SAPORI PRO LOCO 2018: IL PROGRAMMA COMPLETO

Sabato 12, domenica 13, venerdì 18, sabato 19, domenica 20 maggio – Villa Manin a Passariano di Codroipo

Inaugurazione ufficiale con le autorità domenica 13 maggio alle ore 11.00

632 Sapori di Pro Loco 2016. -® Foto Petrussi

Ritorna Sapori Pro Loco, la grande manifestazione enogastronomica organizzata dal Comitato regionale del Friuli Venezia Giulia dell’Unione nazionale Pro loco d’Italia: la 17ma edizione si svolgerà come da tradizione nel prato tra le esedre della magnifica Villa Manin a Passariano di Codroipo il 12-13 maggio e il 18-19-20 maggio (inaugurazione ufficiale con le autorità domenica 13 maggio alle 11).

Confermato il format di successo che vedrà le Pro Loco del Friuli Venezia Giulia proporre, ognuna nel proprio stand, i migliori piatti tipici del territorio regionale a prezzi popolari e con l’utilizzo di stoviglie riutilizzabili e biodegradabili (la manifestazione ha il certificato di Ecofesta).

Per i visitatori sarà presente pure una fornita enoteca con i vini regionali, la birroteca con le birre artigianali e una gelateria con gelato artigianale.
Continuerà inoltre la felice collaborazione con Ersa, l’Agenzia per lo sviluppo rurale del Friuli Venezia Giulia, incentrata sulla promozione dei prodotti dalla filiera controllata e certificati con il marchio di qualità Aqua: novità di quest’anno, ci saranno anche degli showcooking per conoscere dal vivo, insieme ad esperti chef, la preparazione dei piatti più noti. Prezioso pure il sostegno della Fondazione Friuli, da sempre vicina alle attività del Comitato regionale delle Pro Loco che valorizzano tradizioni del territorio. Da ricordare che anche quest’anno lo spazio incontri sarà arredato con le sedie di design dell’Italian Chair District, il distretto della sedia italiana di Manzano, altra eccellenza territoriale valorizzata a Sapori Pro Loco. La manifestazione si deve al sostegno di enti e istituzioni, a partire dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, della Fondazione Friuli e della Cassa di Risparmio del Friuli Venezia Giulia.

“Il Friuli Venezia Giulia vi apre le sue porte – dichiara Valter Pezzarini presidente del Comitato Regionale del Friuli Venezia Giulia dell’Unione Nazionale Pro loco d’Italia – con un’accoglienza all’insegna del gusto: per la diciassettesima volta Sapori Pro Loco sarà nei due fine settimana centrali di maggio una vetrina con le eccellenze enogastronomiche offerte dalle Pro Loco regionali unite a tante proposte culturali di livello. Una grande festa della tipicità che ha pure una forte valenza turistica, essendo diventata per molti un appuntamento fisso da non perdere, adatto a tutte le età e capace anche di attrarre visitatori da fuori regione. Il prato tra le esedre di Villa Manin ospiterà come di consueto gli stand di varie Pro Loco che proporranno oltre cento tra piatti, birre e vini tipici, oltre al gelato artigianale, i quali rappresentano tutte le sfumature di sapori del Friuli Venezia Giulia dalle montagne fino al mare passando per la collina e la pianura. Anche quest’anno abbiamo mantenuto prezzi popolari, in modo che siano accessibili a tutti, confermando pure la particolare attenzione per l’ambiente nella scelta di stoviglie ecocompatibili e riutilizzabili. Sarà una vera e propria anteprima dei piatti tipici che poi potranno essere ritrovati nelle centinaia di eventi che lungo il corso dell’anno gli oltre 20 mila volontari delle Pro Loco regionali organizzano con passione nei propri borghi. Si rinsalda inoltre sempre di più il legame con l’Ersa, l’Agenzia per lo sviluppo rurale del Friuli Venezia Giulia, la quale proporrà dei momenti speciali, compresi dei nuovi show cooking, sui prodotti certificati con il marchio di qualità regionale Aqua nello Spazio Incontri, il quale ancora una volta verrà allestito con le sedute d’eccellenza dell’Italian Chair District di Manzano. Ricco il calendario delle attività collaterali in programma: spettacoli musicali e folkloristici, esibizioni bandistiche, momenti dedicati ai più piccoli con giochi, laboratori e animazioni, concerti con i cantanti più amati da giovani. Sapori Pro Loco si deve al sostegno di enti e istituzioni, a partire dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, della Fondazione Friuli e della Cassa di Risparmio del Friuli Venezia Giulia, che credono pienamente del valore di questo progetto, a vantaggio di tutta la comunità regionale. Che la festa cominci, dunque: vi auguriamo ore liete dove i sapori vi faranno da guida nella scoperta della splendida realtà delle nostre Pro Loco.”

NUMERI E NOVITÀ

Sapori Pro Loco 2018 vedrà all’opera 36 Pro Loco che proporranno 85 piatti tipici i quali, insieme a 12 birre artigianali, una quarantina di vini del territorio e i gelati artigianali, fanno salire il “menù” a oltre un centinaio di referenze. Sono 37 gli eventi collaterali e gli stand informativi inseriti nel ricco programma. Tra le novità rispetto lo scorso anno la presenza di due Pro Loco, che tornano a Villa Manin dopo essere state tra le protagoniste in passate edizioni: sono quella di Pagnacco e una delle due padrone di casa, ovvero la Pro Loco Villa Manin (l’altra del borgo è la Pro Loco Passariano). Altra novità gli show cooking con gli illustri chef Scarello e Pontoni inseriti nel calendario dei consueti incontri con Ersa FVG, nonché lo stand – bottega con in vendita i prodotti agroalimentari certificati AQUA.

PREZZI POPOLARI ED ECOSTOVIGLIE

Anche quest’anno Sapori Pro Loco propone la sua filosofia di degustazioni a prezzi accessibili a tutti: i piatti proposti andranno da un minimo di 1,50 a un massimo di 4,50 euro (prezzo rimasto invariato da diversi anni), in modo da dare a tutti la possibilità di assaggiare quante più specialità possibili. A Sapori Pro Loco si useranno inoltre posate, piatti e bicchieri compostabili: una scelta che significa rispetto e amore per la natura (per questo la manifestazione gode del marchio di Ecofesta).
I PIATTI DELLA TRADIZIONE

Sapori Pro Loco è un’ottimo punto di partenza per scoprire la cucina del Friuli Venezia Giulia, che unisce i gusti delle Alpi a quelli del Mare Adriatico. Da non perdere le diverse varianti di frico, tortino di formaggio da mangiare bello caldo, o i piatti a base di erbe spontanee, tipici della primavera. E poi ancora il rinomato prosciutto crudo di San Daniele, la costa alla fiamma e le tante varianti di piatti di carne, ma pure quelli di pesce sono assolutamente da provare come pure i dolci. Da ricordare come diverse Pro Loco hanno rinnovato il proprio menù, inserendo novità che pur essendo sempre legate alla tradizione portano ulteriore creatività nei piatti che si potranno degustare a Villa Manin.

VINI, BIRRE, GELATO DEL TERRITORIO

Nell’Enoteca regionale saranno proposti i migliori vini del Friuli Venezia Giulia da 32 cantine e tutte le zone Doc compresa la nuova Doc Friuli, selezionati durante la Fiera regionale dei Vini di Buttrio e la Mostra Concorso Vini Doc Bertiûl tal Friûl di Bertiolo (ci saranno anche vini autoctoni come Schioppettino, Picolìt e Ramandolo). L’Enoteca sarà gestita dalla Pro Loco di Bertiolo e dalla Pro Loco Buri di Buttrio.

Per la terza volta a Sapori Pro Loco ci sarà la Birroteca Regionale.  A curare la proposta la Pro Loco Rivolto insieme all’Associazione Artigiani Birrai del Friuli Venezia Giulia.

Per una bibita fresca, un sorbetto o un caffè funzionerà anche il chiosco bar di Sapori Pro Loco, gestito dalla Pro Loco Grions e dalla Pro Loco San Vito al Tagliamento, mentre la gelateria artigianale realizzato con prodotti AQUA sarà gestita dalla Pro Loco Passariano.

ACQUA A KM ZERO

L’acqua è fornita da Dolomia, sorgente regionale nel cuore del Parco Naturale delle Dolomiti Friulane, dichiarate patrimonio dell’Unesco nel 2009. Acqua Dolomia sgorga a 833 metri sul livello del mare e viene imbottigliata sempre corrente, con passione e rispetto per l’ambiente, da Sorgente Valcimoliana, nata nel 2008 a Cimolais (Pordenone) e che nel 2017 ha prodotto 80 milioni di bottiglie.

SEDIE D’ECCELLENZA

Nello Spazio incontri si potrà provare un’altra eccellenza del Friuli Venezia Giulia, ovvero le migliori sedute del Made in Italy a cura dell’Italian Chair District in collaborazione con la Pro Loco di Manzano.

PRODOTTI CERTIFICATI AQUA

Negli stand delle Pro Loco saranno protagonisti in molte ricette i prodotti certificati con il marchio di qualità Aqua della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia garantiti dal disciplinare di produzione. Prodotti che si potranno anche degustare nel nuovo stand-bottega dedicato. Inoltre le filiere di alcuni di essi e quella del vino e della birra, nonché di altri prodotti di eccellenza, saranno al centro di approfondimenti con degustazione nello Spazio incontri.

Sabato 12 maggio

Alle 18.30 si parte con L’olivicoltura in Friuli Venezia Giulia: Approccio all’assaggio degli Oli Extravergini d’oliva, momento in cui saranno fatti conoscere e degustare gli oli prodotti sul territorio regionale. A cura di Ersa FVG.

Domenica 13 maggio

Alle 14.30 laboratorio di cucina per i bambini Mani in pasta, a cura di Germano Pontoni, già presidente dei Cuochi Friuli Venezia Giulia, e il simpatico Ciccio Pasticcio, maestro di cucina per i più piccoli (per bambini da tre anni in su).

Alle 16.30 Un viaggio in Carnia tra sapori, piante e fiori, ovvero come conoscere e utilizzare le erbe spontanee in cucina. A cura di Ersa FVG in collaborazione con l’Uti della Carnia.

Alle 18.30 Degustare il vino, un breve corso di approccio alla degustazione dei vini regionali. A cura di Ersa FVG in collaborazione con l’Associazione Italiana Sommelier FVG.

Venerdì 18 maggio

Alle 18.30 toccherà invece all’incontro su come Degustare le birre artigianali del FVG. Appuntamento a cura dell’Associazione Artigiani Birrari FVG.

Sabato 19 maggio

Alle 11 secondo appuntamento con Degustare il vino, un breve corso di approccio alla degustazione dei vini regionali. A cura di Ersa FVG in collaborazione con l’Associazione Italiana Sommelier FVG.

Alle 15.30 si replica anche con Degustare le birre artigianali del FVG. Appuntamento a cura dell’Associazione Artigiani Birrari FVG.

Domenica 20 maggio

Alle 10 nell’area esterna allo Spazio incontri con la dimostrazione della produzione di formaggio con la creazione di un mini caseificio. A cura di Ersa FVG.

Alle 11 nello Spazio incontri si parlerà de Le produzioni lattiero casearie espressione del territorio della regione FVG: un percorso guidato di degustazione per conoscerle e valorizzarle, iniziativa svolta nell’ambito dei progetti di cooperazione transfrontaliera Made e Top Value. A cura di Ersa FVG, Università degli Studi di Udine e Consorzio di Promozione Turistica del Tarvisiano, di Sella Nevea e del Passo Pramollo.

Alle 17.30 la Presentazione del marchio di qualità dell’agroalimentare del FVG AQUA.

A seguire show cooking con i prodotti AQUA a cura di Emanuele Scarello, unico chef 2 stelle Michelin del Friuli Venezia Giulia e titolare del rinomato ristorante Agli Amici di Godia. A cura di Ersa FVG.

Sapori di Pro Loco 2017 © Foto Petrussi / Blue Foto

SPETTACOLI

Diverse le proposte che si alterneranno nell’Area spettacoli di Sapori Pro Loco.

Sabato 12 maggio

Alle 18.30 concerto di apertura Progetto Duetti della Scuola di musica Città di Codroipo.

Alle 20.30 diretta della trasmissione di Telefriuli Il Campanile del Sabato.

Alle 21 Gnot di Folclôr, Notte di Folklore, esibizione dei gruppi folkloristici del Friuli Venezia Giulia nell’ambito della Settimana della Cultura Friulana 2018 organizzata dalla Società Filologica Friulana (evento a cura dell’Unione dei Gruppi Folcloristici del FVG).

Domenica 13 maggio

Alle 11 sarà il Gruppo Bandistico Armonie di Sedegliano, diretto dal maestro Fabrizio Fontanot (evento in collaborazione con ANBIMA FVG) ad allietare la cerimonia ufficiale di inaugurazione.

Alle 15 nell’aula riunioni della Barchessa di Levante di Villa Manin sfida letteraria in lingua friulana su racconti brevi (a cura della Società Filologica Friulana e in diretta su Radio Onde Furlane).

Dalle 15 sfilata Associazione Trieste 800 con figuranti in abiti storici che si esibiranno coinvolgendo il pubblico in giochi e balli d’epoca con esposizione di oggetti che nel 1800 venivano utilizzati in occasione di feste all’aria aperta. A cura di Associazione Trieste 800 in collaborazione con Emozione d’Autore di Eva Trinca.

Alle 21 omaggio al grande compositore brasiliano Antonio Carlos Jobim con l’Udine Jazz collective, ensamble Jazz del Conservatorio “J. Tomadini” di Udine a cura del maestro Glauco Venier e del maestro Alfonso Deidda.

Venerdì 18 maggio

Alle 21.30 concerto del gruppo di musica balcanica Radio Zastava, in collaborazione con Radio Onde Furlane

Sabato 19 maggio

Dalle 10 diretta radio dall’area festeggiamenti.

Alle 21.30 il cantautore Doro Gjat che presenterà in anteprima il suo nuovo album Orizzonti Verticali.

Domenica 20 maggio

Alle 20.30 Rhythm & Blues Band in concerto con tutto il repertorio di 30 anni di attività.

Alle 22.30 il grande spettacolo pirotecnico conclusivo L’Incendio di Villa Manin, a cura di Stabilimento Pirotecnico Friulveneto
INCONTRI

Oltre a quelli sull’agroalimentare con Ersa sopracitati, ci saranno anche altri interessanti momenti di approfondimento.

Sabato 19 maggio

Alle 17.30 nello Spazio Incontri doppio appuntamento con il settimanale Il Friuli sul No profit oggi in Friuli di Carlo Baldassi e un focus sul panorama regionale odierno e una visione del futuro del Friuli Venezia Giulia.

Alle 18.30 presentazione del Festival Conoscenza in festa, a cura dell’Università degli Studi di Udine in collaborazione con la Fondazione Friuli, il MIUR e la Conferenza dei Rettori delle Università Italiane.

644 Sapori di Pro Loco 2016. -® Foto Petrussi

MERCATINI

Domenica 13 e 20 maggio dall’alba al tramonto 

Per gli appassionati di antiquariato Mercatino del Doge. A cura di Pro Loco Passariano, Confcommercio Udine – Mandamento della Bassa Friulana, in collaborazione con FIVA e Consorzio Ambulanti FVG.

In piazza dei Dogi En Plein air in Villa, esposizione d’arte a cura del Circolo Culturale Artistico Quadrivium di Codroipo

VISITE GUIDATE

Sapori Pro Loco è anche scoperta del territorio.

Domenica 13 maggio

Alle 10.30 nel Parco delle Risorgive di Codroipo visita guidata a cura del Corpo forestale del FVG – Stazione di Coseano (gratuita ma su prenotazione scrivendo a info@prolocoregionefvg.org entro il 12 maggio).

Alle 12.30 visita guidata alla mostra in Esedra di Levante a Villa Manin Il colore delle Emozioni.

Venerdì 18 maggio

Alle 18 passeggiata con guida naturalistica nel secolare parco di Villa Manin a cura di AIGAE – Associazione Italiana Guide Ambientali Escursionistiche FVG (appuntamento all’Infopoint dell’Area festeggiamenti, partecipazione libera, prenotazione via mail a info@guidanaturalistica.it).
Alle 21 nell’area festeggiamenti serata di osservazione di pianeti e satelliti a cura del CAST – Circolo Astrofili di Talmassons (in caso di tempo non favorevole all’osservazione sarà posticipato al giorno successivo).

Domenica 20 maggio

Dalle 15 alle 19 apertura straordinaria delle chiesette campestri del Medio Friuli (Bertiolo, Gorizzo, Rosa, Codroipo). A cura di PIC – Progetto Integrato Cultura del Medio Friuli.

Sempre lo stesso giorno anche le ville di Belgrado, Canussio, Flambro, Santa Marizza, Varmo aderiranno a Giardini aperti, a cura del Circolo di giardinaggio “Amici in giardino”.

STAND

Sei gli stand informativi che nell’area festeggiamenti potranno farvi conoscere tante eccellenze del Friuli Venezia Giulia:

Ersa-La Bottega dei prodotti AQUA (con anche vendita degli stessi);

Afds Udine – Fidas FVG con promozione attività e animazione per bambini;

Croce rossa italiana – Comitato di Udine promozione attività, animazioni per bambini, dimostrazione di manovre di disostruzione pediatrica e rianimazione cardio – polmonare anche in adulti;

Arlef Agenzia regionale per la Lingua friulana promozione delle attività e delle iniziative per la tutela e la valorizzazione della lingua friulana;

Pic – Progetto Integrato Cultura del Medio Friuli promozione attività;

Viva forestali regionali FVG promozione attività.

MOSTRE E MUSEI

In contemporanea a Sapori Pro Loco Villa Manin e la Città di Codroipo propongono la visita di esposizioni e mostre.

In Villa nella Barchessa di Levante la mostra L’Atelier dei fiori, gli abiti di Capucci incontrano le immagini di Gardone e la mostra Il colore delle emozioni.

Visitabili inoltre la cappella di Sant’Andrea, la sala delle carrozze e quelle di Flora e della stufa nonché il Parco secolare.

In città aperto il Civico museo archeologico, a San Martino quello delle carrozze d’epoca e la mostra Occhi di Burtone.

Luoghi raggiungibili anche in bicicletta grazie al servizio noleggio della Pro Loco Passariano.

ORGANIZZATORI

Sapori Pro Loco è organizzato dal Comitato regionale del Friuli Venezia Giulia dell’Unione nazionale Pro loco d’Italia ed è riconosciuta come Ecofesta per l’attenzione alle tematiche ambientali.

Gode del patrocinio della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Città di Codroipo e Camera di Commercio di Udine.

Si svolge in collaborazione con Ersa (Agenzia regionale per lo sviluppo rurale), Fondazione Friuli e Patrimonio Culturale Friuli Venezia Giulia Villa Manin.

Main partner Cassa di Risparmio del Friuli Venezia Giulia – Banca Intesa.

Media partner Telefriuli e Il Friuli.

L’acqua è fornita da Dolomia, sorgente regionale dal cuore delle Dolomiti friulane.

Collaborazioni con Società Filologica Friulana, Anbima Fvg, Ugf Fvg, Italiana Chair District, Pic del Medio Friuli, Croce rossa italiana Comitato di Udine, Radio Onde furlane, Radio Punto Zero, Arlef, Imagazine, Servizio civile nazionale.

Partner tecnici: Ambiente Servizi, Art&Grafica, Autopiù, Birra Castello, Colombino&Polano, Flash, Friuli Antincendi, Friulana Gas, FullAgency, Illy caffè, Piemme, Sebach, Mondial Pol e Stabilimento pirotecnico FriulVeneto.

 

Annunci

Si chiude oggi Al cospetto dei Conti di Gorizia. Tutti gli appuntamenti

conti3

A Gorizia domenica 22 aprile 2018 –

Si conclude oggi a Gorizia l’evento “Al cospetto dei Conti di Gorizia – Tornei e battaglie nella Gorizia del 1300”, promosso dal Comune e realizzato da una serie di realtà che fanno capo all’associazione culturale Musei Formentini della Vita rurale. Da mercoledì scorso, con l’arrivo della guarnigione comitale che ha allestito ai piedi del maniero il proprio campo militare, Gorizia si è immersa nel Medioevo e oltre 140 rievocatori, tra battaglie, tornei di cavalieri e fanti, buffoni e giocolieri hanno trasformato l’atmosfera del castello trasportando il pubblico in un mondo lontano.
Aperto anche oggi il Teatro Tenda dove saranno proposti cibi e vini del territorio con una rivisitazione di alcuni piatti in chiave medievale.
Per l’occasione, sempre in tema di cibo, alcuni ristoranti della città hanno scelto di proporre degli sfiziosi menù a tema differenziato, per la gioia dei buongustai!
Attivo anche il percorso del Bus Navetta gratuito con questo tragitto:
Castello – via Roma – via Oberdan – corso Verdi (vicino ai Giardini Pubblici) – via Crispi – Castello.

Questi gli appuntamenti di oggi:

ore 10.00
Apertura campi ed inizio attività.
Inizio dei giochi di fanteria nel cortile interno del Castello al cospetto della corte Comitale. Boni Homini locali e foresti si sfideranno per il sollazzo del signore di Gorizia. Aprono i Tamburi di Gorizia
ore 12.00
Spettacolo di giullarate con giocolerie con Milfo lo giullaro e Zirabalines. Musica medioevale con zampogne e ghironda nel cortile interno del Castello. Arresto del ladro ed omicida.
ore 13.00
Trasferimento della corte Comitale agli accampamenti militari.
ore 14.00
Processo feudale nel cortile interno del castello, il condannato, tratto dalle prigioni del Castello sarà portato al cospetto dell’Uditor del Malefizio e sarà data lettura della sentenza con relativa condanna alla decapitazione che sarà subito eseguita dal boia. Disturba Milfo lo Giullaro
ore 15.00
Investitura nella sala del Conte all’interno del Castello di un aspirante cavaliere da parte dei Conti di Gorizia e consegna della spada e della patente di nobiltà.
Visita della Corte comitale all’interno e all’esterno del Castello
ore 16.00
Battaglia trecentesca negli spazi antistanti le mura del Castello i ribelli, conquistata la piazzaforte inferiore, tenteranno di travolgere le porte con un ariete e penetrare nella fortezza.
Segue in Castello spettacolo di giullarate medioevali con giocolerie a cura di Milfo lo Giullaro e Zirabalines
ore 17.00
Tornello da Rabatta si esibirà in giocolerie e sputafuoco davanti al portone del Castello di Gorizia.
ore 19.00
Saluto della Corte e chiusura delle attività.
Le prove d’arme, le danze e le visite ai campi saranno allietate dalla musica delle zampogne e dei tamburi ed interrotte dai lazzi dei buffoni e dalle smargiassate dei soldati.

conte4

Ecco le proposte dei ristoratori goriziani oggi:

AL PONTE DEL CALVARIO
piatto proposto:
La zuppa d’Orzo nel pane
HENDRICK’S
degustazione proposta:
Frittelle di ceci e latte cagliato
Frittata verde con erbe di campo e borragine
Brodo di ciceri rosci companatico
Cretonnée di piselli e fegatini
Il maialino da latte in porchetta con il rafano
Lo stinco di porco con la birra e la polenta
Il pan di ramerino

ALLA LUNA
piatto proposto:
Fasoi in pignatta con salzicchie di carne di porco e agresto novo

ROSENBAR
piatto proposto:
La polenta, il pesce e le verdure

YOU SUSHI
degustazione proposta:
Purè di Edamame, patata dolce bruciata e gocce di latte fermentato
Stracotto di grano saraceno, uovo di quaglia e brodo di miso
Coscia di pollo affumicato, fieno di asparagi e cipollotti bruciati

MOSCARDINO BISTROT
piatto proposto:
Crema di sclopit, patè di trota leggermente affumicata e cialda di pane

PRIMOZIC
piatto proposto:
La lepre con i fagioli in tegame

L’OCA GOLOSA
piatto proposto:
La torta di ceci e frutta secca

 

GORIZIA: grande rievocazione storica attraverso un tuffo nel Medioevo

conti

A Gorizia dal 18 al 22 aprile 2018 – 

Si terrà dal 18 al 22 aprile a Gorizia l’evento “Al cospetto dei Conti di Gorizia – Tornei e battaglie nella Gorizia del 1300”, promosso dal Comune e realizzato da una serie di realtà che fanno capo all’associazione culturale Musei Formentini della Vita rurale.

Si inizierà già da mercoledì 18 aprile con l’arrivo della guarnigione comitale ai piedi del maniero per allestire il proprio campo militare.

Gli eventi clou avranno luogo nel fine settimana quando il medioevo prenderà vita con oltre 140 rievocatori. Battaglie, tornei di cavalieri e fanti, buffoni e giocolieri trasformeranno l’atmosfera del castello e trasporteranno il pubblico in un mondo lontano.
Durante l’evento sarà aperto anche il Teatro Tenda dove saranno proposti cibi e vini del territorio con una rivisitazione di alcuni piatti in chiave medievale.
Per l’occasione, sempre in tema di cibo, alcuni ristoranti della città proporranno degli sfiziosi menù a tema differenziato, per la gioia dei buongustai … e non solo

Sarà attivato il percorso Bus Navetta gratuito con questo tragitto:
Castello – via Roma – via Oberdan – corso Verdi (vicino ai Giardini Pubblici) – via Crispi – Castello.

conte4

Questo il programma completo della manifestazione:

Mercoledì 18 aprile

ore 15.00
La guarnigione comitale giunge ai piedi del maniero per allestire il proprio campo militare
Durante la giornata la Compagnia d’Arme Principesca Contea di Gorizia sarà presente negli attendamenti, svolgendo le quotidiane attività civili e militari in previsione dei giochi d’arme.

Sarà possibile interagire con i soldati e fotografare liberamente.
ore 22.00 ultima ronda e chiusura prima giornata

Giovedì 19 aprile
Durante la giornata la Compagnia d’Arme Principesca Contea di Gorizia sarà presente negli attendamenti, svolgendo le quotidiane attività civili e militari in previsione dei giochi d’arme.

Sarà possibile interagire con i soldati e fotografare liberamente.
ore 22.00 ultima ronda e chiusura seconda giornata

Venerdì 20 aprile
ore 17.00
Benvenuto alle compagnie e dei capitani presso gli accampamenti sotto i bastioni, Porta Leopoldina, Piazzale Lanterna d’Oro, Piazzale Seghizzi.
ore 20.00
Combattimento e giullarate presso Musei e Taverna del Castello, ronda di guardia, accensione dei braceri negli accampamenti, attività storica nei campi.
ore 22.00 ultima ronda e chiusura terza giornata

Sabato 21 aprile
ore 10.00
Insediamento della Corte Comitale, ronda di guardia sugli spalti del Castello partendo dagli accampamenti militari. Saluto del Conte di Gorizia alla popolazione. Apertura campi storici ed inizio attività rievocativa.
ore 10.30
Visita guidata al Castello di Gorizia e alla sua corte.
ore 12.00
Spettacolo di giullarate medioevali e giocolerie con Milfo lo Giullaro e Zirabalines. Inizio musica medioevale con zampogne e ghironda. Nella sala del Conte, all’interno del Castello spettacolo di danza rinascimentale e lettura di editto da parte del Conte di Gorizia.
Processo feudale nel cortile interno del Castello: il condannato sarà portato al cospetto delle autorità e sarà data lettura della sentenza con relativa condanna.
ore 13.00
Trasferimento della corte Comitale agli accampamenti militari.
ore 15.00
Passo d’Arme Trecentesco nel cortile dei Lanzi. I cavalieri si sfideranno a tenzone nel cortile interno del Castello al cospetto della corte Comitale. Apre la disfida uno spettacolo di danze trecentesche.
ore 17.00
Visita guidata al Castello di Gorizia e alla sua corte.
A seguire
Processo feudale nel cortile interno del Castello: il condannato sarà portato al cospetto delle autorità e sarà data lettura della sentenza con relativa condanna. Disturba Milfo lo Giullaro
ore 18.00
Battaglia. Negli spazi antistanti le mura del Castello, un gruppo di ribelli guidati da nobili insoddisfatti tenterà di soverchiare la guarnigione comitale.
ore 19.00
Visita guidata al Castello di Gorizia e alla sua corte.
ore 19.45
Segue spettacolo di giullarate medioevali con sputafuoco e giocolerie a cura di Tornello da Rabatta, Milfo e Zirabalines presso Musei e Taverna al suono dei Tamburini di Gorizia
Fino alle ore 23.00
La vita dentro e fuori il maniero prosegue e sarà possibile osservare mestieri ed arti, e visitare gli accampamenti militari ascoltare i musici e ridere con i giullari.
ore 23.00 ultima ronda e chiusura quarta giornata

Domenica 22 aprile
ore 10.00
Apertura campi ed inizio attività.
Inizio dei giochi di fanteria nel cortile interno del Castello al cospetto della corte Comitale. Boni Homini locali e foresti si sfideranno per il sollazzo del signore di Gorizia. Aprono i Tamburi di Gorizia
ore 12.00
Spettacolo di giullarate con giocolerie con Milfo lo giullaro e Zirabalines. Musica medioevale con zampogne e ghironda nel cortile interno del Castello. Arresto del ladro ed omicida.
ore 13.00
Trasferimento della corte Comitale agli accampamenti militari.
ore 14.00
Processo feudale nel cortile interno del castello, il condannato, tratto dalle prigioni del Castello sarà portato al cospetto dell’Uditor del Malefizio e sarà data lettura della sentenza con relativa condanna alla decapitazione che sarà subito eseguita dal boia. Disturba Milfo lo Giullaro
ore 15.00
Investitura nella sala del Conte all’interno del Castello di un aspirante cavaliere da parte dei Conti di Gorizia e consegna della spada e della patente di nobiltà.
Visita della Corte comitale all’interno e all’esterno del Castello
ore 16.00
Battaglia trecentesca negli spazi antistanti le mura del Castello i ribelli, conquistata la piazzaforte inferiore, tenteranno di travolgere le porte con un ariete e penetrare nella fortezza.
Segue in Castello spettacolo di giullarate medioevali con giocolerie a cura di Milfo lo Giullaro e Zirabalines
ore 17.00
Tornello da Rabatta si esibirà in giocolerie e sputafuoco davanti al portone del Castello di Gorizia.
ore 19.00
Saluto della Corte e chiusura delle attività.
Le prove d’arme, le danze e le visite ai campi saranno allietate dalla musica delle zampogne e dei tamburi ed interrotte dai lazzi dei buffoni e dalle smargiassate dei soldati.

Ecco le proposte dei ristoratori goriziani:

AL PONTE DEL CALVARIO
Aperto 20, 21 e 22
piatto proposto:
La zuppa d’Orzo nel pane

HENDRICK’S
Aperto 20, 21 e 22
degustazione proposta:
Frittelle di ceci e latte cagliato
Frittata verde con erbe di campo e borragine
Brodo di ciceri rosci companatico
Cretonnée di piselli e fegatini
Il maialino da latte in porchetta con il rafano
Lo stinco di porco con la birra e la polenta
Il pan di ramerino

ALLA LUNA
Aperto 20, 21, e 22
piatto proposto:
Fasoi in pignatta con salzicchie di carne di porco e agresto novo

101
Aperto 20 e 21
piatto proposto:
Zuppa di Fave con crostoni di mensa
Orata in Potacchio con lenticchie e fagioli dell’occhio

ROSENBAR
Aperto 20, 21, e 22
piatto proposto:
La polenta, il pesce e le verdure

TURRI
Aperto 20 e 21
piatto proposto:
Spiedone con carne e bietola

YOU SUSHI
Aperto 20, 21, e 22
degustazione proposta:
Purè di Edamame, patata dolce bruciata e gocce di latte fermentato
Stracotto di grano saraceno, uovo di quaglia e brodo di miso
Coscia di pollo affumicato, fieno di asparagi e cipollotti bruciati

MOSCARDINO BISTROT
Aperto 20, 21, e 22
piatto proposto:
Crema di sclopit, patè di trota leggermente affumicata e cialda di pane

PRIMOZIC
aperto 20 e 22
piatto proposto:
La lepre con i fagioli in tegame

L’OCA GOLOSA
Aperto 20, 21, e 22
piatto proposto:
La torta di ceci e frutta secca

 

 

 

 

La Strada del Vino e dei Sapori del FVG si presenta a Trieste e provincia!

Lunedì 12 marzo 2018 ore 16.00 – Sala Saba – Confcommercio – Trieste

27867956_2273668482659059_7516567555477453986_nProseguono gli incontri di presentazione della Strada del Vino e dei Sapori del Friuli Venezia Giulia, il progetto di promozione dell’offerta turistico / enogastronomica gestito da PromoTurismoFVG.

Il prossimo appuntamento è previsto per lunedì 12 marzo 2018 alle ore 16.00 presso la Sala Saba di Confcommercio in Via Mazzini n. 22 a Trieste.
Nel corso dell’incontro, che sarà a cura del Direttore Marketing di PromoTurismoFVG Bruno Bertero, verranno presentate le opportunità che questo importante progetto di accoglienza turistica può offrire agli aderenti. Un progetto molto utile e importante soprattutto per gli operatori che si trovano in una delle destinazioni del FVG più visitate: Trieste.
La Strada collega la costa con l’area montana del Friuli Venezia Giulia, passando per i vigneti e le colline dell’entroterra regionale, e mette in rete le risorse vitivinicole e agroalimentari del territorio assieme a quelle culturale e ambientali con lo scopo di costruire un prodotto trasversale e integrato per valorizzare il turismo enogastronomico e renderlo più fruibile per i turisti [rif. LR 22/2015].

Gestisci un’azienda vitivinicola, o una azienda agricola, o una struttura di ristorazione (ristorante, trattoria, osteria, agriturismo), un’enoteca o una gastronomia, o ancora sei un piccolo produttore dell’agroalimentare o coltivatore?

Per conoscere tutti i dettagli sulla Strada e sulle modalità di adesione, partecipa anche tu alla presentazione compilando il form al seguente link -> FORM DI ADESIONE

Per ulteriori informazioni:

Strada del Vino e Sapori del FVG

Segreteria Organizzativa

PromoTurismoFVG

tel.   +39.0431.387111 / +39.334.6835252

fax +39 0431 387199

e-mail: stradevinoesapori.fvg@promoturismo.fvg.it

www.turismofvg.it / www.tastefvg.it

 

 

 

 

Olio Capitale 2018: inaugurato oggi il salone degli extravergini di qualità

logo_OlioCapitale_cmyk

Fino al 6 marzo alla Stazione Marittima di Trieste – 

La dodicesima edizione di Olio Capitale si è aperta premiando la qualità. Il Salone degli extravergini tipici che si svolgerà fino a martedì 6 marzo nella Stazione Marittima di Trieste, grazie all’organizzazione di Aries – Azienda Speciale della Camera di Commercio Venezia Giulia e la collaborazione dell’Associazione Nazionale Città dell’Olio, quest’anno ha scelto di iniziare con la proclamazione dei vincitori del suo Concorso.

I vincitori del Concorso
Ed è la Sardegna a far man bassa di premi: il “Fruttato Fois” dell’”Accademia Olearia” si è aggiudicato il premio per il miglior fruttato leggero, ma è “Luna nera di Oliena” dell’Azienda Agricola Sebastiano Fadda il vero mattatore che oltre al premio per il miglior fruttato medio si è aggiudicato anche la menzione speciale della Giuria Ristoratori, quella della Giuria Popolare e per finire la Menzione Ex Albis Ulivis.

Va, invece, oltreconfine, alla Slovenia, all’“Olio extravergine d’oliva Itrana” dell’azienda “Vanja Dujc” di Capodistria –Koper il premio per il miglior fruttato intenso. Il pugliese “Mimì Coratina” dell’Azienda Agricola Donato Conserva guadagna il favore della Giuria degli Assaggiatori, vincendo la loro menzione, mentre al laziale “Colle Giglio” dell’Azienda Agricola Federico Marocca va la nuova menzione “Young” e per finire “Le Creve Garda DOP” dell’azienda “Le Creve di Paolo Forelli” si aggiudica la “menzione Credit-Agricole-Friuladria” per il migliore evo del Nordest.

L’inagurazione di Olio Capitale
“L’Italia dell’extravergine deve puntare sull’eccellenza. È sulla qualità che bisogna insistere perché noi non potremo mai essere competitivi sulle grandi quantità. I buyer esteri che anche quest’anno abbiamo invitato a Olio Capitale vogliono comprare da noi l’eccellenza italiana” sottolinea Antonio Paoletti, presidente della Camera di Commercio Venezia Giulia.

Ed è proprio questa la carta vincente della manifestazione: “Olio Capitale è l’appuntamento di riferimento dell’extravergine d’oliva italiano. In questi suoi dodici anni di storia, a cui abbiamo partecipato come Associazione Nazionale Città dell’Olio, anche il mercato è evoluto, ma questa fiera è rimasta ed è cresciuta” spiega Enrico Lupi, presidente dell’Associazione. “Chi l’avrebbe mai detto, dodici anni fa, che Trieste, con la sua produzione olearia di nicchia, sarebbe riuscita a diventare un punto di riferimento per tutta l’olivicoltura nazionale grazie a questa bellissima manifestazione. Una scommessa vinta” aggiunge Roberto Dipiazza, Sindaco di Trieste.

Proprio in ragione del suo impegno nella valorizzazione della qualità e delle produzioni locali si spiega la sponsorizzazione di Despar: “I mini-corsi d’assaggio organizzati la scorsa settimana hanno avuto un ritorno inaspettato, tale da non poter accogliere tutte le richieste di partecipazione – nota Tiziana Pituelli, Responsabile marketing Despar Friuli Venezia Giulia -. Un importante segnale che ci spingerà a investire ancora sulla valorizzazione dell’extravergine”. Le fa eco Emanuela Bagatin, Direttrice territoriale di Crédit Agricole-FriulAdria: “Il nostro obiettivo è valorizzare il territorio: ecco perché abbiamo voluto fortemente una menzione speciale del Concorso per il miglior olio del nostro territorio”.

Il convegno inaugurale olio + scienza
La crescita di Olio Capitale è andata di pari passo all’evoluzione del proprio format. Ecco perché nel convegno inaugurale organizzato in collaborazione con l’Associazione Nazionale Città dell’Olio sono stati affrontati argomenti che impattano fortemente sulla vita del coltivatore, come i cambiamenti climatici, da una prospettiva scientifica, pensando già a ESOF2020 e Trieste città della Scienza.

La scienza, quindi, come soluzione per affrontare le nuove sfide dell’agricoltura: siccità, attacchi della mosca, alluvioni stanno mettendo a dura prova l’olivicoltura mediterranea. “Il problema è intervenire sulle cause che determinano i cambi climatici, ma visto che non si ha la potestà di farlo, bisogna pensare come nel breve periodo è possibile fronteggiarli – nota il giornalista Carlo Cambi -. Ed è qui che entra in campo la ricerca, per esempio sulle cultivar e il loro genoma”. “PTP Science Park è una piattaforma genomica, un centro di ricerca e servizi per il settore agroalimentare – spiega Pamela Abbruscato responsabile di PTP Science Park – Lavoriamo sul DNA controllato con una metodica sul finger print del DNA che può aiutare a diffondere la mentalità della qualità e della garanzia”.

Linea Bianca di Rai1 in Friuli Venezia Giulia: protagoniste Forni di Sopra, Forni di Sotto, Forni Avoltri e Sappada

RAI 1 – LINEA BIANCA – Sabato 3 febbraio 2018 ore 14.00 –

 

Sabato 3 febbraio alle 14 il palcoscenico del programma Linea Bianca di Rai1 sarà targato Friuli Venezia Giulia: saranno ben 50 i minuti dedicati al comprensorio sciistico di Forni di Sopra, alle località di Forni di Sotto, Forni Avoltri e Sappada, ormai parte della regione.

Il viaggio alla scoperta del patrimonio turistico delle montagne del Friuli Venezia Giulia è ormai un appuntamento annuale immancabile e consolidato, grazie alla stretta collaborazione di PromoTurismoFVG con la produzione del programma.

Il racconto di Massimiliano Ossini, conduttore e autore del programma, partirà dalla cima Pic Chiadin, che con i suoi 2.302 mt è una delle vette più alte delle Alpi Carniche e dalla quale si può ammirare un panorama unico che spazia fino alle vicine Austria e Slovenia.

Ricamo_Massimiliano Ossini e Lino Zani

Insieme ai co-conduttori Lino Zani e Giulia Capocchi, l’itinerario proseguirà poi alla scoperta dell’equilibrio fra tradizione e innovazione costruito negli anni dal territorio: attraverso l’incontro con diversi operatori i telespettatori conosceranno alcune fra le più rinomate arti storiche della Carnia come l’intaglio del legno e del ghiaccio, il ricamo e la tessitura, ma anche tradizioni più recenti, come quella del mastro birraio.

Oltre a percorrere le piste di Forni di Sopra, tra le quali spicca la Varmost che con i suoi 7.5 km è la più lunga della regione, i conduttori si cimenteranno anche in itinerari fra i boschi in sella alle fat bike e in prove di sci di fondo.

Centro Biathlon di Forni Avoltri

Non mancherà poi il momento conviviale a tavola, durante il quale si parlerà delle eccellenze enogastronomiche con particolare attenzione all’importanza di alcuni prodotti della terra in uso quotidianamente nelle cucine della Carnia.

Infine, nel racconto delle tradizionali popolari, si parlerà anche del rito carnevalesco di Sappada.

I boschi e le piste innevate, le vette delle Dolomiti friulane e delle Alpi Carniche, l’ospitalità e la creatività degli abitanti del territorio renderanno affascinante e suggestivo il viaggio che i conduttori sono pronti a raccontare fra storia, divertimento e vita quotidiana.

Per le riprese televisive hanno affiancato l’organizzazione di PromoTurismoFVG i Comuni di Forni di Sopra, Forni di Sotto, Forni Avoltri e Sappada, le Guide Alpine Fvg, i maestri della Scuola Sci di Forni di Sopra e l’associazione Monte Coglians del Centro federale di biathlon Carnia Arena.

Benvenuti nel mio nuovo blog. Il blog di Emozione d’Autore

seppia

Ciao a tutti, sono Eva. Dopo aver collaborato per vari anni con vari blog e testate online  proviamo con questo nuovo esperimento. E’ da un po’ che ci pensavo ed avevo provato ad aprirlo già un paio di volte ma poi… vuoi una cosa vuoi l’altra non è mai partito.

Il blog di Emozione d’Autore è una sorta di diario in cui vi racconterò storie ed avventure presenti e passate ma anche progetti futuri. Un diario in cui le emozioni potranno essere date da immagini o parole. Ma troverete facilmente anche delle note che in questi anni ho pubblicato su Facebook ed a cui sono particolarmente affezionata. Questo sarà anche un diario dove andrò a raccontare “tutto quanto fa news” arte cultura musica cibo vino moda sport tendenze amore sociale viaggi turismo territorio eventi e chi più ne ha più ne metta.

Se volete mandarmi le vostre news potete farlo all’indirizzo evatrinca@live.it.

Ovviamente non garantisco di pubblicare tutto ma… solo quello che mi susciterà emozioni… pertanto niente previsioni meteo… 🙂

Questa era un’anteprima di presentazione… baci a tutti e buona notte! Eva