Olio Capitale 2018: l’eccellenza dell’extravergine a Trieste

logo_OlioCapitale_cmykDal 3 al 6 marzo 2018 – Stazione Marittima di Trieste

Si terrà dal 3 al 6 marzo alla Stazione Marittima di Trieste la dodicesima edizione di Olio Capitale, il salone degli extravergini tipici e di qualità, organizzato da Aries, con la collaborazione dell’Associazione Nazionale Città dell’Olio: un’edizione ricca di novità e nuove collaborazioni, oltre che di riconferme per le formule di maggior successo.

“Anche quest’anno Olio Capitale sarà la casa comune dell’olio italiano, un luogo d’incontro dell’Italia olivicola, dove scoprire e degustare i migliori extra vergine d’oliva delle regioni produttrici. Ringrazio gli sponsor Despar Interspar Eurospar, Credit Agricole Friuladria e Consorzio di Tutela Vini del Collio che quest’anno ci hanno sostenuto per far crescere ancora l’evento” ha rilevato Antonio Paoletti, presidente della Camera di Commercio Venezia Giulia durante la presentazione dell’evento.

IMG_20180223_104151.jpg

Quest’anno l’olio nuovo da assaggiare nella quattro-giorni di Trieste giungerà da Abruzzo, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana, per la prima volta dal Trentino Alto Adige, Umbria, Veneto, oltre che da Grecia e Croazia. “Olio Capitale è una delle bellissime manifestazioni di Trieste. La sede nella Stazione Marittima è molto amata, ma a breve potrà essere ospitata dalla suggestiva location di Porto Vecchio e diverrà ancor più spettacolare” commenta Roberto Dipiazza, Sindaco di Trieste.

Saranno 222 i produttori presenti in fiera, mentre sono ben 303 gli oli che si stanno contendendo il premio del Concorso Olio Capitale, più del 50 per cento non espositori con provenienza da Italia, Croazia, Slovenia, Grecia, Spagna e Portogallo.

3
Un numero vicinissimo al record di partecipazione per questo concorso che nei suoi dodici anni di vita è andato acquisendo sempre maggiore autorevolezza e riconoscibilità internazionale. “La nostra Associazione è da sempre vicina a questa manifestazione –conferma Antonio Ghersinic, in rappresentanza dell’Associazione Città dell’Olio -. Creare questa fiera a Trieste dodici anni fa, è stata una scommessa, ma i dati oggi ci confermano che è stata vincente”. “La qualità è l’elemento fondante che ci permette di rimanere l’unica fiera incentrata unicamente sull’extravergine d’oliva, con successo di pubblico e un numero significativo di espositori provenienti da tutta Italia – spiega Patrizia Andolfatto, direttore di Aries-. Gli espositori sono il cuore della manifestazione, sia per questa fiera che per TriestEspresso Expo che ci sarà questo autunno, ma vi sono tante iniziative che le completano. Fra queste i focus settoriali, che in questi anni di avvicinamento al 2020, quando Trieste sarà Città della Scienza, saranno dedicati proprio alla scienza”.

6

Ed è sul Concorso Olio Capitale che convergono varie novità di questa edizione, con la proclamazione dei vincitori del Concorso all’inaugurazione, e non più alla conclusione della Fiera, e la nuova menzione speciale “Crédit Agricole FriulAdria” per il migliore olio del Nord Est, spiega Emanuela Bagattin direttore territoriale dell’istituto bancario.

 

 

Confermata, ma ancor più allettante quest’anno, la Scuola di Cucina, guidata da Emanuele Scarello, chef 2 stelle Michelin, e realizzata anche grazie alla collaborazione della FIPE Trieste che quest’hanno ha voluto invitare anche barman e pasticceri per proporre cocktail e dolci in abbinamento all’extravergine rileva Bruno Vesnaver, presidente Fipe Trieste. Tanti gli chef e i volti noti, da Fabrizio Nonis-El Beker alla blogger Angela Maci, che si alterneranno offrendo i propri suggerimenti sui migliori abbinamenti oli-pietanze e che condivideranno una propria ricetta con il pubblico. Una ricetta non solo da guardare, ma anche da assaggiare. E da gustare in abbinamento a un calice di vino del Consorzio di Tutela del Collio, conferma Robert Princic presidente del Consorzio. Despar entrerà nella Cucina di Olio Capitale con i laboratori “Sapori del Nostro Territorio” per esaltare, anche grazie all’olio, i prodotti locali ha chiarito Fabio Donà, Direttore Marketing Despar Triveneto ed Emilia Romagna.

La promozione della cultura dell’extravergine passerà anche quest’anno attraverso l’Oil Bar, il bar degli oli dove accomodarsi al banco e poter scegliere tra le centinaia di etichette esposte in fiera. Ogni giorno con orario continuato, garantirà ai visitatori, dai più` ai meno esperti, di poter approfittare di degustazioni guidate di tutti gli oli presenti in fiera, grazie alle spiegazioni di esperti assaggiatori dell’Organizzazione Laboratori Esperti e Assaggiatori (OLEA).

4

E poi i momenti di approfondimento: dal quinto Forum della Commanderie des Cordons Bleus de France Italia dedicato all’extravergine d’oliva, al convegno inaugurale che guarderà all’olio con occhio scientifico affrontando il tema La scienza e il valore del paesaggio olivicolo, e ancora l’incontro su Fake news e cibo: il caso dell’extravergine d’oliva, ideato per i giornalisti ma aperto anche al grande pubblico.

La fotografia del mercato

Olio extra vergine di oliva italiano in salute, con una produzione stimata di 370mila tonnellate nella campagna olearia 2017/18. Si tratta del doppio della produzione della scorsa annata, ma di un dato ancora lontano dal potenziale produttivo di 500 mila tonnellate che l’Italia può sviluppare.
Il quadro produttivo regionale, in questa stagione, è piuttosto disomogeneo.
A festeggiare è stato soprattutto il Sud mentre la siccità ha colpito duramente il Centro Italia che registra produzioni sotto media. Situazione difficile sul lago di Garda, mentre sarà buona la produzione ligure.
Se guardiamo al Sud, dove Puglia, Calabria e Sicilia rappresentano l’80% e più della produzione nazionale, la Sicilia dovrebbe avere una produzione triplicata rispetto alla deludente annata precedente. Bene anche la Calabria dove la produzione dovrebbe essere “solo” il doppio rispetto alla scorsa campagna. Segno positivo anche in Puglia dove la situazione appare più diversificata, con il Salento con meno olive del barese e del foggiano che hanno mostrato un ottimo carico produttivo. Situazione più difficile nel centro Italia, con flessioni spesso a due cifre, in Toscana, Lazio, Umbria e Marche.
A colpire quest’anno non è stata la mosca, come è stato nel precedente annus horribilis, ma il caldo, manifestatosi soprattutto durante la fioritura e l’allegagione dei frutticini e la siccità che si è prolungata spesso fino a settembre.
È stata la diffusione, sempre più capillare, dell’irrigazione ad aver ridotto le perdite di olive, anche se i produttori hanno visto incrementare i propri costi di produzione, anche di diverse centinaia di euro ad ettaro.

Il contesto internazionale
Situazione molto difficile in Spagna con una produzione di poco superiore al milione di tonnellate, in diminuzione del 15% rispetto all’anno precedente. Incrementi piuttosto rilevanti si prevedono in Grecia (+44%) e in Turchia (+62%) per un volume che in entrambi i casi si stima a 280 mila tonnellate. In Tunisia la produzione dovrebbe essere di 220 mila tonnellate, in aumento sensibile rispetto allo scorso anno, ma molto dipenderà dalle rese, che al momento sono superiori alla media degli ultimi anni.

Le quotazioni dell’olio
Di fronte a uno scenario tendenzialmente positivo per la nostra olivicoltura l’unica nota stonata, per il mondo produttivo, è stata l’abbassamento delle quotazioni all’ingrosso dell’olio extra vergine di oliva italiano, passato, in poche settimane, da 5,5 euro/kg a 4,2 euro/kg, con prezzi che sono scesi anche sotto i 4 euro/kg a fine dicembre per recuperare poi a gennaio. In Calabria le quotazioni di dicembre si sono attestate tra i 4 e i 4,4 euro al chilo mentre in Sicilia la forbice è più ampia e va dai 5 ai 6 euro al chilo.
In generale le prime settimane del 2018 segnalano un aumento generalizzato delle quotazioni, anche se di pochi punti percentuali, portandosi a valori di 4,3-4,4 euro/kg sulla piazza di Bari.

Gli scambi commerciali
Situazione difficile anche sul fronte degli scambi commerciali con l’Italia che perde qualche posizione. I dati Istat sugli scambi italiani con l’estero nei primi nove mesi del 2017 confermano la battuta d’arresto piuttosto sensibile delle esportazioni a volume (-17%), accompagnata da una riduzione degli introiti meno che proporzionale (-4%) dovuta all’aumento dei listini. Le esportazioni italiane nei primi nove mesi dell’anno hanno subito riduzioni significative in tutti i principali Paesi clienti a partire dagli Stati Uniti (-11,4%), per passare alla Germania (-24,7%), Canada (-32%) e Belgio (-42,9%). Segnali positivi solo da Cina (+31,1%), Taiwan (+9,4%) e Brasile (+2,8%). Nel complesso l’Italia olivicolo-olearia ha perso 50 mila tonnellate di export.

A Olio Capitale, incontri bilaterali con buyer esteri
Proprio per supportare i produttori nel non agevole compito di creare nuovi canali commerciali verso l’estero, durante i quattro giorni di manifestazione saranno organizzati incontri bilaterali fra espositori e selezionati buyer.
Quest’anno i buyer selezionati, provengono da Paesi Bassi, Uk, Austria, Slovacchia, Ungheria, Francia e Belgio, oltre alla conferma dell’interesse da parte di buyer giapponesi.
Quest’anno, dopo molto tempo, tornano buyer dalla Lituania e dalla Finlandia.

La Scuola di Cucina, coordinata dallo chef Emanuele Scarello

L’olio d’oliva extravergine è il grasso buono per eccellenza… ricco di acidi grassi benefici e potenti antiossidanti. È un pilastro dell’alimentazione per alcune delle popolazioni più in salute del mondo. Molte persone credono che non sia adatto alla cottura, in realtà l’olio d’oliva è una scelta eccellente per cucinare e non solo come condimento, ma come alimento. Per questo motivo una squadra di chef, coordinata da Emanuele Scarello, del ristorante Agli Amici di Godia (due stelle Michelin) interpreterà alcune ricette molto sfiziose sotto l’occhio attento del pubblico.
«L’olio extravergine d’oliva non è solo il principe dei condimenti, ma è ormai considerato giustamente il “re” della dieta mediterranea- ha sottolineato Scarello-. Il blasonato ‘oro verde’ può dare un senso a un piatto. Il compito di noi chef è quello di evidenziare le sue peculiarità».

Il giornalista enogastronomico Giuseppe Cordioli condurrà i vari show cooking, programmati a Olio Capitale, che vedranno impegnati: Paolo Zoppolatti (Al Giardinetto, Cormons), Tomaz Kavcic (Prj Lojzetu, Zemono), mentre Lorenzo Cogo (El Coq, Vicenza), Teo Fernetich (Sanrocco, Verteneglio) e Gottfried Bachler (Bachler, Althofen) daranno vita a un confronto denominato “Olio senza confini”. Per dimostrare che anche con la carne l’olio extravergine esalta il gusto ci sarà Fabrizio Nonis, personaggio televisivo, meglio noto come El Beker forte della sua esperienza come macellaio e divulgatore, che conduce vari programmi e realizza una rubrica per la “Prova del cuoco” su Raiuno. Ma ci sarà anche uno spazio per le blogger Chiara Giglio (Voglia matta), Annalisa Sandri (Manca il sale) e Angela Maci (Storiebuone) che scambieranno alcune impressioni non solo sul ruolo dei social, ma mettendosi ai fornelli per mettere in pratica quello che consigliano in Internet.

Il pubblico partecipante alla Scuola di Cucina avrà modo di seguire la preparazione della ricetta e poi assaggiarla, accompagnata da un calice di vino del Consorzio Tutela Vini del Collio. La scelta del vino per ciascun piatto sarà racconta da un sommelier che quindi fornirà anche delle indicazioni utili anche su questo abbinamento.

Quest’anno anche Despar entra nella Cucina di Olio Capitale con i laboratori “Sapori del Nostro Territorio”, durante i quali produttori locali della Venezia Giulia e del Friuli racconteranno la loro storia e faranno assaggiare i prodotti tipici della tradizione regionale, preparati per l’occasione dallo chef, Igor Peresson.

Anche quest’anno, gli chef della Fipe Trieste proporranno abbinamenti tra piatti della tradizione locale e i migliori oli extravergini: ad alternarsi ai fornelli ci saranno Edoardo Iurkic di Eppinger, i barman Damiano Pellaschiar del Bar Urbanis e Matteo Pizzolini dell’Antico Caffè Torinese. Verrà inoltre presentato il vincitore del concorso “Le Teresiane”.

Infine, martedì sarà la giornata dedicata agli istituti professionali con la partecipazione delle Scuole Alberghiere IAL, Civiform e Ad Formandum Trieste.

Gli incontri di approfondimento di Olio Capitale

Trieste anche quest’anno si trasforma per quattro giorni nella capitale dell’extra vergine d’oliva. Nel 2020, lo sappiamo, sarà Capitale della scienza, con ESOF2020. Quale miglior occasione, allora, per unire scienza e cultura dell’olio? Il convegno inaugurale di questa edizione di Olio Capitale sarà improntato proprio su questo incontro.

“La scienza e il valore del paesaggio olivicolo” è il tema del convegno inaugurale, che come tutti gli anni è organizzato in partnership con l’Associazione Città dell’Olio. Sabato 4 marzo, con inizio alle ore 10.00 nella Sala Oceania, dopo gli interventi di apertura di Antonio Paoletti, Presidente della Camera di Commercio Venezia Giulia e Enrico Lupi presidente delle Città dell’Olio e i saluti delle autorità, si susseguiranno tre sessioni tematiche.
La prima sull’impatto dei cambiamenti climatici sull’olivicoltura con la relazione di Alessandra Pesce, Dirigente di Ricerca CREA Segreteria tecnica Vice Ministro Olivero, MIPAAF e la testimonianza di Roberto Zampiccoli olivicoltore di Arco.
Quindi, la sessione “Il DNA delle cultivar dell’oliva” con gli interventi di Gianluca Carenzo, Direttore Generale Fondazione Parco Tecnologico Padano e Maria Grazia Piangerelli, Dirigente Ufficio PREF IV, MIPAAF Laboratorio centrale di Roma presso ICQRF e la testimonianza di Simone Rossi, olivicoltore di Imperia.
La terza e ultima sessione è dedicata alla valorizzazione del Paesaggio Olivicolo e vede le relazioni di Mauro Agnoletti Coordinatore Gruppo Paesaggio MIPAAF e Docente Università Agraria di Firenze – Dipartimento di Gestione dei Sistemi Agrari, Alimentari e Forestali, Cristiano Erriu, Assessore degli Enti Locali, Finanze e Urbanistica Regione Autonoma Sardegna e Bernardino Sperandio, Sindaco di Trevi (Pg), Coordinatore Fascia Olivetata Assisi-Spoleto. Modera il giornalista enogastronomico Carlo Cambi.

Cordon Bleus de France
Di diverso tenore, l’appuntamento organizzato da La Commanderie des Cordons Bleus de France Italiana del Friuli Venezia Giulia per domenica 4 marzo alle ore 10. Si tratta del suo quinto Forum di formazione di alta cultura gastronomica sul tema “Olio EVO e Non Solo” aperto a tutti gli interessati.
Il Forum 2018 presenterà la storia dell’olivicoltura a Trieste e nel Collio, il ruolo dell’olio EVO nella cucina stellata e nella cioccolateria d’autore e l’abbinamento di olio e vino nelle ricette gourmet e di tradizione.
Questi argomenti saranno presentati da Elena Parovel, gestore assieme al fratello Euro della storica azienda agricola Parovel di San Dorligo, Piero Zanini, stella Michelin della celebre Taverna di Colloredo di Monte Albano, Giuliana Fonda, imprenditrice triestina del cioccolato d’autore a Brescia, e Stefano Cosma, esperto di enogastronomia e comunicazione del settore. Al termine una tavola rotonda con il Presidente Nazionale della Commanderie, Toni Sarcina. Il Delegato Regionale della Commanderie, Giorgio Sedmak chiuderà infine il Forum.

Per i ristoratori
È dedicato ai ristoratori l’appuntamento di lunedì 5 marzo, alle 15.30 “Olio extravergine mai più un costo, ma un ottimo guadagno” a cura di Piero Palanti. Nell’ambito di questo incontro che si volgerà nell’Oil Bar, verrà tracciata una panoramica del mercato e delle sue potenzialità. Verrà creato un confronto animato con i ristoratori che spesso considerano l’olio extravergine di qualità un costo e non un guadagno. L’obiettivo è insegnare a proporre l’olio extravergine come qualsiasi altro prodotto e non considerarlo più un mero strumento di cottura, esaltandone il lato edonistico per valorizzarlo e adoperarlo nella propria proposta ristorativa in modo remunerativo.

Per i giornalisti
Infine, l’approfondimento organizzato in collaborazione con l’Ordine dei Giornalisti del Friuli Venezia Giulia. Partendo dal presupposto che l’olio extravergine d’oliva è uno dei prodotti agroalimentari italiani che sta acquisendo sempre maggiore riconoscibilità e gradimento all’estero, va conosciuto bene, scoperto, compreso per poter scriverne e parlarne con competenza e attendibilità. Per tale ragione lunedì 5 marzo, con inizio alle ore 10.15, nella sala Oceania della Stazione Marittima di Trieste, si svolgerà una mattinata di approfondimento su una tematica che è il linea con i temi ormai trattati quotidianamente dai media, ovvero quelli del mangiar sano, della cucina di qualità, delle eccellenze italiane che fanno grande il nostro Paese e la sua produzione agroalimentare. L’incontro offrirà uno spaccato sul tema affrontandolo da diverse prospettive.
L’oleologo e giornalista, Alberto Grimelli, delineerà un quadro aggiornato su consumi e produzione, a livello nazionale e internazionale, e chiarirà le differenze fra le diverse tipologie di olio. Alfonso Di leva, giornalista, sposterà il focus su come questo settore viene comunicato, con particolare attenzione alle “fake news nel frantoio”, tra deontologia e corretta informazione. L’incontro si concluderà con l’intervento dello chef Emanuele Scarello, che chiarirà in che modo gli extravergini d’olivo vadano abbinati a piatti diversi, mentre Marcello Scoccia, assaggiatore ONAOO, fornirà i rudimenti dell’assaggio.

Concorso Olio Capitale
Grandi novità per il Concorso Olio Capitale. Quest’anno i nomi dei vincitori verranno proclamati il primo giorno di fiera, sabato 3 marzo, e non nell’ambito della cerimonia conclusiva come è avvenuto fino ad ora. Una scelta nata per dare ancora maggior visibilità ai vincitori, offrendo la possibilità al pubblico di poter scoprire e assaggiare gli oli premiati anche nelle giornate di manifestazione, dal momento che i partecipanti al concorso possono essere anche espositori.

Ma come funziona il meccanismo di questo concorso ormai sempre più riconosciuto a livello internazionale? Dopo la preselezione dei campioni da parte di un panel professionale, gli oli vengono valutati da tre differenti giurie: una di assaggiatori professionisti, una costituita dai fruitori professionali del prodotto, ovvero cuochi e ristoratori, e una di consumatori.
Si e` voluto rappresentare cosi` uno spaccato del mercato dell’olio d’oliva, delle diverse sensibilità` e dei gusti di questi tre diversi fruitori del prodotto. Saranno, infatti, i loro tre punti di vista a concorrere a proclamare i vincitori delle tre categorie ammesse: fruttato leggero, medio, intenso.

Non solo, ciascuna giuria, che opererà` in modo del tutto trasparente durante la manifestazione, potrà` assegnare anche una menzione d’onore all’olio che l’ha maggiormente affascinata e colpita.
E tra le novità di questa edizione, anche la menzione speciale “Young” assegnata all’olio che ha ottenuto il punteggio più elevato, tra le Aziende partecipanti al concorso costituite ed in produzione nel corso degli ultimi cinque anni (2013-2017) e la menzione speciale “Crédit Agricole FriulAdria” per il miglior olio del Nord Est. Per effetto della partnership, i clienti della banca avranno diritto a uno sconto sul biglietto d’ingresso alla manifestazione.
Chiude il cerchio delle menzioni speciali, l’ormai consolidata Ex Albis Ulivis”, che verrà assegnato all’olio che ha ottenuto il punteggio più elevato fra le tre categorie.

Ed è proprio sul fronte della giuria popolare che interviene un’ulteriore bella novità di questa edizione. Grazie alla collaborazione con Despar, Olio Capitale ha vissuto un’anteprima “in trasferta” sabato 24 febbraio a Udine, nel supermercato Eurospar in Piazzale Rita Levi Montalcini, dove una giuria di clienti (preiscritti nei giorni scorsi sul sito http://www.despar.it), ha assaggiato alcuni degli oli in concorso, compilando poi una scheda di valutazione che contribuirà a identificare il miglior olio della campagna olearia 2017/2018.
Una festa dell’olio anche “fuori-salone”
Olio Capitale esce dai confini della Stazione Marittima di Trieste portando gli oli extra vergine e le iniziative di divulgazione anche nei ristoranti. Dopo il successo della prima edizione, torna “A cena con l’oleologo”, il ciclo di serate dedicate all’extra vergine realizzate in collaborazione con l’Associazione nazionale Città dell’Olio. Concluse le tappe di avvicinamento nei ristoranti di Portogruaro, Treviso e Pordenone, dal 26 febbraio al 6 marzo anche nei ristoranti di Trieste sono previsti aperitivi e menù a tema con i piatti della cucina locale esaltati dagli oli regionali protagonisti della Fiera. Quest’anno i ristoratori proporranno una carta degli oli illustrata dall’oleologo.

E nei negozi del centro di Trieste, si rinnova anche quest’anno l’iniziativa Olio Capitale Shopping, realizzata in collaborazione con Confcommercio Trieste. Oltre alla possibilità di ricevere biglietti ridotti per accedere alla manifestazione, i più fortunati, fino ad esaurimento scorte, riceveranno un golosissimo omaggio: una tavoletta di cioccolata all’olio extravergine d’oliva.

I ristoranti di Trieste in cui saranno serviti aperitivi e menù a tema dal 26 febbraio al 6 marzo:

Harry’s Grill 040 7600011 Piazza Unità d’Italia
Ai Fiori 040 300633 Piazza Attilio Hortis, 7
Pepenero Pepebianco 040 7600716 Via Rittmeyer, 14/a
Puro Ristoro 040 302787 Via Torino, 31
Antica Ghiacceretta 040 322 0307 Via dei Fornelli, 2
La bottega del Trimalcione 347 887 4242 via del Lazzaretto Vecchio 3
Bracerie Venete 040 765058 Via della Madonnina, 5
Hosteria Malcanton 040 2410719 Via Malcanton, 10
Chimera di Bacco 040 364023 Via del Pane, 2
Savron 040 225592 Via Elisa Baciocchi, 2/a

Olio Capitale & Dintorni

Comune di Trieste e Camera di Commercio Venezia Giulia fanno squadra per promuovere la città attraverso Olio Capitale, l’evento di inizio marzo che attira migliaia di visitatori nel capoluogo giuliano.
Olio Capitale, organizzato da Aries Camera di Commercio Venezia Giulia, dal 3 al 6 marzo 2018, spalancherà le porte dei Musei Comunali, offrendo a espositori e visitatori l’opportunità di esplorare gratuitamente o con biglietto di ingresso ridotto gli immensi patrimoni storici, artistici e naturalistici custoditi dal sistema museale triestino: dalla Galleria d’arte moderna del Revoltella, che attualmente presenta le mostre “Zoran Music occhi vetrificati” e “Il primo Novecento”, alle dimore storiche (Sartorio e Morpurgo), dal Castello di San Giusto (Armeria, Lapidario Tergestino e Alinari Image Museum) alle collezioni archeologiche del Museo di Storia ed Arte, dal Museo di guerra per la pace Diego de Henriquez al Museo di Storia Naturale, dal Museo del Mare, all’Aquario, al Museo d’Arte Orientale, alle raccolte teatrali e musicali dello Schmidl, dalla Risiera di San Sabba al Museo della Cultura Istriana Fiumana e Dalmata. Per accedere ai musei e poter fruire dell’opportunità sarà sufficiente presentare il biglietto di ingresso acquistato per visitare il salone degli oli extravergini di qualità Olio Capitale.
Nel contempo nell’Infopoint di piazza dell’Unità sarà possibile trovare informazioni e promozioni del salone che coinvolge centinaia di produttori italiani e internazionali.

ERSA a Olio Capitale
ERSA partecipa ad Olio Capitale edizione 2018 con quattro spazi e coinvolge quattro associazioni di produttori del territorio regionale. Il primo spazio è lo stand istituzionale dove Ersa cura la mostra degli oli extravergini da olive prodotti in FVG. In programma degustazioni – a titolo gratuito – di circa 20 campioni di olio.
Il secondo stand è riservato alla Dop Tergeste, che ospita 3 aziende (che fanno degustare e vendono olio), il terzo all’AIPO FVG, che sarà presente con 3 aziende produttrici. Infine lo stand dedicato alle Associazioni del Comune di Tarcento che è un’ area che ha risentito dell’annata difficile per la produzione di olio e A.FR.OL sarà presente con 3 aziende olivicole. Sul versante della produzione – fanno sapere dall’ERSA – mentre il 2016 è stato un’annata da incorniciare con 15-16.000 q di olive prodotte in regione, il 2017 è stata invece, un’annata difficile, con un significativo calo della produzione di olive nelle province di Gorizia, Udine, Pordenone e in generale, in tutta l’Italia del Nord. In Friuli Venezia Giulia si sono prodotti solo 10.000 q di olive di cui circa 8.000 solo nella sola provincia di Trieste.

PROGRAMMA

Sabato 3 marzo 2018

Ore 10.00 Apertura fiera con taglio del nastro
Sala Oceania AB
Ore 10.15 Saluti delle Autorità
Premiazione vincitori concorso Olio Capitale edizione 2018
Ore 10.30 – 12.00 Convegno “LA SCIENZA E IL VALORE DEL PAESAGGIO OLIVICOLO”
Apertura Lavori
Antonio PAOLETTI, Presidente Camera di Commercio Venezia Giulia
Saluti delle Autorità
Introduzione
Enrico LUPI, Presidente Associazione nazionale Città dell’Olio
I Sessione “L’impatto dei cambiamenti climatici sull’olivicoltura”
Relazione
I cambiamenti climatici e la produzione olivicola
Alessandra PESCE, Dirigente di Ricerca CREA Segreteria tecnica Vice
Ministro Olivero, MIPAAF
Interventi
Olivicoltura e cambiamenti climatici: esperienze a livello del 46° Parallelo
Nord”
Roberto ZAMPICCOLI, olivicoltore Arco (TN)
II Sessione “Il DNA delle cultivar dell’oliva”
Relazione
Il marchio “DNA controllato”: uno strumento a servizio della tracciabilità di
filiera
Pamela ABBRUSCATO, Responsabile della Piattaforma Genomica del PTP
Science Park
Tracciabilità geografica e varietale dell’olio extravergine di oliva e la questione
dell’utilizzo della tecnica analitica del DNA e di altre metodologie da parte di
un Organismo di controllo
Maria Grazia PIANGERELLI, Dirigente Ufficio PREF IV – Laboratorio
centrale di Roma presso ICQRF, MIPAAF
Interventi
DNA controllato cultivar Taggiasca
Simone ROSSI, olivicoltore Imperia (IM)
III Sessione “La valorizzazione del Paesaggio Olivicolo”
Relazione
Paesaggio e olivicoltura: riflessioni ed opportunità in vista della nuova PAC
Mauro AGNOLETTI, Coordinatore Gruppo Paesaggio MIPAAF Docente
Università Agraria di Firenze – Dipartimento di Gestione dei Sistemi
Agrari, Alimentari e Forestali
Interventi
Paesaggio rurale e olivicolo in Sardegna: esperienze e opportunità
Cristiano ERRIU, Assessore degli Enti Locali, Finanze e Urbanistica
Regione Sardegna
La Fascia Olivata Assisi-Spoleto
Bernardino SPERANDIO, Sindaco di Trevi (Pg), Coordinatore Fascia
Olivetata Assisi-Spoleto
Modera:
Carlo CAMBI, giornalista enogastronomico
Magazzino 42 – OIL ROOM
Ore 11.00 – 12.00 “La bellezza dell’olio”
A cura di Marilù Surico – Associazione Nazionale Donne dell’Olio
Ore 15.00 – 16.00 Sessione assaggi oli vincitori e menzioni d’onore del 12°
concorso Olio Capitale
Ore 17.00 – 18.00 ” EVO SOAP ”
A cura di Marilù Surico – Associazione Nazionale Donne dell’Olio
DEGUSTAZIONI GUIDATE
OIL BAR SALA NORDIO
10.00-19.00 Degustazioni Guidate di tutti gli oli presenti in fiera a cura di esperti
assaggiatori di O.L.E.A
Scuola di cucina 1° piano
Le dimostrazioni di cucina coinvolgeranno chef stellati, la Federazione Italiana Pubblici Esercizi
per scoprire i migliori abbinamenti tra oli e pietanze.
Modera: Giuseppe Cordioli, giornalista

Ore 11.00 – 12.15 Emanuele Scarello (2 stelle Michelin) ristorante “Agli amici”
(Godia – Udine) – ” La seta di cioccolato bianco con olio Evo. La zuppa di Olio”
Ore 12.30-14.00 Sapori del nostro Territorio a cura di Despar
Ore 14.30-15.50 Edoardo Iurkic – Eppinger – Cake con olio EVO Bianchera e
Ganasse al cioccololato con olio EVO (senza grassi animali e senza glutine)
Ore 16.00 – 17.30 Paolo Zoppolatti (1 stella Michelin) ristorante Al Giardinetto
(Cormòns) – “Broccoli aglio olio e peperoncino. Millefoglie all’olio con baccalà mantecato”
Ore 17.45 – 18.45 “Vita da blogger ai fornelli” con blogger Chiara Giglio (Voglia matta), Annalisa Sandri (Manca il sale) e Angela Maci (Storiebuone)
Associazione Nazionale Donne dell’Olio Stand H 5
Ore 11.00 – 12.00 Giochi all’olio d’oliva, destinati ai bambini
Ore 12.00 – 13.00 I percorsi del gusto. Assaggi alla cieca non solo d’olio, destinati ad adulti e bambini
Ore 16.00 – 19.00 Suggestioni d’autore. Aperitivi all’olio d’oliva
Ore 10.00 – 19.00 L’Olio in Mostra. Mostra dei disegni del Maestro Valerio Marini

Domenica 4 marzo 2018

CONVEGNI
Sala Oceania AB
Ore 10.15 – 12.30 Forum Cordons Bleus 2018 “5° FORUM DI FORMAZIONE Olio
EVO e Non Solo”
Indirizzo di saluto
G.Sedmak, T.Sarcina
L’Olivicoltura a Trieste
Elena Parovel
Olio EVO e Cucina Stellata
Piero Zanini
Olio EVO e Cioccolato
Olio EVO e Vini del Collio
Tavola Rotonda Moderatore T.Sarcina
Magazzino 42- OIL ROOM
Ore 11.00 -12.00 “La bellezza dell’olio. ”
A cura di Marilù Surico – Associazione Nazionale Donne dell’Olio
Ore 15.00 -16.00 L’assaggio dell’olio extravergine d’oliva. Tre Regioni a confronto
Calabria, Puglia, Sicilia
Ore 17.00 – 17.45 ” EVO SOAP”
A cura di Marilù Surico – Associazione Nazionale Donne dell’Olio
DEGUSTAZIONI GUIDATE
OIL BAR SALA NORDIO
10.00 -19.00 Degustazioni Guidate di tutti gli oli presenti in fiera a cura di esperti
assaggiatori di O.L.E.A
Scuola di cucina 1° piano
Le dimostrazioni di cucina coinvolgeranno chef stellati, la Federazione Italiana Pubblici Esercizi per scoprire i migliori abbinamenti tra oli e pietanze.
Ore 11.00 – 12.15 Fabrizio Nonis Il Beker – “Macarons di carne e olio. Sfilacci, pane e olio”
Ore 12.30 – 14.00 Sapori del nostro Territorio a cura di Despar
Ore 14.15 – 14.50 Barman Damiano Pellaschiar – Bar Urbanis – cocktail
“bruschetta in <B>” con olio EVO timbro istriano

Ore 14.50 – 15.00 Presentazione vincitore concorso “Le Teresiane”
Ore 15.00 – 15.45 Barman Matteo Pizzolini – Antico caffè Torinese – cocktail “Km Øil”
Ore 16.00 – 17.30 Sapori del nostro Territorio a cura di Despar
Associazione Nazionale Donne dell’Olio Stand H 5
Ore 11.00 – 14.00 Suggestioni d’autore. Aperitivi all’olio d’oliva
Ore 12.00 – 13.00 I percorsi del gusto. Assaggi alla cieca non solo d’olio, destinati ad adulti e bambini

Ore 14.00 – 15.00 Giochi all’olio d’oliva, destinati ai bambini
Ore 17.00 – 18.00 La grande tombola dell’olivo e dell’olio. Gioco e premi. A cura
dell’Associazione Nazionale Donne dell’Olio e di Dialoghi fluidi
Ore 10.00 – 19.00 L’Olio in Mostra. Mostra dei disegni del Maestro Valerio Marini

Lunedì 5 marzo 2018

CONVEGNI
Sala Oceania AB
Ore 10.00 – 11.50 Convegno “Fake news e cibo: il caso dell’olio Extra Vergine d’oliva”
Lo scenario di produzione e consumo a livello internazionale, per non
dare numeri a caso
Alberto Grimelli
Gli oli extra vergini di oliva non sono tutti uguali, come scoprire le
differenze
Alberto Grimelli
Le bufale nel frantoio, deontologia e informazione per creare valore
Alfonso Dileva, giornalista
Marcello Scoccia
Cenni di degustazione, degustazione guidata 4 oli (difetto, intensità
leggero, medio, intenso)
Assaggiatore ONAOO
Piatto che scegli, olio che trovi
Emanuele Scarello, Chef 2 stelle Michelin
Magazzino 42 – OIL ROOM
Ore 11.00 – 12.00 L’assaggio dell’olio extravergine d’oliva per operatori di settore
Ore 15.30 – 16.30 “Olio extravergine mai più un costo ma un ottimo guadagno” a cura di Piero Palanti
STAZIONI GUIDATE
OIL BAR SALA NORDIO
10.00-19.00 Degustazioni Guidate di tutti gli oli presenti in fiera a cura di esperti
assaggiatori di O.L.E.A
Scuola di cucina 1° piano
Le dimostrazioni di cucina coinvolgeranno chef stellati, la Federazione Italiana Pubblici Esercizi per scoprire i migliori abbinamenti tra oli e pietanze.
Ore 11.00 – 12.15 Pizza & Olio Tomas Kavcic (Prj Lojzetu Slovenia) “Omaggio a
Olio Capitale con pogaca. Monologo by Tomaz Kavcic con gin estratto dalle foglie di olivo.”
Ore 15.00 – 17.00 Olio senza confini
Gottfried Bachler (Ristorante Bachler Althofen, Austria)
“Salmerino con i gnocchi di formaggio fresco con evo. Agnello
& vitello servito con Knödel di patate e olio evo frutatto intenso”
Teo Fernitich (Ristorante Sanrocco di Verteneglio, Croazia)
“Coda de rospo e maionese leggera di olio d’oliva Istriano.
Crudo de canoce. Caramelle gommose – di olio d’oliva Istriano”
Lorenzo Cogo (Ristorante El Coq, Italia) “Pane e olio in dessert.
Spaghetto aglio e olio ( con nocciole e Sakè)”
Associazione Nazionale Donne dell’Olio Stand H 5
Ore 11.00 – 14.00 Suggestioni d’autore. Aperitivi all’olio d’oliva
Ore 12.00 – 13.00 I percorsi del gusto. Assaggi alla cieca non solo d’olio, destinati ad adulti e bambini
Ore 14.00 – 15.00 Giochi all’olio d’oliva, destinati ai bambini
Ore 17.00 – 18.00 La grande tombola dell’olivo e dell’olio. Gioco e premi. A cura
dell’Associazione Nazionale Donne dell’Olio e di Dialoghi fluidi
Ore 10.00 – 19.00 L’Olio in Mostra. Mostra dei disegni del Maestro Valerio Marini

Martedì 6 marzo 2018

DEGUSTAZIONI GUIDATE
OIL BAR SALA NORDIO
10.00-14.00 Degustazioni Guidate di tutti gli oli presenti in fiera a cura di esperti
assaggiatori di O.L.E.A
Scuola di cucina
Le dimostrazioni di cucina coinvolgeranno chef stellati, la Federazione Italiana Pubblici Esercizi per scoprire i migliori abbinamenti tra oli e pietanze.
10.30 – 12.00 Scuole di cucina: dimostrazioni menù completo scuole alberghiere
Istituto – AD FORMANDUM presenta:
“Lasagne all’olio di carciofi in polvere con liquirizia”
Docente Giulio Giaiotti
Scuola alberghiera Civiform
Scuola alberghiera IAL
Chef de Cuisine: Francesca Mattiroli
Barman: Mario Frausin
“Il passato guarda al futuro” – Gallina sott’olio e i suoi sottoaceti
“Piccolo compendio della dolcezza” – Crema alla nocciola mantecata all’olio d’oliva e grissini all’olio d’oliva
Cocktail “Olio, amore e…”

Per riservare il vostro posto alle degustazioni di Olio extra vergine e alle sessioni di Scuola di cucina è possibile effettuare le iscrizioni presso gli info point.

Per maggiori informazioni contattaci su: info@oliocapitale.it

* programma soggetto a possibili modifiche

 

 

 

 

Annunci

Trieste: arriva la prima edizione di TERGESTE – Gli Incanti del Gusto

di Eva Trinca

23379997_1565114070211921_3877228451650260025_n

Dal 24 al 27 Novembre 2017 al Salone degli Incanti ( ex Pescheria )

Si terrà dal 24 al 27 Novembre 2017 nella suggestiva cornice dell’ex Pescheria ora Salone degli Incanti la prima edizione della manifestazione “TERGESTE Gli Incanti del Gusto”, esposizione tematica dedicata prevalentemente ai prodotti ed ai sapori tipicamente triestini e del territorio limitrofo. Non mancheranno tuttavia le eccellenze nazionali.

L’evento è organizzato da Associazione Cuochi Trieste e Mainardi Food in collaborazione con il Comune di Trieste.

Il programma dettagliato ve lo sveleremo ovviamente post conferenza stampa ufficiale ma al momento possiamo dirvi che è veramente ricchissimo.

Qualche anticipazione però ve la vogliamo dare.

“TERGESTE Gli Incanti del Gusto” oltre agli stand espositivi proporrà show cooking e numerosissimi appuntamenti oltre ad un area ristorante aperta a pranzo nelle giornate di venerdì, sabato e domenica.

In concomitanza all’evento, nelle giornate del 24 e 27 novembre si terranno i due appuntamenti legati al Concorso Internazionale di Cucina “Città di Trieste” .

Venerdì 24 sarà dedicato al concorso per le Scuole Alberghiere e cuochi juniores mentre lunedì 27 si svolgerà la competizione destinata ai cuochi professionisti.

Molto importante lo spazio dedicato ai giovani che si apprestano a diventare gli chef di domani: agli studenti delle scuole alberghiere della Regione infatti è dedicato il concorso che si terrà nella prima giornata della manifestazione.

Fucina e terra natia per tanti pluripremiati chef a livello internazionale, nell’ultima giornata della manifestazione, Trieste ospiterà per la prima volta un concorso internazionale che vedrà l’attribuzione del trofeo “TERGESTE – Gli Incanti del Gusto” al miglior cuoco in gara mentre, come da tradizione, ritornerà anche quest’anno l’attesissima sfida locale a colpi di mestoli e padelle che regalerà la nomina di “Cuoco dell’Anno” al migliore chef di Trieste.
Per partecipare ai due concorsi è possibile consultare il regolamento e scaricare la scheda di iscrizione sul sito dell’Associazione Cuochi Trieste.

La manifestazione sarà aperta al pubblico dalle 09:00 alle 20:00. L’ingresso (3,00 euro) andrà devoluto in beneficenza.

 

 

BARCOLANA 2017: a ritmo di pizzica tornano a Trieste i sapori, i profumi ed i colori di Puglia

20161006_094622

di Eva Trinca

Rive di Trieste – Bacino San Giusto – dal 4 all’8 ottobre

In occasione della 49^ edizione della Barcolana, dopo il grande successo dell’anno scorso, ritorna a Trieste PIAZZA PUGLIA. Dal 4 all’8 ottobre infatti la Puglia con i suoi profumi, i suoi sapori, i suoi suoni e le sue tradizioni tornerà a Trieste ad incantare le centinaia di migliaia di appassionati dell’evento di mare più importante d’Europa attraverso cinque giorni di Show Cooking e degustazioni continue proposti da noti chef come Alessandro Circiello, volto noto di Rai 1, e Luca MARCHINI, Chef stellato Presidente dell’Associazione JRE Jeunes Restauraters (Associazione Giovani Ristoratori d’Europa).

Ma PIAZZA PUGLIA – dove a fare da padrone di casa ci sarà l’Assessore all’Agricoltura della Regione Puglia Leonardo Di Gioia – non sarà solo un punto di incontro per gli amanti di enogastronomia e pizzica: infatti molte saranno le tematiche affrontate durante le giornate a partire dall’incontro tra gli Assessori regionali all’Agricoltura provenienti dalle 20 Regioni d’Italia per passare alla presentazione del “Festival delle Diomedee – Gustare il Mediterraneo” dove per l’occasione interverranno il Sindaco e l’Amministrazione Comunale delle Isole Tremiti; dal tema della cucina basata sulla sana alimentazione magistralmente curato dallo Chef Alessandro Circiello in un incontro con le istituzioni del Triveneto si passa a quello degli agrumi a cura del Consorzio di Tutela dell’Arancia del Gargano e del Limone Femminello del Gargano, agrumi questi che con Trieste hanno un legame particolare. Infatti l’antica tradizione garganica dell’esportazione dei prodotti agricoli via mare a vela, proprio verso il porto di Trieste già porto dell’Impero Austroungarico, ha dato nel passato la possibilità al Gargano, grazie a generazioni di Rodiani che per decenni hanno praticato l’arte della marineria, di esportare per lungo tempo i frutti della propria agricoltura; e questa pratica è stata rievocata proprio in occasione di una Barcolana di qualche anno fa con la Veleggiata degli Agrumi, un evento  fortemente voluto da Alfredo Ricucci, presidente del Consorzio di Tutela, per ricordare la tradizione di famiglia.

Partner Ufficiali di PIAZZA PUGLIA – ALIMENTARSI DI PUGLIA sono la Regione Puglia con il Dipartimento Agricoltura Rurale e Ambiente e l’Agenzia “Puglia Promozione”, Isole Tremiti, Contratto di Rete ALIMENTARSI DI PUGLIA, Associazione JRE Jeunes Restauraters (Associazione Giovani Ristoratori d’Europa), Consorzio di Tutela dell’Arancia Garganica e del Limone Femminello, Istituto ENAIP Trieste e Puglia Club Trieste.

Fittissimo il programma degli appuntamenti di PIAZZA PUGLIA (in rosso i due eventi principali di Barcolana 49).

4 OTTOBRE

Ore 10:00 – 22:00 Degustazioni dirette al pubblico in postazione “PREMIUM” di PIAZZA PUGLIA
Ore 10:30 Esibizione inaugurale di Barcolana 49 con il passaggio della Pattuglia Acrobatica delle FRECCE TRICOLORI
Ore 11:00 Accoglienza degli equipaggi della Puglia in arrivo nel Bacino San Giusto – rive di Trieste

20161006_094803
Ore 11:00 Degustazioni di prodotti enogastronomici tipici della Puglia
Ore 13:00/15:00 Show Cooking a cura degli Chef Pietro Del Gaudio, Giuseppe Scarlato, Francesco Villani

Ore 15:00 PIAZZA PUGLIA ospita la Giunta Comunale di Trieste con lo Show Cooking del maestro chef Graziano Manzatto che dal 1998 ha iniziato la collaborazione con diversi istituti professionali sia statali che regionali e che dal 2014 è Presidente onorario dei cuochi del Veneto.
Ore 17:00 L’agroalimentare pugliese in mostra: degustazioni e presentazioni delle Eccellenze
Ore 19:00 L’Assessore all’Agricoltura della Regione Puglia Leonardo di Gioia saluta i visitatori della Barcolana presso lo stand PIAZZA PUGLIA
Ore 19:30 PIAZZA ITALIA ospita i pugliesi del mondo con l’Associazione Puglia Club di Trieste a ritmo di pizzica con degustazioni di prodotti tipici e Show cooking a cura degli Chef Pietro Del Gaudio, Giuseppe Scarlato, Francesco Villani

5 OTTOBRE

Ore 09:00 – 22:00 Degustazioni dirette al pubblico in postazione “PREMIUM” di PIAZZA PUGLIA
Ore 11:00 Accoglienza degli equipaggi in arrivo nel Bacino San Giusto – rive di Trieste
Ore 11:00 Degustazioni dei prodotti enogastronomici tipici della Puglia: “GLI AGRUMI” a cura del Consorzio di Tutela dell’Arancia del Gargano e del Limone Femminello del Gargano

20161007_100621
Ore 13:00 Show Cooking: Risotto “Viaggio al Sud” a cura dello Chef Stellato Luca MARCHINI, Presidente dell’Associazione JRE Jeunes Restauraters (Associazione Giovani Ristoratori d’Europa)
Ore 17:00 L’agroalimentare pugliese in mostra: degustazioni e presentazioni delle Eccellenze
Ore 19:00 L’Assessore all’Agricoltura della Regione Puglia, Leonardo di Gioia accoglie i 20 Pari delle 20 Regioni d’Italia
Ore 19:30 Show Cooking: “Crema pasticcera all’olio di oliva extravergine, lampascioni, ricotta ai capperi” a cura dello Chef Stellato Luca MARCHINI
Ore 20:00 serata a ritmo di pizzica

6 OTTOBRE

Ore 09:00 – 24:00 Degustazioni dirette al pubblico in postazione “PREMIUM” di PIAZZA PUGLIA
Ore 11:00 Accoglienza degli equipaggi in arrivo nel Bacino San Giusto – rive di Trieste
Ore 11:00 Degustazioni dei prodotti enogastronomici tipici della Puglia: “L’OLIO Elisir di lunga Vita” a cura delle Aziende facenti parte del CONTRATTO DI RETE ALIMENTARSI DI PUGLIA con la partecipazione dell’Assessore all’Agricoltura della Regione Puglia, Leonardo di Gioia

20161006_115627
Ore 13:00 Evento Special “Operator” – Incontro con le Istituzioni del Triveneto con lo Chef Alessandro Circiello. Esperto di cucina basata sulla sana alimentazione, da molti anni è impegnato in iniziative e campagne volte ad affermare il valore della salute a tavola. Opinion leader ed esperto di alimentazione “il futuro della cucina sarà sulle strategie nutrizionali funzionali su come agisce il cibo nel corpo umano ” è portavoce della figura del cuoco come promotore di salute. Volto noto dei programmi Rai, cura una rubrica all’interno del programma “Buongiorno Benessere” il sabato su Rai 1.
Ore 17:00 L’agroalimentare pugliese in mostra: degustazioni e presentazioni delle Eccellenze
Ore 19:00 “L’aperitivo Special” l’agroalimentare pugliese entra nel bar ed in barca
Ore 20:30 Evento Special “Operator” – Incontro con gli operatori della ristorazione del Triveneto, in PIAZZA PUGLIA, a cura dello Chef Alessandro Circiello
Ore 22:00 serata a ritmo di pizzica

7 OTTOBRE

Ore 09:00 – 24:00 Degustazioni dirette al pubblico in postazione “PREMIUM” di PIAZZA PUGLIA
Ore 11:00 Accoglienza degli equipaggi provenienti da tutto il mondo in arrivo nel Bacino San Giusto – rive di Trieste
Ore 11:00 Degustazioni dei prodotti enogastronomici tipici della Puglia a cura delle Aziende facenti parte del CONTRATTO DI RETE ALIMENTARSI DI PUGLIA
Ore 12:00 Conferenza Stampa del “Festival delle Diomedee – Gustare il Mediterraneo”; per l’occasione interverrà il Sindaco delle Isole Tremiti e la Sua Amministrazione
Ore 13:00 Evento Special “Operator” – Incontro con i giornalisti e la stampa accreditata in PIAZZA PUGLIA a cura dello Chef Alessandro Circiello
Ore 17:00 “L’aperitivo Social e Special” – l’agroalimentare pugliese entra nel bar ed in barca a cura dello Chef Alessandro CIRCIELLO

20161008_132330

Ore 18:00 In occasione della festa di San Francesco Caracciolo, Patrono dei Cuochi, PIAZZA PUGLIA ospita – sotto la direzione dello Chef Daniele Valmarin, proprietario del ristorante Hostaria Ai 3 Magnoni a Trieste – l’Associazione Cuochi Trieste presieduta dallo Chef Luca Gioiello, per presentare l’ormai abituale incontro con i cittadini, i turisti e con i partecipanti alla Barcolana dove sarà possibile degustare un piatto tipico del territorio che per quest’anno sposerà i sapori straordinari degli olii di Puglia.

Ore 19:00 L’agroalimentare pugliese in mostra: degustazioni e presentazioni delle Eccellenze
Ore 20:30 Evento Special “Operator”- Incontro con gli operatori della ristorazione del Triveneto in PIAZZA PUGLIA, a cura degli Chef Pietro Del Gaudio, Giuseppe Scarlato, Francesco Villani
Ore 21:00 Gli equipaggi in gara partecipano al concorso “indovina il vitigno e vinci la bottiglia”.

8 OTTOBRE

Ore 09:00 – 20:00 Degustazioni dirette al pubblico in postazione “PREMIUM” di PIAZZA PUGLIA

Ore 10:30 partenza della 49^ edizione della Barcolana
Ore 11:30 Degustazioni dei prodotti enogastronomici tipici della Puglia
Ore 13:00/15:00 Show Cooking a cura degli Chef Pietro Del Gaudio, Giuseppe Scarlato, Francesco Villani
Ore 17:00 L’agroalimentare pugliese in mostra: degustazioni e presentazioni delle Eccellenze
Ore 20:00 chiusura della manifestazione

BARCOLANA -1

b667048c-622a-418c-bb05-91a41c4058d0.jpg

Barcolana -1: al via domani, con il tradizionale alzabandiera delle 13 alla Società Velica di Barcola e Grignano, la 49.a edizione della Barcolana, che comincia con una festa marinara tra i soci della Svbg per poi proseguire lungo le Rive, con l’apertura del Villaggio, il tradizionale momento con l’annullo filatelico (ore 17 – Info Point) l’inaugurazione di Navigazioni (ore 18 – Salone degli Incanti), l’inaugurazione dello Stand della Guardia Costiera (19.30) e il Concerto di Apertura nel piazzale della Capitaneria di Porto (ore 20.30).

150 ORMEGGI IN PIU’ PER GLI EQUIPAGGI DA FUORI TRIESTE

Intanto arriva un’ottima notizia per gli armatori che provengono da fuori Trieste: grazie all’impegno degli organizzatori e delle Istituzioni, sono ben 150 i posti gratuiti in più a disposizione delle barche che provengono da altri compartimenti marittimi. Si tratta di ormeggi sicuri all’interno della darsena di Porto Lido, che sarà gestita per la Barcolana dalla Lega Navale, che vi ospiterà i numerosi equipaggi delle diverse sezioni LNI che arrivano per partecipare alla Barcolana e, il venerdì precedente, alla regata dedicata proprio alle barche affiliate alla Lega Navale Italiana.

“Avere posti barca in più – ha spiegato il presidente della Svbg, Mitja Gialuz – è un modo per accogliere meglio i nostri ospiti e dare loro la possibilità di partecipare all’evento tenendo la barca in sicurezza e vicino al centro di Trieste. Grazie alla Lega Navale di Trieste per aver accolto il nostro invito gestire temporaneamente gli ormeggi”.

AGGIORNAMENTO ISCRITTI

Quota 811 iscritti a questo pomeriggio alla Società Velica di Barcola e Grignano, mentre continuano le vincite alla Lotteria Nautica e la distribuzione di gadget e omaggi contenuti nelle sacche. Aspettando i “big” della vela, alla segreteria iscrizioni c’è grande gioia per l’arrivo di Igor Pivac, l’armatore della passera di Isola d’Istria “Lepa Vida”, che per la prima volta quest’anno non si è presentato all’appuntamento come primo iscritto alla Barcolana. Alla Svbg si sono subito preoccupati per la salute dell’anziano velista, ma Pivac, inossidabile come sempre, ha solo ritardato il suo arrivo perché abituato al tradizionale appuntamento di fine settembre con l’apertura iscrizioni, che quest’anno è stata anticipata di una settimana.

“Barcolana – ha detto Gialuz – è anche, e soprattutto questo: una segreteria iscrizioni composta da volontari che telefonano a casa agli iscritti storici, per verificare che sia tutto a posto: non sarebbe Barcolana senza Pivac, e senza la sua malvasia di casa, portata in dono alla Svbg. Anche se non è arrivato per primo in sede, anche quest’anno per lui suonerà la nostra campana, honoris causa!”.

CONCORSO ESTENERGY-HERA COMM PER GLI ISCRITTI RESIDENTI A TRIESTE

Continuano le iscrizioni degli armatori triestini che partecipano al concorso attivato da EstEnergy ed Hera Comm: chi si iscrive entro il 30 settembre partecipa infatti al concorso “Vinci l’energia del sole”, che mette in palio 15 pannelli solari da usare sulla propria barca. Un’esclusiva dedicata ai soli triestini, per premiare la loro partecipazione alla regata. Tutte le informazioni sul concorso sono presenti sul sito http://www.setiscrivihaigiavinto.it tra i Premi Speciali: per partecipare basta iscriversi in tempo!

BARCOLANA YOUNG, E BARCOLANA NUOTA:

SUPERATI GLI ISCRITTI DELL’EDIZIONE 2016

Sabato iniziano le regate collegate alla Barcolana e i numerosi eventi in mare: trend in crescita per Barcolana Young (Molo IV, 30 settembre – 1 ottobre) che a oggi conta già 316 iscritti, e per Barcolana Nuota Quiconviene.com, le cui iscrizioni sono aperte online sul sito http://www.barcolana.it: la “maratona del mare”, la gara di nuoto di mezzofondo in programma domenica 1 ottobre, infatti, vede già 120 appassionati al via.

BARCOLANA SU RAI DUE CON “SI VIAGGIARE”

La Barcolana sarà il tema di apertura della trasmissione televisiva del Tg2 “Si Viaggiare”: il contenitore turistico della seconda Rete Rai andrà in onda venerdì 29 settembre alle 13.40 circa su Rai 2. Lo speciale, curato dal giornalista Andrea Rinaldi, racconterà come è nata la regata più famosa al mondo, come si e’ evoluta e che cosa rappresenta per Trieste grazie alle interviste a Piero Napp, primo vincitore nel 1969, Furio Benussi vincitore dell’ultima edizione, Vincenzo Onorato armatore di Mascalzone Latino, Roberto Dipiazza Sindaco di Trieste e Mitja Gialuz, presidente della Società Velica di Barcola e Grignano.

BARCOLANA DI CARTA

Il Gruppo Feltrinelli e Barcolana annunciano gli autori che animeranno “Barcolana di Carta”: Cristina Battocletti, Alessandro Mari, Piergiorgio Odifreddi, Caterina Soffici saranno i protagonisti degli incontri nel Villaggio Barcolana, tutti in programma in una lunga maratona sabato 7 ottobre al Salone degli Incanti.

ORE 11 | MEMORIA E MARE: ALLA RISCOPERTA DELL’ARANDORA STAR
Caterina Soffici, con il romanzo “Nessuno può fermarmi”, illumina un episodio caduto nell’oblio: il naufragio dell’Arandora Star, carica di internati italiani e silurata dai tedeschi. Nella tragedia del 2 luglio 1940 annegano in 446, civili deportati dopo la dichiarazione di guerra di Mussolini all’Inghilterra, vittime innocenti del sospetto e della xenofobia. Attraverso il viaggio dei protagonisti, Bartolomeo e Florence, Soffici sottrae al silenzio le storie di quelle vite spezzate e ci consegna una narrazione di grande forza, popolare e civile.

ORE 12.30 | MATEMATICA E MARE
Accanto all’attività accademica, Piergiorgio Odifreddi è tra i principali divulgatori scientifici del nostro Paese. In occasione di Barcolana, porterà a Trieste la sua recente pubblicazione “Dalla Terra alle Lune” (Rizzoli): è il resoconto di un viaggio cosmico dalla Terra alla Luna e oltre, tra i pianeti e i satelliti del Sistema Solare, spaziando dalla mitologia alla fantascienza, dalla letteratura al cinema, e dalle primordiali idee della fisica antica alle sofisticate fotografie dell’astronomia moderna.

ORE 16 | SPORT E SCRITTURA. “CRONACA DI LEI” (Feltrinelli Editore)
E’ la nuova prova romanzesca di Alessandro Mari. Cronaca di lei è un libro che intreccia lo sport e la scrittura e racconta con commovente nettezza una storia spietata e poetica che riverbera le luci del ring, ma che di fatto si consuma nell’ombra poco oltre la scena. Una favola nera sulla lotta tra purezza e compromessi dell’anima.

ORE 17 | BAZLEN, INTELLETTUALE TRIESTINO
Giornalista, esperta di spettacolo e di letteratura slava, Cristina Battocletti approfondisce il rapporto tra Roberto “Bobi” Bazlen e Trieste, sua città natale, nel libro “Bobi Bazlen. L’ombra di Trieste” (La Nave di Teseo). Battocletti traccia un profilo di Bazlen che resta sospeso tra analisi storica e narrazione, mostrando al lettore le innumerevoli sfumature di un intellettuale inquieto e originalissimo.

WWF PER BARCOLANA

AVVISO AI NAVIGANTI : SALVARE IL MARE DALLA PLASTICA SI PUO’

Sabato, ore 10.30 presso il Salone degli Incanti, Trieste, il WWF presenterà il Report “Plastica: l’highlander del Mediterraneo” con i dati dell’inquinamento, i danni per l’ambiente e le specie marine insieme ad un Decalogo su come liberarci da questo inquinante e le richieste istituzionali. Verrà illustrato in anteprima anche il Progetto di imprenditoria giovanile “Ocean Clean Up” sviluppato con Impact Hub e Bulgari creato per promuovere start up con soluzioni innovative di riduzione della plastica marina e suo riutilizzo.
Verrà illustrato il Calendario di eventi del WWF per Barcolana che coinvolgeranno giovani e adulti.

Le più belle immagini del bomber della Triestina De Falco in mostra fino a fine estate a Trieste

“T&T un amore grande” la collezione privata delle foto di Franco De Falco, storico bomber della Triestina, tratte dal libro “Totò & Trieste, un amore grande” resterà in mostra per tutta l’estate al Bar Destino di Via Fabio Severo 49 a Trieste, dove si trova anche la sede del Triestina Club a lui dedicato.

Per informazioni: 328 0831957

 

Gustiamoci L’anatra all’arancia al Rossetti di Trieste fino a domenica

img-20161201-wa0003

(foto di Sabrina Catalan)

Giovedì 1, Venerdì 2 e Sabato 3 dicembre ore 20.30 – Domenica 4 dicembre ore 16.00

Proseguono con successo le repliche de “L’anatra all’arancia” di Williams Douglas Home splendidamente diretta ed interpretata da Luca Barbareschi affiancato da un cast di tutti primi nomi, quali Chiara Noschese, Ernesto Mahieux, Gianluca Gobbi e Margherita Laterza.
«L’anatra all’arancia è una bellissima storia universale di un uomo e di una donna dove il protagonista si inventa un modo per riconquistare la moglie che lo ha tradito e che amava, architettando un piano per dimostrarle che lui è il suo unico amore anche dopo 25 anni» racconta Luca Barbareschi, che ritorna ospite del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia dopo il grande successo ottenuto nel 2012 con Il discorso del re.


Uno spettacolo cult del teatro comico, titolo emblematico di quella drammaturgia che suscita comicità con classe e attraverso un uso sapiente e sottile della macchina teatrale.
Barbareschi ha studiato per la pièce una moderna edizione, impreziosita da un eccellente cast che riesce ad animare l’ingranaggio della commedia sostenendo il ritmo e la vorticosa energia della drammaturgia con la precisione di una partitura musicale.
«Questa commedia ha una profondità ed un’intelligenza straordinarie – spiega il regista – ha la stessa potenza di Chi ha paura di Virginia Woolf? ma, a differenza del testo di Albee, ha una struttura narrativa molto divertente, che aiuta a veicolare concetti profondi con la risata. Ho riadattato la scrittura usando due grandi scienze, la psicologia e l’antropologia, studiando atteggiamenti, movimenti e nevrosi che caratterizzano le nostre abitudini».
Gilberto e Lisa sono una coppia sposata da venticinque anni; più che dal logorio della routine, il loro ménage è messo in crisi dalla personalità di lui, egoista, egocentrico, incline al tradimento, vittima del proprio essere un clown che finisce per stancare chi gli sta intorno. Esasperata, Lisa si innamora di Volodia, tutto l’opposto del marito, un russo di animo nobile, un romantico sognatore che ha scelto di trascorrere la sua vita in Lucania. Punto sul vivo, Gilberto studia una strategia di contrattacco e organizza un week-end a quattro, in cui Lisa e il suo amante staranno insieme a lui e alla sua attraente segretaria, Chanel Pizziconi, un misto tra scemenza e genialità. Il tutto sotto gli occhi di un sempre più interdetto cameriere, un cechoviano personaggio che, come una sorta di fantasma, si aggira per la casa e si rivelerà il deus ex machina della storia.
L’imprevedibile piano di Gilberto, che al principio sembra sgangherato, è ricco di imprevisti e colpi di scena che si susseguono fino all’ultimo istante. Una vicenda leggera e piacevole che conquista lo spettatore con la simpatia dei personaggi, le soluzioni effervescenti e mai banali, i dialoghi gustosi e irresistibili ma mai privi di eleganza, e, naturalmente, l’interpretazione degli attori che in simili gioielli della concezione comica, trovano un banco di prova per nulla scontato.
«Ciò che muove il meccanismo di questa storia è l’incomprensione, l’egoismo, non la gelosia. Parliamo di una macchina perfetta, di dialoghi d’autore, in cui si scandagliano l’animo umano e le complesse dinamiche di coppia – prosegue Barbareschi. E aggiunge «l’happy ending arriva benefico dopo due ore di spettacolo durante le quali la psicologia maschile e quella femminile permettono al pubblico di identificarsi con i protagonisti. Una volta riconosciuti i propri errori e quelli del partner, Gilberto e Lisa affermano ‘noi due non sarà mai perfetto lo sai, ma sarà noi due’».
img-20161201-wa0004

La commedia, scritta nei primi anni Settanta, è opera dello scozzese Williams Douglas Home, poi adattata dal celebre autore teatrale francese Marc Gilbert Sauvajon. Del 1973 è un’edizione rimasta storica, diretta e interpretata da Alberto Lionello al cui fianco recitava Valeria Valeri. Celebre è anche la versione cinematografica che vantava l’interpretazione di Ugo Tognazzi e Monica Vitti, nei panni della coppia protagonista con la regia di Luciano Salce.
«Non ho voluto rifarmi ai vecchi modelli ma sicuramente mi ritrovo negli straordinari artisti che prima di me hanno affrontato questi ruoli, per tempi comici e per il sottile cinismo» dichiara ancora il regista. «Sono felice di mantenere la tradizione riprendendo un modello che è diventato un cult. Del resto la comicità è una medicina meravigliosa per elaborare il “dolore”».
In scena applaudiremo Luca Barbareschi nel ruolo di Gilberto Ferrari, Chiara Noschese nei panni di Lisa Ferrari. Ernesto Mahieux sarà Ernesto Russo, Gianluca Gobbi interpreterà Volodia Smirnov e Margherita Laterza sarà infine Chanel Pizziconi.
L’anatra all’arancia tratto dal testo The Secretary Bird di William Douglas Home andrà in scena nella versione francese di Marc Gilbert Sauvajon e nella traduzione di Luca Barbareschi che firma anche la regia.
Le scene sono di Tommaso Ferraresi, i costumi di Silvia Bisconti e le luci di Iuraj Saleri. Ha lavorato come Dramaturg Nicoletta Robello Bracciforti.
Lo spettacolo è prodotto dal Teatro Eliseo e dalla Fondazione Teatro della Toscana.
Per i posti ancora disponibili ci si può rivolgere presso tutti i punti vendita dello Stabile regionale, i consueti circuiti o accedere attraverso il sito http://www.ilrossetti.it alla vendita on line.

Ulteriori informazioni al tel 040-3593511.

Scrigno di emozioni: la Carnia scende a conquistare la Capitale

cop_carnia2-1

Roma – 6 dicembre 2016 ore 17.30 – 

L’impatto emozionale che la proiezione delle immagini della Carnia, magistralmente montate da Diana Crestan riuscirà a creare, saprà conquistare immediatamente la platea che – alla presenza dell’Onorevole Giorgio Zanin – parteciperà all’inaugurazione della mostra fotografica “Carnia, scrigno di emozioni” di Gabriele Bano e Paolo da Pozzo, presso la sede romana della Regione Friuli Venezia Giulia, in piazza Colonna 355.

La mostra, che sarà aperta al pubblico fino al 23 dicembre, è tratta dall’omonimo libro edito da Marson Editore dove Bano e Da Pozzo esaltano, attraverso i loro suggestivi scatti, le straordinarie bellezze naturali della Carnia, zona montana delle Alpi Orientali ricca di incantevoli angoli nascosti e di panorami mozzafiato.

Il libro, così come la mostra, vogliono riproporre le emozioni che – scatto dopo scatto – i due fotografi provano verso la propria terra d’origine, e da qui il titolo del libro.

A impreziosire il volume la prefazione di Dante Spinotti, di Tolmezzo direttore della fotografia di numerosi film di produzione italiana e hollywoodiana. Nominato due volte alla candidatura Oscar, ha al suo attivo più di una quarantina di film.