Le nozze di Figaro spostata dal Castello di Spessa al Teatro Comunale di Gradisca per ragioni di alta instabilità atmosferica

bbonnmookkianpoj[1].png

Cambio di programma per l’evento di punta dell’11^ edizione del “Piccolo Opera Festival FVG”, la ricca e inedita kermesse firmata dalla direzione artistica del baritono Gabriele Ribis.

L’atteso debutto domani, martedì 10, e la replica di giovedì 12 luglio, del capolavoro mozartiano “Le nozze di Figaro” (co-produzione con il Teatro Nazionale Croato di Fiume e la Fondazione Punto Arte di Amsterdam) viene spostata per ragioni di alta instabilità atmosferica dal Castello di Spessa al Teatro Comunale di Gradisca, sempre con inizio alle 20.00.

Protagonista nel ruolo di Figaro il basso pordenonese Abramo Rosalen che approda al festival dopo le recenti esibizioni al Teatro alla Scala di Milano. Una Contessa da non perdere sarà poi Diana Mian: nativa della provincia di Gorizia questa splendida soprano, che si è perfezionata nel repertorio cameristico con il Trio di Trieste, vanta un nutrito carnet di riconoscimenti internazionali e fa regolarmente parte di cast operistici nei principali Teatri italiani e mondiali. Un vero vanto per il Piccolo Opera Festival, praticamente l’unica manifestazione che la porta regolarmente sui palcoscenici regionali.

Da Amsterdam arrivano la regista Eva Buchmann e il direttore Jan Willem De Vriend (direttore principale della Het Residentie Orkest de L’Aia e Orquestra Simfonica de Barcelone i Nacional Catalunya). Dall’Olanda anche il Coro Cantiamore (25 elementi) diretto da Armanda Ten Brink. Il cast è formato da professionisti affermati, elementi dell’ensemble dell’opera di Fiume, ma anche da giovani emergenti visto che come sempre il Piccolo Opera Festival è attento a lanciare giovani nuovi artisti.

Per info e prenotazioni 366.4218001 e biglietteria@piccolofestival.org

Annunci

Associazione Tennis Opicina: 40 anni ma non li dimostra

ATO Direttivo e revisori.jpg

Venerdì 25 maggio 2018 alle ore 19.30 nella sede del Villaggio del Fanciullo a Trieste –
Si terrà Venerdì 25 maggio 2018 alle ore 19.30 nella sede del Villaggio del Fanciullo in Via di Conconello 16 ad Opicina, la Festa del Quarantennale ATO.

Il programma prevede:
Ore 19.30 – PREMIAZIONE dei vincitori Tornei sociali ATO
A seguire:

– Cena
– Celebrazione dei 40 anni di storia ATO

LA STORIA

L’Associazione Tennis Opicina A.T.O. è stata costituita il 30 aprile 1978 su iniziativa di tre amici – Silvio GERIN, Giampaolo VERZEGNASSI e Silvano ROJAZ.
All’interno del Villaggio del Fanciullo ad Opicina, negli anni 1950 gli americani avevano realizzato un campo da tennis, circondato dal verde di splendidi alberi.
Con il supporto delle relative famiglie ed altri volontari, i tre amici ripristinano il campo, non senza fatica ma in breve tempo, ed iniziano l’attività.
I soci fondatori sono 10, tra cui 3 donne. Quali colori sociali vengono scelti il bianco e il blu. Silvano Rojaz il primo presidente.
Il canone sociale fu fissato in 50.000 lire. Il costo della giocata 1.500 lire.
Già nel marzo del 1979 i soci presenti alla prima Assemblea sono 23 su 37 e si decide la costruzione del campo 2 e della relativa copertura pressostatica, completata nel 1980.
I soci sono circa 90, viene effettuata l’affiliazione alla FIT e si inizia una importante attività agonistica con atleti impegnati in tutte le categorie, dalla serie C alla coppa Italia, agli under maschili e femminili. Qui si fa già sentire la presenza come coordinatore e giocatore del giovanissimo maestro Giorgio OLIVO.
Ben presto il numero dei soci sale a 132 più 50 soci juniores.
Nell’estate del 1982 vengono costruiti i Campi 3 e 4 che saranno poi provvisti di copertura pressostatica.
La maggior dotazione di strutture consente di raggiungere nei due anni successivi il massimo storico di 210 Soci, anche grazie alla convenzione con giornalisti e dipendenti de “Il Piccolo”.
Le immissioni di nuovi soci vengono sospese e si formano liste d’attesa, nonostante un canone di 300.000 lire e la buona entrata di 600.000 lire.
Seguono anni di ottimi risultati sportivi in ambito regionale ottenuti da ATO con i suoi atleti, tanto da diventare una delle più forti e rispettate società, vincendo nel 1991 il prestigioso Trofeo BANCA del FRIULI destinato alla “società che ottiene il miglior punteggio nello svolgimento dei campionati regionali di tutte le categorie”.
Grande merito va al maestro Giorgio OLIVO che ha sempre seguito e preparato gli atleti soprattutto negli affollati corsi SAT da cui sono usciti ragazzi seguiti anche a livello nazionale.
Tra questi spicca Matteo VLACCI che si inserisce nei primissimi Under14 d’Italia, partecipa ad incontri a livello nazionale ed internazionale e nel 1993 viene convocato in nazionale per partecipare al campionato europeo U14 (WINTER CUP).
Convocati con Matteo Vlacci furono Luzzi e Potito Storace che sono saliti ai vertici delle classifiche mondiali.
Piccolo aneddoto a questo proposito: Matteo Vlacci con Luzzi se la giocava ma a Storace rifilava regolarmente un doppio 6/1.
L’anno dopo Matteo lascia ATO per tentare il giusto salto di qualità in una società più blasonata del nord Italia.
Nel 2002 cambia il Direttivo e con il nuovo presidente Alessandro CANDIANI ed il suo vice Dario FLABOREA si sente uno spirito diverso con l’arrivo di nuovi soci e con la splendida realtà della costruzione della copertura fissa dei campi 3 e 4 inaugurata nel dicembre 2007, che si aggiunge alla copertura fissa del campo 2 realizzata in precedenza.
Nonostante il raggiungimento di questo importante risultato e l’impegno profuso, dal 2012 il circolo perde progressivamente lo spirito di socialità che sempre l’aveva caratterizzato, diminuisce il numero dei soci che tocca il minimo di circa ottanta.
Anche la scuola tennis sente negativamente le conseguenze di tale momento.
La riduzione del numero di soci e dei partecipanti alla scuola tennis per giovani, portano il presidente Candiani e la maggioranza dei consiglieri a rassegnare le dimissioni, chiudendo il proprio lungo mandato.
Il numero di soci è sceso sotto i 90, il bilancio è fortemente debitorio e la scuola tennis praticamente azzerata. Elevato il credito vantato dal Villaggio nei confronti ATO.
Nel pieno di questa situazione, nella Assemblea dell’aprile 2016, viene eletto un nuovo Consiglio direttivo composto da soci affezionati, convinti della validità dell’ATO e della possibilità di un rilancio. Presidente viene nominato Ugo LUPATTELLI, con una lunga esperienza di conduzione di realtà significative cittadine (tra queste l’U.S. Santandrea e la Università della Terza Età).
CONSIGLIO DIRETTIVO
Presidente: ing. Ugo Lupattelli
Vice Presidente e Tesoriere rag. Walter Persi
Segretaria e Affari legali avv. Daniela Infantino
Direttore sportivo dott. Fulvio Gon
Responsabile sede p.i. Roberto Panarella
Sicurezza ing. Bruno Sassonia
Affari legali dott. Lino Schepis
COLLEGIO DEI REVISORI
Presidente rag. Giorgio Allegretto
Componenti sig. Tullio Cus
dott. Fulvio Daris
Il nuovo Direttivo opera con decisione conseguendo gli attesi obiettivi:
1. Scuola Tennis per i giovani. Viene ricostituita a tempo di record nel settembre 2016 dal maestro storico Giorgio OLIVO, che riparte con 30 allievi. Importante il generoso contributo concesso dalla Fondazione CRTs.
Nel settembre 2017 la Scuola tennis, diretta da Giorgio Olivo, si arricchisce di un nuovo gruppo di giovani che consente di creare anche la sezione agonistica affidata al maestro Samo BRADASCHJA.
2. Incremento soci. Il nuovo Direttivo riporta nel circolo un’atmosfera di allegra e cordiale frequentazione, confermata anche dalla partecipazione alle iniziative sociali.Il numero di soci torna a crescere superando subito il numero di 100. Attualmente il numero dei soci si attesta su 140, con l’ingresso di numerosi giovani che assicurano un importante ricambio.
3. Bilancio annuo e copertura debiti. Il direttivo opera sulla riduzione dei costi e l’incremento delle entrate, chiudendo il bilancio di competenza dell’anno 2016 in sostanziale pareggio, mentre il bilancio 2017 dà margini di utilità che consentono di corrispondere le ultime 2 rate del mutuo relative alla coperture. Contemporaneamente viene onorato gran parte dell’impegno debitorio verso l’Opera Villaggio del Fanciullo. Verrà azzerato all’inizio del 2018.
4. In occasione del 40° anniversario della nascita dell’ATO, finalmente si sta realizzando un vecchio grande sogno: la costruzione di nuovi locali destinati a spogliatoi e segreteria. Saranno pronti entro il mese di giugno.
ATO dimostra ancora una volta di aver saputo superare nella sua storia diverse difficoltà ma anche di aver colto tante soddisfazioni agonistiche e soprattutto tante storie di vera amicizia.
http://www.associazionetennisopicina.it

 

 

 

Sapori Pro Loco 2018: gli appuntamenti di domenica 20 maggio

32440631_1648051951938619_5283207140159258624_o

Domenica 20 maggio 2018 a Villa Manin di Passariano – 

Questo il programma completo di:

DOMENICA 20 MAGGIO

08:00
PIAZZA DEI DOGI
“En Plein Air in Villa”
Dall’alba al tramonto…Esposizione d’arte
A cura del Circolo Culturale Artistico Quadrivium di Codroipo

10:00
APERTURA STAND

10:00
SPAZIO INCONTRI
DIMOSTRAZIONE DELLA PRODUZIONE DI FORMAGGIO CON LA CREAZIONE DI UN MINI CASEIFICIO
A cura di ERSA FVG

10:30
PARCO DELLE RISORGIVE, CODROIPO
VISITA GUIDATA DEL PARCO DELLE RISRGIVE A CURA DEL CORPO FORESTALE DEL FVG, STAZIONE DI COSEANO.
Ritrovo presso il parcheggio adiacente il Campo Sportivo da Via delle Acacie e Via Gradiscje a Codroipo.
Gratuita. Gradita la prenotazione mail a info@prolocoregionefvg.org entro il 19 maggio.

11:00
SPAZIO INCONTRI
LE PRODUZIONI LATTIERO CASEARIE ESPRESSIONE DEL TERRITORIO DELLA REGIONE FVG: UN PERCORSO GUIDATO DI DEGUSTAZIONE PER CONOSCERLE E VALORIZZARLE
Iniziativa svolta nell’ambito dei progetti di cooperazione transfrontaliera MADE e TOP VALUE
A cura di ERSA FVG, Università degli Studi di Udine e Consorzio di Promozione Turistica del Tarvisiano, di Sella Nevea e del Passo Pramollo

15:00
NEI DINTORNI DI VILLA MANIN
GLESIUTIS. CHIESETTE CAMPESTRI DEL MEDIO FRIULI
Apertura straordinaria per la visita libera delle seguenti Glesiutis:
– Chiesetta San Giacomo Apostolo a Pozzecco di Bertiolo
– Chiesetta Santi Canzio, Canziano, Canzianilla e Proto a Gorizzo di Camino al Tagliamento
– Antica Pieve Matrice Santa Maria a Pieve di Rosa di Camino al Tagliamento
– Chiesetta Santa Cecilia a Rivolto di Codroipo
A cura di PIC – Progetto Integrato Cultura del Medio Friuli

17:30
SPAZIO INCONTRI
PRESENTAZIONE DEL MARCHIO DI QUALITÀ DELL’AGROALIMENTARE DEL FVG
A seguire show cooking con prodotti AQUA a cura di EMANUELE SCARELLO, unico Chef 2 stelle Michelin del FVG
A cura di ERSA FVG e in collaborazione con lo Chef Emanuele Scarello

20:30
AREA SPETTACOLI
Rhythm & Blues Band
Coinvolgente concerto finale con la band che ha il suo quartier generale a Cividale del Friuli ed è sulla cresta dell’onda da oltre trent’anni.
Un grande spettacolo per ripercorrere la storia del “Rhythm and Blues”, a partire dai repertori classici di Otis Redding, Wilson Pickett, Aretha Franklin, B.B. King, Sam & Dave fino alle sue evoluzioni con i Blues Brothers, Joe Cocker, Buddy Miles ricordando i film che hanno rilanciato il genere, “Blues Brothers” e “The Commitments”!

22:30
AREA SPETTACOLI
L’incendio di Villa Manin
Suggestivo spettacolo piromusicale
A cura di Stabilimento Pirotecnico Friulveneto

Sapori Pro Loco 2018: gli appuntamenti di sabato 19 maggio

31598591_1647341825342965_7475749530579763200_n

Sabato 19 maggio 2018 a Villa Manin di Passariano –

Prosegue a Villa Manin di Passariano la 17^ edizione di Sapori Pro Loco.

Questo il programma completo di:

SABATO 19 MAGGIO

10:00
APERTURA STAND
In diretta con Radio Onde Furlane: interviste e incontri per vivere on air Sapori Pro Loco 2018

11:00
SPAZIO INCONTRI
DEGUSTARE IL VINO – BREVE CORSO DI APPROCCIO AL VINO
A cura di ERSA FVG in collaborazione con Associazione Italiana Sommelier FVG (prenotazione presso Infopoint Area festeggiamenti)

15:30
SPAZIO INCONTRI
DEGUSTARE LE BIRRE ARTIGIANALI DEL FVG
A cura dell’Associazione Artigiani Birrari FVG (prenotazione presso Infopoint Area festeggiamenti)

17:30
SPAZIO INCONTRI
Presentazione dei libri:
IL NON PROFIT IN FRIULI, OGGI
Di Carlo Baldassi con focus sul non profit e sul volontariato in generale
SU LA TESTA. APPUNTI SUL FUTURO DEL FRIULI. E DEI FRIULANI
Diversi nomi del panorama culturale friulano offrono importanti spunti per una visione del futuro del Friuli Venezia Giulia
In collaborazione con il settimanale IL FRIULI

18:30
SPAZIO INCONTRI
Presentazione del Festival
CONOSCENZA IN FESTA – 4^ edizione
(Udine, 27-30 giugno 2018)
Un festival sul valore della ricerca, della conoscenza, della formazione superiore per l’innovazione
A cura dell’Università degli Studi di Udine in collaborazione con la Fondazione Friuli, il MIUR e la Conferenza dei Rettori delle Università Italiane

21:30
AREA SPETTACOLI
Doro Gjat – Data Evento
Ultima data di un minitour che vede l’artista friulano presentare il suo nuovo disco “Orizzonti verticali”… in esclusiva per Sapori Pro Loco!

Sapori Pro Loco 2018: gli appuntamenti di venerdì 18 maggio

32294698_1647802608630220_4960850014730452992_n

Venerdì 18 maggio 2018 a Villa Manin di Passariano –

Dopo il successo del primo fine settimana, prosegue a Villa Manin di Passariano la 17^ edizione di Sapori Pro Loco.

Questo il programma completo di:

VENERDÌ 18 MAGGIO

18:00
APERTURA STAND

18:00
PARCO DI VILLA MANIN
PASSEGGIATA CON GUIDA NATURALISTICA NEL SECOLARE PARCO DI VILLA MANIN
A cura di AIGAE – Associazione Italiana Guide Ambientali Escursionistiche FVG (appuntamento presso Infopoint Area festeggiamenti; partecipazione libera, prenotazione via mail a info@guidanaturalistica.it)

18:30
SPAZIO INCONTRI
DEGUSTARE LE BIRRE ARTIGIANALI DEL FVG
A cura dell’Associazione Artigiani Birrari FVG (prenotazione presso Infopoint Area festeggiamenti)

21:00
AREA FESTEGGIAMENTI
Sotto le Stelle di Villa Manin
Con il telescopio alla scoperta dei pianeti e dei satelliti… sopra Sapori Pro Loco
A cura di CAST – Circolo Astrofili di Talmassons (In caso di maltempo l’appuntamento è spostato a Sabato 19 maggio)

21:30
AREA SPETTACOLI
Radio Zastava
Musicisti con un corredo genetico italiano, friulano, sloveno, austriaco, serbobosniaco che coniugano la profonda conoscenza della musica dell’Est Europa con una diversità di background musicali, dal rock al punk, dallo swing alla libera improvvisazione, dal reggae alle più disparate pulsioni elettroniche In collaborazione con Radio Onde Furlane

Sapori Pro Loco 2018: gli appuntamenti di domenica 13 maggio

632 Sapori di Pro Loco 2016. -® Foto Petrussi

AREA FESTEGGIAMENTI
“Mercatino del Doge”
Dall’alba al tramonto… cose del passato nella cornice di Villa Manin
A cura di Pro Loco Passariano, Confcommercio Udine – Mandamento della Bassa Friulana, in collaborazione con FIVA e Consorzio Ambulanti FVG

08:00 PIAZZA DEI DOGI
“En Plein Air in Villa”
Dall’alba al tramonto…Esposizione d’arte
A cura del Circolo Culturale Artistico Quadrivium di Codroipo

10:00 APERTURA STAND

10:30 PARCO DELLE RISORGIVE, CODROIPO

VISITA GUIDATA A CURA DEL CORPO FORESTALE DEL FVG, STAZIONE DI COSEANO
Ritrovo presso il parcheggio adiacente il Campo Sportivo da Via delle Acacie e Via Gradiscje a Codroipo Gratuita su prenotazione mail a info@prolocoregionefvg.org entro il 12 maggio e fino a esaurimento posti disponibili

11:00 SPAZIO INCONTRI
“Inaugurazione della 17ª Edizione di Sapori Pro Loco”
Con il Gruppo Bandistico Armonie di Sedegliano diretto dal M° Fabrizio Fontanot e in collaborazione con ANBIMA FVG

14:30 SPAZIO INCONTRI
“Mani in Pasta – Laboratorio di Cucina per bambini”
A cura di Germano Pontoni “Ciccio Pasticcio”, Maestro di Cucina
Per bambini dai tre anni: prenotazione presso Infopoint Area festeggiamenti

15:00 BARCHESSA DI LEVANTE, AULA RIUNIONI

CONTECURTE DAY. CE VITIS!
Disfide leterarie di contis curtis ineditis nassudis dentre de ostarie virtual de Contecurte. Di dodis contis e resterà dome che une e al sarà il public a decidi il vincidor.
Leturis di Checo Tam, Margherita Cogoi, Michele Londero, Lussia di Uanis e intervents musicai di Rive no Tocje (Fabrizio Citossi e Franco Polentarutti)
A cura della Società Filologica Friulana e in diretta su Radio Onde Furlane

15:00 AREA SPETTACOLI E AREA FESTEGGIAMENTI
Trieste 800
Figuranti in abiti storici si esibiscono e coinvolgono il pubblico per giochi e balli d’epoca con esposizione di oggetti che nel 1800 venivano utilizzati in occasione di feste all’aria aperta
A cura di Associazione Trieste 800 in collaborazione con Emozioni d’Autore di Eva Trinca

15:00 SPAZIO INCONTRI

UN VIAGGIO IN CARNIA TRA SAPORI, PIANTE E FIORI
Conoscere e utilizzare le erbe spontanee in cucina
A cura di ERSA FVG e UTI della Carnia

18:30 SPAZIO INCONTRI

DEGUSTARE IL VINO – BREVE CORSO DI APPROCCIO AL VINO
A cura di ERSA FVG in collaborazione con Associazione Italiana Sommelier FVG

21:00 AREA SPETTACOLI
Udine Jazz Collective
“HOMENAGEM A ANTONIO CARLOS JOBIM”
L’Ensamble Jazz del Conservatorio “J. Tomadini” di Udine presenta un tributo al grande A.C. Jobim compositore brasiliano del 1900
A cura del M°Glauco Venier e del M°Alfonso Deidda

Premio Luchetta 2018: specchio del mondo

Venerdì 25 maggio 2018 al Politeama Rossetti di Trieste – 

PREMIO LUCHETTA SPECCHIO DEL MONDO: i reportage finalisti della 15^ edizione come un fedele sismografo del pianeta, dei suoi conflitti, degli tsunami epocali che travolgono anche e soprattutto l’infanzia, ad ogni latitudine.

 
Per la sezione TV NEWS in finale i servizi di Nico Piro -Tg3, di Andrea Rossini Oskari per Rai3 Est-Ovest e di Caroline Hawley, BBC News.

Nella sezione REPORTAGE sono in gara Gaia Mombelli – Sky Tg 24, Marco Fubini Italia1 e Floriana Bulfon, Rai1-TV7.

La terna finalista della STAMPA ITALIANA vede due giornaliste del Corriere della Sera, Marta Serafini e Alessandra Muglia, insieme a Carmelo Riccotti La Rocca de La Sicilia.

Per la STAMPA INTERNAZIONALE selezionati i reportage di Javier Espinosa – El Mundo Newspaper, Stephanie Hegarty BBC News online e Ruth Maclean – The Guardian.

Infine per la sezione FOTOGRAFIA, dedicata a Miran Hrovatin, in finale gli scatti di Marco Gualazzini per l’Espresso, Mohammed Badra The Guardian e Iker Pastor, l’Obs.

Le premiazioni venerdì 25 maggio, nella serata “I nostri Angeli” al Politeama Rossetti di Trieste, in onda su Rai1.

* * *

Bambini siriani “figli” della guerra civile, piccoli soldati dello stato islamico addestrati a dare la morte, giovani generazioni Rohingya costrette a un esodo straziante verso il Bangladesh, adolescenti emarginati in esistenze homeless nelle periferie del mondo: l’infanzia violata è come un fiume in piena e si riflette nei reportage finalisti del premio Luchetta 2018, oltre un centinaio arrivati dalle testate di tutta Europa.

 

Anche quest’anno sono cinque le categorie in gara: le terne finaliste sono state presentate oggi, sabato 21 aprile, nell’ambito di Link 2018, il festival del buon giornalismo del Premio Luchetta in programma a Trieste fino a domenica 22 aprile.

 

Per le Tg News si contenderanno il Premio Luchetta 2018 i tre servizi di Nico Piro -Tg3 sugli orrori contro i Rohingya, di Andrea Rossini Oskari per Rai3 Est-Ovest sugli “orfani” della pace arrivati in Italia da Sarajevo e di Caroline Hawley, che su BBC News ha raccontato la storia delle gemelle siriane ustionate da una bomba caduta proprio sopra il tetto della loro casa.

 

Nella sezione reportage, che include lavori documentari fino a 80 minuti, sono in finale Gaia Mombelli di Sky Tg 24, che ha ripercorso l’odissea di tre giovani nigeriane approdate nell’agognata Italia, per ritrovarsi ogni sera sul marciapiede; di Marco Fubini che per Italia1 ha filmato bambini e giovani nella zona dello stadio di Bari, disposti ogni giorno a prostituirsi per pochi soldi. E di Floriana Bulfon che per Rai1 – TV7 ha raccontato “La storia di A”: migranti e adolescenti italiani integrati nella disperazione, ragazzi in fuga da famiglie che non ci sono, centri che dovrebbero accoglierli e li considerano come cambiali da riscuotere.

 
Per la stampa italiana la terna è composta da due reportage pubblicati dal Corriere della Sera: Marta Serafini è entrata nel carcere di Erbil quando Mosul non era ancora stata strappata al controllo dell’Isis, intervistando detenuti minorenni per lanciare un allarme sulla questione dei giovani radicalizzati dall’Isis. E Alessandra Muglia ha conversato con le maestre del campo profughi di Palabek, in Uganda, dove l’emergenza migranti porta lavoro ma anche sviluppo e speranza. Terzo finalista il reportage di Carmelo Riccotti La Rocca pubblicato dal quotidiano La Sicilia ci sono invece i “figli del caporalato”, migliaia di bambini invisibili ammassati nella fascia trasformata del ragusano.

 
Tre grandi testate sono in gara per la stampa internazionale al Premio Luchetta 2018: Javier Espinosa ha testimoniato per El Mundo Newspaper l’esperienza traumatica vissuta da migliaia di orfani e bambini Rohingya non accompagnati: dalla Birmania hanno raggiunto il Bangladesh, molti sopravvivendo a terribili massacri; Stephanie Hegarty su BBC News online ha cercato un modo originale per documentare l’aumento delle donne suicida in Nigeria: così è nata la graphic novel digitale che racconta la storia di Falmata e di come sia sopravvissuta; e ancora dalla Nigeria Ruth Maclean ha raccontato per The Guardian l’agghiacciante destino di molti bambini nigeriani, nei territori di Boko Haram: giovani donne e bambini di appena 5 anni obbligati a trasformarsi in bombe umane.

 

Per la sezione fotografia dedicata a Miran Hrovatin sono in gara gli scatti di Marco Gualazzini per L’Espresso, che ha ritratto la tredicenne Ombeni Lubungo, vittima di uno stupro che le ha fatto partorire 2 gemelli; di Mohammed Badra che su The Guardian testimonia l’impotenza delle Nazioni Unite contro l’inferno della terra siriana, dove Mosca ha imposto 5 ore al giorno di cessate il fuoco; di Iker Pastor, che per l’Obs ha fotografato gli ultimi Rohingya in fuga verso il Bangladesh nell’ottobre 2017.

Il Premio Giornalistico Internazionale Marco Luchetta 2018 è promosso dalla Fondazione Luchetta Ota D’Angelo Hrovatin con la Rai ed è organizzato da Prandicom.

Culminerà, venerdì 25 maggio al Politeama Rossetti di Trieste, nella Serata speciale “I Nostri Angeli”, ripresa e trasmessa da Rai1, con la premiazione dei vincitori.

Info http://www.premioluchetta.it http://www.fondazioneluchetta.org