Trieste: arriva la prima edizione di TERGESTE – Gli Incanti del Gusto

di Eva Trinca

23379997_1565114070211921_3877228451650260025_n

Dal 24 al 27 Novembre 2017 al Salone degli Incanti ( ex Pescheria )

Si terrà dal 24 al 27 Novembre 2017 nella suggestiva cornice dell’ex Pescheria ora Salone degli Incanti la prima edizione della manifestazione “TERGESTE Gli Incanti del Gusto”, esposizione tematica dedicata prevalentemente ai prodotti ed ai sapori tipicamente triestini e del territorio limitrofo. Non mancheranno tuttavia le eccellenze nazionali.

L’evento è organizzato da Associazione Cuochi Trieste e Mainardi Food in collaborazione con il Comune di Trieste.

Il programma dettagliato ve lo sveleremo ovviamente post conferenza stampa ufficiale ma al momento possiamo dirvi che è veramente ricchissimo.

Qualche anticipazione però ve la vogliamo dare.

“TERGESTE Gli Incanti del Gusto” oltre agli stand espositivi proporrà show cooking e numerosissimi appuntamenti oltre ad un area ristorante aperta a pranzo nelle giornate di venerdì, sabato e domenica.

In concomitanza all’evento, nelle giornate del 24 e 27 novembre si terranno i due appuntamenti legati al Concorso Internazionale di Cucina “Città di Trieste” .

Venerdì 24 sarà dedicato al concorso per le Scuole Alberghiere e cuochi juniores mentre lunedì 27 si svolgerà la competizione destinata ai cuochi professionisti.

Molto importante lo spazio dedicato ai giovani che si apprestano a diventare gli chef di domani: agli studenti delle scuole alberghiere della Regione infatti è dedicato il concorso che si terrà nella prima giornata della manifestazione.

Fucina e terra natia per tanti pluripremiati chef a livello internazionale, nell’ultima giornata della manifestazione, Trieste ospiterà per la prima volta un concorso internazionale che vedrà l’attribuzione del trofeo “TERGESTE – Gli Incanti del Gusto” al miglior cuoco in gara mentre, come da tradizione, ritornerà anche quest’anno l’attesissima sfida locale a colpi di mestoli e padelle che regalerà la nomina di “Cuoco dell’Anno” al migliore chef di Trieste.
Per partecipare ai due concorsi è possibile consultare il regolamento e scaricare la scheda di iscrizione sul sito dell’Associazione Cuochi Trieste.

La manifestazione sarà aperta al pubblico dalle 09:00 alle 20:00. L’ingresso (3,00 euro) andrà devoluto in beneficenza.

 

 

Annunci

BARCOLANA 2017: a ritmo di pizzica tornano a Trieste i sapori, i profumi ed i colori di Puglia

20161006_094622

di Eva Trinca

Rive di Trieste – Bacino San Giusto – dal 4 all’8 ottobre

In occasione della 49^ edizione della Barcolana, dopo il grande successo dell’anno scorso, ritorna a Trieste PIAZZA PUGLIA. Dal 4 all’8 ottobre infatti la Puglia con i suoi profumi, i suoi sapori, i suoi suoni e le sue tradizioni tornerà a Trieste ad incantare le centinaia di migliaia di appassionati dell’evento di mare più importante d’Europa attraverso cinque giorni di Show Cooking e degustazioni continue proposti da noti chef come Alessandro Circiello, volto noto di Rai 1, e Luca MARCHINI, Chef stellato Presidente dell’Associazione JRE Jeunes Restauraters (Associazione Giovani Ristoratori d’Europa).

Ma PIAZZA PUGLIA – dove a fare da padrone di casa ci sarà l’Assessore all’Agricoltura della Regione Puglia Leonardo Di Gioia – non sarà solo un punto di incontro per gli amanti di enogastronomia e pizzica: infatti molte saranno le tematiche affrontate durante le giornate a partire dall’incontro tra gli Assessori regionali all’Agricoltura provenienti dalle 20 Regioni d’Italia per passare alla presentazione del “Festival delle Diomedee – Gustare il Mediterraneo” dove per l’occasione interverranno il Sindaco e l’Amministrazione Comunale delle Isole Tremiti; dal tema della cucina basata sulla sana alimentazione magistralmente curato dallo Chef Alessandro Circiello in un incontro con le istituzioni del Triveneto si passa a quello degli agrumi a cura del Consorzio di Tutela dell’Arancia del Gargano e del Limone Femminello del Gargano, agrumi questi che con Trieste hanno un legame particolare. Infatti l’antica tradizione garganica dell’esportazione dei prodotti agricoli via mare a vela, proprio verso il porto di Trieste già porto dell’Impero Austroungarico, ha dato nel passato la possibilità al Gargano, grazie a generazioni di Rodiani che per decenni hanno praticato l’arte della marineria, di esportare per lungo tempo i frutti della propria agricoltura; e questa pratica è stata rievocata proprio in occasione di una Barcolana di qualche anno fa con la Veleggiata degli Agrumi, un evento  fortemente voluto da Alfredo Ricucci, presidente del Consorzio di Tutela, per ricordare la tradizione di famiglia.

Partner Ufficiali di PIAZZA PUGLIA – ALIMENTARSI DI PUGLIA sono la Regione Puglia con il Dipartimento Agricoltura Rurale e Ambiente e l’Agenzia “Puglia Promozione”, Isole Tremiti, Contratto di Rete ALIMENTARSI DI PUGLIA, Associazione JRE Jeunes Restauraters (Associazione Giovani Ristoratori d’Europa), Consorzio di Tutela dell’Arancia Garganica e del Limone Femminello, Istituto ENAIP Trieste e Puglia Club Trieste.

Fittissimo il programma degli appuntamenti di PIAZZA PUGLIA (in rosso i due eventi principali di Barcolana 49).

4 OTTOBRE

Ore 10:00 – 22:00 Degustazioni dirette al pubblico in postazione “PREMIUM” di PIAZZA PUGLIA
Ore 10:30 Esibizione inaugurale di Barcolana 49 con il passaggio della Pattuglia Acrobatica delle FRECCE TRICOLORI
Ore 11:00 Accoglienza degli equipaggi della Puglia in arrivo nel Bacino San Giusto – rive di Trieste

20161006_094803
Ore 11:00 Degustazioni di prodotti enogastronomici tipici della Puglia
Ore 13:00/15:00 Show Cooking a cura degli Chef Pietro Del Gaudio, Giuseppe Scarlato, Francesco Villani

Ore 15:00 PIAZZA PUGLIA ospita la Giunta Comunale di Trieste con lo Show Cooking del maestro chef Graziano Manzatto che dal 1998 ha iniziato la collaborazione con diversi istituti professionali sia statali che regionali e che dal 2014 è Presidente onorario dei cuochi del Veneto.
Ore 17:00 L’agroalimentare pugliese in mostra: degustazioni e presentazioni delle Eccellenze
Ore 19:00 L’Assessore all’Agricoltura della Regione Puglia Leonardo di Gioia saluta i visitatori della Barcolana presso lo stand PIAZZA PUGLIA
Ore 19:30 PIAZZA ITALIA ospita i pugliesi del mondo con l’Associazione Puglia Club di Trieste a ritmo di pizzica con degustazioni di prodotti tipici e Show cooking a cura degli Chef Pietro Del Gaudio, Giuseppe Scarlato, Francesco Villani

5 OTTOBRE

Ore 09:00 – 22:00 Degustazioni dirette al pubblico in postazione “PREMIUM” di PIAZZA PUGLIA
Ore 11:00 Accoglienza degli equipaggi in arrivo nel Bacino San Giusto – rive di Trieste
Ore 11:00 Degustazioni dei prodotti enogastronomici tipici della Puglia: “GLI AGRUMI” a cura del Consorzio di Tutela dell’Arancia del Gargano e del Limone Femminello del Gargano

20161007_100621
Ore 13:00 Show Cooking: Risotto “Viaggio al Sud” a cura dello Chef Stellato Luca MARCHINI, Presidente dell’Associazione JRE Jeunes Restauraters (Associazione Giovani Ristoratori d’Europa)
Ore 17:00 L’agroalimentare pugliese in mostra: degustazioni e presentazioni delle Eccellenze
Ore 19:00 L’Assessore all’Agricoltura della Regione Puglia, Leonardo di Gioia accoglie i 20 Pari delle 20 Regioni d’Italia
Ore 19:30 Show Cooking: “Crema pasticcera all’olio di oliva extravergine, lampascioni, ricotta ai capperi” a cura dello Chef Stellato Luca MARCHINI
Ore 20:00 serata a ritmo di pizzica

6 OTTOBRE

Ore 09:00 – 24:00 Degustazioni dirette al pubblico in postazione “PREMIUM” di PIAZZA PUGLIA
Ore 11:00 Accoglienza degli equipaggi in arrivo nel Bacino San Giusto – rive di Trieste
Ore 11:00 Degustazioni dei prodotti enogastronomici tipici della Puglia: “L’OLIO Elisir di lunga Vita” a cura delle Aziende facenti parte del CONTRATTO DI RETE ALIMENTARSI DI PUGLIA con la partecipazione dell’Assessore all’Agricoltura della Regione Puglia, Leonardo di Gioia

20161006_115627
Ore 13:00 Evento Special “Operator” – Incontro con le Istituzioni del Triveneto con lo Chef Alessandro Circiello. Esperto di cucina basata sulla sana alimentazione, da molti anni è impegnato in iniziative e campagne volte ad affermare il valore della salute a tavola. Opinion leader ed esperto di alimentazione “il futuro della cucina sarà sulle strategie nutrizionali funzionali su come agisce il cibo nel corpo umano ” è portavoce della figura del cuoco come promotore di salute. Volto noto dei programmi Rai, cura una rubrica all’interno del programma “Buongiorno Benessere” il sabato su Rai 1.
Ore 17:00 L’agroalimentare pugliese in mostra: degustazioni e presentazioni delle Eccellenze
Ore 19:00 “L’aperitivo Special” l’agroalimentare pugliese entra nel bar ed in barca
Ore 20:30 Evento Special “Operator” – Incontro con gli operatori della ristorazione del Triveneto, in PIAZZA PUGLIA, a cura dello Chef Alessandro Circiello
Ore 22:00 serata a ritmo di pizzica

7 OTTOBRE

Ore 09:00 – 24:00 Degustazioni dirette al pubblico in postazione “PREMIUM” di PIAZZA PUGLIA
Ore 11:00 Accoglienza degli equipaggi provenienti da tutto il mondo in arrivo nel Bacino San Giusto – rive di Trieste
Ore 11:00 Degustazioni dei prodotti enogastronomici tipici della Puglia a cura delle Aziende facenti parte del CONTRATTO DI RETE ALIMENTARSI DI PUGLIA
Ore 12:00 Conferenza Stampa del “Festival delle Diomedee – Gustare il Mediterraneo”; per l’occasione interverrà il Sindaco delle Isole Tremiti e la Sua Amministrazione
Ore 13:00 Evento Special “Operator” – Incontro con i giornalisti e la stampa accreditata in PIAZZA PUGLIA a cura dello Chef Alessandro Circiello
Ore 17:00 “L’aperitivo Social e Special” – l’agroalimentare pugliese entra nel bar ed in barca a cura dello Chef Alessandro CIRCIELLO

20161008_132330

Ore 18:00 In occasione della festa di San Francesco Caracciolo, Patrono dei Cuochi, PIAZZA PUGLIA ospita – sotto la direzione dello Chef Daniele Valmarin, proprietario del ristorante Hostaria Ai 3 Magnoni a Trieste – l’Associazione Cuochi Trieste presieduta dallo Chef Luca Gioiello, per presentare l’ormai abituale incontro con i cittadini, i turisti e con i partecipanti alla Barcolana dove sarà possibile degustare un piatto tipico del territorio che per quest’anno sposerà i sapori straordinari degli olii di Puglia.

Ore 19:00 L’agroalimentare pugliese in mostra: degustazioni e presentazioni delle Eccellenze
Ore 20:30 Evento Special “Operator”- Incontro con gli operatori della ristorazione del Triveneto in PIAZZA PUGLIA, a cura degli Chef Pietro Del Gaudio, Giuseppe Scarlato, Francesco Villani
Ore 21:00 Gli equipaggi in gara partecipano al concorso “indovina il vitigno e vinci la bottiglia”.

8 OTTOBRE

Ore 09:00 – 20:00 Degustazioni dirette al pubblico in postazione “PREMIUM” di PIAZZA PUGLIA

Ore 10:30 partenza della 49^ edizione della Barcolana
Ore 11:30 Degustazioni dei prodotti enogastronomici tipici della Puglia
Ore 13:00/15:00 Show Cooking a cura degli Chef Pietro Del Gaudio, Giuseppe Scarlato, Francesco Villani
Ore 17:00 L’agroalimentare pugliese in mostra: degustazioni e presentazioni delle Eccellenze
Ore 20:00 chiusura della manifestazione

ESTATE 2017 a Trieste: in Piazza dell’Unità arriva la CENA SOTTO LE STELLE

Mercoledì 26 luglio 2017, ore 20.30 –

(in caso di maltempo la cena verrà rinviata al mercoledì successivo)

19959352_1452582134798449_3545607673582378817_n

L’Associazione Cuochi Trieste in collaborazione con il Comune di Trieste organizza per Mercoledì 26 Luglio 2017 alle ore 20.30 in Piazza dell’Unità d’Italia a Trieste “CENA SOTTO LE STELLE” un evento unico nel suo genere per la città di Trieste per trascorrere una serata veramente indimenticabile ospitata in una location da “urlo”: la piazza più bella d’Europa. Impossibile non esserci!

La serata avrà anche un risvolto benefico: parte del ricavato infatti verrà devoluto all’Ospedale Infantile Burlo Garofolo e alla Fondazione Luchetta.

Il menù  della serata è stato realizzato dai cuochi dell’associazione triestina che nasce nel 2013 e che in questi quattro anni è stata sempre molto attiva sul territorio e prevede: una stratificazione di Melanzana Viola, Alice Barcolana, Jamar del Carso e bianchera aromatizzata al Basilico come antipasto ed una sfoglia all’uovo con farina di grani antichi e canoce di mare come primo piatto. Il secondo piatto consiste in una “Sorpresa del Golfo” con Crumble del Carso e Insalatina croccante alla Triestina su Crema di Indivia. Il tutto ovviamente abbinato ai vini del territorio regionale e più precisamente di Angoris.

Per rendere la serata veramente indimenticabile, è prevista la realizzazione di un dessert da Guinnes: verrà infatti realizzata la Crema Carsolina più lunga del mondo con ben 25 metri di sfoglia e di crema… una vera estasi anche per i meno golosi!

 

Il costo della cena – veramente irrisorio se si considera la location e lo scopo benefico – comprensivo di degustazione vini è di euro 70,00

Per motivi organizzativi, NON sarà possibile accedere alla piazza senza avere effettuato la prenotazione ed il pagamento anticipati.

Per informazioni e prenotazioni potete contattare il numero 338 6076900 oppure inviare una mail a atctrieste@gmail.com oppure rivolgervi al gazebo dell’Associazione Cuochi in Piazza della Borsa.
20121402_1456698831053446_8778914963536013557_o

Bollicine sul Carso trasloca in città e questa volta lo fa nel cuore di Trieste

 

 

Copia di IMG_1432

Sabato 17 giugno 2017 – Trieste, Stazione Marittima – 

Si terrà nella splendida cornice della Stazione Marittima di Trieste, direttamente affacciati sul mare, la terza edizione di Bollicine sul Carso, la frizzante manifestazione che porta anche quest’anno in città una vasta rassegna di “bollicine” appunto da Italia, Slovenia e Croazia.

La manifestazione enologica focalizzata sulla produzione di vino mosso si svolgerà sabato 17 giugno dalle ore 11 fino alle 23.

Bollicine sul Carso è un evento dedicato prettamente al settore della ristorazione, alberghiero e vinicolo, nato con l’obiettivo di offrire l’opportunità alle aziende partecipanti di promuovere il proprio marchio e sviluppare una rete di nuovi potenziali clienti.

bollicine 2
L’evento rappresenta un’occasione di confronto tra le aziende, non solo tra le cantine presenti, ma anche con gli sponsor e i professionisti del settore che parteciperanno.

Le “bollicine”, denominazione oramai entrata nella vulgata, che saranno offerte in degustazione, saranno di tutti i tipi di produzione: metodo Classico, Martinotti-Charmat, Champenoise e quello Ancestrale.

Protagonisti di questa terza edizione, gli oltre 40 produttori provenienti da alcune regioni italiane (Emilia Romagna, Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia), dalla Slovenia (Brda, Vipava, Kras) e dalla Croazia (Istria).

Vi sarà, pertanto, la possibilità, per esperti e appassionati, di avvicinarsi e approfondire una particolare declinazione del mondo vinicolo, recentemente sempre più in ascesa complice il fenomeno, ormai non più fenomeno, della Glera in versione mossa, che prende nome dalla località carsica di Prosecco.

Il progetto è nato nel 2015 dalla volontà e passione dell’azienda Barone d.o.o., affermata nel mondo della ristorazione, in collaborazione con il vicepresidente dell’AIS FVG, Roberto Filipaz.

Visto il successo della manifestazione nei primi anni, l’edizione 2017 si presenta con una squadra allargata. A supportarne l’organizzazione ci sarà Enea Savini della Pizzeria Pam Pam di Aurisina e Linda Simeone (Le vie delle Foto) che si occuperà della comunicazione e della gestione degli eventi.

Nel corso della giornata ci saranno delle retrospettive offerte dal Sommelier Roberto Filipaz, che permetteranno ai visitatori di conoscere meglio alcuni vini.

Ci saranno, inoltre, dei punti di ristoro, che offriranno l’opportunità di assaggiare i prodotti freschi artigianali del Pastificio Barone preparati dall’associazione Cuochi Trieste, la “Scrocchiarella” preparata da Enea Savini della Pizzeria Pam Pam e piatti preparati da Dario Varisco del ristorante Dama Bianca.3

Olio Capitale 2017: Trieste pronta ad accogliere l’eccellenza dell’extravergine

25564998284_7df37bfecc_o.jpg

Dal 4 al 7 marzo 2017 alla Stazione Marittima di Trieste –

 
Si terrà a Trieste dal 4 al 7 marzo 2017 all’interno della Stazione Marittima l’undicesima edizione di Olio Capitale, il Salone degli Oli Extra Vergini Tipici e di Qualità.

La fiera, organizzata da Aries – Camera di Commercio della Venezia Giulia, punterà i riflettori sulla massima qualità, un argomento che cattura l’attenzione nel settore olivicolo italiano che, dopo l’ottima produzione del raccolto 2015, quest’anno mira a raggiungere l’eccellenza, proponendo oli salutari e deliziosi per il palato.

I più recenti dati Ismea parlano di una produzione d’olio d’oliva nazionale a 243 mila tonnellate, un dato che può essere rivisto al ribasso, rispetto alle 474 mila tonnellate del 2016. Bassa produzione significa anche listini all’ingrosso alle stesse, infatti il prezzo dell’extra vergine italiano oscilla tra i 5,5 e i 6 euro/kg, quasi il doppio rispetto ai 3,5 euro/kg dello scorso anno.

Sotto il profilo qualitativo l’extra vergine nazionale è mediamente buono, con punte di eccellenza. Le condizioni meteo dell’estate e soprattutto dell’autunno, con temperature molto elevate tra settembre e l’inizio di ottobre e poi piogge diffuse da novembre, hanno portato ad avere oli più delicati, con note aromatiche meno pronunciate rispetto alle passate annate, sensazioni di amaro e piccante meno spiccate, ma comunque oli armonici e di sicuro effetto sui piatti della tradizione gastronomica nazionale.

I cambiamenti climatici stanno influenzando sempre di più l’olivicoltura italiana, spingendo verso una raccolta sempre più anticipata che condiziona anche il profilo aromatico dell’olio.

Olivicoltori e frantoiani, però, stanno già correndo ai ripari, attraverso moderne tecniche agronomiche, come la refrigerazione delle olive, oltre al trasporto celere al frantoio, e con nuove tecnologie durante la frangitura, come gli scambiatori di calore che permettono di raffreddare la pasta di olive, anziché scaldarla.

L’obiettivo è sempre lo stesso: preservare i preziosi polifenoli, utilissimi antiossidanti per la nostra salute, e accentuare le note aromatiche, i profumi e i sapori varietali delle più di 500 cultivar italiane.

La Famiglia Cadenaro a Trieste: pasticceri e panettieri per tradizione

Oggi parliamo di tradizioni e a Trieste uno dei nomi della tradizione, per quanto riguarda i panifici e le pasticceria, è sicuramente CADENARO.

famiglia.jpg

Se si chiede ai fratelli Roberto e Paolo Cadenaro quali sono i principi alla base della loro azienda, rispondono senza esitazione “qualità, tradizione, passione e cortesia”.

Valori che, dopo averli appresi da bambini, li hanno trasmessi ai propri figli, che lavorano con loro nella storica realtà di famiglia, fondata nel 1962 con il primo panificio a Cattinara, per crescere senza sosta nei decenni successivi.

Entusiasmo, passione per il proprio lavoro, desiderio di migliorarsi costantemente e voglia di investire a Trieste ma anche attento esame della richiesta del cliente e sua fidelizzazione attraverso la ricerca continua di materie prime di altissimo livello e la condivisione degli ideali con i propri fornitori: questi i punti di forza di un’azienda dalla storia consolidata ed in continua crescita.

 

Quando sono entrata per la prima volta nel panificio pasticceria Cadenaro di Via Rittmeyer 4 per un momento sono tornata indietro nel tempo e mi è venuto in mente un libro (ed un film) che ho amato moltissimo Pippi Calzelunghe ed in particolare quando Pippi entra nel negozio di dolciumi (vi voglio rammentare la scena – minuto 11 – con il link del film). In poche parole, l’imbarazzo della scelta e la voglia di tornar bambini.

Cadenaro propone una pasticceria del territorio, con le sue stagionalità che è una delle sue principali caratteristiche: a parte i deliziosi dolci tipici prodotti tutto l’anno (presniz, putizze  e la pinza

molto apprezzata anche a colazione e non solo a Pasqua come sarebbe da tradizione) a novembre prenderanno forma le squisite fave triestine realizzate 14585551_10210815979421377_640431939_ncon la mandorla d’Avola fortemente presente e predominante, col gusto antico della rosa bulgara, la dolcezza della vaniglia ed il cacao di altissima qualità mentre a dicembre arrivano i grandi lievitati delle feste, pandori e panettoni che esalteranno di profumi e sapori le case dei tanti triestini che si servono nelle pasticcerie Cadenaro.

A parte i classici, mi va di segnalarvi il panettone pralinato alle albicocche e nocciole ed il panettone strudel con mele candite, uva passa, cannella e pinoli assolutamente da provare. Nota particolare: i canditi provengono da un’azienda artigianale della Provenza.

Stagionalità anche per le gelatine di frutta (ad ogni mese il suo frutto), per i fritti presenti solo a Carnevale e per le colombe ovviamente a Pasqua.

Ultimo, ma non per ultimo, per quanto riguarda i dolci parliamo del cioccolato: il laboratorio del cioccolato rimane attivo fino a Pasqua.

Cadenaro ha trovato come partner un’azienda industriale dal savoir faire artigianale e nella sessione autunnale organizza spesso degustazioni guidate di cioccolato.

Ampissima la selezione di torte e di paste che tutto l’anno potete degustare nei tre negozi.

 

Dalla pasticceria, passiamo alla panetteria: stessa passione medesima qualità.

aaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

Oltre a tutti i tipi di pane classico, tantissimi sono i tipi di pani integrali e farciti che potete trovare oltre a grissini e farine.

Interessanti anche le moltissime proposte salate quali focacce, pizze, salatini, ecc.

 

Emozione d’Autore vi ha fatto conoscere questo piccolo paradiso dei golosi… ora sta a  voi…

PANIFICI E PASTICCERIE CADENARO A TRIESTE
Via Rittmeyer, 14 – tel. 040 363092
Via Giulia, 84 – tel. 040 53352
Via Palestrina, 4 – tel. 040 635973

 

 

 

 

Torna Bollicine sul Carso e Sistiana diventa per un giorno paradiso frizzante dei viticoltori

volantino Bollicine sul Carso

Sistiana (Trieste) 30 maggio 2016 –

Tutto è pronto per la seconda edizione de Le Bollicine sul Carso organizzato dal pastificio Barone in collaborazione con Roberto Filipaz di AIS FVG, che quest’anno si terrà in una location veramente incantevole che dall’alto delle falesie domina tutta la baia di Sistiana, con un panorama splendido che si apre alla vista sul mare da Pirano (Istria, Slovenia) a Grado (Italia).

L’evento si terrà lunedì 30 Maggio 2016 presso il centro di Promozione Territoriale di Sistiana, 56B (ex AIAT) a partire dalle ore 11.00.

boll2

Dopo il successo del 2015, numerosissimi sono stati i produttori interessati a partecipare alla seconda edizione.

Nello spazio adibito ad esposizione ben 36 viticoltori da Italia, Slovenia e Croazia vi faranno degustare le loro pregiate bollicine.

Si inizia alle ore 11.00 con i saluti di rito ed il benvenuto da parte dell’amministrazione comunale di Duino Aurisina per proseguire con il convegno  “METODO CLASSICO: LA SCELTA DEI CULTIVAR”.

ais
Moderatore dell’incontro sarà l’architetto Roberto Filipaz, Delegato dell’AIS FVG; interverranno l’enologo Gianni Menotti e l’estetologo Stelio Smotlak.
Nel pomeriggio sono previsti 3 incontri di degustazione guidata di circa 18 vini frizzanti (sei per ogni incontro) con i sommelier dell’AIS rispettivamente alle 15:30, 17:30 e 19:00.

boll3

Queste le cantine presenti:

Castelvecchio (Sagrado,GO – Italia)
Castelbrut (bianco)
Castelrosè (Rosato)

Bajta (Sales, TS – Italia)
Terraroza (bianco) – metodo classico

Bole (Piscanci, TS – Italia)
Malvasia 2015 – metodo Charmat
Vitovska 2015 – metodo Charmat

Casa Belfi (San Polo di Piave, TV – Italia)
Colfondo Prosecco bio doc – rifer. in bottiglia

Casa Caterina (Monticelli Brusati, BS – Italia)
Brut Rosè Saignèe
Brut Rosè Saignèe – Pinot Noir

Castello di Stefanago (Oltrepò Pavese – Italia)
Ancestrale Pinot Nero – metodo Classico VSQ
Ancestrale Rose’ – metodo Classico VSQ

Clarabella Soc. Coop. Agr. Onlus (Iseo – BS – Italia)
Brut DOCG S.A. – metodo classico

Cantina Odoni (Trieste – Italia)
Vitovska spumantizzata – metodo Charmat

Az. Agr Pernarcich Paolo (Medeazza, (TS) Italia)
Meduit

Az. Gervasi (Nimis, UD – Italia)
Spumante Demi Sec – metodo Martinotti / Charmat

P. Bacco dei Quaroni (Costamontefedele – Italia)
Spumante Pinot Nero Rosè P.B.Q. – metodo classico
Bonarda “Mons Acutus” – Croatina 90%, Barbera 10%

Piedimont (Gorizia, Italia)
Spumante 2011 – metodo classico

Soc. Agr. Randi S.S. (Fusignano, RA – Italia)
Burson Rosato Brut – metodo Charmat

Rodaro Paolo Winery (Spessa, UD – Italia)
Brut Nature di Paolo Rodaro – metodo classico

Az. Agr. Sancin (Montedoro, TS – Italia)
Spumante Brut White 2015 – Martinotti lungo

Tenuta di Blasig (Ronchi dei Legionari, GO – Italia)
Elisabetta Brut – metodo Charmat (60 giorni)

Varaschin Spumanti (Valdobbiadene, TV – Italia)
Prosecco Superiore Extra Dry DOCG
Prosecco Superiore Brut DOCG

Carga 1767 (Goriska Brda, Slovenija)
Donna Regina Brut Nature 2008 – klasicna penina
Donna Regina Rose’ 2010 – klasicna penina

Colja (Vipavska dolina, Slovenija)
Penina Carmi (belo) – klasicna metoda

Emeran Reya (Goriska Brda, Slovenija)
Brut Natur – klasicna metoda
Rose’ Extra Dry – klasicna metoda

Istenic (Bizeljsko, Slovenija)
No.1 Prestige extra Brut 2011 – klasicna metoda

Keltis (Bizeljsko, Juzna Stajerska – Slovenija)
Mario Rosè 2014 – klasicna metoda
Mario Brut 2014 – klasicna metoda

Klenar (Slovenska Istra, Slovenija)
KlenArt bela Extra Brut – klasicna metoda

Klet Brda (Brda, Slovenija)
Pene a Rebula – metoda Charmat

Vina Kobal (Kras, Slovenija)
Teranova penina – klasicna metoda

Vina Kras (Kras, Slovenija)
Marmorna Penina – metodo Charmat

Az. Medot (Dobrovo v Brdih, Slovenije)
Medot Brut 48 – klasicna metoda

Posestvo Berce (Berce, Slovenije)
Penina iz Zelena – klasicna metoda

Vinarstvo Rebula (Kras, Slovenija)
Brstovska Penina Malvazija – klasicna metoda
Brstovska Penina Vitovska – klasicna metoda

Sanabor (Stanjel, Slovenija)
Malvazija Extra Brut 2010 – klasicna metoda

Stoka (Kras, Slovenija)
Teranova penina Prima – klasicna metoda
Rose’ penina Prima – klasicna metoda

Vina Cattunar (Verteneglio, Hrvatska)
Malvazija istarska – Charmat method

Clai (Buje, Hrvatska)
Pjenusavo vino Extra Brut Nature 2013 – klasicna metoda

Franc Arman (Visinada, Hrvatska)
Malvazija Brut perla bianca – Charmat metoda

Prelac (Momjan, Hrvatska)
Blanc & Noir Brut

Puhelek Purek (Sveti Ivan Zelina, Hrvatska)
Kraljca – klasicna metoda

Veralda (Vipavska dolina, Hrvatska)
Rose’ Refosco Brut 2012 – klasicna metoda

Sarà un’opportunità per conoscere sia prodotti che produttori sia del settore vinicolo che di quello gastronomico.

Gli abbinamenti gastronomici

baroneNel corso della degustazione, verranno serviti gustosi e prelibati abbinamenti con i prodotti artigianali del Pastificio Barone rivisitati con simpatiche e golose ricette dagli chef:
– Dario Varisco (Ristorante “Alla Dama Bianca”, via Duino 61c, Duino TS – Italia)
– Bruno Tirel (Ristorante Ostaria Bepi Meo, via Romana 46, San Canzian d‘Isonzo GO – Italia)
– Pavel Marc (Ristorante La Posta di Sherwood, via Igo Gruden 56, Basovizza TS – Italia)
– Enea Savini (Pizzeria Pam Pam, Loc. Aurisina 168, Aurisina TS – Italia)

Si potranno inoltre assaggiare i formaggi della Fattoria Vidali, la oramai mitica “Bajtadella”, la mortadella dell’ Az. Agr Bajta e la scrocchiarella preparata da Enea Savini.

Il prezzo di partecipazione è di 15 Euro ad entrata + 5 Euro di cauzione al bicchiere.

radio city

La colonna sonora della giornata sarà affidata alla musica dell’emittente web Radio City Trieste.

 

 

Per info e prenotazioni scrivere a info@barone.si

Per visualizzare il catalogo, potete andare a questo link

Sponsor & Partner dell’evento:

Associazione Cuochi Trieste
AIS FVG Associazione Italiana Sommelier
Barone d.o.o. Pastificio Artigianale
BFLAB Formazione e Servizi
Borsa Trieste
Bro & Sis
Burn Art Production
Comune di Duino Aurisina
Consorzio Promo Trieste
Dominacrystals
Gruppo Ermada
Easy Ice
Emozione d’Autore
Lions Club Duino Aurisina
La Voglia Matta
Le vie delle foto
RadioCity Trieste
Q.B. quantobasta
Roby Pek
Sloncek
Surgiva
Vidali Fattoria

PROGRAM – Bubbles in the Karst 2016

The event on May 30 2016 will begin at 11.00 with the seminar, entitled “KLASIČNA METODA: IZBIRA SORT” (THE CLASSIC METHOD: CHOOSING THE VARIETIES).

The seminar will be carried out by the Chairman of the Board of AIS FJK, the architect Roberto Filipaz.

Some of the speakers will also include the enologist Gianni Menotti and the esthetologist Stelio Smotlak. We will also be greeted by a representative of the Municipality of Duino.
The program includes three guided tastings by AIS,
beginning at 15.30, 17.30 and 19.00 respectively. Each tasting will showcase products by five different manufacturers: we are now collecting applications for everyone interested.

The event will be held on the terrace of the “ex AIAT Sistiana” building (now Centro di Promozione Territoriale di Sistiana) at the top of the cliff, offering a magnificent view of the Bay of Sistiana and the beautiful landscape, which offers a view of the sea from Piran (Slovenian Istria) to Grado (Italy).

 

PROGRAM MJEHURIĆI NA KRASU 2016

Manifestacija će početi u 11 sati u ponedjeljak, 30. svibnja s debatom KLASIČNE METODE: IZBOR SORTI.

Debatu će voditi predsjednik uprave AIS FJK, arhitekt Roberto Filipaz.Među govornicima će biti i enolog Gianni Menotti, estetolog Stelio Smotlak i također će nas pozdravit predstavnik županije Devin.Tjekom dana program također nudi tri vođene degustacije sa strane AIS, koje će se održati u 15: 30h, 17: 30h i 19: 00h .

U svakoj degustaciji će sudjelovati pet različitih proizvođača: zainteresirani se možete već prijaviti.Manifestacija će se održati na terasi zgrade “ex AIAT Sistiana” na vrhu litice, nudeći veličanstven pogled na zaljev Sistiana i prekrasnu panoramu s pogledom na more iz Pirana (Slovenska Istra) u Grado (Italija).

 

PROGRAM MEHURČKI NA KRASU 2016

Dogodek se bo začel ob 11. uri v ponedeljek, 30. maja z razpravo KLASIČNA METODA: IZBIRA SORT

Razpravo bo vodil predsednik uprave AIS FJK, arhitekt Roberto Filipaz.Med govorniki bodo tudi enolog Gianni Menotti ,estetolog Stelio Smotlak in pozdravil nas bo tudi predstavnik Mestne občine Devin.

Na programu so predvidene tri vodene degustacije s strani AIS,
ob 15:30h , 17:30h in 19:00h .Vsake degustacije se bo udeležilo po 5 različnih proizvajalcev: zbiramo prijave zainteresiranih.

Dogodek bo potekal na terasi stavbe “ex AIAT Sistiana”, na vrhu pečine,ki ponuja čudoviti pogled na Sesljanski zaliv in čudovito panoramo, ki ponuja pogled na morje iz Pirana (Slovenska Istra) do Gradeža (Italija).