Calcutta al Festival di Majano

Foto1-e1552385765408

Venerdì 26 luglio ore 21.30 – Majano – Area Concerti Festival

Grande attesa per il concerto di Calcutta a Majano.

Dopo il tour da tutto esaurito nei palazzetti, Calcutta torna live!
Calcutta, capace di marcare una linea di confine nel modo di intendere la musica indipendente partendo da outsider, da artista di culto, con un percorso fuori dagli schemi canonici del music business, ha attirato verso di sé una curiosità sempre crescente, grazie anche alle melodie contagiose delle sue canzoni.

Il fenomeno delle hit “Pesto”, “Oroscopo” e “Paracetamolo” sarà in concerto al Festival di Majano venerdì 26 luglio. Il Festival di Majano, la storica rassegna musicale, enogastronomica e culturale che ogni anno attira nella cittadina collinare del Friuli migliaia di visitatori, giunge quest’anno alla sua 59° edizione.

Alle 18.30 aprirà la biglietteria e alle 19.30 le porte di accesso all’area concerti.
Alle 21.00: Support Act Giorgio Poi e poi finalmente CALCUTTA live!

Azalea (e noi con loro…) suggeriscono dove mangiare e dove dormire:
Hotel Relais Picaron a San Daniele del Friuli
Hotel Ai Gelsi a Codroipo

Mentre per una cena gustosa non resterete delusi da Flame’n Co brasserie e steakhouse a San Daniele del Friuli e Codroipo.

Info su http://www.azalea.it

Annunci

A Grado è di moda il Fish nic !

Grado, 30 giugno –  4 agosto – 8 settembre 2019

thumbnail_FishNic2

A Grado, l’Isola del Sole, dopo il successo della scorsa stagione, a grande richiesta ritornano gli appuntamenti gourmet con il Fish nic, i pic nic in laguna che consentono di gustare piatti raffinati e prodotti tipici del territorio del Friuli VG (vini,olio, pesce, prodotti da forno) in una location spettacolare: l’isola Valle del Moro, una ex valle da pesca.

Le valli da pesca sono aree di laguna delimitate da argini o recinzioni dove si pratica la “vallicoltura”, una tipologia di itticoltura (allevamento del pesce) estensiva.

Le valli, le cui dimensioni possono variare notevolmente da poche decine di ettari sino a oltre un migliaio, nonostante siano di fatto un ambiente artificiale, sono fondamentali nel preservare il delicato ecosistema lagunare.

Per tale motivo il Consorzio GradoTurismo ha pensato di valorizzare questo straordinario patrimonio naturalistico-culturale (si tratta infatti di una pratica assai antica, ricordata già in documenti dell’XI secolo) organizzando un piacevole momento di convivialità, che coniuga l’aspetto legato alle tradizioni con quello enogastronomico.

A far conoscere i prodotti tipici del territorio ci penseranno i resident chef che, in diverse postazioni sull’isola, prepareranno gustosi e raffinati piatti e coinvolgeranno i partecipanti in un piacevole show cooking.

thumbnail_FishNic1

All’ora del pranzo, dopo il drink di benvenuto, all’ombra degli alberi, viene sistemato tutto ciò che serve a godersi in serenità il pic nic (coperte, posate, bicchieri, tovaglie, cuscini).

A quel punto, ogni partecipante riceve il proprio cestino con le pietanze preparate dagli chef in diversi punti dell’isola, con due postazioni di salato, una con le bevande e una con prodotti dolci. I cibi saranno abbinati a vini Doc friulani.

Durante il Fish nic sarà possibile degustare anche il Santonego®, il tipico liquore gradese a base di un mix di erbe di laguna, tra cui spicca l’assenzio marino. Terminato il pranzo, ci si può rilassare, chiacchierare, giocare o passeggiare.

Per l’appuntamento di giugno, gli chef proporranno un menù a base di pesce, con un occhio attento anche alla preparazione digustosi piatti vegetariani.

La prenotazione è obbligatoria, fino all’esaurimento dei posti disponibili.

Il costo, omnicomprensivo, è fissato in 80 € per gli adulti e 30 € per i bambini.

Il ritrovo dei partecipanti è previsto per domenica 30 giugno al porto Mandracchio, alle ore 10.30, per imbarcarsi a bordo dei taxi boat e raggiungere l’isola. Rientro previsto per le ore 16.15.

Altri due appuntamenti con il Fish nic sono in programma per domenica 4 agosto e domenica 9 settembre.

 

Informazioni e prenotazioni

Consorzio Grado Turismo – Tel. 0431 80383

http://www.grado.it/eventi- experience@grado.it

http://www.grado.itinfo@gradoturismo.org

 

Incontro aperto a Palazzo Gopcevich: il bene diffuso del no profit

Giovedì 6 giugno 2019 ore 11.00 a Trieste – Palazzo Gopcevich – 

Incontro aperto alla comunità

Qual è il bene diffuso generato dal non profit, come la visione e l’operato del Terzo Settore è capace di generare relazioni di fiducia e valore a beneficio di tutta una comunità e alla base di una società sana, coesa e solidale? Sarà questo il cuore dell’incontro a ingresso libero che si terrà a Trieste, giovedì 6 giugno alle ore 11.00 nella sala conferenze di Palazzo Gopcevich (via Rossini 4) dal titolo “Il bene diffuso del Non Profit: generare reti di fiducia e valore per la comunità. Il caso di A.B.C.”

Un incontro al quale è invitata a prendere parte tutta la cittadinanza per riflettere insieme su questi temi. In particolare si prenderà in considerazione il caso di A.B.C. Associazione per i Bambini Chirurgici del Burlo onlus, organizzazione che da 14 anni è il punto di riferimento per i bambini ricoverati nella chirurgica dell’ospedale Burlo Garofolo e per le loro famiglie, che darà voce a beneficiari, donatori, volontari, istituzioni per raccontare il proprio impatto nella comunità e il suo modello di azione.

Tra il ricco panel di relatori Carlo Grilli, Assessore ai Servizi e Politiche Sociali Comune di Trieste con il quale si discuterà di welfare partecipato, ovvero come l’azione del pubblico ormai si interfaccia con quella dei privati, Roberto Ferri, vicepresidente del Centro Servizi Volontariato del Fvg al quale sarà affidato il compito di condividere il valore della rete tra associazioni del Terzo settore, Francesca Tosolini, Commissario Straordinario del Burlo Garofolo con la quale ci si confronterà sull’impatto dell’azione di A.B.C. sull’identità, sul percepito dell’Istituto e sul miglioramento del percorso di cura dei piccoli pazienti. Stefano Uliana, Amministratore delegato di Calligaris Spa e Tiziana Benussi, Presidente della Fondazione CRTrieste porteranno la voce dei donatori, coloro i quali rendono possibile tutte queste attività.

Previsti inoltre gli interventi di Chiara De Vita, Università di Trieste che illustrerà i risultati di una ricerca condotta in seno ad un dottorato sulla valutazione dell’impatto sociale di A.B.C. e sugli effetti positivi per lo sviluppo cognitivo dei bambini, Chiara Marzona, uno dei tanti genitori che hanno beneficiato dell’intervento dell’associazione, Fulio Felice Bragoni, Presidente Solidarietà Trieste, Sandra Pellizzoni, volontaria A.B.C. Chiude l’incontro Jurgen Schleef, Direttore Dipartimento di Chirurgica del Burlo che ha seguito fin dalla sua nascita A.B.C.

Modera Giusy Battain, Direttrice A.B.C. Associazione per i Bambini Chirurgici del Burlo onlus.

Tantissime novità all’Aquapark Istralandia che riapre il 1° giugno

thumbnail_image001

Il primo parco acquatico in Croazia – al 2° posto tra i migliori parchi acquatici d’Europa e 6° nella categoria dei migliori parchi acquatici nel mondo secondo TripAdvisor – è pronto a offrire al pubblico nuovi e indimenticabili momenti ricchi di divertimento, svago ed emozione. Al ricco Palmares si aggiungono ora la „Stella europea“ della rivista specializzata KIRMES Park Magazine, il 5° posto tra i migliori parchi acquatici europei e il 4° per il miglior scivolo per famiglie con lo “Sea Hole” all’Euro Attractions Show (EAS 2018) di Amsterdam.

Apertura stagionale il 1° giugno 2019 con molti nuovi contenuti: lo scivolo “Space Combo” da 180 metri per un’avventura spaziale con speciali effetti visivi; la “Family Pool”, piscina con tecnologia innovativa per idromassaggi e la struttura di ristorazione „Fish & More“ con una varietà di prelibatezze di pesce.

Il 1° giugno prenderà il via una nuova stagione di divertimento, svago ed emozione ne „l’acqua più divertente in Istria“. Anche quest’anno Istralandia ha in serbo molte novità e sorprese per i suoi visitatori. Il magico mondo acquatico, progettato per offrire giornate piene di felicità ed emozioni, si trova nell’entroterra boscoso di Cittanova, in Istria, a pochissimi chilometri dal confine italiano comodamente raggiungibile dalla Y Istriana, e si sviluppa su una superficie di 81.000 metri quadrati.

Nel 2017, il pluripremiato Aquapark Istralandia secondo Tripadvisor si è posizionato al 2° posto tra i migliori parchi acquatici d’Europa e si è classificato addirittura al 6° posto nella categoria dei migliori parchi acquatici nel mondo, rendendo così l’Istria una destinazione molto interessante sia per ibambini che per gli adulti.

Oltre ai suddetti riconoscimenti, è fresca la notizia di un ulteriore premio prestigiosissimo, la „Stella europea“, vale a dire il premio europeo più importante che viene assegnato per le migliori prestazioni nel settore dell’intrattenimento, attribuitogli dalla rivista specializzata nei parchi di divertimento, il KIRMES Park Magazine. In più, Istralandia ha ottenuto il 5 ° posto tra i migliori parchi acquatici europei e il 4 ° per il miglior scivolo per famiglie con lo “Sea Hole” all’Euro Attractions Show (EAS 2018) di Amsterdam.

Tali riconoscimenti rendono i gestori del parco acquatico Istralandia estremamente orgogliosi e sono la prova tangibile del successo e dell’attenzione riservata da sempre alle innovazioni.

Immergersi in questo affascinante mondo acquatico – con una superficie di 6.000 metri quadri di superficie d’acqua, oltre 2 km. di tubi e 22 attrazioni – rappresenta un mix perfetto di piacere, relax e divertimento.

Grazie anche a molti allettanti scivoli, una piscina a onde di 2.500 metri quadri e una rilassante vasca idromassaggio di 900, ogni istante trascorso a Istralandia diventa un’esperienza unica.

Una particolare attenzione viene rivolta da sempre ai più piccoli: per loro è stato allestito un angolo paradisiaco: una piscina per bambini di 1.000 metri quadri con un castello d’acqua, una nave pirata e numerosi scivoli che faranno la felicità di ogni bimbo.

Ma il divertimento non finisce qui.

Un affiatato team di animazione è pronto a rendere il soggiorno nel parco acquatico istriano ancora più interessante e divertente: è presente infatti una grande varietà di sale giochi, tornei sportivi, gare, carnevali per bambini, clown e bande di ottoni, mentre tra i programmi più divertenti si possono includere attività come zumba, acqua-aerobic e schiuma party.

Un altro tradizionale e atteso evento organizzato presso l’Aquapark Istralandia è il noto “Run & Slide” che quest’anno festeggia il suo quinto anniversario e si terrà il 22 giugno.

La “Run & Slide” non è una classica gara, ma un’inusuale combinazione di corsa e discesa  lungo l’allettante scivolo multipista, il „ Crazy Hills“.

Sono benvenuti alla gara più insolita e divertente che mai corridori professionisti, dilettanti e tutti coloro i quali siano alla ricerca di emozioni e divertimento.

Per ricaricare le batterie con una breve pausa, a disposizione dei visitatori ci sono numerosi servizi di ristorazione che offrono pasti sani a base di pesce, pasta, specialità alla griglia, insalate e frutta, gelati, bevande rinfrescanti, granite e tutti i tipi di dessert.

Istralandia, conosciuta non a caso come „l’acqua più divertente in Istria“, anche per questa stagione ha preparato molti nuovi contenuti, i più importanti dei quali sono:

  • “Space Combo”- lo scivolo più lungo del parco, con i suoi 180 metri, offre un’avventura spaziale estremamente dinamica con speciali effetti visivi a tema, attraverso tubi aperti e chiusi e navicelle spaziali.
  • “Family Pool”- piscina con un’innovativa tecnologia per idromassaggi e 4 vasche che permette ai genitori di godere di un’atmosfera rilassante e allo stesso tempo di tenere d’occhio i bambini che giocano nelle vicine „Spray Kids Arena“ e „Kids Jumping Pool“. Piscina dal design particolare in vetro trasparente, rappresenta un angolo imperdibile per una perfetta foto di famiglia, da ricordare nel tempo.
  • „Fish & More“ – nuova struttura di ristorazione che arricchisce ulteriormente l’abbondante offerta gastronomica che si può trovare a Istralandia. Da oggi sarà possibile godere una varietà di gusti basati principalmente su prelibatezze di pesce.

Istralandia ha deciso inoltre di fare uno speciale regalo di compleanno: chi decidesse di far visita al parco acquatico il giorno del proprio compleanno potrà accedere gratuitamente e, come vantaggio aggiuntivo, verrà offerto il programma fedeltà “Fidelity Istralandia” che, con l’acquisto di 2 biglietti, permette di visitare il parco acquatico 3 volte.

Il programma fedeltà è nominale, non si può cedere a terzi ed è valido per tutta la stagione.

L’Aquapark Istralandia  anche amico degli animali e consente ai visitatori di lasciare in custodia i propri animali domestici, negli appositi box.

Il servizio è a pagamento e il box va prenotato in anticipo.

Poichè la valuta ufficiale croata è la kuna (HRK), sono a disposizione degli uffici di cambio valuta e due bancomat.

La sicurezza per il parco acquatico è importantissima e il personale di pronto soccorso, professionale e qualificato è sempre a disposizione dei visitatori.

All’interno di Istralandia è presente anche un piccolo negozio dove poter acquistare dei souvenir di una giornata indimenticabile o anche afrontare piccole necessità, trovando qualcosa che si fosse eventualmente dimenticato di prendere.

L’orario di apertura dell’Aquapark Istralandia è dalle 10:00 alle 18:00.

Il biglietto d’ingresso comprende il parcheggio, tutti i programmi di animazione e l’utilizzo di tutte le attrazioni e delle piscine.

Inoltre sono a disposizione (a pagamento) sedie a sdraio e ombrelloni, nonché armadietti per custodire oggetti personali.

E chi fosse stanco del sole, potrà trovare riparo all’ombra dei pini, in una vasta area verde a disposizione del pubblico.

Per ulteriori informazioni, è possibile visitare il sito web http://www.istralandia.hr, la pagina Facebook Aquapark Istralandia oppure contattare telefonicamente il Parco al  +385 (0)52 866 900 o via e-mail scrivendo a: info@istralandia.com

Un’estate rinfrescante per tutta la famiglia o per trascorrere del tempo in buona compagnia, in  una dimensione d’intrattenimento tutta nuova scoprendo perchè l’acqua più divertente in Istria è proprio all’Aquapark Istralandia.

 

Tre giorni di grande pugilato ad ingresso gratuito a Trieste

Mail17Tx000501

“La grande boxe torna nel capoluogo regionale e offre al Friuli Venezia Giulia una vetrina importante per le proprie eccellenze. Un risultato ottenuto grazie all’impegno del
Club Sportivo Trieste Pugilato con il supporto della Regione, che dimostra ancora una volta l’importante ruolo svolto dalle associazioni e dai volontari che ne fanno parte a favore del territorio”.

Lo ha detto il governatore del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, alla presentazione del Dual match Italia-India di Boxe olimpica-Elite maschile, che da oggi a
domenica vedrà affrontarsi sul ring allestito al palasport Giorgio Calza di Trieste i campioni delle nazionali italiana e indiana di pugilato.

L’evento, ad ingresso gratuito, è fondamentale per determinare i componenti della selezione azzurra che difenderanno il Tricolore in occasione dei Giochi del Mediterraneo e, quindi, anche dei Campionati Europei e Mondiali in attesa dei Giochi olimpici di Tokyo 2020.

Fedriga, ringraziando tutti gli sportivi partecipanti, ha spiegato che “da un lato è un’occasione per rinnovare il forte legame tra Trieste e il pugilato internazionale di alto livello, offrendo anche l’opportunità di far conoscere la città e la regione agli atleti partecipanti, dall’altro ricorda la grande valenza sociale dello sport, che offre ai giovani la possibilità di crescere, incontrarsi, confrontarsi e creare relazioni basate su modelli positivi e non fondati sul mero individualismo”.

La manifestazione prenderà il via questa sera alle 20 con il confronto di andata tra gli atleti di Italia e India, mentre domani (venerdì 31 maggio) dalle 16 saranno protagonisti i
migliori talenti del Club Sportivo Trieste Pugilato, che parteciperanno ad un confronto a squadre contro una rappresentativa del Friuli Venezia Giulia alla quale aderiscono anche pugili delle altre società triestine.

Sabato primo giugno si terrà la seconda fase del dual match (con inizio alle 20 e ingresso gratuito), al termine della quale si terranno le premiazioni dell’evento, al quale parteciperanno tra gli altri anche Clemente Russo (due argenti olimpici a Pechino 2008 e
Londra 2012, campione iridato dilettanti a Chicago 2007 e Almaty 2013 nei pesi Massimi) e Vincenzo Mangiacapre (bronzo a Londra 2012 tra i Superleggeri e terzo anche ai mondiali di Baku 2011).

Le tre giornate di boxe, organizzate sotto l’egida della Federazione pugilistica italiana in collaborazione con il Coni e il supporto della Regione e del Comune di Trieste, avranno
inoltre uno scopo benefico grazie alla raccolta fondi a favore dell’Associazione malattie rare Azzurra onlus, impegnata a favore della ricerca sulle malattie rare e a supportare le famiglie dei piccoli affetti da tali patologie.

In merito, il governatore ha voluto ringraziare “tutti coloro che operano con Azzurra, la quale si conferma una realtà di primo piano nel panorama dell’associazionismo regionale e, non a caso, opera all’interno di una struttura d’eccellenza come il Burlo Garofolo”.

La presentazione è stata quindi l’occasione per l’assessore regionale all’Ambiente, Fabio Scoccimarro, e appassionato di boxe, per portare il saluto del grande campione triestino Nino Benvenuti.

“Un atleta triestino che rientra tra i più grandi pugili di tutti i tempi – ha detto Scoccimarro -, ma un esempio di grandezza anche fuori dal ring, il quale nella propria vita ha dimostrato come la nobile arte non sia solo combattimento ma anche rispetto reciproco e solidarietà. Benvenuti aiutò infatti alcuni suoi avversari caduti in disgrazia come Emil Griffith e Carlos Monzon, dimostrando che il pugilato è uno sport duro ma leale e capace di trasferire solidi principi come amicizia e solidarietà a chi lo pratica”.

Biancolatte: inaugurata a Trieste la mostra fotografica di Ulderica Da Pozzo

57034840_320148935266741_7406690700936380852_n“Una vera maestra della fotografia, figura importante della nostra regione, capace di
rappresentare non solo luoghi ma anche storia e costumi del Friuli Venezia Giulia con scatti non meramente didascalici e
rappresentativi, ma che sanno testimoniare in modo tridimensionale un territorio, la sua natura e le sue genti. Sono onorato di essere suo amico e sono certo che questa “cjarniela”
portata a Trieste sarà capace di “far avvicinare” la montagna carnica al mare.”

Con queste parole, il presidente del Consiglio regionale, Piero Mauro Zanin, ha accolto la mostra fotografica di Ulderica Da Pozzo “Biancolatte – Viaggio fotografico nel mondo del latte, tra assenza e presenza. Luoghi e saperi. Donne e uomini del latte di
ieri e di oggi tra malghe e latterie”, che per un mese sarà in esposizione al primo piano del Palazzo.

“E’ un lavoro che parte da lontano – ha raccontato l’artista di Ravascletto, classe 1957 -, da una foto di mia zia, morta a 104 anni, piccola ma tutta energia, che portava il fieno quando per tutti era solo pazzia farlo, invece in questo stava la sua intelligenza, perché per lei il mondo non si poteva salvare da sé. I suoi passi avrebbero tenuto aperti i pascoli, diceva. Quei mondi io li ho vissuti da dentro (anche lei, con la madre e appunto la zia, andava per i pascoli della Carnia a tagliare l’erba per le bestie e raccogliere il fieno) e quindi posso adoperare la parola nostalgia senza essere retorica.

Ho lasciato un posso fisso per la fotografia – ha raccontato ancora la Da Pozzo – esattamente 40 anni fa, per affrontare un’avventura piacevole che mi ha dato tante soddisfazioni. Questo è stato un viaggio nel mondo del latte, dalle malghe alle
latterie, un mondo che era quotidianità per chi viveva nei paesi.

Questo viaggio ha già dato vita al libro “Malghe e malgari” e grazie al quale in questi anni ho incrociato tante facce nuove e generazioni che mi hanno riportato a mia zia, dalla ragazza laureata che ha deciso di rientrare al paese per lavorare nell’azienda di famiglia ai due ragazzi del 1999 che oggi abitano in Val Pesarina, uno dei quali ha deciso di fare proprio il malgaro. E ho visitato le latterie che ancora producono e anche lì ho incontrato persone giovani e tanti casari donna, coraggiose, belle e brave.

Allora ho deciso di fare il conto anche delle latterie chiuse – ha detto la fotografa -, di farmele riaprire per immortalare gli oggetti rimasti e farmi raccontare l’ultima storia che lì era stata raccolta, perché le latterie una volta erano luoghi sociali, di incontro, di comunità.”

Come detto, questo racconto per immagini a colori ma anche in bianco e nero, che spazia dalle vacche e dalle capre al pascolo sino alla stagionatura delle pezze di formaggio passando per malghe e latterie, è esposto al primo piano del Consiglio regionale, a Trieste, piazza Oberdan 6.

L’apertura al pubblico è da lunedì a giovedì, dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 18.30, il venerdì alla mattina.

Le Giornate della Luce in FVG celebrano i maestri della fotografia

PRESENTAZIONE A CANNES

Spilimbergo 8 – 16 giugno 2019 – 

Dopo il successo delle quattro prime edizioni, torna a Spilimbergo – con incursioni anche a Sequals, Casarsa della Delizia, San Vito al Tagliamento, Codroipo e Pinzano al Tagliamento – il festival che celebra il ruolo degli Autori della Fotografia del cinema italiano contemporaneo. Le Giornate della Luce, una realtà ormai consolidata nel panorama delle manifestazioni festivaliere della regione, è in programma quest’anno tra l’8 e il 16 giugno sempre con l’ideazione e la curatela artistica di Gloria De Antoni con Donato Guerra. Dopo la presenza dei curatori al Salone del libro di Torino, alcuni “highlights” del programma 2019 del festival sono stati adesso presentati al Festival di Cannes, all’interno del Padiglione Italia, nell’ambito degli incontri di Istituto Luce Cinecittà, tra i partner del festival assieme a Rai Cinema.
Il festival conferma anche quest’anno la sua riuscita formula con proiezioni dei film in concorso, incontri con fotografi di scena, registi e attori, seminari e percorsi espositivi, per culminare nell’attribuzione del premio Il Quarzo di Spilimbergo-Light Award, assegnato alla migliore fotografia di un film italiano dell’ultima stagione, insieme al consueto premio dei Giovani e premio del Pubblico. Il riconoscimento principale verrà come sempre assegnato da una giuria formata da nomi di spicco nel panorama cinematografico: il regista, sceneggiatore e interprete Edoardo Winspeare, l’attrice-icona degli anni Settanta Stefania Casini, ora regista impegnata e di talento, l’attrice Anna Bonaiuto, i critici cinematografici Oreste De Fornari, Fabio Ferzetti e Fulvia Caprara, l’Autore della fotografia Francesca Amitrano e Chiara Omero, direttore artistico di ShorTS festival.

La quinta edizione de Le Giornate della Luce si aprirà anche quest’anno a Spilimbergo con una serie di mostre a contenuto cinematografico e con gli Incontri di 8 ½, con noti esponenti del cinema italiano.

Attesa per mercoledì 12 giugno a Casarsa della Delizia una serata che festeggia i 60 anni dal primo ciak de “La Dolce Vita” di Federico Fellini presenti con l’attrice Valeria Ciangottini: la camerierina miraggio di un’impossibile redenzione, ricorda quella primavera del 1959 sul set del capolavoro di Federico Fellini. A tre anni dalla sua presenza come presidente di Giuria e docente alla Masterclass che ogni anno offre un momento con maestri della cinematografia nazionale ed internazionale, è atteso quest’anno il ritorno al festival del regista Pupi Avati, in assoluto tra i maggiori protagonisti del nostro cinema di sempre.

Quella di Cannes è stata anche l’occasione per presentare in anteprima la sigla che accompagnerà le proiezioni di questa edizione, frutto di un bando a cui hanno risposto numerosi autori. Vincitori di questa edizione è risultato il lavoro firmato da Sara Beinat, Federica Pagnucco e Matteo Sabbadini. E sarà proprio la loro opera che aprirà tutti gli eventi del Festival a giugno.
L’intero programma, le ulteriori presenze esclusive di questa edizione e i tre film finalisti in concorso saranno presentati a breve per ricomporre l’intero calendario che animerà la quinta edizione delle Giornate della Luce.