#triesteXmanuel: al Rossetti di Trieste si nuota verso la solidarietà

thumbnail_IMG_7618Lunedì 11 novembre 2019 alle ore 20.30 si terrà al Politeama Rossetti di Trieste, con la coorganizzazione del Comune di Trieste e del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia, il concerto/spettacolo di beneficenza ideato e coordinato da Fabrizio Somma a favore di Manuel Bortuzzo.

La serata, dedicata al giovane nuotatore triestino Manuel Bortuzzo è il primo evento del genere organizzato in Italia a suo favore.

Lo spettacolo verrà condotto da Rosanna Bubola e “disturbato” da Flavio Furian.

Manuel sarà presente e verrà intervistato dal giornalista Alberto Bollis, vicedirettore de Il Piccolo.

L’evento avrà come protagonisti i seguenti artisti che hanno aderito da subito gratuitamente all’evento nel senso della solidarietà civile (tribute band e giovani emergenti triestini in ordine alfabetico): ACQUA & SALE – AMIR & ALEKSANDRA – BLUES METROPOLITANO – DENNIS FANTINA – EMPORIO DANZA – FABIO RED ROSSO & GIOVANNI VIANELLI – GABRIELE GRIECO – DUO INDACO – I SOLITI POOH – MAGAZZINO COMMERCIALE – NICOLE PEROSSA – PINKOVER – RESPECT A NIGHT FOR ARETHA – REWIND – SWING DEAL

La direzione artistica è composta da: STEFANO GASPERINI – ELVIO MORATTO – PAOLO MUSCOVI – ARIELLA PETELIN – DAVID SYON

Durante la serata verranno eseguiti brani inediti d’autore e cover delle più famose band italiane ed internazionali. Il filo conduttore sarà l’acqua, elemento naturale del nostro protagonista, ma anche soprattutto l’amicizia, il coraggio, il desiderio di riscatto e la forza di carattere, messaggio per i giovani e tutte le persone che non devono rassegnarsi nei momenti di difficoltà ma continuare a desiderare la Vita.

La prevendita dei biglietti inizierà il 24 ottobre alla Biglietteria del Politeama Rossetti e negli altri punti vendita e circuiti consueti del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia e prevede un prezzo speciale per gli under 25.

Il ricavato al netto delle spese sarà devoluto a Manuel Bortuzzo, nella prosecuzione di tutte le iniziative intese a promuovere una campagna di crownfunding destinata esclusivamente, a provvedere alle necessità attuali e future del giovane triestino, ferito nel vile agguato e rimasto paralizzato alle gambe dallo scorso febbraio.

Bradt Guide: il Friuli Venezia Giulia è la destinazione del mese

Bradt guide homepage.png

 

A qualche giorno dall’uscita della prima guida turistica in lingua inglese interamente dedicata al territorio regionale, ad agosto il grande editore Bradt ha indicato il Friuli Venezia Giulia come destinazione del mese.

Sulla home page del sito ufficiale della storica casa editrice (www.bradtguides.com) il Friuli Venezia Giulia compare infatti in evidenza tra le tappe da non perdere e diventa protagonista su tutti i canali di comunicazione.

Inoltre, in occasione di pordenonelegge, la festa del libro con gli autori che dal 18 al 22 settembre ospiterà Pordenone, la guida sarà protagonista di un incontro, giovedì 19 settembre alle 15.30, in cui saranno l’editore Adrian Phillips e uno dei due autori, Dana Facaros, a raccontare l’esperienza che li ha portati a scegliere questa regione come nuova meta per i viaggiatori di lingua inglese.

FVG Destinazione del mese

«Una regione che aspetta di essere scoperta». Questo per gli autori, Dana Facaros e Michael Pauls, l’invito con il quale incuriosire e attirare turisti ad arrivare in Friuli Venezia Giulia per conoscerne bellezze e tesori nascosti. «C’è un po’ di tutto qui, in uno spazio piccolo e accogliente», scrivono sempre sul sito ufficiale della casa editrice gli autori, citando le montagne, le tradizioni della Carnia e i piccoli paesaggi sui monti dove il tempo sembra essersi fermato. Terra in cui crescono le viti del Collio, tra i colori della laguna di Grado e Lignano Sabbiadoro, i paesaggi della pianura che creano lo sfondo elegante per le città d’arte e di cultura della regione, come Udine, Cividale del Friuli, Gemona, Spilimbergo, Palmanova, Gorizia e la cosmopolita Trieste circondata dal Carso, il Friuli Venezia Giulia «ha tutto al proprio posto», partendo da un’accoglienza calorosa, una straordinaria cucina regionale, ottimi vini, escursioni e piste ciclabili per godersi la vita all’aria aperta, musei e monumenti eccellenti.

La stessa Bradt ha deciso di dare rilievo alla pubblicazione della guida anche attraverso i suoi canali social (articoli su blog, Instagram, Facebook, Twitter, video sul Bradt YouTube channel) con un’intensa attività di promozione che PromoTurismoFVG ha ripreso e valorizzato.

Fondata nel 1974, oggi Bradt è la più grande casa editrice indipendente di guide turistiche del Regno Unito e una delle realtà editoriali di riferimento per viaggiatori di tutto il mondo: si rivolge a un pubblico di lettori di target medio-alto con cultura elevata e buona disponibilità economica.

Da pochi giorni l’edizione dedicata al Friuli Venezia Giulia è acquistabile on line (sul sito dell’editore http://www.bradtguides.com, scegliendo tra la versione cartacea al prezzo di £15,99 e l’e-book a £13,32 e, grazie al riconoscimento di destinazione del mese, fino al 31 dicembre è possibile usufruire di uno speciale sconto del 25% inserendo il codice TURISMOFVG25) e il volume, in 280 pagine e una quarantina di immagini, presenta le bellezze di tutto Friuli Venezia Giulia attraverso le descrizioni dei due autori che hanno raccolto l’anima e le caratteristiche dei luoghi che hanno visitato.

Adrian Philips e Dana Facaros ospiti a pordenonelegge

Dopo il lancio sul mercato mondiale la guida è pronta per essere presentata dal vivo al pubblico italiano e della regione. Sarà proprio pordenonelegge, nell’edizione numero venti del festival dedicato ai libri, a offrire l’occasione per scoprire questo angolo a Nord Est dell’Italia e raccontare i segreti di una guida internazionale.

A parlarne, giovedì 19 settembre alle 15.30 nel Convento di San Francesco a Pordenone, nell’incontro moderato dal giornalista Lorenzo Marchiori, responsabile delle pagine culturali del Friuli Venezia Giulia de «Il Gazzettino», saranno l’editore Adrian Phillips e l’autrice Dana Facaros, che assieme al marito Michael Pauls ha realizzato la guida.

Per PromoTurismoFVG il Regno Unito è un interlocutore fondamentale e strategico al quale rivolgersi. Con un catalogo di oltre 200 titoli per cinque continenti, le Bradt Travel Guides coprono un ampio ventaglio di destinazioni: distribuita in cento Paesi di lingua inglese compresi gli Stati Uniti, la guida rappresenta una spinta in più per guardare a questa fetta di turismo con fiducia. Questa uscita si accompagna a una serie di azioni che PromoTurismoFVG, oltre all’intenso lavoro di posizionamento della regione in guide internazionali sia per l’aggiornamento che per la realizzazione ex novo, ha già messo in atto nei confronti del mercato inglese, dalla conferenza stampa a maggio all’Ambasciata Italiana a Londra con Barcolana, Miramare, Collio e Illy, la manifestazione enogastronomica “Taste of London” nel cuore della capitale inglese, a Regent’s Park a giugno, e alla prossima Fiera del Turismo World Travel Market, sempre a Londra, a inizio novembre.

Live like a local: il progetto di PromoTurismoFVG si evolve dal virtuale al reale

Live Like a Local

13 luglio, 7 e  21 settembre, 5 e 19 ottobre 2019 –

Arrampicarsi sugli alberi, scoprire botteghe artigiane, pedalare fra i castelli e colline moreniche, fare trekking fra i vigneti del Collio o assieme agli asini: sono queste le prime escursioni che PromoTurismoFVG propone ai turisti che vogliono vivere il territorio come un cittadino del Friuli Venezia Giulia.

“Live like a local”, vivi come un abitante, è il nome del contenitore di esperienze territoriali organizzate da alcuni dei Social Ambassador più attivi del blog fvglivexperience.

Vivendo una giornata accompagnati da abitanti della regione, i turisti potranno quindi sentirsi non semplici visitatori, ma veri e propri cittadini temporanei immersi nella comunità locale.

L’obbiettivo di questa nuova parte del progetto Social Ambassador è effettuare un’azione di disintermediazione turistica concreta, avvicinando i turisti agli operatori locali e aumentando l’autenticità della promozione.

Si vuole far sentire il turista parte integrante del territorio in modo che lui stesso diventi ambasciatore e promotore del Friuli Venezia Giulia.

La prima experience “Arrampicarsi sugli alberi con Andrea Maroè” è organizzata per il 13 luglio e prevede la conoscenza dell’ambiente naturale boschivo della regione e la scalata di una quercia da cui si può ammirare un panorama unico della regione.

Il calendario di experience continua poi a settembre con la visita il 7 “Fra le botteghe artigiane di Trieste con MissClaire”, il 21 “Collinbici: fra i castelli delle colline moreniche con Giuliano Piccoli” e a ottobre il 5 con “Esperienze asinine a misura di famiglia con Sabrina Pellizon” e il 19 “Trekking tra i vigneti del Collio con Michele Castro”.

Tutte le informazioni sono presenti sulla pagina dedicata del portale turistico regionale: https://www.turismofvg.it/Live-Like-a-Local

Il progetto Social Ambassador è stato avviato da PromoTurismoFVG nel 2017 con una prima fase di ricerca di portavoce del territorio regionale e con la creazione del blog fvglivexperience.it che ha portato risultati lusinghieri: nell’ultimo anno il blog è stato consultato da di più di 100mila utenti, dei quali più del 70% naviga nel blog attraverso il proprio dispositivo mobile.

Il progetto è stato anche presentato in diversi eventi e convegni sul tema della comunicazione web e social, come ad esempio la Borsa del Turismo On line di Firenze, come best practice di turismo esperienziale nel panorama italiano.

Ora, dopo aver effettuato una seconda campagna che chiama a raccolta nuovi abitanti del Friuli Venezia Giulia amanti del proprio territorio e con la passione per la fotografia e la produzione video, PromoTurismoFVG ha ricevuto la risposta di ben 110 interessati che vogliono mettersi in gioco.

A questo recruiting si affianca un’ulteriore evoluzione concreta del progetto con l’organizzazione di escursioni alla scoperta di una parte inedita del Friuli Venezia Giulia in compagnia degli Ambassador.

Walkart: il Friuli Venezia Giulia in cammino fra le vie del passato e del futuro

festival

Dal 31 maggio al 3 giugno 2019 – 

Al via le ultime attività organizzate da PromoTurismoFVG nell’ambito del progetto Interreg Italia-Austria “Walkart – L’arte del cammino” per la riscoperta delle antiche vie di pellegrinaggio tra Carinzia e Friuli Venezia Giulia.
Un educational di tre giorni dedicato a giornalisti italiani e austriaci lungo i sentieri dei cammini di fede e il Festival transfrontaliero dei cammini, una tre giorni di racconti, camminate, animazione per bambini e progettazioni future declinata in diverse località della regione.

Presentato lo scorso 26 febbraio a Roma, alla presenza di un numeroso pubblico composto da stampa e operatori del settore, il progetto Interreg Italia-Austria Walkart – L’arte del cammino che coinvolge il Friuli Venezia Giulia e la Carinzia nella strutturazione, valorizzazione e promozione di una nuova offerta transfrontaliera, sostenibile, slow e alternativa al turismo di massa, si avvia alla conclusione con i due eventi che PromoTurismoFVG organizza durante questo fine settimana.

Fino al 2 di giugno, PromoTurismoFVG ospiterà un gruppo di giornalisti di rinomate testate italiane e straniere come Dove, Lonely Planet, La Stampa, Repubblica Viaggi e Die Presse (Austria) per i quali ha programmato diverse esperienze da vivere lungo le quattro vie di pellegrinaggio della regione: dalle camminate lungo la Via del Tagliamento e lungo il Cammino Celeste alla scoperta delle Chiesette delle Valli del Natisone alle visite guidate della civica Biblioteca Guarneriana di San Daniele del Friuli, del Santuario di Castelmonte e di Cividale del Friuli.
Per i giornalisti sono previsti anche il soggiorno nella rinnovata struttura dell’Hospitale di San Tomaso di Majano e la scoperta della ricca offerta enogastronomica che si sviluppa e incontra lungo le strade dei cammini.

Venerdì 31 maggio i giornalisti parteciperanno alla serata inaugurale del Festival transfrontaliero dei cammini che avrà inizio il 1 giugno a Pinzano al Tagliamento e si concluderà lunedì 3 a Gemona del Friuli con il convegno storico “Conoscere il passato per progettare il futuro”.

Durante i tre giorni del festival, PromoTurismoFVG in collaborazione con i Comuni di Duino Aurisina-Občina Devin Nabrežina, Gemona del Friuli, Pinzano al Tagliamento, Prepotto, Ragogna e Sauris e le associazioni operanti per i diversi cammini di fede, organizzerà per il pubblico una serie di attività ludiche, sportive, culturali ed enogastronomiche per la promozione e valorizzazione dell’offerta turistica lungo le quattro antiche vie di pellegrinaggio che si snodano sul territorio italiano del Friuli Venezia Giulia: il Cammino Celeste da Aquileia a Maria Saal, il Cammino delle Pievi in Carnia, la Via del Tagliamento (da Coccau a Latisana, per qui congiungersi con Romea Aquileiense) e la Via Flavia (da Trieste ad Aquileia, per qui congiungersi con Romea Aquileiense).

La prenotazione alle diverse attività è obbligatoria e può essere effettuata contattando gli uffici turistici di PromoTurismoFVG di riferimento:

  • infopoint di Udine info.udine@promoturismo.fvg.it (tel. 0432 295972)
  • infopoint di Sistiana info.sistiana@promoturismo.fvg.it (tel. 040 299166)
  • infopoint di Sauris info.sauris@libero.it (tel. 0433 86076)

Questo il link al programma dettagliato del festival.

sentieri 1sentieri 2

L’insieme di attività che il Friuli Venezia Giulia e la Carinzia hanno messo in atto per il progetto Interreg “Walkart – L’Arte del cammino” giunto ormai alla sua conclusione, sono state molteplici nel corso degli anni, ma il lavoro di PromoTurismoFVG non si concluderà al suo termine. Nell’ottica infatti dello sviluppo del turismo slow, asset strategico del piano di sviluppo dell’offerta turistica del Friuli Venezia Giulia ed esperienza di sempre più richiamo dai turisti alla ricerca di lentezza nella scoperta di un territorio, PromoTurismoFVG si prepara ai tavoli di lavoro per la strutturazione del prolungamento fino al Santuario di Sant’Antonio di Gemona del Friuli, del Cammino di Sant’Antonio da Padova, che attualmente vede la Basilica di Sant’Antonio di Padova e il Santuario della Verna in Toscana le due mete di congiunzione.

PromoTurismoFVG ringrazia per la collaborazione il Lead partner Comunità Friuli Collinare, il partner austrico RM Regional-Management Mittelkärnten GmbH, i Comuni di Duino Aurisina-Obcina Devin Nabrezina, Gemona del Friuli, Pinzano al Tagliamento, Prepotto, Ragogna e Sauris e tutte le associazioni che hanno collaborato alla realizzazione del festival.

Lignano Sabbiadoro pronta ad accogliere la Force Run Beach

Dal 15 al 16 giugno 2019 a Lignano Sabbiadoro –

Il Campionato Nazionale Force Run arriva per la prima volta in Friuli Venezia Giulia con una tappa  valida per la qualificazione agli OCR European Championship.

La Force Run è una corsa a ostacoli, uno spettacolo, un concentrato di adrenalina. Avventuratevi nel bosco, sulla spiaggia, nel mare, in una sfida travolgente aperta proprio a tutti.

La Force Run è una corsa a ostacoli, uno spettacolo, un concentrato di adrenalina. Avventuratevi nel bosco, sulla spiaggia, nel mare, in una sfida travolgente aperta proprio a tutti.

Un 2019 di grandi novità per la Force Run, che quest’anno raddoppia il tiro e, oltre alla tradizionale tappa di Verona, va alla conquista di Lignano Sabbiadoro, con la nuovissima edizione BEACH, il 15 e 16 giugno.

A Lignano Sabbiadoro la Force Run BEACH si svolgerà al Bella Italia & EFA Village, con un weekend di sfide incredibili, ostacoli e tanto divertimento per tutti. Un evento sportivo decisamente fuori dagli schemi, una corsa senza paragoni per i coraggiosi che non si fermano davanti a niente.

Z PARTENZA300dpi

Quattro le modalità con cui si potrà partecipare alla Force Run BEACH:

Sabato 15 giugno

SHARK – percorso competitivo di 9 km (inserito come quarta tappa del Campionato Italiano OCR)

OCTOPUS – percorso non competitivo di 9 km

Domenica 16 giugno

BARRACUDA – 3 km competitivi validi per il Campionato Triveneto

TURTLE – 3 km ludico-motori da percorrere travestiti nei modi più strambi

Only the brave! Ognuno può scegliere il percorso nel quale misurarsi, ma in ogni caso si tratterà di mettersi alla prova e vincere le proprie paure.

Tutti gli ostacoli sono obbligatori solo per gli atleti iscritti al Campionato Italiano, i corridori dilettanti potranno scegliere quali affrontare.

Il mondo OCR è una disciplina sempre più emergente e affermata, sia nelle palestre, sia nei campi prova di tutta Italia.

Force Run è la corsa adatta ai più duri e agli atleti più coraggiosi e la SHARK di sabato sarà valida per la qualificazione agli OCR European Championship.

Le versioni non competitive daranno l’opportunità di confrontarsi con i professionisti, mettendo alla prova tutte le capacità e la forza a disposizione.

La gara TURTLE di domenica sarà ricca di goliardia e travestimenti, gli aspiranti forcer saranno chiamati a superare gli ostacoli nella maniera più folle possibile.

Gli ostacoli, sia naturali, sia artificiali, saranno di differenti difficoltà, a seconda del percorso scelto, per dare la possibilità a tutti di partecipare e divertirsi, singolarmente o in gruppo.

Le iscrizioni online sono aperte sul sito www.forcerun.it per tutti coloro che vogliono mettersi alla prova e trascorrere un weekend di sicuro divertimento!

Nel Bella Italia & Efa Village di Lignano Sabbiadoro un appuntamento da non perdere, con sabbia, acqua, fango, pareti e ostacoli artificiali, che renderanno la Force Run BEACH un’esperienza davvero unica!

Barcolana 2019: aperte ufficialmente le iscrizioni

Mail17Tx0014

La Regione sostiene in maniera importante la Barcolana perché è un evento in grado di rappresentare il Friuli Venezia Giulia non solo dal punto di vista sportivo ma anche
turistico in Italia e nel mondo e costituisce un’occasione per confermare l’impegno regionale nella promozione di comportamenti ecocompatibili per preservare l’ambiente del mare e della terra.

È il messaggio che l’Amministrazione regionale, rappresentata dagli assessori al Turismo e all’Ambiente, ha portato alla presentazione della 51. edizione della Barcolana che oggi ha aperto ufficialmente le iscrizioni.

La gara che assegna la Coppa d’Autunno è in programma domenica 13 ottobre ma le manifestazioni collegate prenderanno il via già il 4 ottobre con un’importante novità annunciata dalla società velica organizzatrice, la Barcola e Grignano (Svbg): il tetto
massimo di iscrizioni sarà di 2700 barche in modo da garantire una competizione all’insegna della qualità e della sicurezza per tutti i partecipanti (2689 il record delle iscrizioni della passata stagione).

L’impatto della manifestazione – è stato ricordato – è di 300mila visitatori e l’indotto vale 70 milioni, più altri 26 milioni di promozione del territorio che andrebbero messi in conto se la Barcolana non ci fosse.

Da parte dell’Amministrazione regionale, accogliendo una sollecitazione del Comune di Trieste, è stata manifestata la disponibilità a prendere in considerazione la revisione dei
criteri previsti dalle norme regionali per la distribuzione dei proventi della tassa di soggiorno, in modo da premiaremaggiormente e con più celerità gli sforzi organizzativi di eventi come la regata ottobrina.

Sotto il profilo ambientale, la Barcolana potrà beneficiare dei contributi regionali attribuiti alle società sportive che utilizzano materiali ecocompatibili, mediante una semplice autocertificazione, rappresentando quindi un potenziale nuovo esempio di festa plastic-free.

Testimonial della Barcolana sarà Dee Caffari, prima donna ad aver navigato in solitario intorno al mondo, a favore e contro vento, e skipper di Turn the Tide on Plastic nella Volvo Ocean Race 2017-18. Caffari è intervenuta alla conferenza stampa odierna per
ricordare come gli sportivi possano costituire un veicolo particolarmente efficace per l’allerta ambientale.

Dal comandante della Capitaneria di Porto di Trieste, Luca Sancilio, è stata infine illustrata la priorità della sicurezza di una Barcolana ribattezzata del 50+1, laddove l’1 indica il protagonismo di ciascuno dei partecipanti alla regata certificata dal Guinness dei primati come la più grande del mondo.

NUMAR1NING: Codroipo inizia l’anno di corsa

n1n 20190101 (9)

Dopo un mesetto di pausa di notizie dal mio blog, coinvolta in un nuovo affascinante progetto che mi carica di adrenalina, mi fa crollare la sera dalla stanchezza e mi fa sobbalzare in piena notte per nuove idee che tolgono il sonno mentre i neuroni scalpitano come criceti nella loro rotellina, attendevo uno spunto per ripartire con le notizie.

E tra le centinaia di mail di eventi ed appuntamenti che quotidianamente ricevo la mia attenzione è stata attratta da questo titolo:

NUMAR1NING 2011+1+1+1+1+1+1+1+1 Codroipo inizia l’anno di corsa

Non è una gara, non ci sono premi ne medaglie, non c’è iscrizione e chiunque può portare ciò che vuole per il rinfresco finale da condividere con tutti.

Così il primo giorno dell’anno, dalle 10 di mattina in poi, si vedevano arrivare persone con panettoni, pandoro, torroni, gubane, ma anche lenticchie, bottiglie di spumante, prosecco, succhi di frutta e altri cibi salati e dolci.

Si trattava di atleti, corridori, marciatori o semplicemente gente che aveva piacere e bisogno di smaltire il cibo eccessivo ingurgitato durante le festività.

Qualcuno spingeva culle con neonati, altri con cani al guinzaglio.

Vicino ai professionisti abbigliati con tute che presumibilmente costano più di un’automobile nuova, c’erano quelli con la tuta da ginnastica in acetato, ancora buona nonostante le decine di anni di attività.

n1n 20190101 (3)

Splendido vedere tanta gente arrivata da ogni parte del Friuli Venezia Giulia, Veneto e Paesi limitrofi che hanno voluto partecipare a questa che è ormai una tradizione, dato che ha visto gli albori nel 2011.

L’ottava edizione della Numar1ning (la corsa dei numeri 1) è partita per la prima volta alle 11:11 del giorno 1/1/11 e si è ripetuta ogni primo giorno dell’anno sempre alla stessa ora.

Ogni anno sempre più persone partecipano all’avventura ideata da alcuni amici che, solo per passione e divertimento, estendono l’invito a correre o camminare il primo gennaio, attraversando la città di Codroipo, raggiungendo villa Manin, per poi rientrare al campo sportivo comunale attraversando il parco delle Risorgive.
In verità erano previsti due percorsi, quello principale che ovviamente era di 11 chilometri e 111 metri, mentre una scorciatoia evitava il passaggio davanti la villa di Passariano, consentendo di tagliare direttamente nel parco delle Risorgive, percorrendo solo (si fa per dire) 7 chilometri.

n1n 20190101 (8)

Molti sicuramente li considerano più folli che sportivi, dato che dopo il veglione di fine anno, andare a correre di mattina, sembra assurdo.

Invece le centinaia di partecipanti erano tutti soddisfatti e sorridenti, qualcuno con affaticato, ma appagati e compiaciuti.

Una passeggiata tra amici ma ben organizzata, con segnaletica, video del percorso disponibile su Facebook da alcuni giorni prima, anche se buona parte dei corridori aveva già corso negli anni precedenti, ma soprattutto si è ripromessa di tornare in futuro.

Tra i tanti corridori, podisti, marciatori e passeggiatori, c’era anche un grande campione del paraciclismo che nella sua carriera ha vinto praticamente tutto: Michele Pittacolo. Incontro inatteso in quella circostanza, senza la sua bicicletta.

Ha spiegato che anche correre a piedi rientra nel suo programma di allenamento.

I complimenti agli organizzatori sono giunti da tutti i partecipanti, mentre vorremmo fare le congratulazioni a chi è intervenuto a quest’iniziativa, sportivamente e simpaticamente, contribuendo al successo che sicuramente il prossimo anno sarà ancora più grande.

n1n 20190101 (1)

Stupenda anche la reazione di coloro che non centravano nulla come gli automobilisti che vedendo passare i corridori si sono fermati per farli attraversare e hanno salutato facendo gli auguri col sorriso.

E a me non resta che aggiungere: un bel modo per iniziare l’anno!

Complimenti a partecipanti e ad organizzatori!