Live like a local: il progetto di PromoTurismoFVG si evolve dal virtuale al reale

Live Like a Local

13 luglio, 7 e  21 settembre, 5 e 19 ottobre 2019 –

Arrampicarsi sugli alberi, scoprire botteghe artigiane, pedalare fra i castelli e colline moreniche, fare trekking fra i vigneti del Collio o assieme agli asini: sono queste le prime escursioni che PromoTurismoFVG propone ai turisti che vogliono vivere il territorio come un cittadino del Friuli Venezia Giulia.

“Live like a local”, vivi come un abitante, è il nome del contenitore di esperienze territoriali organizzate da alcuni dei Social Ambassador più attivi del blog fvglivexperience.

Vivendo una giornata accompagnati da abitanti della regione, i turisti potranno quindi sentirsi non semplici visitatori, ma veri e propri cittadini temporanei immersi nella comunità locale.

L’obbiettivo di questa nuova parte del progetto Social Ambassador è effettuare un’azione di disintermediazione turistica concreta, avvicinando i turisti agli operatori locali e aumentando l’autenticità della promozione.

Si vuole far sentire il turista parte integrante del territorio in modo che lui stesso diventi ambasciatore e promotore del Friuli Venezia Giulia.

La prima experience “Arrampicarsi sugli alberi con Andrea Maroè” è organizzata per il 13 luglio e prevede la conoscenza dell’ambiente naturale boschivo della regione e la scalata di una quercia da cui si può ammirare un panorama unico della regione.

Il calendario di experience continua poi a settembre con la visita il 7 “Fra le botteghe artigiane di Trieste con MissClaire”, il 21 “Collinbici: fra i castelli delle colline moreniche con Giuliano Piccoli” e a ottobre il 5 con “Esperienze asinine a misura di famiglia con Sabrina Pellizon” e il 19 “Trekking tra i vigneti del Collio con Michele Castro”.

Tutte le informazioni sono presenti sulla pagina dedicata del portale turistico regionale: https://www.turismofvg.it/Live-Like-a-Local

Il progetto Social Ambassador è stato avviato da PromoTurismoFVG nel 2017 con una prima fase di ricerca di portavoce del territorio regionale e con la creazione del blog fvglivexperience.it che ha portato risultati lusinghieri: nell’ultimo anno il blog è stato consultato da di più di 100mila utenti, dei quali più del 70% naviga nel blog attraverso il proprio dispositivo mobile.

Il progetto è stato anche presentato in diversi eventi e convegni sul tema della comunicazione web e social, come ad esempio la Borsa del Turismo On line di Firenze, come best practice di turismo esperienziale nel panorama italiano.

Ora, dopo aver effettuato una seconda campagna che chiama a raccolta nuovi abitanti del Friuli Venezia Giulia amanti del proprio territorio e con la passione per la fotografia e la produzione video, PromoTurismoFVG ha ricevuto la risposta di ben 110 interessati che vogliono mettersi in gioco.

A questo recruiting si affianca un’ulteriore evoluzione concreta del progetto con l’organizzazione di escursioni alla scoperta di una parte inedita del Friuli Venezia Giulia in compagnia degli Ambassador.

Annunci

Nuove emozioni tutte da esplorare nel lago di Sauris

di Eva Trinca

foto archivio Albergo Diffuso Sauris

foto archivio Albergo Diffuso Sauris

Ora: l’amore sfrenato che io nutro per Sauris e…

… per il suo suggestivo lago, per le sue case pittoresche, per la sua gente cordiale e affettuosa molti dei quali per me sono anche un po’ famiglia, per le sue distese infinite di crocus al disciogliersi della neve o le colline che esplodono di rododendri a primavera inoltrata, per le strade alberate che in autunno si infiammano regalando moltitudini di sfumature, per il fatto che è stata, è e sarà per sempre il mio “ritiro”, quello buono, quello dove vivere le emozioni, dove lasciarsi coccolare, dove lo scoppiettare del fuoco in un camino e la neve che scende è pura poesia, dove un’alba un tramonto un temporale ed il suo arcobaleno sono poesia…

dicevo … l’amore sfrenato che io nutro per Sauris è indiscusso!

Ma quest’anno Sauris ha deciso di regalarvi qualcosa in più!

 

Ed io non posso non parlarvene!

“Dume dume ame zahrar zea”: esplora il lago di Sauris e vivi un’esperienza unica

pannello_sailing-sauris-1024x512

“Dume dume ame zahrar zea” significa in saurano “tutto intorno al lago”, sicuramente il modo migliore per descrivere le tante opportunità riservate a chi quest’estate vorrà trascorrere qualche giorno a Sauris, ridente località del Friuli Venezia Giulia, luogo dove a volte … non osano neppure le aquile…

Il lago di Sauris si trova in località La Maina ed è il migliore benvenuto che un ospite possa ricevere arrivando a Sauris, perché subito dopo avere superato l’ultima galleria la vista si apre al lago e alle sue acque turchesi che invitano ad una sosta per godere di questo splendido panorama.

E finalmente dall’estate 2019 il lago offre, oltre al relax e alla pace, anche molte altre nuove attività adatte agli appassionati della vita all’aria aperta e dello sport, ma anche per le famiglie e i bambini.

 

foto archivio Albergo Diffuso Sauris

foto archivio Albergo Diffuso Sauris

Varie sono le emozioni che si possono vivere sul lago di Sauris attraverso una nuova prospettiva: con canoe, canoe canadesi, sup, ma anche con pattini e barca a vela.

Situato a 977 metri di altitudine, il clima in estate è sicuramente l’ideale per vivere il lago ed esplorare tutti i suoi angoli, anche con le guide naturalistiche specializzate.

SUP e canoe sono stabili e inaffondabili, facili da utilizzare, adatti sia per adulti che per bambini.

Informazioni e prenotazioni

info@albergodiffusosauris.com oppure tel. 0433 86221

CALENDARIO ATTIVITA’

Domenica 30 giugno
Inaugurazione – dalle ore 15:00 alle 18:00 prove libere sul lago per tutti gratis

Sabato 6 e domenica 7 luglio

Orario 10:00-18:00

Da venerdì 12 luglio a domenica 21 luglio (in occasione della festa del Prosciutto)
Tutti i giorni con orario 10:00-18:00
Oltre alle normali attività sarà possibile usufruire anche di piccole barche a vela

Da lunedì 22 luglio fino alla fine di agosto

Tutti i giorni con orario 10:00-18:00

Dal 10 luglio fino alla fine di agosto

Tutti i mercoledì

  • Escursioni sul lago con guide naturalistiche della durata di circa due ore durante tutto il giorno
  • Corso di canoa

TARIFFE

Canoe e SUP

  •  1 ora                                          10 euro/persona
  •  2 ore                                          18 euro/persona
  • Mezza giornata/max 4 ore     30 euro/ persona
  • Giornata intera/max 7 ore     40 euro/persona
  • Abbonamento 5 uscite            45 euro/persona
  • Abbonamento 10 uscite          80 euro/persona
  • Bambini gratis fino a 10 anni, se utilizzano imbarcazioni con il genitore (canoa biposto, canoe canadese, pattino)

Escursione con guida naturalistica

  • Durata circa 2 ore                             28 euro/persona
  • Bambini fino a 10 anni gratis.
  • Ragazzi 10-18 anni                            15 euro/persona

Corsi di canoa

  • Adulti                                                    20 euro/ora
  • Bambini                                                15 euro ora

Possibilità di concordare abbonamenti con l’istruttore.

Sconto 10% per gli ospiti dell’Albergo Diffuso Sauris e saurani.

Informazioni e prenotazioni

info@albergodiffusosauris.com oppure tel. 0433 86221

Boramata 2019 al via!

Boramata0001

Dal 7 al 9 giugno a Trieste –

Ritornano le follie di vento nella città della bora: dal 7 al 9 giugno in programma la V edizione di Boramata, una grande festa all’aria aperta nel centro della città, tra piazza Ponterosso e piazza Unità.

La manifestazione curata da Rino Lombardi (Associazione Museo della Bora), ideatore del programma, con l’organizzazione della Prandicom di Federico Prandi, di anno in anno porta un momento di leggerezza in pieno centro città mettendo insieme memoria e creatività, per celebrare la cosa più triestina che c’è.

Una festa per i triestini, e non solo.

Tra gli appuntamenti di sempre non mancheranno le ormai celeri girandole in piazza, quest’anno ben 400, icone dell’evento e gioia degli Instagramers. I colori di quest’anno saranno ispirati alle bandiere delle quattro squadre che si affronteranno a Trieste per i campionati europei di calcio Under 21. Un bel modo di anticipare questa grande festa dello sport. Le girandole saranno ancora di più, più che raddoppiate, per non deludere chi vuole portarsele a casa e per fare aumentare il valore della donazione finale in beneficenza, con l’appuntamento ormai consolidato dell’asta pubblica delle girandole a fine manifestazione.

GIRANDOLE

Anche quest’anno il main partner è AcegasApsAmga che sostiene l’iniziativa fin dalla prima edizione.

Nello stand di piazza Ponterosso l’azienda multiservizi inviterà i triestini a consumare l’acqua del rubinetto e, dopo la compilazione di un semplice test, donerà una pratica borraccia per evitare di utilizzare bottigliette di plastica usa e getta. Di fronte allo stand di AcegasApsAmga sarà anche posizionato un erogatore d’acqua di rete con 10 rubinetti.

Ulteriore appuntamento fisso della manifestazione è quello con gli aquilonisti.

A gentile richiesta quest’anno si esibiranno per due giorni consecutivi. Arrivano dalla Val di Fiemme, recentemente hanno partecipato al festival di Cervia e proporranno il loro colorato spettacolo in piazza Unità venerdì 7, dalle 11.30 e sabato 8, dalle 11. Speriamo in venti favorevoli per ammirare il gufo, la piovra e altre creazioni volanti.

Boramata0007

Tra le novità di questa edizione in piazza Ponterosso l’ospite tecnologico d’onore sarà il Boramat, il simulatore di vento realizzato dagli appassionati makers del FabLab dell’Ictp di Miramare. Dopo il successo della recente Trieste Mini Maker Faire, ecco una nuova occasione per divertirsi col vento, scegliendo tra bora chiara, bora scura e borino.

Quest’anno gli organizzatori di Boramata sono orgogliosi di avere ottenuto il “bollino di Esof” Trieste Capitale della ricerca scientifica 2020.

Insieme agli approfondimenti scientifici, alla mostra “Laboratorio Venti”, in corso al Palazzo Costanzi fino al 12 giugno prossimo dove si celebrano i vent’anni dell’Associazione Museo della Bora, ad arricchire l’offerta di Boramata 2019 saranno tanti momenti di scienza nel corso della tre-giorni di festa del vento.

Ad aprire la manifestazione nel pomeriggio di giovedì 6 giugno, un appuntamento che porta il Carso in città: dalle 18.30 inaugurazione con la presentazione in anteprima del nuovo video promozionale dedicato ai tour “Carso in bici” curata dal GAL Carso.

La mattinata di venerdì 7 sarà dedicata alle attività laboratoriali con il laboratorio di aquiloni e il laboratorio sul vento dedicato alle scuole in collaborazione con l’Immaginario Scientifico. Dalle11.30 spettacolo di aquiloni in piazza Unità.

L’attualissimo tema del “climate change” sarà trattato nel pomeriggio venerdì nell’incontro organizzato in collaborazione con Miramare Area Marina Protetta del WWF dal titolo “Il mare, la bora, il clima che cambia”, in programma alla Sala Bazlen di Palazzo Gopcevich (ore 17.00) con la partecipazione di esperti dell’Area Marina Protetta, dell’OGS e di altre istituzioni scientifiche del territorio.

Nella seconda parte del pomeriggio di venerdì (alle 18.45), appuntamento speciale con un’animazione ispirata dalla bora a cura di “Oltre quella sedia”: quest’anno il ricavato della vendita delle girandole sarà destinato proprio a questa associazione molto attiva sul fronte della disabilità.

Sulle tracce della bora è, invece, la nuova iniziativa turistica: dalle 19.00 sarà possibile fare due passi tra refoli, curiosità e indizi della presenza del vento a Trieste, tra Ponterosso, le rive, il Molo Audace, passando per Piazza Unità, Piazza della Borsa. Ad accompagnare il gruppo la guida naturalistica Sabina Viezzoli. La passeggiata su prenotazione sarà replicata alle 10.00 di domenica 9 giugno.

Ricca di eventi la giornata di sabato a partire ancora dal grande spettacolo con gli aquiloni in piazza (piazza Unità dalle 11.00). Spicca nel programma del pomeriggio (ore18.40) l’incontro con lo scrittore Mario Ferraguti, autore de “La ballata del vento” (Ediciclo Edizioni) uno dei più poetici libri di vento pubblicati in questi ultimi anni. La serata di sabato si concluderà con la presentazione di “Legno e vento” il CD fresco di stampa della chitarrista Paola Selva, la cui carriera è iniziata per colpa del vento. E ne va orgogliosa! Sarà lei a raccontarci perché.

Sono previste nella giornata eventi in collaborazione con Trieste HopTour, la Guida della Bora, e inviti speciali al Bloomsday joyciano e a Barbacan produce. Così anche questa volta Boramata metterà in circolo le idee in una gioiosa festa en plein air.

Gran finale domenica 9 giugno: dopo la passeggiata “Sulle tracce della bora”, dalle 11.00 in piazza Ponterosso sarà il momento dell’asta pubblica delle girandole condotta dall’attrice Marcela Serli.

PROGRAMMA DELLA MANIFESTAZIONE

Da venerdì 7 a domenica 9 giugno “prato di girandole in piazza Unità”

Evento dal 7 al 9 giugno
• Il Boramat a Boramata!
• Anemometro Ursus
Ritorna in città il simulatore di bora chiara, bora scura e borino, insieme al divertente misuratore di vento, tecnologiche idee realizzate dai makers del FabLab dell’ICTP di Miramare

Un calcio al vento
Un omaggio agli europei under 21
GIOVEDÌ 6 GIUGNO
In piazza Ponterosso
Ore 18.30
Inaugurazione
Presentazione video “Carso in Bici” a cura di GAL Carso

VENERDÌ 7 GIUGNO (mattina)

In piazza Ponterosso
Mattinata per le scuole
Laboratorio sul vento in collaborazione con l’Immaginario Scientifico insieme ai libri di Editoriale Scienza

Laboratorio di aquiloni

Ore 11.30 Aquiloni in piazza Unità
Ospiti d’onore 2019
Aquilonisti dalla Val di Fiemme

VENERDÌ 7 GIUGNO (pomeriggio)

Sala Bobi Bazlen • Palazzo Gopcevich
Ore 17
In occasione della Giornata mondiale degli oceani
Evento a cura di WWF Area Marina Protetta Miramare
Il mare, la bora, il clima che cambia

In piazza Ponterosso
Ore 18.45
Spettacolo in piazza a cura di Oltre quella sedia Onlus

Ore 19
Sulle tracce della bora
Due passi tra refoli, curiosità e indizi della presenza del vento a Trieste.
Durata: 1 h circa
Dove: Ponterosso, rive, Molo Audace, Piazza Unità, Piazza della Borsa, Ponterosso
Chi ti accompagna: Sabina Viezzoli, Guida Naturalistica

In piccolo gruppo, passeggiata gratuita con prenotazione obbligatoria a info@guidabora.ithttp://www.guidabora.it

8 GIUGNO
Ore 11.00
Aquiloni in piazza Unità
Ospiti d’onore 2019
Aquilonisti
dalla Val di Fiemme

Ore 17.30
Boramatite
Annalisa Metus

Ore 17.45
Bora? Cossa far?
Diego Manna

Ore 18.00
Camminare e correre nel vento
Guida della Bora, Corsa della Bora

Ore 18.20
Invito al Bloomsday Nausicaa con Riccardo Cepach, Joyce Museum

Ore 18.25
Invito a Barbacan Produce di domenica 9

Ore 18.30
Premio Boramata 2019

Ore 18.40
“La ballata del vento” con Mario Ferraguti

Presentazione del libro “La ballata del vento”
Edizioni Ediciclo, 2018

A seguire
“Legno e vento” (esecuzione di brani con chitarra solista)
Il nuovo CD della chitarrista Paola Selva: una carriera iniziata con la bora!

DOMENICA 9 GIUGNO
Ore 10
Sulle tracce della bora
Due passi tra refoli, curiosità e indizi della presenza del vento a Trieste.
Durata: 1 h circa
Dove: Ponterosso, rive, Molo Audace, Piazza Unità, Piazza della Borsa, Ponterosso
Chi ti accompagna: Sabina Viezzoli, Guida Naturalistica

In piccolo gruppo, passeggiata gratuita con prenotazione obbligatoria a info@guidabora.ithttp://www.guidabora.it
Ore 11
In Piazza Unità.
Asta delle girandole con l’attrice Marcela Serli.
Il ricavato sarà devoluto a Oltre quella sedia Onlus

Walkart: il Friuli Venezia Giulia in cammino fra le vie del passato e del futuro

festival

Dal 31 maggio al 3 giugno 2019 – 

Al via le ultime attività organizzate da PromoTurismoFVG nell’ambito del progetto Interreg Italia-Austria “Walkart – L’arte del cammino” per la riscoperta delle antiche vie di pellegrinaggio tra Carinzia e Friuli Venezia Giulia.
Un educational di tre giorni dedicato a giornalisti italiani e austriaci lungo i sentieri dei cammini di fede e il Festival transfrontaliero dei cammini, una tre giorni di racconti, camminate, animazione per bambini e progettazioni future declinata in diverse località della regione.

Presentato lo scorso 26 febbraio a Roma, alla presenza di un numeroso pubblico composto da stampa e operatori del settore, il progetto Interreg Italia-Austria Walkart – L’arte del cammino che coinvolge il Friuli Venezia Giulia e la Carinzia nella strutturazione, valorizzazione e promozione di una nuova offerta transfrontaliera, sostenibile, slow e alternativa al turismo di massa, si avvia alla conclusione con i due eventi che PromoTurismoFVG organizza durante questo fine settimana.

Fino al 2 di giugno, PromoTurismoFVG ospiterà un gruppo di giornalisti di rinomate testate italiane e straniere come Dove, Lonely Planet, La Stampa, Repubblica Viaggi e Die Presse (Austria) per i quali ha programmato diverse esperienze da vivere lungo le quattro vie di pellegrinaggio della regione: dalle camminate lungo la Via del Tagliamento e lungo il Cammino Celeste alla scoperta delle Chiesette delle Valli del Natisone alle visite guidate della civica Biblioteca Guarneriana di San Daniele del Friuli, del Santuario di Castelmonte e di Cividale del Friuli.
Per i giornalisti sono previsti anche il soggiorno nella rinnovata struttura dell’Hospitale di San Tomaso di Majano e la scoperta della ricca offerta enogastronomica che si sviluppa e incontra lungo le strade dei cammini.

Venerdì 31 maggio i giornalisti parteciperanno alla serata inaugurale del Festival transfrontaliero dei cammini che avrà inizio il 1 giugno a Pinzano al Tagliamento e si concluderà lunedì 3 a Gemona del Friuli con il convegno storico “Conoscere il passato per progettare il futuro”.

Durante i tre giorni del festival, PromoTurismoFVG in collaborazione con i Comuni di Duino Aurisina-Občina Devin Nabrežina, Gemona del Friuli, Pinzano al Tagliamento, Prepotto, Ragogna e Sauris e le associazioni operanti per i diversi cammini di fede, organizzerà per il pubblico una serie di attività ludiche, sportive, culturali ed enogastronomiche per la promozione e valorizzazione dell’offerta turistica lungo le quattro antiche vie di pellegrinaggio che si snodano sul territorio italiano del Friuli Venezia Giulia: il Cammino Celeste da Aquileia a Maria Saal, il Cammino delle Pievi in Carnia, la Via del Tagliamento (da Coccau a Latisana, per qui congiungersi con Romea Aquileiense) e la Via Flavia (da Trieste ad Aquileia, per qui congiungersi con Romea Aquileiense).

La prenotazione alle diverse attività è obbligatoria e può essere effettuata contattando gli uffici turistici di PromoTurismoFVG di riferimento:

  • infopoint di Udine info.udine@promoturismo.fvg.it (tel. 0432 295972)
  • infopoint di Sistiana info.sistiana@promoturismo.fvg.it (tel. 040 299166)
  • infopoint di Sauris info.sauris@libero.it (tel. 0433 86076)

Questo il link al programma dettagliato del festival.

sentieri 1sentieri 2

L’insieme di attività che il Friuli Venezia Giulia e la Carinzia hanno messo in atto per il progetto Interreg “Walkart – L’Arte del cammino” giunto ormai alla sua conclusione, sono state molteplici nel corso degli anni, ma il lavoro di PromoTurismoFVG non si concluderà al suo termine. Nell’ottica infatti dello sviluppo del turismo slow, asset strategico del piano di sviluppo dell’offerta turistica del Friuli Venezia Giulia ed esperienza di sempre più richiamo dai turisti alla ricerca di lentezza nella scoperta di un territorio, PromoTurismoFVG si prepara ai tavoli di lavoro per la strutturazione del prolungamento fino al Santuario di Sant’Antonio di Gemona del Friuli, del Cammino di Sant’Antonio da Padova, che attualmente vede la Basilica di Sant’Antonio di Padova e il Santuario della Verna in Toscana le due mete di congiunzione.

PromoTurismoFVG ringrazia per la collaborazione il Lead partner Comunità Friuli Collinare, il partner austrico RM Regional-Management Mittelkärnten GmbH, i Comuni di Duino Aurisina-Obcina Devin Nabrezina, Gemona del Friuli, Pinzano al Tagliamento, Prepotto, Ragogna e Sauris e tutte le associazioni che hanno collaborato alla realizzazione del festival.

Le Giornate della Luce in FVG celebrano i maestri della fotografia

PRESENTAZIONE A CANNES

Spilimbergo 8 – 16 giugno 2019 – 

Dopo il successo delle quattro prime edizioni, torna a Spilimbergo – con incursioni anche a Sequals, Casarsa della Delizia, San Vito al Tagliamento, Codroipo e Pinzano al Tagliamento – il festival che celebra il ruolo degli Autori della Fotografia del cinema italiano contemporaneo. Le Giornate della Luce, una realtà ormai consolidata nel panorama delle manifestazioni festivaliere della regione, è in programma quest’anno tra l’8 e il 16 giugno sempre con l’ideazione e la curatela artistica di Gloria De Antoni con Donato Guerra. Dopo la presenza dei curatori al Salone del libro di Torino, alcuni “highlights” del programma 2019 del festival sono stati adesso presentati al Festival di Cannes, all’interno del Padiglione Italia, nell’ambito degli incontri di Istituto Luce Cinecittà, tra i partner del festival assieme a Rai Cinema.
Il festival conferma anche quest’anno la sua riuscita formula con proiezioni dei film in concorso, incontri con fotografi di scena, registi e attori, seminari e percorsi espositivi, per culminare nell’attribuzione del premio Il Quarzo di Spilimbergo-Light Award, assegnato alla migliore fotografia di un film italiano dell’ultima stagione, insieme al consueto premio dei Giovani e premio del Pubblico. Il riconoscimento principale verrà come sempre assegnato da una giuria formata da nomi di spicco nel panorama cinematografico: il regista, sceneggiatore e interprete Edoardo Winspeare, l’attrice-icona degli anni Settanta Stefania Casini, ora regista impegnata e di talento, l’attrice Anna Bonaiuto, i critici cinematografici Oreste De Fornari, Fabio Ferzetti e Fulvia Caprara, l’Autore della fotografia Francesca Amitrano e Chiara Omero, direttore artistico di ShorTS festival.

La quinta edizione de Le Giornate della Luce si aprirà anche quest’anno a Spilimbergo con una serie di mostre a contenuto cinematografico e con gli Incontri di 8 ½, con noti esponenti del cinema italiano.

Attesa per mercoledì 12 giugno a Casarsa della Delizia una serata che festeggia i 60 anni dal primo ciak de “La Dolce Vita” di Federico Fellini presenti con l’attrice Valeria Ciangottini: la camerierina miraggio di un’impossibile redenzione, ricorda quella primavera del 1959 sul set del capolavoro di Federico Fellini. A tre anni dalla sua presenza come presidente di Giuria e docente alla Masterclass che ogni anno offre un momento con maestri della cinematografia nazionale ed internazionale, è atteso quest’anno il ritorno al festival del regista Pupi Avati, in assoluto tra i maggiori protagonisti del nostro cinema di sempre.

Quella di Cannes è stata anche l’occasione per presentare in anteprima la sigla che accompagnerà le proiezioni di questa edizione, frutto di un bando a cui hanno risposto numerosi autori. Vincitori di questa edizione è risultato il lavoro firmato da Sara Beinat, Federica Pagnucco e Matteo Sabbadini. E sarà proprio la loro opera che aprirà tutti gli eventi del Festival a giugno.
L’intero programma, le ulteriori presenze esclusive di questa edizione e i tre film finalisti in concorso saranno presentati a breve per ricomporre l’intero calendario che animerà la quinta edizione delle Giornate della Luce.

Lignano Sabbiadoro pronta ad accogliere la Force Run Beach

Dal 15 al 16 giugno 2019 a Lignano Sabbiadoro –

Il Campionato Nazionale Force Run arriva per la prima volta in Friuli Venezia Giulia con una tappa  valida per la qualificazione agli OCR European Championship.

La Force Run è una corsa a ostacoli, uno spettacolo, un concentrato di adrenalina. Avventuratevi nel bosco, sulla spiaggia, nel mare, in una sfida travolgente aperta proprio a tutti.

La Force Run è una corsa a ostacoli, uno spettacolo, un concentrato di adrenalina. Avventuratevi nel bosco, sulla spiaggia, nel mare, in una sfida travolgente aperta proprio a tutti.

Un 2019 di grandi novità per la Force Run, che quest’anno raddoppia il tiro e, oltre alla tradizionale tappa di Verona, va alla conquista di Lignano Sabbiadoro, con la nuovissima edizione BEACH, il 15 e 16 giugno.

A Lignano Sabbiadoro la Force Run BEACH si svolgerà al Bella Italia & EFA Village, con un weekend di sfide incredibili, ostacoli e tanto divertimento per tutti. Un evento sportivo decisamente fuori dagli schemi, una corsa senza paragoni per i coraggiosi che non si fermano davanti a niente.

Z PARTENZA300dpi

Quattro le modalità con cui si potrà partecipare alla Force Run BEACH:

Sabato 15 giugno

SHARK – percorso competitivo di 9 km (inserito come quarta tappa del Campionato Italiano OCR)

OCTOPUS – percorso non competitivo di 9 km

Domenica 16 giugno

BARRACUDA – 3 km competitivi validi per il Campionato Triveneto

TURTLE – 3 km ludico-motori da percorrere travestiti nei modi più strambi

Only the brave! Ognuno può scegliere il percorso nel quale misurarsi, ma in ogni caso si tratterà di mettersi alla prova e vincere le proprie paure.

Tutti gli ostacoli sono obbligatori solo per gli atleti iscritti al Campionato Italiano, i corridori dilettanti potranno scegliere quali affrontare.

Il mondo OCR è una disciplina sempre più emergente e affermata, sia nelle palestre, sia nei campi prova di tutta Italia.

Force Run è la corsa adatta ai più duri e agli atleti più coraggiosi e la SHARK di sabato sarà valida per la qualificazione agli OCR European Championship.

Le versioni non competitive daranno l’opportunità di confrontarsi con i professionisti, mettendo alla prova tutte le capacità e la forza a disposizione.

La gara TURTLE di domenica sarà ricca di goliardia e travestimenti, gli aspiranti forcer saranno chiamati a superare gli ostacoli nella maniera più folle possibile.

Gli ostacoli, sia naturali, sia artificiali, saranno di differenti difficoltà, a seconda del percorso scelto, per dare la possibilità a tutti di partecipare e divertirsi, singolarmente o in gruppo.

Le iscrizioni online sono aperte sul sito www.forcerun.it per tutti coloro che vogliono mettersi alla prova e trascorrere un weekend di sicuro divertimento!

Nel Bella Italia & Efa Village di Lignano Sabbiadoro un appuntamento da non perdere, con sabbia, acqua, fango, pareti e ostacoli artificiali, che renderanno la Force Run BEACH un’esperienza davvero unica!

Torna ” pordenonescrive Junior “, il campus estivo della scrittura creativa formato ragazzi

thumbnail_Schermata 2019-05-21 alle 10.00.48

Fondazione Pordenonelegge.it – Palazzo Badini – dal 25 al 28 giugno –

ISCRIZIONI DA GIOVEDI’ 23 MAGGIO (entro il 18 giugno)

Nel rush finale verso la conclusione dell’anno scolastico possiamo guardare all’estate e progettare momenti di fantasia e creatività: la Fondazione Pordenonelegge anche quest’anno punta a stimolare i primi cimenti con la scrittura dei giovani lettori.

Dal 25 al 28 giugno torna “pordenonescrive Junior”, 4^ edizione del “campus d’autore” in 4 lezioni, coordinato da Valentina Gasparet, con quattro coach che guideranno i giovani nell’esplorazione della parola scritta: il modo migliore per scoprire la meraviglia delle storie e sperimentare la scrittura come fosse un gioco creativo.

Si parte martedì 25 giugno con Andrea Maggi, il famoso ‘prof.’ del reality show di Rai2 “Il collegio”: ai ragazzi svelerà i segreti del raccontare una storia, esplorandone la genesi e lo sviluppa fino a quando, finalmente, diventa “adulta”. E racconterà come dal racconto breve, a piccoli passi, si approda al romanzo. Sarà avvincente per i ragazzi seguirlo anche sulle tracce del suo nuovo libro “Guerra ai prof!”, in uscita per Feltrinelli giovedì 23 maggio.

Mercoledì 26 giugno il testimone passerà ad Andrea Molesini sul filo rosso di “Scrivere poesia”: l’autore, Premio Campiello 2011, ci accompagnerà nelle stanze di un’affascinante forma di linguaggio espressivo, portandoci ad esplorare le possibilità dello scrivere in versi, tra rime, suoni, ritmo.

Giovedì 27 giugno ecco “Scrivere con le immagini”, affidato al cartoonist Marco Tonus, che ci svelerà come nasce un fumetto: dall’idea alla costruzione della storia per immagini.

Venerdì 28 giugno, infine, la parola al giornalista Alessandro Mezzena Lona che racconterà i meccanismi del suo mestiere, rivelando trucchi e suggerimenti per scrivere un articolo di giornale, una recensione, un post per un blog.

Pordenonescrive Junior è dedicato ai ragazzi delle classi 5^ della scuola primaria e 1^, 2^ e 3^ della scuola secondaria di primo grado (11-13 anni). Una proposta semplice e di grande qualità: quattro lezioni tematiche da tre ore ciascuna con autori ed esperti, per imparare, divertendosi, le tecniche, le regole e i segreti della scrittura.

Il corso si svolgerà a Palazzo Badini dalle 9.30 alle 12.30.

Iscrizioni da giovedì 23 maggio, ed entro il 18 giugno.

Info presso gli uffici della Fondazione Pordenonelegge.it, Palazzo Badini, Via Mazzini 2, Pordenone.

Sito web http://www.pordenonelegge.it

I DOCENTI

Andrea Maggi, insegna lettere alla scuola secondaria di I grado. È il professore protagonista del docu-reality Rai Il Collegio, che nel 2019 ha raggiunto il primo posto nei dati di ascolto. Molto attivo sui social, è rapidamente diventato uno degli insegnanti più seguiti e amati dagli studenti d’Italia. Ha pubblicato tre romanzi gialli per Garzanti e con Morte all’Acropoli ha vinto nel 2015 il premio Massarosa. A fine maggio uscirà in libreria Guerra ai prof! (Feltrinelli), il suo primo libro per ragazzi.

Andrea Molesini è un romanziere tradotto in una dozzina di lingue, tra cui l’inglese, il tedesco, il francese e lo spagnolo. Con Non tutti i bastardi sono di Vienna (Sellerio, 2010) ha vinto il Premio Campiello. Il suo ultimo romanzo è Dove un’ombra sconsolata mi cerca (Sellerio, 2019). Per i suoi libri per ragazzi (Quando ai veneziani crebbe la coda, Finferli caldi, Aznif e la strega maldestra, All’ombra del lungo camino) ha ricevuto il Premio Andersen alla carriera. Nel 2018 è uscito per BUR Ragazzi, Così belle da innamorare le stelle. Piccolo manuale per imparare a scrivere e leggere poesie.

Marco Tonus, nato a Pordenone nel 1982, ha iniziato a disegnare da bambino e non ha mai smesso. Ha scritto e disegnato fumetti, illustrato storie per grandi e piccoli, creato vignette di satira e umorismo per numerosi giornali. Ha vinto diversi premi e riconoscimenti in Italia e in Europa per il suo lavoro di cartoonist.

Alessandro Mezzena Lona, nato a Trieste nel 1958, è stato per molti anni responsabile delle pagine culturali del quotidiano “Il Piccolo”. Ha pubblicato saggi sulla letteratura italiana. Nel 2013 ha vinto il Premio Grado Giallo Mondadori con il racconto “Non credere ai santi”. Ha pubblicato il romanzo La morte danza in salita. Ettore Schmitz e il caso Bottecchia (Mondadori) e ha curato il volume Barcolana. Un mare di racconti (Giunti). Cura il blog di letteratura, musica e cinema http://www.arcanestorie.it