BUY Friuli Venezia Giulia: dal 6 al 10 giugno arrivano in regione tour operator e giornalisti da tutto il mondo

Workshop BUY FVG.jpg

Dal 6 al 10 giugno in Friuli Venezia Giulia –

Il 9 giugno alla Stazione Marittima di Trieste –

Più di 150 professionisti del settore turistico provenienti da 26 Paesi: sono questi i numeri del BUY Friuli Venezia Giulia, la sesta edizione della Borsa del turismo regionale che PromoTurismoFVG organizza dal 6 al 10 giugno.
Gli ospiti che arriveranno nei prossimi giorni in regione sono tour operator provenienti principalmente da Paesi Europei, Stati Uniti, Canada e Kazakistan – mercato coinvolto a seguito dell’intervento di PromoTurismoFVG a EXPO 2017 – tra cui si annovera la presenza di alcune tra le società turistiche leader di settore come Thomas Cook, TUI, Studiosus Reisen, Wikinger Reisen, Boscolo Tours, Italyscape, De Jong, Heimsferdir, Hotelplan UK, Pac Group, Nowa Itaka, Ludor CK.
Significativo anche l’elenco dei giornalisti rappresentanti di testate turistiche nazionali ed estere come Le Figaro, Routard, La Repubblica, Donna Moderna, Dove, Idnes, Die Presse, Kleine Zeitung, Münchener Merkur, Krönen Zeitung.

Grazie alla collaborazione con la sede ENIT di New York, quest’anno parteciperà al BUY FVG anche una delegazione di giornalisti dagli Stati Uniti che scrivono per testate come Frommer’s e Metro News.

L’evento si compone di 13 tour tematici dedicati ai tour operator e 3 dedicati alla stampa.

I tour coinvolgono l’intero territorio regionale – sono circa 60 le località interessate – e sono stati scelti dagli ospiti prima dell’arrivo a seconda del loro core business: dal turismo attivo, all’enogastronomia, passando per il mare, la cultura e il segmento wedding, solo per citarne alcuni, durante il BUY FVG la regione metterà in mostra ogni suo segmento turistico per aumentare la presenza nei cataloghi dei tour operator e negli articoli della stampa di settore.
Momento centrale della Borsa sarà il workshop in programma il 9 giugno dalle 9.30 alle 15.30 alla Stazione Marittima di Trieste, durante il quale gli operatori turistici del Friuli Venezia Giulia potranno incontrare i tour operator internazionali per promuovere e commercializzare il proprio prodotto.

Al workshop parteciperanno gratuitamente 175 operatori del Friuli Venezia Giulia tra consorzi, reti d’impresa, agenzie di incoming e strutture ricettive con almeno 10 camere.

All’evento B2B parteciperà anche l’aeroporto Trieste Airport che coinvolgerà alcune linee aeree.

Gli operatori regionali hanno avuto la possibilità di fissare appuntamenti mirati con i tour operator interessati alla loro offerta tramite un’agenda on line. Il pomeriggio, invece, sarà dedicato alla trattativa commerciale attraverso incontri liberi.

Al termine del workshop e della visita di Trieste, alle 18 PromoTurismoFVG ha organizzato per gli ospiti un finale a sorpresa: grazie alla collaborazione con Club dei Venti all’Ora, Club Amici della Topolino Trieste e inBUSclub Autobus Storici, da Piazza Unità d’Italia partirà un corteo di auto storiche che porterà tutti gli invitati lungo la strada costiera verso la serata conclusiva dell’evento.

Il BUY FVG rappresenta uno dei momenti centrali delle iniziative di promo-commercializzazione della destinazione Friuli Venezia Giulia e un’ottima occasione per tutti gli operatori turistici della regione di vendere il proprio prodotto a un target selezionato e altamente specializzato.

Annunci

LINK 2018: incontro con Alan Friedman

 

Friedman link

Sold out nell’Arena di Link 2018, festival del buon giornalismo in piazza Unità a Trieste, per l’incontro con Alan Friedman, protagonista oggi insieme alla conduttrice di Agorà Serena Bortone. Autore del nuovo saggio “Dieci cose da sapere dell’economia italiana” (Newton Compton), Friedman non fa sconti all’Italia: «Con un governo di ordinaria amministrazione potrebbe galleggiare a lungo, anche per anni, bel oltre i tempi gestiti dal governo Gentiloni. E certamente riuscirebbe ad evitare il default. Ma la ripresa è un’altra cosa, per quella ci vogliono le riforme strutturali. E l’Italia sembra non avere nessuna intenzione di farla, tantomeno ci proveranno i populisti … ». Italia bloccata, dunque, sul piano economico ma prim’ancora su quello politico, un po’ come ci trovassimo nel film “Il giorno della marmotta”: «Vedo poche chance per Roberto Fico, cui andrà il mandato la prossima settimana. Ma dubito ce la possa fare, subito dopo è probabile che Mattarella voglia tentare la strada del governo tecnico con il coinvolgimento di tutti: sarebbe anche praticabile se riuscisse a esercitare la moral suasion dei presidenti più carismatici. Ma le forze politiche intorno sono cambiate, e non mi stupirebbe affatto se i pentastellati declinassero l’ipotesi. Nuove elezioni? E’ anche possibile che non ci si arrivi prima di autunno, e chissà con quale legge elettorale».

LINK 2018: gli appuntamenti di domenica 22 aprile

Domenica 22 aprile 2018 – Fincantieri Newsroom, Trieste, piazza Unità

Ingresso libero

Link 2018, la 5^ edizione del festival del Premio Luchetta si conclude domenica 22 aprile con gli ultimi importanti appuntamenti di ‘buon giornalismo’.

 

Ore 9.30 – “Rassegnamoci” con Andrea Iacomini, portavoce Unicef Italia, e Marco De Amicis di Save the Children.

 

Ore 10.30 – Link 2018 rilegge i grandi anniversari italiani. Alla primavera 1978 risale uno degli eventi più rivoluzionari della storia del nostro tempo: la riforma della normativa sulla salute mentale in Italia, perché la celeberrima 180, o “legge Basaglia”, veniva approvata solo 4 giorni dopo il ritrovamento del cadavere di Aldo Moro, il 13 maggio ’78. Ripercorreranno quegli anni formidabili lo psichiatra Peppe Dell’Acqua che li ha vissuti in diretta accanto a Basaglia, insieme ai conduttori di due programmi cult della radiofonia italiana: lo psicologo Massimo Cirri, autore e voce di Caterpillar su Radio2 Rai e Giorgio Zanchini, conduttore di Radio Anch’io su Radio1 Rai. Quarant’anni separano il 2018 anche dal sequestro e dall’uccisione di Aldo Moro.

Ore 11.30 – fra gli incontri più attesi è quello che vedrà protagonista Pif, al secolo Pierfrancesco Diliberto, uno dei volti più originali e più amati della tv e dell’inchiesta italiana: a Trieste farà tappa domani alle in dialogo con l’ex iena Paul Baccaglini e LaLaura, ovvero la giornalista Laura Piazzi, voce di “Miracolo italiano” su Radio2 Rai. Sarà l’occasione anche per lanciare uno sguardo sul Bel Paese attraverso gli occhi di chi conosce una delle sue città più “resilienti”, Palermo. Una sorta di anticipazione della seconda stagione della serie «La mafia uccide solo d’estate», ideata e scritta da PIF, in onda su Rai1 dal 26 aprile. La prima serie era stata seguita da un’audience di 5 milioni solo per la puntata conclusiva.

 

Ore 12.30 – Floriana Bulfon, vincitrice del Premio Luchetta 2016 per il reportage pubblicato dall’Espresso.it, con il direttore della testata Marco Damilano e con Paolo Rozera, direttore Generale Unicef Italia e Andrea Iacomini, portavoce Unicef Italia si confronteranno su “Vite sospese. Storie di adolescenti ai margini della societa”.

 

Ore 15 – Il buon giornalismo fa la differenza anche quando l’inviato è in vacanza: persino con la valigia in mano una breaking news riporta il cronista in prima linea per un reportage last minute, ne parlano al festival  l’inviato Rai News 24 Lorenzo Di Las Plassas e il vicedirettore Radio1 Rai e Gr1 Bruno Ruffolo.

 

Ore 16 – il direttore dell’Espresso Marco Damilano presenta il suo libro riflessione “Un atomo di verità. Aldo Moro e la fine della politica in Italia” (Feltrinelli), in dialogo con l’editorialista Franco Del Campo.

Ore 17 – Ancora sulla “questione Italia”, approcciata da varie prospettive e con molte novità editoriali, il direttore del Tg4 Mario Giordano sarà in dialogo con Omar Monestier direttore Messaggero Veneto, per approfondire i temi del recentissimo saggio “Avvoltoi” (Mondadori), dedicato “a chi divora il Paese alla faccia dei cittadini e ha le tasche piene dei nostri soldi”.

 

Ore 18 – la Trieste dei set che affascina il mondo del cinema: protagonista l’attore de “La Porta Rossa” Ettore Bassi in dialogo con il presidente della FVG Film Commission Federico Poillucci.

 

Ore 19 – di #Migrazioni, tema centrale del nostro tempo, converseranno al festival Daniela Luchetta, presidente della Fondazione Luchetta Ota D’Angelo Hrovatin, con Gianfranco Schiavone e Vania De Luca, vaticanista di RaiNews24.

 

Promosso dalla Fondazione Luchetta, curato da Francesca Fresa e organizzato da Prandicom con il pieno sostegno di Fincantieri, l’apporto della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia e la coorganizzazione del Comune di Trieste, Link 2018 è realizzato con la collaborazione della FNSI e dell’Ordine dei Giornalisti e con la main media partnership della Rai e delle sue testate Rai News 24, Radio1 Rai e Tgr Fvg in collaborazione con la sede RAI Fvg.

Anche per questa edizione il quotidiano Il Piccolo sarà al fianco di Link come media partner cartaceo e digitale con la diretta streaming sul proprio sito di tutti gli incontri in programma.

Info http://www.luchettaincontra.it

 

LINK 2018: gli appuntamenti di sabato 21 aprile

 

Sabato 21 aprile 2018 – Fincantieri Newsroom, Trieste, piazza Unità

Ingresso libero 

Link 2018, la 5^ edizione del festival del Premio Luchetta entra nel vivo sabato 21 aprile con ben undici appuntamenti di ‘buon giornalismo’.

Ore 9.30 – “Rassegnamoci”: gli spettatori potranno fare rassegna stampa insieme ad Andrea Iacomini, portavoce Unicef Italia, e Marco De Amicis di Save the Children.

A seguire – presentazione del Manifesto del giornalismo di Parole O_stili: lo illustreranno la fondatrice Rosy Russo insieme a Cristiano Degano, presidente dell’Ordine dei Giornalisti del Friuli Venezia Giulia e al Direttore di Ansa Friuli Venezia Giulia Francesco De Filippo.

Ore 11.30 – Alan Friedman, insieme alla conduttrice di Agorà Serena Bortone ci guida attraverso “Dieci cose da sapere dell’economia italiana” (Newton Compton): per capire i meccanismi che regolano i rapporti tra noi e lo Stato, prendere le giuste decisioni per la nostra famiglia e il nostro futuro.

Ore 12.30 – è uscito in questi giorni il nuovo libro del telegiornalista Alberto Matano, volto storico del Tg1: il suo “Innocenti. Vite segnate dall’ingiustizia” (Rai Eri), racconta storie tratte dalla fortunata trasmissione nuovamente in onda la domenica sera su Rai3. Ne dialogherà con il direttore di Rai3 Stefano Coletta e con il caporedattore TGR Monica Busetto.

Ore 15 – riflettori sull’annuncio delle terne finaliste del Premio Luchetta 2018: si festeggia quest’anno la 15^ edizione del Premio dedicato alla sensibilizzazione sui diritti dell’infanzia in Italia e nel mondo.

Ore 16 – spazio al vicedirettore del Corriere della Sera, Federico Fubini: con “La maestra e il camorrista” (Mondadori) analizza la rigidità sociale del nostro Paese e insieme all’editorialista Roberto Morelli analizzerà l’Italia di oggi, una nazione a mobilità sociale bloccata. Uno stato nel quale i discendenti di chi ha costruito grandi fortune sono ancora al vertice, mentre i pronipoti delle classi popolari di un tempo sono sempre fermi sui gradini più bassi.

Ore 17 – la guerra fredda 2.0 viene riletta nel nuovo saggio di Gennaro Sangiuliano: “Trump. Vita di un presidente contro tutti” (Mondadori) che esplora gli equilibri del mondo; l’autore ne dialogherà con il giornalista Alfonso Di Leva, direttore del Magazine IES.

Ore 20 – L’Italia e la sua musica per un incontro di particolare suggestione: Gino Castaldo ha ripercorso le partiture d’autore attraverso un saggio che ci permette di sfogliare “Il romanzo della canzone italiana”; lo presenterà a Link insieme al critico musicale Carlo Muscatello.
Link 2018 rilegge l’Italia anche attraverso i suoi anniversari: a 50 anni dalla grande primavera ’68, converseranno il giornalista e e scrittore Toni Capuozzo, autore del recentissimo “Andare per i luoghi del ‘68” (Il Mulino), il direttore di Rai3 Stefano Coletta, la giornalista Myrta Merlino e il direttore del Piccolo Enzo D’Antona.
Ore 21 –  Link si congeda dalla seconda giornata con “La forza delle donne”: al festival il bel documentario di Laura Aprati e Marco Bova, un viaggio drammatico quanto magico fra donne che migrano e donne che accolgono, uno sguardo su un mondo tutto al femminile dal Kurdistan al Libano, immortalato nel suo vissuto quotidiano della guerra.
Promosso dalla Fondazione Luchetta, curato da Francesca Fresa e organizzato da Prandicom con il pieno sostegno di Fincantieri, l’apporto della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia e la coorganizzazione del Comune di Trieste, Link 2018 è realizzato con la collaborazione della FNSI e dell’Ordine dei Giornalisti e con la main media partnership della Rai e delle sue testate Rai News 24, Radio1 Rai e Tgr Fvg in collaborazione con la sede RAI Fvg.

Anche per questa edizione il quotidiano Il Piccolo sarà al fianco di Link come media partner cartaceo e digitale con la diretta streaming sul proprio sito di tutti gli incontri in programma.

Info http://www.luchettaincontra.it

ESTATE 2017 a Trieste: in Piazza dell’Unità arriva la CENA SOTTO LE STELLE

Mercoledì 26 luglio 2017, ore 20.30 –

(in caso di maltempo la cena verrà rinviata al mercoledì successivo)

19959352_1452582134798449_3545607673582378817_n

L’Associazione Cuochi Trieste in collaborazione con il Comune di Trieste organizza per Mercoledì 26 Luglio 2017 alle ore 20.30 in Piazza dell’Unità d’Italia a Trieste “CENA SOTTO LE STELLE” un evento unico nel suo genere per la città di Trieste per trascorrere una serata veramente indimenticabile ospitata in una location da “urlo”: la piazza più bella d’Europa. Impossibile non esserci!

La serata avrà anche un risvolto benefico: parte del ricavato infatti verrà devoluto all’Ospedale Infantile Burlo Garofolo e alla Fondazione Luchetta.

Il menù  della serata è stato realizzato dai cuochi dell’associazione triestina che nasce nel 2013 e che in questi quattro anni è stata sempre molto attiva sul territorio e prevede: una stratificazione di Melanzana Viola, Alice Barcolana, Jamar del Carso e bianchera aromatizzata al Basilico come antipasto ed una sfoglia all’uovo con farina di grani antichi e canoce di mare come primo piatto. Il secondo piatto consiste in una “Sorpresa del Golfo” con Crumble del Carso e Insalatina croccante alla Triestina su Crema di Indivia. Il tutto ovviamente abbinato ai vini del territorio regionale e più precisamente di Angoris.

Per rendere la serata veramente indimenticabile, è prevista la realizzazione di un dessert da Guinnes: verrà infatti realizzata la Crema Carsolina più lunga del mondo con ben 25 metri di sfoglia e di crema… una vera estasi anche per i meno golosi!

 

Il costo della cena – veramente irrisorio se si considera la location e lo scopo benefico – comprensivo di degustazione vini è di euro 70,00

Per motivi organizzativi, NON sarà possibile accedere alla piazza senza avere effettuato la prenotazione ed il pagamento anticipati.

Per informazioni e prenotazioni potete contattare il numero 338 6076900 oppure inviare una mail a atctrieste@gmail.com oppure rivolgervi al gazebo dell’Associazione Cuochi in Piazza della Borsa.
20121402_1456698831053446_8778914963536013557_o