballata del vento” (Ediciclo Edizioni) uno dei più poetici libri di vento pubblicati in questi ultimi anni. La serata di sabato si concluderà con la presentazione di “Legno e vento” il CD fresco di stampa della chitarrista Paola Selva, la cui carriera è iniziata per colpa del vento. E ne va orgogliosa! Sarà lei a raccontarci perché.

Sono previste nella giornata eventi in collaborazione con Trieste HopTour, la Guida della Bora, e inviti speciali al Bloomsday joyciano e a Barbacan produce. Così anche questa volta Boramata metterà in circolo le idee in una gioiosa festa en plein air.

Gran finale domenica 9 giugno: dopo la passeggiata “Sulle tracce della bora”, dalle 11.00 in piazza Ponterosso sarà il momento dell’asta pubblica delle girandole condotta dall’attrice Marcela Serli.

PROGRAMMA DELLA MANIFESTAZIONE

Da venerdì 7 a domenica 9 giugno “prato di girandole in piazza Unità”

Evento dal 7 al 9 giugno
• Il Boramat a Boramata!
• Anemometro Ursus
Ritorna in città il simulatore di bora chiara, bora scura e borino, insieme al divertente misuratore di vento, tecnologiche idee realizzate dai makers del FabLab dell’ICTP di Miramare

Un calcio al vento
Un omaggio agli europei under 21
GIOVEDÌ 6 GIUGNO
In piazza Ponterosso
Ore 18.30
Inaugurazione
Presentazione video “Carso in Bici” a cura di GAL Carso

VENERDÌ 7 GIUGNO (mattina)

In piazza Ponterosso
Mattinata per le scuole
Laboratorio sul vento in collaborazione con l’Immaginario Scientifico insieme ai libri di Editoriale Scienza

Laboratorio di aquiloni

Ore 11.30 Aquiloni in piazza Unità
Ospiti d’onore 2019
Aquilonisti dalla Val di Fiemme

VENERDÌ 7 GIUGNO (pomeriggio)

Sala Bobi Bazlen • Palazzo Gopcevich
Ore 17
In occasione della Giornata mondiale degli oceani
Evento a cura di WWF Area Marina Protetta Miramare
Il mare, la bora, il clima che cambia

In piazza Ponterosso
Ore 18.45
Spettacolo in piazza a cura di Oltre quella sedia Onlus

Ore 19
Sulle tracce della bora
Due passi tra refoli, curiosità e indizi della presenza del vento a Trieste.
Durata: 1 h circa
Dove: Ponterosso, rive, Molo Audace, Piazza Unità, Piazza della Borsa, Ponterosso
Chi ti accompagna: Sabina Viezzoli, Guida Naturalistica

In piccolo gruppo, passeggiata gratuita con prenotazione obbligatoria a info@guidabora.ithttp://www.guidabora.it

8 GIUGNO
Ore 11.00
Aquiloni in piazza Unità
Ospiti d’onore 2019
Aquilonisti
dalla Val di Fiemme

Ore 17.30
Boramatite
Annalisa Metus

Ore 17.45
Bora? Cossa far?
Diego Manna

Ore 18.00
Camminare e correre nel vento
Guida della Bora, Corsa della Bora

Ore 18.20
Invito al Bloomsday Nausicaa con Riccardo Cepach, Joyce Museum

Ore 18.25
Invito a Barbacan Produce di domenica 9

Ore 18.30
Premio Boramata 2019

Ore 18.40
“La ballata del vento” con Mario Ferraguti

Presentazione del libro “La ballata del vento”
Edizioni Ediciclo, 2018

A seguire
“Legno e vento” (esecuzione di brani con chitarra solista)
Il nuovo CD della chitarrista Paola Selva: una carriera iniziata con la bora!

DOMENICA 9 GIUGNO
Ore 10
Sulle tracce della bora
Due passi tra refoli, curiosità e indizi della presenza del vento a Trieste.
Durata: 1 h circa
Dove: Ponterosso, rive, Molo Audace, Piazza Unità, Piazza della Borsa, Ponterosso
Chi ti accompagna: Sabina Viezzoli, Guida Naturalistica

In piccolo gruppo, passeggiata gratuita con prenotazione obbligatoria a info@guidabora.ithttp://www.guidabora.it
Ore 11
In Piazza Unità.
Asta delle girandole con l’attrice Marcela Serli.
Il ricavato sarà devoluto a Oltre quella sedia Onlus

Walkart: il Friuli Venezia Giulia in cammino fra le vie del passato e del futuro

festival

Dal 31 maggio al 3 giugno 2019 – 

Al via le ultime attività organizzate da PromoTurismoFVG nell’ambito del progetto Interreg Italia-Austria “Walkart – L’arte del cammino” per la riscoperta delle antiche vie di pellegrinaggio tra Carinzia e Friuli Venezia Giulia.
Un educational di tre giorni dedicato a giornalisti italiani e austriaci lungo i sentieri dei cammini di fede e il Festival transfrontaliero dei cammini, una tre giorni di racconti, camminate, animazione per bambini e progettazioni future declinata in diverse località della regione.

Presentato lo scorso 26 febbraio a Roma, alla presenza di un numeroso pubblico composto da stampa e operatori del settore, il progetto Interreg Italia-Austria Walkart – L’arte del cammino che coinvolge il Friuli Venezia Giulia e la Carinzia nella strutturazione, valorizzazione e promozione di una nuova offerta transfrontaliera, sostenibile, slow e alternativa al turismo di massa, si avvia alla conclusione con i due eventi che PromoTurismoFVG organizza durante questo fine settimana.

Fino al 2 di giugno, PromoTurismoFVG ospiterà un gruppo di giornalisti di rinomate testate italiane e straniere come Dove, Lonely Planet, La Stampa, Repubblica Viaggi e Die Presse (Austria) per i quali ha programmato diverse esperienze da vivere lungo le quattro vie di pellegrinaggio della regione: dalle camminate lungo la Via del Tagliamento e lungo il Cammino Celeste alla scoperta delle Chiesette delle Valli del Natisone alle visite guidate della civica Biblioteca Guarneriana di San Daniele del Friuli, del Santuario di Castelmonte e di Cividale del Friuli.
Per i giornalisti sono previsti anche il soggiorno nella rinnovata struttura dell’Hospitale di San Tomaso di Majano e la scoperta della ricca offerta enogastronomica che si sviluppa e incontra lungo le strade dei cammini.

Venerdì 31 maggio i giornalisti parteciperanno alla serata inaugurale del Festival transfrontaliero dei cammini che avrà inizio il 1 giugno a Pinzano al Tagliamento e si concluderà lunedì 3 a Gemona del Friuli con il convegno storico “Conoscere il passato per progettare il futuro”.

Durante i tre giorni del festival, PromoTurismoFVG in collaborazione con i Comuni di Duino Aurisina-Občina Devin Nabrežina, Gemona del Friuli, Pinzano al Tagliamento, Prepotto, Ragogna e Sauris e le associazioni operanti per i diversi cammini di fede, organizzerà per il pubblico una serie di attività ludiche, sportive, culturali ed enogastronomiche per la promozione e valorizzazione dell’offerta turistica lungo le quattro antiche vie di pellegrinaggio che si snodano sul territorio italiano del Friuli Venezia Giulia: il Cammino Celeste da Aquileia a Maria Saal, il Cammino delle Pievi in Carnia, la Via del Tagliamento (da Coccau a Latisana, per qui congiungersi con Romea Aquileiense) e la Via Flavia (da Trieste ad Aquileia, per qui congiungersi con Romea Aquileiense).

La prenotazione alle diverse attività è obbligatoria e può essere effettuata contattando gli uffici turistici di PromoTurismoFVG di riferimento:

  • infopoint di Udine info.udine@promoturismo.fvg.it (tel. 0432 295972)
  • infopoint di Sistiana info.sistiana@promoturismo.fvg.it (tel. 040 299166)
  • infopoint di Sauris info.sauris@libero.it (tel. 0433 86076)

Questo il link al programma dettagliato del festival.

sentieri 1sentieri 2

L’insieme di attività che il Friuli Venezia Giulia e la Carinzia hanno messo in atto per il progetto Interreg “Walkart – L’Arte del cammino” giunto ormai alla sua conclusione, sono state molteplici nel corso degli anni, ma il lavoro di PromoTurismoFVG non si concluderà al suo termine. Nell’ottica infatti dello sviluppo del turismo slow, asset strategico del piano di sviluppo dell’offerta turistica del Friuli Venezia Giulia ed esperienza di sempre più richiamo dai turisti alla ricerca di lentezza nella scoperta di un territorio, PromoTurismoFVG si prepara ai tavoli di lavoro per la strutturazione del prolungamento fino al Santuario di Sant’Antonio di Gemona del Friuli, del Cammino di Sant’Antonio da Padova, che attualmente vede la Basilica di Sant’Antonio di Padova e il Santuario della Verna in Toscana le due mete di congiunzione.

PromoTurismoFVG ringrazia per la collaborazione il Lead partner Comunità Friuli Collinare, il partner austrico RM Regional-Management Mittelkärnten GmbH, i Comuni di Duino Aurisina-Obcina Devin Nabrezina, Gemona del Friuli, Pinzano al Tagliamento, Prepotto, Ragogna e Sauris e tutte le associazioni che hanno collaborato alla realizzazione del festival.

Le Giornate della Luce in FVG celebrano i maestri della fotografia

PRESENTAZIONE A CANNES

Spilimbergo 8 – 16 giugno 2019 – 

Dopo il successo delle quattro prime edizioni, torna a Spilimbergo – con incursioni anche a Sequals, Casarsa della Delizia, San Vito al Tagliamento, Codroipo e Pinzano al Tagliamento – il festival che celebra il ruolo degli Autori della Fotografia del cinema italiano contemporaneo. Le Giornate della Luce, una realtà ormai consolidata nel panorama delle manifestazioni festivaliere della regione, è in programma quest’anno tra l’8 e il 16 giugno sempre con l’ideazione e la curatela artistica di Gloria De Antoni con Donato Guerra. Dopo la presenza dei curatori al Salone del libro di Torino, alcuni “highlights” del programma 2019 del festival sono stati adesso presentati al Festival di Cannes, all’interno del Padiglione Italia, nell’ambito degli incontri di Istituto Luce Cinecittà, tra i partner del festival assieme a Rai Cinema.
Il festival conferma anche quest’anno la sua riuscita formula con proiezioni dei film in concorso, incontri con fotografi di scena, registi e attori, seminari e percorsi espositivi, per culminare nell’attribuzione del premio Il Quarzo di Spilimbergo-Light Award, assegnato alla migliore fotografia di un film italiano dell’ultima stagione, insieme al consueto premio dei Giovani e premio del Pubblico. Il riconoscimento principale verrà come sempre assegnato da una giuria formata da nomi di spicco nel panorama cinematografico: il regista, sceneggiatore e interprete Edoardo Winspeare, l’attrice-icona degli anni Settanta Stefania Casini, ora regista impegnata e di talento, l’attrice Anna Bonaiuto, i critici cinematografici Oreste De Fornari, Fabio Ferzetti e Fulvia Caprara, l’Autore della fotografia Francesca Amitrano e Chiara Omero, direttore artistico di ShorTS festival.

La quinta edizione de Le Giornate della Luce si aprirà anche quest’anno a Spilimbergo con una serie di mostre a contenuto cinematografico e con gli Incontri di 8 ½, con noti esponenti del cinema italiano.

Attesa per mercoledì 12 giugno a Casarsa della Delizia una serata che festeggia i 60 anni dal primo ciak de “La Dolce Vita” di Federico Fellini presenti con l’attrice Valeria Ciangottini: la camerierina miraggio di un’impossibile redenzione, ricorda quella primavera del 1959 sul set del capolavoro di Federico Fellini. A tre anni dalla sua presenza come presidente di Giuria e docente alla Masterclass che ogni anno offre un momento con maestri della cinematografia nazionale ed internazionale, è atteso quest’anno il ritorno al festival del regista Pupi Avati, in assoluto tra i maggiori protagonisti del nostro cinema di sempre.

Quella di Cannes è stata anche l’occasione per presentare in anteprima la sigla che accompagnerà le proiezioni di questa edizione, frutto di un bando a cui hanno risposto numerosi autori. Vincitori di questa edizione è risultato il lavoro firmato da Sara Beinat, Federica Pagnucco e Matteo Sabbadini. E sarà proprio la loro opera che aprirà tutti gli eventi del Festival a giugno.
L’intero programma, le ulteriori presenze esclusive di questa edizione e i tre film finalisti in concorso saranno presentati a breve per ricomporre l’intero calendario che animerà la quinta edizione delle Giornate della Luce.

Lignano Sabbiadoro pronta ad accogliere la Force Run Beach

Dal 15 al 16 giugno 2019 a Lignano Sabbiadoro –

Il Campionato Nazionale Force Run arriva per la prima volta in Friuli Venezia Giulia con una tappa  valida per la qualificazione agli OCR European Championship.

La Force Run è una corsa a ostacoli, uno spettacolo, un concentrato di adrenalina. Avventuratevi nel bosco, sulla spiaggia, nel mare, in una sfida travolgente aperta proprio a tutti.

La Force Run è una corsa a ostacoli, uno spettacolo, un concentrato di adrenalina. Avventuratevi nel bosco, sulla spiaggia, nel mare, in una sfida travolgente aperta proprio a tutti.

Un 2019 di grandi novità per la Force Run, che quest’anno raddoppia il tiro e, oltre alla tradizionale tappa di Verona, va alla conquista di Lignano Sabbiadoro, con la nuovissima edizione BEACH, il 15 e 16 giugno.

A Lignano Sabbiadoro la Force Run BEACH si svolgerà al Bella Italia & EFA Village, con un weekend di sfide incredibili, ostacoli e tanto divertimento per tutti. Un evento sportivo decisamente fuori dagli schemi, una corsa senza paragoni per i coraggiosi che non si fermano davanti a niente.

Z PARTENZA300dpi

Quattro le modalità con cui si potrà partecipare alla Force Run BEACH:

Sabato 15 giugno

SHARK – percorso competitivo di 9 km (inserito come quarta tappa del Campionato Italiano OCR)

OCTOPUS – percorso non competitivo di 9 km

Domenica 16 giugno

BARRACUDA – 3 km competitivi validi per il Campionato Triveneto

TURTLE – 3 km ludico-motori da percorrere travestiti nei modi più strambi

Only the brave! Ognuno può scegliere il percorso nel quale misurarsi, ma in ogni caso si tratterà di mettersi alla prova e vincere le proprie paure.

Tutti gli ostacoli sono obbligatori solo per gli atleti iscritti al Campionato Italiano, i corridori dilettanti potranno scegliere quali affrontare.

Il mondo OCR è una disciplina sempre più emergente e affermata, sia nelle palestre, sia nei campi prova di tutta Italia.

Force Run è la corsa adatta ai più duri e agli atleti più coraggiosi e la SHARK di sabato sarà valida per la qualificazione agli OCR European Championship.

Le versioni non competitive daranno l’opportunità di confrontarsi con i professionisti, mettendo alla prova tutte le capacità e la forza a disposizione.

La gara TURTLE di domenica sarà ricca di goliardia e travestimenti, gli aspiranti forcer saranno chiamati a superare gli ostacoli nella maniera più folle possibile.

Gli ostacoli, sia naturali, sia artificiali, saranno di differenti difficoltà, a seconda del percorso scelto, per dare la possibilità a tutti di partecipare e divertirsi, singolarmente o in gruppo.

Le iscrizioni online sono aperte sul sito www.forcerun.it per tutti coloro che vogliono mettersi alla prova e trascorrere un weekend di sicuro divertimento!

Nel Bella Italia & Efa Village di Lignano Sabbiadoro un appuntamento da non perdere, con sabbia, acqua, fango, pareti e ostacoli artificiali, che renderanno la Force Run BEACH un’esperienza davvero unica!