Le più belle immagini del bomber della Triestina De Falco in mostra fino a fine estate a Trieste

“T&T un amore grande” la collezione privata delle foto di Franco De Falco, storico bomber della Triestina, tratte dal libro “Totò & Trieste, un amore grande” resterà in mostra per tutta l’estate al Bar Destino di Via Fabio Severo 49 a Trieste, dove si trova anche la sede del Triestina Club a lui dedicato.

Per informazioni: 328 0831957

 

Simone Di Luca si racconta “on air”a Put Your Feet Up su Radio City Trieste

 

Venerdì 17 marzo alle ore 14.30 -su http://www.radiocitytrieste.it

16938996_1358702487499056_1101628211939757952_n

Put Your Feet Up ospita questa settimana un grande amico: Simone Di Luca che vi regalerà 90 minuti di pura emozione in musica scelta rigorosamente da lui sull’unica web radio del ♥ Radio City Trieste (www.radiocitytrieste.it)

Un ospite speciale per una lunga chiacchierata insieme.
Parleremo di musica e fotografia, grandi eventi e concerti, ma viaggeremo “on air” anche nell’arte e nei luoghi della nostra bella Italia.
Non mancate! vi aspetto per raccontarvi Simone Di Luca, un personaggio molto carismatico e versatile che sarà in studio con me.
Un caleidoscopio di interessi che vi verranno svelati in un pomeriggio dedicato a lui e che faranno da anteprima ad un grandissimo appuntamento della sera: il concerto di Ligabue a Trieste.
Colonna sonora della trasmissione una speciale playlist scelta da lui  e quindi una vera sorpresa sia per me che per voi ascoltatori. Quello che vi garantisco è che sarà musica d’autore!
Ci potrete seguire dal computer di casa vostra in versione rigorosamente “Put Your Feet Up”, dai vostri cellulari e tablet ed anche attraverso il nuovissimo Facebook Player con il quale potete ascoltare la Radio DIRETTAMENTE da Facebook e quindi dalle Pagina Facebook: https://www.facebook.com/RadiocityTS/

Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/1534052966836233/

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Gustiamoci L’anatra all’arancia al Rossetti di Trieste fino a domenica

img-20161201-wa0003

(foto di Sabrina Catalan)

Giovedì 1, Venerdì 2 e Sabato 3 dicembre ore 20.30 – Domenica 4 dicembre ore 16.00

Proseguono con successo le repliche de “L’anatra all’arancia” di Williams Douglas Home splendidamente diretta ed interpretata da Luca Barbareschi affiancato da un cast di tutti primi nomi, quali Chiara Noschese, Ernesto Mahieux, Gianluca Gobbi e Margherita Laterza.
«L’anatra all’arancia è una bellissima storia universale di un uomo e di una donna dove il protagonista si inventa un modo per riconquistare la moglie che lo ha tradito e che amava, architettando un piano per dimostrarle che lui è il suo unico amore anche dopo 25 anni» racconta Luca Barbareschi, che ritorna ospite del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia dopo il grande successo ottenuto nel 2012 con Il discorso del re.


Uno spettacolo cult del teatro comico, titolo emblematico di quella drammaturgia che suscita comicità con classe e attraverso un uso sapiente e sottile della macchina teatrale.
Barbareschi ha studiato per la pièce una moderna edizione, impreziosita da un eccellente cast che riesce ad animare l’ingranaggio della commedia sostenendo il ritmo e la vorticosa energia della drammaturgia con la precisione di una partitura musicale.
«Questa commedia ha una profondità ed un’intelligenza straordinarie – spiega il regista – ha la stessa potenza di Chi ha paura di Virginia Woolf? ma, a differenza del testo di Albee, ha una struttura narrativa molto divertente, che aiuta a veicolare concetti profondi con la risata. Ho riadattato la scrittura usando due grandi scienze, la psicologia e l’antropologia, studiando atteggiamenti, movimenti e nevrosi che caratterizzano le nostre abitudini».
Gilberto e Lisa sono una coppia sposata da venticinque anni; più che dal logorio della routine, il loro ménage è messo in crisi dalla personalità di lui, egoista, egocentrico, incline al tradimento, vittima del proprio essere un clown che finisce per stancare chi gli sta intorno. Esasperata, Lisa si innamora di Volodia, tutto l’opposto del marito, un russo di animo nobile, un romantico sognatore che ha scelto di trascorrere la sua vita in Lucania. Punto sul vivo, Gilberto studia una strategia di contrattacco e organizza un week-end a quattro, in cui Lisa e il suo amante staranno insieme a lui e alla sua attraente segretaria, Chanel Pizziconi, un misto tra scemenza e genialità. Il tutto sotto gli occhi di un sempre più interdetto cameriere, un cechoviano personaggio che, come una sorta di fantasma, si aggira per la casa e si rivelerà il deus ex machina della storia.
L’imprevedibile piano di Gilberto, che al principio sembra sgangherato, è ricco di imprevisti e colpi di scena che si susseguono fino all’ultimo istante. Una vicenda leggera e piacevole che conquista lo spettatore con la simpatia dei personaggi, le soluzioni effervescenti e mai banali, i dialoghi gustosi e irresistibili ma mai privi di eleganza, e, naturalmente, l’interpretazione degli attori che in simili gioielli della concezione comica, trovano un banco di prova per nulla scontato.
«Ciò che muove il meccanismo di questa storia è l’incomprensione, l’egoismo, non la gelosia. Parliamo di una macchina perfetta, di dialoghi d’autore, in cui si scandagliano l’animo umano e le complesse dinamiche di coppia – prosegue Barbareschi. E aggiunge «l’happy ending arriva benefico dopo due ore di spettacolo durante le quali la psicologia maschile e quella femminile permettono al pubblico di identificarsi con i protagonisti. Una volta riconosciuti i propri errori e quelli del partner, Gilberto e Lisa affermano ‘noi due non sarà mai perfetto lo sai, ma sarà noi due’».
img-20161201-wa0004

La commedia, scritta nei primi anni Settanta, è opera dello scozzese Williams Douglas Home, poi adattata dal celebre autore teatrale francese Marc Gilbert Sauvajon. Del 1973 è un’edizione rimasta storica, diretta e interpretata da Alberto Lionello al cui fianco recitava Valeria Valeri. Celebre è anche la versione cinematografica che vantava l’interpretazione di Ugo Tognazzi e Monica Vitti, nei panni della coppia protagonista con la regia di Luciano Salce.
«Non ho voluto rifarmi ai vecchi modelli ma sicuramente mi ritrovo negli straordinari artisti che prima di me hanno affrontato questi ruoli, per tempi comici e per il sottile cinismo» dichiara ancora il regista. «Sono felice di mantenere la tradizione riprendendo un modello che è diventato un cult. Del resto la comicità è una medicina meravigliosa per elaborare il “dolore”».
In scena applaudiremo Luca Barbareschi nel ruolo di Gilberto Ferrari, Chiara Noschese nei panni di Lisa Ferrari. Ernesto Mahieux sarà Ernesto Russo, Gianluca Gobbi interpreterà Volodia Smirnov e Margherita Laterza sarà infine Chanel Pizziconi.
L’anatra all’arancia tratto dal testo The Secretary Bird di William Douglas Home andrà in scena nella versione francese di Marc Gilbert Sauvajon e nella traduzione di Luca Barbareschi che firma anche la regia.
Le scene sono di Tommaso Ferraresi, i costumi di Silvia Bisconti e le luci di Iuraj Saleri. Ha lavorato come Dramaturg Nicoletta Robello Bracciforti.
Lo spettacolo è prodotto dal Teatro Eliseo e dalla Fondazione Teatro della Toscana.
Per i posti ancora disponibili ci si può rivolgere presso tutti i punti vendita dello Stabile regionale, i consueti circuiti o accedere attraverso il sito http://www.ilrossetti.it alla vendita on line.

Ulteriori informazioni al tel 040-3593511.

Scrigno di emozioni: la Carnia scende a conquistare la Capitale

cop_carnia2-1

Roma – 6 dicembre 2016 ore 17.30 – 

L’impatto emozionale che la proiezione delle immagini della Carnia, magistralmente montate da Diana Crestan riuscirà a creare, saprà conquistare immediatamente la platea che – alla presenza dell’Onorevole Giorgio Zanin – parteciperà all’inaugurazione della mostra fotografica “Carnia, scrigno di emozioni” di Gabriele Bano e Paolo da Pozzo, presso la sede romana della Regione Friuli Venezia Giulia, in piazza Colonna 355.

La mostra, che sarà aperta al pubblico fino al 23 dicembre, è tratta dall’omonimo libro edito da Marson Editore dove Bano e Da Pozzo esaltano, attraverso i loro suggestivi scatti, le straordinarie bellezze naturali della Carnia, zona montana delle Alpi Orientali ricca di incantevoli angoli nascosti e di panorami mozzafiato.

Il libro, così come la mostra, vogliono riproporre le emozioni che – scatto dopo scatto – i due fotografi provano verso la propria terra d’origine, e da qui il titolo del libro.

A impreziosire il volume la prefazione di Dante Spinotti, di Tolmezzo direttore della fotografia di numerosi film di produzione italiana e hollywoodiana. Nominato due volte alla candidatura Oscar, ha al suo attivo più di una quarantina di film.

 

Dalla Montagna al Mare: Friuli Venezia Giulia, Emozione d’Autore

12301625_1019323818103593_5296476183523427272_n

“Dalla Montagna al Mare: Friuli Venezia Giulia, Emozione d’Autore”
Ecco a voi il video dell’anteprima del calendario 2017 realizzato dal mio studio su immagini di Paolo Da Pozzo.

Da questa selezione sono state scelte (e non è stato facile) dodici immagini che vi accompagneranno per il 2017.

Una vera fucina di emozioni!

 

La Famiglia Cadenaro a Trieste: pasticceri e panettieri per tradizione

Oggi parliamo di tradizioni e a Trieste uno dei nomi della tradizione, per quanto riguarda i panifici e le pasticceria, è sicuramente CADENARO.

famiglia.jpg

Se si chiede ai fratelli Roberto e Paolo Cadenaro quali sono i principi alla base della loro azienda, rispondono senza esitazione “qualità, tradizione, passione e cortesia”.

Valori che, dopo averli appresi da bambini, li hanno trasmessi ai propri figli, che lavorano con loro nella storica realtà di famiglia, fondata nel 1962 con il primo panificio a Cattinara, per crescere senza sosta nei decenni successivi.

Entusiasmo, passione per il proprio lavoro, desiderio di migliorarsi costantemente e voglia di investire a Trieste ma anche attento esame della richiesta del cliente e sua fidelizzazione attraverso la ricerca continua di materie prime di altissimo livello e la condivisione degli ideali con i propri fornitori: questi i punti di forza di un’azienda dalla storia consolidata ed in continua crescita.

 

Quando sono entrata per la prima volta nel panificio pasticceria Cadenaro di Via Rittmeyer 4 per un momento sono tornata indietro nel tempo e mi è venuto in mente un libro (ed un film) che ho amato moltissimo Pippi Calzelunghe ed in particolare quando Pippi entra nel negozio di dolciumi (vi voglio rammentare la scena – minuto 11 – con il link del film). In poche parole, l’imbarazzo della scelta e la voglia di tornar bambini.

Cadenaro propone una pasticceria del territorio, con le sue stagionalità che è una delle sue principali caratteristiche: a parte i deliziosi dolci tipici prodotti tutto l’anno (presniz, putizze  e la pinza

molto apprezzata anche a colazione e non solo a Pasqua come sarebbe da tradizione) a novembre prenderanno forma le squisite fave triestine realizzate 14585551_10210815979421377_640431939_ncon la mandorla d’Avola fortemente presente e predominante, col gusto antico della rosa bulgara, la dolcezza della vaniglia ed il cacao di altissima qualità mentre a dicembre arrivano i grandi lievitati delle feste, pandori e panettoni che esalteranno di profumi e sapori le case dei tanti triestini che si servono nelle pasticcerie Cadenaro.

A parte i classici, mi va di segnalarvi il panettone pralinato alle albicocche e nocciole ed il panettone strudel con mele candite, uva passa, cannella e pinoli assolutamente da provare. Nota particolare: i canditi provengono da un’azienda artigianale della Provenza.

Stagionalità anche per le gelatine di frutta (ad ogni mese il suo frutto), per i fritti presenti solo a Carnevale e per le colombe ovviamente a Pasqua.

Ultimo, ma non per ultimo, per quanto riguarda i dolci parliamo del cioccolato: il laboratorio del cioccolato rimane attivo fino a Pasqua.

Cadenaro ha trovato come partner un’azienda industriale dal savoir faire artigianale e nella sessione autunnale organizza spesso degustazioni guidate di cioccolato.

Ampissima la selezione di torte e di paste che tutto l’anno potete degustare nei tre negozi.

 

Dalla pasticceria, passiamo alla panetteria: stessa passione medesima qualità.

aaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

Oltre a tutti i tipi di pane classico, tantissimi sono i tipi di pani integrali e farciti che potete trovare oltre a grissini e farine.

Interessanti anche le moltissime proposte salate quali focacce, pizze, salatini, ecc.

 

Emozione d’Autore vi ha fatto conoscere questo piccolo paradiso dei golosi… ora sta a  voi…

PANIFICI E PASTICCERIE CADENARO A TRIESTE
Via Rittmeyer, 14 – tel. 040 363092
Via Giulia, 84 – tel. 040 53352
Via Palestrina, 4 – tel. 040 635973

 

 

 

 

Torna Bollicine sul Carso e Sistiana diventa per un giorno paradiso frizzante dei viticoltori

volantino Bollicine sul Carso

Sistiana (Trieste) 30 maggio 2016 –

Tutto è pronto per la seconda edizione de Le Bollicine sul Carso organizzato dal pastificio Barone in collaborazione con Roberto Filipaz di AIS FVG, che quest’anno si terrà in una location veramente incantevole che dall’alto delle falesie domina tutta la baia di Sistiana, con un panorama splendido che si apre alla vista sul mare da Pirano (Istria, Slovenia) a Grado (Italia).

L’evento si terrà lunedì 30 Maggio 2016 presso il centro di Promozione Territoriale di Sistiana, 56B (ex AIAT) a partire dalle ore 11.00.

boll2

Dopo il successo del 2015, numerosissimi sono stati i produttori interessati a partecipare alla seconda edizione.

Nello spazio adibito ad esposizione ben 36 viticoltori da Italia, Slovenia e Croazia vi faranno degustare le loro pregiate bollicine.

Si inizia alle ore 11.00 con i saluti di rito ed il benvenuto da parte dell’amministrazione comunale di Duino Aurisina per proseguire con il convegno  “METODO CLASSICO: LA SCELTA DEI CULTIVAR”.

ais
Moderatore dell’incontro sarà l’architetto Roberto Filipaz, Delegato dell’AIS FVG; interverranno l’enologo Gianni Menotti e l’estetologo Stelio Smotlak.
Nel pomeriggio sono previsti 3 incontri di degustazione guidata di circa 18 vini frizzanti (sei per ogni incontro) con i sommelier dell’AIS rispettivamente alle 15:30, 17:30 e 19:00.

boll3

Queste le cantine presenti:

Castelvecchio (Sagrado,GO – Italia)
Castelbrut (bianco)
Castelrosè (Rosato)

Bajta (Sales, TS – Italia)
Terraroza (bianco) – metodo classico

Bole (Piscanci, TS – Italia)
Malvasia 2015 – metodo Charmat
Vitovska 2015 – metodo Charmat

Casa Belfi (San Polo di Piave, TV – Italia)
Colfondo Prosecco bio doc – rifer. in bottiglia

Casa Caterina (Monticelli Brusati, BS – Italia)
Brut Rosè Saignèe
Brut Rosè Saignèe – Pinot Noir

Castello di Stefanago (Oltrepò Pavese – Italia)
Ancestrale Pinot Nero – metodo Classico VSQ
Ancestrale Rose’ – metodo Classico VSQ

Clarabella Soc. Coop. Agr. Onlus (Iseo – BS – Italia)
Brut DOCG S.A. – metodo classico

Cantina Odoni (Trieste – Italia)
Vitovska spumantizzata – metodo Charmat

Az. Agr Pernarcich Paolo (Medeazza, (TS) Italia)
Meduit

Az. Gervasi (Nimis, UD – Italia)
Spumante Demi Sec – metodo Martinotti / Charmat

P. Bacco dei Quaroni (Costamontefedele – Italia)
Spumante Pinot Nero Rosè P.B.Q. – metodo classico
Bonarda “Mons Acutus” – Croatina 90%, Barbera 10%

Piedimont (Gorizia, Italia)
Spumante 2011 – metodo classico

Soc. Agr. Randi S.S. (Fusignano, RA – Italia)
Burson Rosato Brut – metodo Charmat

Rodaro Paolo Winery (Spessa, UD – Italia)
Brut Nature di Paolo Rodaro – metodo classico

Az. Agr. Sancin (Montedoro, TS – Italia)
Spumante Brut White 2015 – Martinotti lungo

Tenuta di Blasig (Ronchi dei Legionari, GO – Italia)
Elisabetta Brut – metodo Charmat (60 giorni)

Varaschin Spumanti (Valdobbiadene, TV – Italia)
Prosecco Superiore Extra Dry DOCG
Prosecco Superiore Brut DOCG

Carga 1767 (Goriska Brda, Slovenija)
Donna Regina Brut Nature 2008 – klasicna penina
Donna Regina Rose’ 2010 – klasicna penina

Colja (Vipavska dolina, Slovenija)
Penina Carmi (belo) – klasicna metoda

Emeran Reya (Goriska Brda, Slovenija)
Brut Natur – klasicna metoda
Rose’ Extra Dry – klasicna metoda

Istenic (Bizeljsko, Slovenija)
No.1 Prestige extra Brut 2011 – klasicna metoda

Keltis (Bizeljsko, Juzna Stajerska – Slovenija)
Mario Rosè 2014 – klasicna metoda
Mario Brut 2014 – klasicna metoda

Klenar (Slovenska Istra, Slovenija)
KlenArt bela Extra Brut – klasicna metoda

Klet Brda (Brda, Slovenija)
Pene a Rebula – metoda Charmat

Vina Kobal (Kras, Slovenija)
Teranova penina – klasicna metoda

Vina Kras (Kras, Slovenija)
Marmorna Penina – metodo Charmat

Az. Medot (Dobrovo v Brdih, Slovenije)
Medot Brut 48 – klasicna metoda

Posestvo Berce (Berce, Slovenije)
Penina iz Zelena – klasicna metoda

Vinarstvo Rebula (Kras, Slovenija)
Brstovska Penina Malvazija – klasicna metoda
Brstovska Penina Vitovska – klasicna metoda

Sanabor (Stanjel, Slovenija)
Malvazija Extra Brut 2010 – klasicna metoda

Stoka (Kras, Slovenija)
Teranova penina Prima – klasicna metoda
Rose’ penina Prima – klasicna metoda

Vina Cattunar (Verteneglio, Hrvatska)
Malvazija istarska – Charmat method

Clai (Buje, Hrvatska)
Pjenusavo vino Extra Brut Nature 2013 – klasicna metoda

Franc Arman (Visinada, Hrvatska)
Malvazija Brut perla bianca – Charmat metoda

Prelac (Momjan, Hrvatska)
Blanc & Noir Brut

Puhelek Purek (Sveti Ivan Zelina, Hrvatska)
Kraljca – klasicna metoda

Veralda (Vipavska dolina, Hrvatska)
Rose’ Refosco Brut 2012 – klasicna metoda

Sarà un’opportunità per conoscere sia prodotti che produttori sia del settore vinicolo che di quello gastronomico.

Gli abbinamenti gastronomici

baroneNel corso della degustazione, verranno serviti gustosi e prelibati abbinamenti con i prodotti artigianali del Pastificio Barone rivisitati con simpatiche e golose ricette dagli chef:
– Dario Varisco (Ristorante “Alla Dama Bianca”, via Duino 61c, Duino TS – Italia)
– Bruno Tirel (Ristorante Ostaria Bepi Meo, via Romana 46, San Canzian d‘Isonzo GO – Italia)
– Pavel Marc (Ristorante La Posta di Sherwood, via Igo Gruden 56, Basovizza TS – Italia)
– Enea Savini (Pizzeria Pam Pam, Loc. Aurisina 168, Aurisina TS – Italia)

Si potranno inoltre assaggiare i formaggi della Fattoria Vidali, la oramai mitica “Bajtadella”, la mortadella dell’ Az. Agr Bajta e la scrocchiarella preparata da Enea Savini.

Il prezzo di partecipazione è di 15 Euro ad entrata + 5 Euro di cauzione al bicchiere.

radio city

La colonna sonora della giornata sarà affidata alla musica dell’emittente web Radio City Trieste.

 

 

Per info e prenotazioni scrivere a info@barone.si

Per visualizzare il catalogo, potete andare a questo link

Sponsor & Partner dell’evento:

Associazione Cuochi Trieste
AIS FVG Associazione Italiana Sommelier
Barone d.o.o. Pastificio Artigianale
BFLAB Formazione e Servizi
Borsa Trieste
Bro & Sis
Burn Art Production
Comune di Duino Aurisina
Consorzio Promo Trieste
Dominacrystals
Gruppo Ermada
Easy Ice
Emozione d’Autore
Lions Club Duino Aurisina
La Voglia Matta
Le vie delle foto
RadioCity Trieste
Q.B. quantobasta
Roby Pek
Sloncek
Surgiva
Vidali Fattoria

PROGRAM – Bubbles in the Karst 2016

The event on May 30 2016 will begin at 11.00 with the seminar, entitled “KLASIČNA METODA: IZBIRA SORT” (THE CLASSIC METHOD: CHOOSING THE VARIETIES).

The seminar will be carried out by the Chairman of the Board of AIS FJK, the architect Roberto Filipaz.

Some of the speakers will also include the enologist Gianni Menotti and the esthetologist Stelio Smotlak. We will also be greeted by a representative of the Municipality of Duino.
The program includes three guided tastings by AIS,
beginning at 15.30, 17.30 and 19.00 respectively. Each tasting will showcase products by five different manufacturers: we are now collecting applications for everyone interested.

The event will be held on the terrace of the “ex AIAT Sistiana” building (now Centro di Promozione Territoriale di Sistiana) at the top of the cliff, offering a magnificent view of the Bay of Sistiana and the beautiful landscape, which offers a view of the sea from Piran (Slovenian Istria) to Grado (Italy).

 

PROGRAM MJEHURIĆI NA KRASU 2016

Manifestacija će početi u 11 sati u ponedjeljak, 30. svibnja s debatom KLASIČNE METODE: IZBOR SORTI.

Debatu će voditi predsjednik uprave AIS FJK, arhitekt Roberto Filipaz.Među govornicima će biti i enolog Gianni Menotti, estetolog Stelio Smotlak i također će nas pozdravit predstavnik županije Devin.Tjekom dana program također nudi tri vođene degustacije sa strane AIS, koje će se održati u 15: 30h, 17: 30h i 19: 00h .

U svakoj degustaciji će sudjelovati pet različitih proizvođača: zainteresirani se možete već prijaviti.Manifestacija će se održati na terasi zgrade “ex AIAT Sistiana” na vrhu litice, nudeći veličanstven pogled na zaljev Sistiana i prekrasnu panoramu s pogledom na more iz Pirana (Slovenska Istra) u Grado (Italija).

 

PROGRAM MEHURČKI NA KRASU 2016

Dogodek se bo začel ob 11. uri v ponedeljek, 30. maja z razpravo KLASIČNA METODA: IZBIRA SORT

Razpravo bo vodil predsednik uprave AIS FJK, arhitekt Roberto Filipaz.Med govorniki bodo tudi enolog Gianni Menotti ,estetolog Stelio Smotlak in pozdravil nas bo tudi predstavnik Mestne občine Devin.

Na programu so predvidene tri vodene degustacije s strani AIS,
ob 15:30h , 17:30h in 19:00h .Vsake degustacije se bo udeležilo po 5 različnih proizvajalcev: zbiramo prijave zainteresiranih.

Dogodek bo potekal na terasi stavbe “ex AIAT Sistiana”, na vrhu pečine,ki ponuja čudoviti pogled na Sesljanski zaliv in čudovito panoramo, ki ponuja pogled na morje iz Pirana (Slovenska Istra) do Gradeža (Italija).