Premio Luchetta 2018: a Vittorio Zucconi il Premio Crédit Agricole FriulAdria Testimoni della Storia

Vittorio_Zucconi_3

Va a Vittorio Zucconi la VII edizione del Premio Crédit Agricole FriulAdria Testimoni della Storia, promosso dal Premio Giornalistico internazionale Marco Luchetta su impulso di Crédit Agricole FriulAdria, d’intesa con il festival pordenonelegge. «Le sue corrispondenze dagli USA hanno raccontato l’America attraverso molti presidenti – recitano le motivazioni – e sono autentica letteratura grazie ad una prosa garbata ma pungente, elegante e dissacratoria, a volte cruda, ironica, spesso divertente. Graffiante e diretto negli interventi televisivi, elegante e godibile negli innumerevoli saggi che ne hanno consacrato il successo anche come scrittore, Vittorio Zucconi è non solo firma storica di Repubblica ma anche da molti anni direttore di Radio Capital: a completamento di una poliedricità che lo caratterizza tra i più apprezzati giornalisti italiani».
Il premio, assegnato nelle scorse edizioni a Gianni Minà, Giovanni Floris, Lilli Gruber, Ferruccio De Bortoli, Ezio Mauro e Corrado Formigli, sarà consegnato al Politema Rossetti di Trieste venerdì 25 maggio in occasione della XV Serata “I nostri Angeli”, momento culminante del Premio Luchetta 2018, (ore 20.45) dal direttore generale della banca Crédit Agricole FriulAdria Carlo Piana, che ha dichiarato: «Il Premio Crédit Agricole FriulAdria Testimoni della storia, da noi ideato nel 2012 in collaborazione con gli organizzatori del Premio Luchetta, intende riconoscere il giornalismo di qualità, serio e attendibile. Vittorio Zucconi incarna alla perfezione i valori del Premio perché rappresenta un modello di professionalità e di stile che vogliamo promuovere anche a beneficio dei giovani».

 

Sempre venerdì 25 maggio alle 18 nella Sala Tergeste dell’Hotel Savoia Excelsior Palace (Trieste, Riva del Mandracchio 4) Vittorio Zucconi incontrerà il pubblico di Trieste per una conversazione, condotta dal direttore del quotidiano Il Piccolo Enzo D’Antona, intorno ai temi del suo recente libro “Il lato fresco del cuscino. alla ricerca delle cose perdute” (Feltrinelli): un affettuoso viaggio nel ricordo attraverso visioni e suoni rimasti impressi nella memoria: dal ticchettio della Lettera 22 paterna al videoregistratore Betamax, all’aereo scalcagnato della campagna presidenziale di Bush, che sembrava a ogni momento sul punto di schiantarsi, ma in cambio offriva un posto in prima fila nello spettacolo della democrazia.

Vittorio Zucconi2
All’incontro seguirà un firmacopie dell’autore e subito dopo, alle 19, la messa in onda proprio dall’Hotel Savoia del Tg Zero di Radio Capital che sarà in tour nelle città italiane con prima tappa proprio a Trieste.

Il direttore Vittorio Zucconi e il caporedattore di Radio Capital Edoardo Buffoni trasmetteranno dal Premio Luchetta in diretta radiofonica nazionale per un’ora di satira, dibattito e commenti sui fatti principali dell’attualità.

Anche il pubblico potrà intervenire ai microfoni di Radio Capital: Tg Zero, infatti, in onda dal lunedì al venerdì, dalle 19 alle 20 (in replica dalle 5 alle 6 del mattino) è il talk show radiofonico quotidiano con gli ospiti di primo piano in cui sono accolte ad ogni puntata le opinioni degli ascoltatori. Vittorio Zucconi, classe 1944, è nato a Bastiglia (Modena).

Inviato ed editorialista per Repubblica dagli Stati Uniti, direttore di Radio Capital, ha iniziato come cronista di nera a La Notte. Ha scritto anche per il Corriere della Sera e per La Stampa. È stato corrispondente da Mosca, Tokyo, Bruxelles, Parigi, Washington.

Annunci

SAPORI PRO LOCO 2018: IL PROGRAMMA COMPLETO

Sabato 12, domenica 13, venerdì 18, sabato 19, domenica 20 maggio – Villa Manin a Passariano di Codroipo

Inaugurazione ufficiale con le autorità domenica 13 maggio alle ore 11.00

632 Sapori di Pro Loco 2016. -® Foto Petrussi

Ritorna Sapori Pro Loco, la grande manifestazione enogastronomica organizzata dal Comitato regionale del Friuli Venezia Giulia dell’Unione nazionale Pro loco d’Italia: la 17ma edizione si svolgerà come da tradizione nel prato tra le esedre della magnifica Villa Manin a Passariano di Codroipo il 12-13 maggio e il 18-19-20 maggio (inaugurazione ufficiale con le autorità domenica 13 maggio alle 11).

Confermato il format di successo che vedrà le Pro Loco del Friuli Venezia Giulia proporre, ognuna nel proprio stand, i migliori piatti tipici del territorio regionale a prezzi popolari e con l’utilizzo di stoviglie riutilizzabili e biodegradabili (la manifestazione ha il certificato di Ecofesta).

Per i visitatori sarà presente pure una fornita enoteca con i vini regionali, la birroteca con le birre artigianali e una gelateria con gelato artigianale.
Continuerà inoltre la felice collaborazione con Ersa, l’Agenzia per lo sviluppo rurale del Friuli Venezia Giulia, incentrata sulla promozione dei prodotti dalla filiera controllata e certificati con il marchio di qualità Aqua: novità di quest’anno, ci saranno anche degli showcooking per conoscere dal vivo, insieme ad esperti chef, la preparazione dei piatti più noti. Prezioso pure il sostegno della Fondazione Friuli, da sempre vicina alle attività del Comitato regionale delle Pro Loco che valorizzano tradizioni del territorio. Da ricordare che anche quest’anno lo spazio incontri sarà arredato con le sedie di design dell’Italian Chair District, il distretto della sedia italiana di Manzano, altra eccellenza territoriale valorizzata a Sapori Pro Loco. La manifestazione si deve al sostegno di enti e istituzioni, a partire dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, della Fondazione Friuli e della Cassa di Risparmio del Friuli Venezia Giulia.

“Il Friuli Venezia Giulia vi apre le sue porte – dichiara Valter Pezzarini presidente del Comitato Regionale del Friuli Venezia Giulia dell’Unione Nazionale Pro loco d’Italia – con un’accoglienza all’insegna del gusto: per la diciassettesima volta Sapori Pro Loco sarà nei due fine settimana centrali di maggio una vetrina con le eccellenze enogastronomiche offerte dalle Pro Loco regionali unite a tante proposte culturali di livello. Una grande festa della tipicità che ha pure una forte valenza turistica, essendo diventata per molti un appuntamento fisso da non perdere, adatto a tutte le età e capace anche di attrarre visitatori da fuori regione. Il prato tra le esedre di Villa Manin ospiterà come di consueto gli stand di varie Pro Loco che proporranno oltre cento tra piatti, birre e vini tipici, oltre al gelato artigianale, i quali rappresentano tutte le sfumature di sapori del Friuli Venezia Giulia dalle montagne fino al mare passando per la collina e la pianura. Anche quest’anno abbiamo mantenuto prezzi popolari, in modo che siano accessibili a tutti, confermando pure la particolare attenzione per l’ambiente nella scelta di stoviglie ecocompatibili e riutilizzabili. Sarà una vera e propria anteprima dei piatti tipici che poi potranno essere ritrovati nelle centinaia di eventi che lungo il corso dell’anno gli oltre 20 mila volontari delle Pro Loco regionali organizzano con passione nei propri borghi. Si rinsalda inoltre sempre di più il legame con l’Ersa, l’Agenzia per lo sviluppo rurale del Friuli Venezia Giulia, la quale proporrà dei momenti speciali, compresi dei nuovi show cooking, sui prodotti certificati con il marchio di qualità regionale Aqua nello Spazio Incontri, il quale ancora una volta verrà allestito con le sedute d’eccellenza dell’Italian Chair District di Manzano. Ricco il calendario delle attività collaterali in programma: spettacoli musicali e folkloristici, esibizioni bandistiche, momenti dedicati ai più piccoli con giochi, laboratori e animazioni, concerti con i cantanti più amati da giovani. Sapori Pro Loco si deve al sostegno di enti e istituzioni, a partire dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, della Fondazione Friuli e della Cassa di Risparmio del Friuli Venezia Giulia, che credono pienamente del valore di questo progetto, a vantaggio di tutta la comunità regionale. Che la festa cominci, dunque: vi auguriamo ore liete dove i sapori vi faranno da guida nella scoperta della splendida realtà delle nostre Pro Loco.”

NUMERI E NOVITÀ

Sapori Pro Loco 2018 vedrà all’opera 36 Pro Loco che proporranno 85 piatti tipici i quali, insieme a 12 birre artigianali, una quarantina di vini del territorio e i gelati artigianali, fanno salire il “menù” a oltre un centinaio di referenze. Sono 37 gli eventi collaterali e gli stand informativi inseriti nel ricco programma. Tra le novità rispetto lo scorso anno la presenza di due Pro Loco, che tornano a Villa Manin dopo essere state tra le protagoniste in passate edizioni: sono quella di Pagnacco e una delle due padrone di casa, ovvero la Pro Loco Villa Manin (l’altra del borgo è la Pro Loco Passariano). Altra novità gli show cooking con gli illustri chef Scarello e Pontoni inseriti nel calendario dei consueti incontri con Ersa FVG, nonché lo stand – bottega con in vendita i prodotti agroalimentari certificati AQUA.

PREZZI POPOLARI ED ECOSTOVIGLIE

Anche quest’anno Sapori Pro Loco propone la sua filosofia di degustazioni a prezzi accessibili a tutti: i piatti proposti andranno da un minimo di 1,50 a un massimo di 4,50 euro (prezzo rimasto invariato da diversi anni), in modo da dare a tutti la possibilità di assaggiare quante più specialità possibili. A Sapori Pro Loco si useranno inoltre posate, piatti e bicchieri compostabili: una scelta che significa rispetto e amore per la natura (per questo la manifestazione gode del marchio di Ecofesta).
I PIATTI DELLA TRADIZIONE

Sapori Pro Loco è un’ottimo punto di partenza per scoprire la cucina del Friuli Venezia Giulia, che unisce i gusti delle Alpi a quelli del Mare Adriatico. Da non perdere le diverse varianti di frico, tortino di formaggio da mangiare bello caldo, o i piatti a base di erbe spontanee, tipici della primavera. E poi ancora il rinomato prosciutto crudo di San Daniele, la costa alla fiamma e le tante varianti di piatti di carne, ma pure quelli di pesce sono assolutamente da provare come pure i dolci. Da ricordare come diverse Pro Loco hanno rinnovato il proprio menù, inserendo novità che pur essendo sempre legate alla tradizione portano ulteriore creatività nei piatti che si potranno degustare a Villa Manin.

VINI, BIRRE, GELATO DEL TERRITORIO

Nell’Enoteca regionale saranno proposti i migliori vini del Friuli Venezia Giulia da 32 cantine e tutte le zone Doc compresa la nuova Doc Friuli, selezionati durante la Fiera regionale dei Vini di Buttrio e la Mostra Concorso Vini Doc Bertiûl tal Friûl di Bertiolo (ci saranno anche vini autoctoni come Schioppettino, Picolìt e Ramandolo). L’Enoteca sarà gestita dalla Pro Loco di Bertiolo e dalla Pro Loco Buri di Buttrio.

Per la terza volta a Sapori Pro Loco ci sarà la Birroteca Regionale.  A curare la proposta la Pro Loco Rivolto insieme all’Associazione Artigiani Birrai del Friuli Venezia Giulia.

Per una bibita fresca, un sorbetto o un caffè funzionerà anche il chiosco bar di Sapori Pro Loco, gestito dalla Pro Loco Grions e dalla Pro Loco San Vito al Tagliamento, mentre la gelateria artigianale realizzato con prodotti AQUA sarà gestita dalla Pro Loco Passariano.

ACQUA A KM ZERO

L’acqua è fornita da Dolomia, sorgente regionale nel cuore del Parco Naturale delle Dolomiti Friulane, dichiarate patrimonio dell’Unesco nel 2009. Acqua Dolomia sgorga a 833 metri sul livello del mare e viene imbottigliata sempre corrente, con passione e rispetto per l’ambiente, da Sorgente Valcimoliana, nata nel 2008 a Cimolais (Pordenone) e che nel 2017 ha prodotto 80 milioni di bottiglie.

SEDIE D’ECCELLENZA

Nello Spazio incontri si potrà provare un’altra eccellenza del Friuli Venezia Giulia, ovvero le migliori sedute del Made in Italy a cura dell’Italian Chair District in collaborazione con la Pro Loco di Manzano.

PRODOTTI CERTIFICATI AQUA

Negli stand delle Pro Loco saranno protagonisti in molte ricette i prodotti certificati con il marchio di qualità Aqua della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia garantiti dal disciplinare di produzione. Prodotti che si potranno anche degustare nel nuovo stand-bottega dedicato. Inoltre le filiere di alcuni di essi e quella del vino e della birra, nonché di altri prodotti di eccellenza, saranno al centro di approfondimenti con degustazione nello Spazio incontri.

Sabato 12 maggio

Alle 18.30 si parte con L’olivicoltura in Friuli Venezia Giulia: Approccio all’assaggio degli Oli Extravergini d’oliva, momento in cui saranno fatti conoscere e degustare gli oli prodotti sul territorio regionale. A cura di Ersa FVG.

Domenica 13 maggio

Alle 14.30 laboratorio di cucina per i bambini Mani in pasta, a cura di Germano Pontoni, già presidente dei Cuochi Friuli Venezia Giulia, e il simpatico Ciccio Pasticcio, maestro di cucina per i più piccoli (per bambini da tre anni in su).

Alle 16.30 Un viaggio in Carnia tra sapori, piante e fiori, ovvero come conoscere e utilizzare le erbe spontanee in cucina. A cura di Ersa FVG in collaborazione con l’Uti della Carnia.

Alle 18.30 Degustare il vino, un breve corso di approccio alla degustazione dei vini regionali. A cura di Ersa FVG in collaborazione con l’Associazione Italiana Sommelier FVG.

Venerdì 18 maggio

Alle 18.30 toccherà invece all’incontro su come Degustare le birre artigianali del FVG. Appuntamento a cura dell’Associazione Artigiani Birrari FVG.

Sabato 19 maggio

Alle 11 secondo appuntamento con Degustare il vino, un breve corso di approccio alla degustazione dei vini regionali. A cura di Ersa FVG in collaborazione con l’Associazione Italiana Sommelier FVG.

Alle 15.30 si replica anche con Degustare le birre artigianali del FVG. Appuntamento a cura dell’Associazione Artigiani Birrari FVG.

Domenica 20 maggio

Alle 10 nell’area esterna allo Spazio incontri con la dimostrazione della produzione di formaggio con la creazione di un mini caseificio. A cura di Ersa FVG.

Alle 11 nello Spazio incontri si parlerà de Le produzioni lattiero casearie espressione del territorio della regione FVG: un percorso guidato di degustazione per conoscerle e valorizzarle, iniziativa svolta nell’ambito dei progetti di cooperazione transfrontaliera Made e Top Value. A cura di Ersa FVG, Università degli Studi di Udine e Consorzio di Promozione Turistica del Tarvisiano, di Sella Nevea e del Passo Pramollo.

Alle 17.30 la Presentazione del marchio di qualità dell’agroalimentare del FVG AQUA.

A seguire show cooking con i prodotti AQUA a cura di Emanuele Scarello, unico chef 2 stelle Michelin del Friuli Venezia Giulia e titolare del rinomato ristorante Agli Amici di Godia. A cura di Ersa FVG.

Sapori di Pro Loco 2017 © Foto Petrussi / Blue Foto

SPETTACOLI

Diverse le proposte che si alterneranno nell’Area spettacoli di Sapori Pro Loco.

Sabato 12 maggio

Alle 18.30 concerto di apertura Progetto Duetti della Scuola di musica Città di Codroipo.

Alle 20.30 diretta della trasmissione di Telefriuli Il Campanile del Sabato.

Alle 21 Gnot di Folclôr, Notte di Folklore, esibizione dei gruppi folkloristici del Friuli Venezia Giulia nell’ambito della Settimana della Cultura Friulana 2018 organizzata dalla Società Filologica Friulana (evento a cura dell’Unione dei Gruppi Folcloristici del FVG).

Domenica 13 maggio

Alle 11 sarà il Gruppo Bandistico Armonie di Sedegliano, diretto dal maestro Fabrizio Fontanot (evento in collaborazione con ANBIMA FVG) ad allietare la cerimonia ufficiale di inaugurazione.

Alle 15 nell’aula riunioni della Barchessa di Levante di Villa Manin sfida letteraria in lingua friulana su racconti brevi (a cura della Società Filologica Friulana e in diretta su Radio Onde Furlane).

Dalle 15 sfilata Associazione Trieste 800 con figuranti in abiti storici che si esibiranno coinvolgendo il pubblico in giochi e balli d’epoca con esposizione di oggetti che nel 1800 venivano utilizzati in occasione di feste all’aria aperta. A cura di Associazione Trieste 800 in collaborazione con Emozione d’Autore di Eva Trinca.

Alle 21 omaggio al grande compositore brasiliano Antonio Carlos Jobim con l’Udine Jazz collective, ensamble Jazz del Conservatorio “J. Tomadini” di Udine a cura del maestro Glauco Venier e del maestro Alfonso Deidda.

Venerdì 18 maggio

Alle 21.30 concerto del gruppo di musica balcanica Radio Zastava, in collaborazione con Radio Onde Furlane

Sabato 19 maggio

Dalle 10 diretta radio dall’area festeggiamenti.

Alle 21.30 il cantautore Doro Gjat che presenterà in anteprima il suo nuovo album Orizzonti Verticali.

Domenica 20 maggio

Alle 20.30 Rhythm & Blues Band in concerto con tutto il repertorio di 30 anni di attività.

Alle 22.30 il grande spettacolo pirotecnico conclusivo L’Incendio di Villa Manin, a cura di Stabilimento Pirotecnico Friulveneto
INCONTRI

Oltre a quelli sull’agroalimentare con Ersa sopracitati, ci saranno anche altri interessanti momenti di approfondimento.

Sabato 19 maggio

Alle 17.30 nello Spazio Incontri doppio appuntamento con il settimanale Il Friuli sul No profit oggi in Friuli di Carlo Baldassi e un focus sul panorama regionale odierno e una visione del futuro del Friuli Venezia Giulia.

Alle 18.30 presentazione del Festival Conoscenza in festa, a cura dell’Università degli Studi di Udine in collaborazione con la Fondazione Friuli, il MIUR e la Conferenza dei Rettori delle Università Italiane.

644 Sapori di Pro Loco 2016. -® Foto Petrussi

MERCATINI

Domenica 13 e 20 maggio dall’alba al tramonto 

Per gli appassionati di antiquariato Mercatino del Doge. A cura di Pro Loco Passariano, Confcommercio Udine – Mandamento della Bassa Friulana, in collaborazione con FIVA e Consorzio Ambulanti FVG.

In piazza dei Dogi En Plein air in Villa, esposizione d’arte a cura del Circolo Culturale Artistico Quadrivium di Codroipo

VISITE GUIDATE

Sapori Pro Loco è anche scoperta del territorio.

Domenica 13 maggio

Alle 10.30 nel Parco delle Risorgive di Codroipo visita guidata a cura del Corpo forestale del FVG – Stazione di Coseano (gratuita ma su prenotazione scrivendo a info@prolocoregionefvg.org entro il 12 maggio).

Alle 12.30 visita guidata alla mostra in Esedra di Levante a Villa Manin Il colore delle Emozioni.

Venerdì 18 maggio

Alle 18 passeggiata con guida naturalistica nel secolare parco di Villa Manin a cura di AIGAE – Associazione Italiana Guide Ambientali Escursionistiche FVG (appuntamento all’Infopoint dell’Area festeggiamenti, partecipazione libera, prenotazione via mail a info@guidanaturalistica.it).
Alle 21 nell’area festeggiamenti serata di osservazione di pianeti e satelliti a cura del CAST – Circolo Astrofili di Talmassons (in caso di tempo non favorevole all’osservazione sarà posticipato al giorno successivo).

Domenica 20 maggio

Dalle 15 alle 19 apertura straordinaria delle chiesette campestri del Medio Friuli (Bertiolo, Gorizzo, Rosa, Codroipo). A cura di PIC – Progetto Integrato Cultura del Medio Friuli.

Sempre lo stesso giorno anche le ville di Belgrado, Canussio, Flambro, Santa Marizza, Varmo aderiranno a Giardini aperti, a cura del Circolo di giardinaggio “Amici in giardino”.

STAND

Sei gli stand informativi che nell’area festeggiamenti potranno farvi conoscere tante eccellenze del Friuli Venezia Giulia:

Ersa-La Bottega dei prodotti AQUA (con anche vendita degli stessi);

Afds Udine – Fidas FVG con promozione attività e animazione per bambini;

Croce rossa italiana – Comitato di Udine promozione attività, animazioni per bambini, dimostrazione di manovre di disostruzione pediatrica e rianimazione cardio – polmonare anche in adulti;

Arlef Agenzia regionale per la Lingua friulana promozione delle attività e delle iniziative per la tutela e la valorizzazione della lingua friulana;

Pic – Progetto Integrato Cultura del Medio Friuli promozione attività;

Viva forestali regionali FVG promozione attività.

MOSTRE E MUSEI

In contemporanea a Sapori Pro Loco Villa Manin e la Città di Codroipo propongono la visita di esposizioni e mostre.

In Villa nella Barchessa di Levante la mostra L’Atelier dei fiori, gli abiti di Capucci incontrano le immagini di Gardone e la mostra Il colore delle emozioni.

Visitabili inoltre la cappella di Sant’Andrea, la sala delle carrozze e quelle di Flora e della stufa nonché il Parco secolare.

In città aperto il Civico museo archeologico, a San Martino quello delle carrozze d’epoca e la mostra Occhi di Burtone.

Luoghi raggiungibili anche in bicicletta grazie al servizio noleggio della Pro Loco Passariano.

ORGANIZZATORI

Sapori Pro Loco è organizzato dal Comitato regionale del Friuli Venezia Giulia dell’Unione nazionale Pro loco d’Italia ed è riconosciuta come Ecofesta per l’attenzione alle tematiche ambientali.

Gode del patrocinio della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Città di Codroipo e Camera di Commercio di Udine.

Si svolge in collaborazione con Ersa (Agenzia regionale per lo sviluppo rurale), Fondazione Friuli e Patrimonio Culturale Friuli Venezia Giulia Villa Manin.

Main partner Cassa di Risparmio del Friuli Venezia Giulia – Banca Intesa.

Media partner Telefriuli e Il Friuli.

L’acqua è fornita da Dolomia, sorgente regionale dal cuore delle Dolomiti friulane.

Collaborazioni con Società Filologica Friulana, Anbima Fvg, Ugf Fvg, Italiana Chair District, Pic del Medio Friuli, Croce rossa italiana Comitato di Udine, Radio Onde furlane, Radio Punto Zero, Arlef, Imagazine, Servizio civile nazionale.

Partner tecnici: Ambiente Servizi, Art&Grafica, Autopiù, Birra Castello, Colombino&Polano, Flash, Friuli Antincendi, Friulana Gas, FullAgency, Illy caffè, Piemme, Sebach, Mondial Pol e Stabilimento pirotecnico FriulVeneto.

 

IL TURISMO INCONTRA L’INNOVAZIONE A LIGNANO PINETA

IL TURISMO INCONTRA L'INNOVAZIONE_WEB.png

All’hotel President di Lignano Pineta  mercoledì 9 maggio ore 18.30 –

Michela Lautieri, neo presidente del club Skål 105° Friuli Venezia Giulia, propone per mercoledì 9 maggio un nuovo tema per un dibattito costruttivo e stimolante tra operatori: il turismo incontra l’innovazione.
Alessandro Tollon, vicepresidente della Confcommercio della provincia di Udine, sarà il moderatore del convegno previsto per le ore 18.30 a cui seguirà il momento conviviale.

Gli argomenti principali saranno due: l’arrivo a Lignano dei Bitcoin o meglio della possibilità di pagare in Bitcoin dai servizi spiaggia, al posto barca, alla camera dell’hotel, e a seguire Lignano Banda Larga, ovvero l’iniziativa di un gruppo di imprenditori per portare subito agli operatori turistici della località la connettività di cui necessitano per restare competitivi.

Di Bitcoin parleranno Marco Zuin di Triveneto Servizi e Nicola Vaccari della INbitcoin, società che ha sviluppato già in Trentino la cosiddetta “Bitcoin valley” e che qui a Lignano ha intenzione di replicare l’operazione con la “Bitcoin bay”.

Per Lignano Banda Larga interverranno Andrea Magro di Triveneto Servizi e Domenico Casagrande, direttore dell’Outlet Village di Palmanova, che ha già sperimentato i vantaggi di aver un intero centro commerciale servito dalla banda larga.

All’incontro parteciperà anche Giorgio Ardito, presidente di Lignano Pineta spa, prima realtà in Europa a offrire questo innovativo sistema di pagamento perfino in spiaggia, dove sarà possibile prenotare un ombrellone pagandolo in Bitcoin, anche online.
Durante la serata sarà data la possibilità ai giornalisti e ai partecipanti all’incontro di utilizzare un ATM e convertire euro per caricare sul proprio smartphone il wallet Bitcoin e poter simulare o effettuare pagamenti appunto in Bitcoin.

 

Illegio: “Padri e figli” in mostra con capolavori mai visti in Italia

 

31531759_2419419454750439_3666010601546579968_n

Dal 13 maggio 2018 ad Illegio –

La paternità riuscita, imperfetta o assente, umana e divina. È dedicato a un legame decisivo nella vita dell’uomo, alla sua crisi e alla sua riscoperta, il tema della 15esima mostra internazionale che aprirà il 13 maggio a Illegio.

Si intitola “Padri e figli” l’esposizione organizzata dal Comitato di San Floriano, promotore dal 2004 di mostre internazionali capaci di attrarre nel piccolo e antico borgo tra i monti della Carnia oltre 350 mila visitatori.

Illustrata dal curatore don Alessio Geretti – presenti l’arciprete di Tolmezzo, Angelo Zanello, e il nuovo presidente del Comitato, Claudio Siciliotti – la mostra annovera tra i partner istituzionali il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e il Turismo, la Regione Friuli Venezia Giulia, Promoturismo FVG e l’Ente regionale patrimonio culturale (Erpac).

Tra le sessanta opere, che provengono da Belgio, Croazia, Francia, Polonia, Russia, Spagna, Gran Bretagna, in mostra vi sono ventuno capolavori mai esposti in Italia e quattro inediti al panorama degli studiosi d’arte provenienti da collezioni private di Londra, Bruxelles e Milano.

“Attraverso un viaggio in ventiquattro secoli di storia, dal IV avanti Cristo fino al Novecento, mediteremo – ha spiegato Geretti – su cosa vuol dire diventare padre e essere figli, come riconciliarsi dopo storie tormentate di paternità imperfetta o di figliolanza convulsa e drammatica.  Approfondiremo anche – ha aggiunto il curatore – come al cuore della rivelazione cristiana ci sia la scoperta di un Dio che è padre e che intende estendere a tutti coloro che si lasciano adottare la sua amorosa paternità”.

Le opere più antiche, il Cratere apulo a colonnette raffigurante il distacco di Ettore da Andromaca e dal figlio Astianatte, da Ruvo di Puglia, come pure il gruppo scolpito con Enea, Anchise ed Ascanio, dal Museo nazionale etrusco di Villa Giulia a Roma, risalgono al 400 a.C. circa; le più recenti, “Il ritorno del
figliol prodigo” di André-Jean-Bernard Monchablon e “Edipo piange sui corpi dei suoi figli” di Gabriel-Jules-Charles Girodon, sono datate rispettivamente 1903 e 1912.

Simbolo della mostra è un capolavoro noto al mondo intero, il “Laocoonte”, opera di tre maestri provenienti da Rodi, che sarà presente a Illegio attraverso una sua magistrale replica voluta dai Musei Vaticani e oggi conservata Bilbao in Spagna.

La nuova esposizione, la cui vernice è fissata per le 16.00 di domenica 13 maggio, punta a oltrepassare il record di “Amanti. Passioni umane e divine”, la mostra dello scorso anno che aveva contato 37 mila visitatori.

“Credo raggiungeremo un altro ottimo traguardo – ha commentato Geretti – e per questo stiamo cercando di rendere ancora più bello il paese, potenziando tutte le offerte e curando particolarmente la formazione dei giovani che con competenza e garbo accompagneranno gli ospiti ad approfondire messaggi e simbologie di ciascuna opera”.

 

 

 

A GORIZIA PER SISSI DA TUTTA ITALIA E DALL’AUSTRIA

SISSIMANIA1

Martedì 1 maggio aperti castello, mostra e Palazzo Coronini – 

Successo di tutte le iniziative per il compleanno della città.
Non accenna a diminuire il grande interesse per la mostra goriziana su Sissi, organizzata dal Comune e curata da Marina Bressan e Marino De Grassi. Anche nell’ultimo week end, si è registrata un afflusso continuo, con visitatori giunti da diverse regioni italiane, Piemonte, Lombardia, Veneto, Lazio, Emilia Romagna e Sicilia ma anche dall’Austria. Sono già quasi 10mila le persone che hanno visitato l’esposizione e, visto il grande successo, i curatori hanno deciso di effettuare una visita guidata anche il primo maggio, alle 16.30.
In verità, tutte le iniziative promosse per festeggiare il compleanno della città, che cadeva sabato 28, hanno riscontrato un alto gradimento, anche perché coniugavano l’offerta culturale, con tutti i musei aperti, allo shopping che, per una giornata, oltre all’ampia gamma di negozi cittadini, offriva anche mercati e mercatini. Particolarmente apprezzate le bancarelle del Mercato di Forte dei marmi, che ha attratto molta gente anche da fuori città ma anche gli hobbisti di “Arte in giardino”, ai Giardini pubblici, hanno creato movimento, ospitando nel pomeriggio, anche i truccabimbi messi a disposizione dallo Ial.
Sempre gettonatissimo il castello, con oltre mille visitatori, ma nel complesso, ha funzionato la formula “apriamo la città” che ha visto spalancare gratuitamente, per un giorno, tutte le porte di musei, palazzi e giardini, vista l’adesione anche dei Musei provinciali, di Palazzo Coronini e della Prefettura, che ha consentito l’accesso del proprio spazio verde. “E’ un’iniziativa che vorremmo ripetere più spesso – commenta il sindaco, Rodolfo Ziberna, molto soddisfatto della notevole partecipazione di gente – perché creare una sinergia fra le diverse realtà culturali sposandola poi con altre iniziative cittadine, anche commerciali, dà un’immagine turistica della città e contribuisce ad attrarre persone da fuori, com’è accaduto. Ringrazio gli assessori alla cultura, Fabrizio Oreti e al commercio, Roberto Sartori, per aver messo insieme un programma che ha riscosso un alto gradimento. Ma non posso non ringraziare anche tutte le associazioni e gli operatori che contribuiscono settimanalmente vivacizzare la città con tante iniziative di alto livello“. Fra questi, da citare sicuramente il 1° Concorso Internazionale musicale “Giovani talenti città di Gorizia” svoltosi a Palazzo de Grazia, che ha registrato una grande partecipazione e l’estemporanea di pittura dedicata alla storica 500, in piazza Vittoria.
“Ogni settimana – continua il sindaco – Gorizia offre un ventaglio di proposte di grande qualità, e credo sia arrivato il momento di smetterla di dire che nella nostra città non c’è mai nulla. Dovremmo essere i primi ad apprezzare questa straordinaria vivacità che, sempre di più, attrae persone da fuori. Noi proseguiremo sicuramente su questa strada convinti che Gorizia abbia tutte le carte in regola per ritagliarsi uno spazio turistico di tutto rispetto”.

Domani, primo maggio, saranno aperti il castello, dalle 10 alle 18, palazzo Coronini dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19, con visita guidata alle 17.30.

La mostra su Sissi, dalle 10 alle 13 e dalle 15.30 alle 19.30 con visita guidata alle 16.30.

Totò De Falco: intervista a cuore aperto

31167032_1978440628898006_42643360187416576_n.jpg

Venerdì 27 aprile dalle 14.30 su http://www.radiocitytrieste.it – 

Venerdì 27 aprile dalle 14.30 alle 16.00 festeggerò il mio compleanno a Radio City Trieste con una puntata speciale di Put Your Feet Up dedicata ad un ospite d’eccezione: Totò De Falco .
Una lunga intervista ad un caro amico che, a cuore aperto, parlerà con me di Trieste, il calcio e… di tante cose!
Come detto, dalle 14.30, su www.radiocitytrieste.it, a 5 anni dall’uscita del nostro libro “Totò & Trieste un amore grande” e di quella magica serata al Caffè Rossetti intrisa di ricordi, ripercorreremo insieme a Franco De Falco la sua vita, i suoi sogni e la sua Trieste in una lunga chiacchierata “a cuore aperto”.
Parleremo dei suoi gol, delle sue emozioni e di quanto è importante la disciplina e la coscienza sportiva nella vita. E se avremo un po’ di tempo per la musica, colonna sonora della trasmissione i brani che hanno fatto da colonna sonora al nostro video. Vi aspettiamo!
Stay tuned!
www.radiocitytrieste.it

Sold out per LINK 2018

Trieste fa rima con attualità e notizia: sold out per Link 2018, tre giorni nel cuore della città con 26 incontri di ‘buon giornalismo’ seguiti ogni giorno negli spazi della Fincantieri Newsroom da migliaia di spettatori, oltre 12mila, dal pomeriggio di venerdì alla serata della domenica.

«Un successo – spiega la curatrice Francesca Fresa – entusiasmante per noi che abbiamo pensato e costruito il festival in questi mesi: ci eravamo proposti un format dinamico, con turnover fra un incontro e l’altro perché tutti potessero davvero scegliere i loro temi e i loro protagonisti. Ci sono stati veri bagni di folla per alcune ‘icone’ del pubblico, con l’arena di Link al gran completo e molti altri spettatori accalcati davanti al maxischermo attiguo. Ma nei tre giorni del festival la grande risposta della città ha abbracciato tutti i panel in cartellone, in un crescendo di affetto che ha consolidato il grande feeling fra Trieste e il “suo” festival».

«Ogni incontro – osserva ancora Francesca Fresa – ha saputo intercettare il forte interesse della città per i fatti caldi del presente, raccontati e riletti chi ogni giorno cattura e rilancia per noi le notizie.  Fincantieri Newsroom non è stato semplicemente uno spazio di incontri: è diventato quest’anno una vera agorà di riflessione, scambio e confronto per tutti gli spettatori, calamitando il pubblico fra l’arena di link, gli spazi del bookshop e la lounge delle Teche Rai».

Link è andato ben al di là delle presenze “fisiche”, perché sono oltre 10mila i contatti streaming registrati per le dirette dal festival sul sito del quotidiano Il Piccolo: si sono collegati utenti di venti Paesi, dagli USA all’Argentina, dalla Cina al Kenya, dal Sud Africa all’Australia, alla Nuova Zelanda, passando ovviamente per Italia ed Europa con internauti di Germania, Belgio, Svizzera, Spagna, Olanda, Polonia, Slovenia e Croazia.

L’intuizione che cinque anni fa ci ha convinto della necessità di estendere il format del Premio Luchetta, enucleando un cartellone di incontri legati all’attualità e al buon giornalismo, è stata confermata e premiata, di anno in anno, evidenziando la spinta di interesse della città per momenti forti di confronto intorno ai temi clou del nostro tempo.

 

L’appuntamento, adesso, è rinnovato a venerdì 25 maggio, quando il Premio Luchetta festeggerà i suoi vincitori 2018 in occasione della 15^ Serata I nostri Angeli, al Politeama Rossetti di Trieste.

L’evento sarà come sempre ripreso e trasmesso da Raiuno, ed è già in palinsesto per la serata di venerdì 15 giugno.

Per le Tg News si contenderanno il Premio Luchetta 2018 i tre servizi di Nico Piro -Tg3 sugli orrori contro i Rohingya, di Andrea Rossini Oskari per Rai3 Est-Ovest sugli “orfani” della pace di Sarajevo e di Caroline Hawley, che su BBC News ha raccontato la storia delle gemelle siriane ustionate da una bomba caduta proprio sopra il tetto della loro casa.

Nella sezione reportage in finale Gaia Mombelli di Sky Tg 24, Marco Fubini per Italia1 e Floriana Bulfon per Rai1 – TV7.

Per la stampa italiana in gara due reportage finalisti pubblicati dal Corriere della Sera, di Marta Serafini e Alessandra Muglia, insieme all’articolo di Carmelo Riccotti La Rocca pubblicato dal quotidiano La Sicilia.

Tre grandi testate per la sezione stampa internazionale: sono El Mundo Newspaper, BBC News online e The Guardian.

Per la sezione fotografia dedicata a Miran Hrovatin sono in gara gli scatti di Marco Gualazzini per L’Espresso, di Mohammed Badra pubblicato su The Guardian e di Iker Pastor per l’Obs.

Promosso dalla Fondazione Luchetta, curato da Francesca Fresa e organizzato da Prandicom con il pieno sostegno di Fincantieri, l’apporto della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia e la coorganizzazione del Comune di Trieste, Link 2018 ha trovato la collaborazione della FNSI e dell’Ordine dei Giornalisti e la main media partnership della Rai e delle sue testate Rai News 24, Radio1 Rai e Tgr con la sede dei programmi Fvg.