ESTATE 2017 a Trieste: in Piazza dell’Unità arriva la CENA SOTTO LE STELLE

Mercoledì 26 luglio 2017, ore 20.30 –

(in caso di maltempo la cena verrà rinviata al mercoledì successivo)

19959352_1452582134798449_3545607673582378817_n

L’Associazione Cuochi Trieste in collaborazione con il Comune di Trieste organizza per Mercoledì 26 Luglio 2017 alle ore 20.30 in Piazza dell’Unità d’Italia a Trieste “CENA SOTTO LE STELLE” un evento unico nel suo genere per la città di Trieste per trascorrere una serata veramente indimenticabile ospitata in una location da “urlo”: la piazza più bella d’Europa. Impossibile non esserci!

La serata avrà anche un risvolto benefico: parte del ricavato infatti verrà devoluto all’Ospedale Infantile Burlo Garofolo e alla Fondazione Luchetta.

Il menù  della serata è stato realizzato dai cuochi dell’associazione triestina che nasce nel 2013 e che in questi quattro anni è stata sempre molto attiva sul territorio e prevede: una stratificazione di Melanzana Viola, Alice Barcolana, Jamar del Carso e bianchera aromatizzata al Basilico come antipasto ed una sfoglia all’uovo con farina di grani antichi e canoce di mare come primo piatto. Il secondo piatto consiste in una “Sorpresa del Golfo” con Crumble del Carso e Insalatina croccante alla Triestina su Crema di Indivia. Il tutto ovviamente abbinato ai vini del territorio regionale e più precisamente di Angoris.

Per rendere la serata veramente indimenticabile, è prevista la realizzazione di un dessert da Guinnes: verrà infatti realizzata la Crema Carsolina più lunga del mondo con ben 25 metri di sfoglia e di crema… una vera estasi anche per i meno golosi!

 

Il costo della cena – veramente irrisorio se si considera la location e lo scopo benefico – comprensivo di degustazione vini è di euro 70,00

Per motivi organizzativi, NON sarà possibile accedere alla piazza senza avere effettuato la prenotazione ed il pagamento anticipati.

Per informazioni e prenotazioni potete contattare il numero 338 6076900 oppure inviare una mail a atctrieste@gmail.com oppure rivolgervi al gazebo dell’Associazione Cuochi in Piazza della Borsa.
20121402_1456698831053446_8778914963536013557_o

Bollicine sul Carso trasloca in città e questa volta lo fa nel cuore di Trieste

 

 

Copia di IMG_1432

Sabato 17 giugno 2017 – Trieste, Stazione Marittima – 

Si terrà nella splendida cornice della Stazione Marittima di Trieste, direttamente affacciati sul mare, la terza edizione di Bollicine sul Carso, la frizzante manifestazione che porta anche quest’anno in città una vasta rassegna di “bollicine” appunto da Italia, Slovenia e Croazia.

La manifestazione enologica focalizzata sulla produzione di vino mosso si svolgerà sabato 17 giugno dalle ore 11 fino alle 23.

Bollicine sul Carso è un evento dedicato prettamente al settore della ristorazione, alberghiero e vinicolo, nato con l’obiettivo di offrire l’opportunità alle aziende partecipanti di promuovere il proprio marchio e sviluppare una rete di nuovi potenziali clienti.

bollicine 2
L’evento rappresenta un’occasione di confronto tra le aziende, non solo tra le cantine presenti, ma anche con gli sponsor e i professionisti del settore che parteciperanno.

Le “bollicine”, denominazione oramai entrata nella vulgata, che saranno offerte in degustazione, saranno di tutti i tipi di produzione: metodo Classico, Martinotti-Charmat, Champenoise e quello Ancestrale.

Protagonisti di questa terza edizione, gli oltre 40 produttori provenienti da alcune regioni italiane (Emilia Romagna, Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia), dalla Slovenia (Brda, Vipava, Kras) e dalla Croazia (Istria).

Vi sarà, pertanto, la possibilità, per esperti e appassionati, di avvicinarsi e approfondire una particolare declinazione del mondo vinicolo, recentemente sempre più in ascesa complice il fenomeno, ormai non più fenomeno, della Glera in versione mossa, che prende nome dalla località carsica di Prosecco.

Il progetto è nato nel 2015 dalla volontà e passione dell’azienda Barone d.o.o., affermata nel mondo della ristorazione, in collaborazione con il vicepresidente dell’AIS FVG, Roberto Filipaz.

Visto il successo della manifestazione nei primi anni, l’edizione 2017 si presenta con una squadra allargata. A supportarne l’organizzazione ci sarà Enea Savini della Pizzeria Pam Pam di Aurisina e Linda Simeone (Le vie delle Foto) che si occuperà della comunicazione e della gestione degli eventi.

Nel corso della giornata ci saranno delle retrospettive offerte dal Sommelier Roberto Filipaz, che permetteranno ai visitatori di conoscere meglio alcuni vini.

Ci saranno, inoltre, dei punti di ristoro, che offriranno l’opportunità di assaggiare i prodotti freschi artigianali del Pastificio Barone preparati dall’associazione Cuochi Trieste, la “Scrocchiarella” preparata da Enea Savini della Pizzeria Pam Pam e piatti preparati da Dario Varisco del ristorante Dama Bianca.3

Scrigno di emozioni: la Carnia scende a conquistare la Capitale

cop_carnia2-1

Roma – 6 dicembre 2016 ore 17.30 – 

L’impatto emozionale che la proiezione delle immagini della Carnia, magistralmente montate da Diana Crestan riuscirà a creare, saprà conquistare immediatamente la platea che – alla presenza dell’Onorevole Giorgio Zanin – parteciperà all’inaugurazione della mostra fotografica “Carnia, scrigno di emozioni” di Gabriele Bano e Paolo da Pozzo, presso la sede romana della Regione Friuli Venezia Giulia, in piazza Colonna 355.

La mostra, che sarà aperta al pubblico fino al 23 dicembre, è tratta dall’omonimo libro edito da Marson Editore dove Bano e Da Pozzo esaltano, attraverso i loro suggestivi scatti, le straordinarie bellezze naturali della Carnia, zona montana delle Alpi Orientali ricca di incantevoli angoli nascosti e di panorami mozzafiato.

Il libro, così come la mostra, vogliono riproporre le emozioni che – scatto dopo scatto – i due fotografi provano verso la propria terra d’origine, e da qui il titolo del libro.

A impreziosire il volume la prefazione di Dante Spinotti, di Tolmezzo direttore della fotografia di numerosi film di produzione italiana e hollywoodiana. Nominato due volte alla candidatura Oscar, ha al suo attivo più di una quarantina di film.

 

Con il fotografo Nogaro, emozioni di Carnia in Consiglio Regionale a Trieste

E’ stata inaugurata in Consiglio Regionale a Trieste la mostra “Cjargne-Carnia 1960-1975” del fotografo tolmezzino Giovanni Edoardo Nogaro.

Alla presenza del presidente del Consiglio regionale Franco Iacop, al vicepresidente della Giunta Sergio Bolzonello, presenti numerosi consiglieri, per un momento ci si è rituffati in una Carnia ed in un Friuli prima del terremoto: ricordi catturati da uno scatto che diventano archivio storico della memoria e fucina di indimenticate emozioni che tornano a alla mente osservando scene di vita quotidiana nella suggestiva versione del bianco e nero.

Una cinquantina di scatti – solo piccola parte di un vasto archivio, selezionati per le sale del Consiglio regionale e raccolti nel catalogo che documenta l’esposizione – raccontano “la Carnia dei Carnici” dal 1960 al 1975: l’autore li ha realizzati, come detto, in bianco e nero che considera “lo scheletro della realtà”, il colore che riesce a raccontare ed emozionare in modo immediato, cogliendo “il senso, l’anima, l’essenza delle cose”.

“La fotografia non è solo un’immagine; è un documento, un ricordo, il racconto di un’emozione affidata a uno scatto che racchiude un mondo, esteriore ed interiore,” ha detto Iacop ringraziando Nogaro per la testimonianza raccolta e trasmessa con queste immagini. “Una mostra didattica che parla di una Carnia e di un Friuli prima del terremoto”, ha fatto eco il consigliere Marsilio; “foto – per il vicepresidente Bolzonello –  che hanno la sconvolgente capacità di portarci dentro una Carnia che non c’è più”.

fotografo-nogaro“La fotografia deve parlare da sola, se no non è un documento”, ha sottolineato Nogaro che, nato a Tolmezzo nel 1937, oggi vive a Missaglia (LC); il suo invito, in questa era globale, è “a guardarci l’un con l’altro, senza dimenticare le nostre origini e riprendendoci il nostro mondo e il nostro tempo”.

Dalle foto esce l’affresco di una società colta sia nella sua dimensione domestica, fra le pareti di cucine e camere da letto, sia nei cortili delle case, nel lavoro e nella fatica quotidiana per conquistarsi una vita migliore, nelle relazioni sociali e anche nei ritratti delle persone – donne e uomini, bambini e anziani – con sullo sfondo scorci di paese e di paesaggi essenziali. A emergere è l’immagine di una condizione umana sofferente e difficile, ma anche della fierezza e della tenacia dei Carnici, di un archetipo da cui non è possibile prescindere.
Giovanni Edoardo Nogaro dal 1960 svolge l’attività di fotografo professionista, ha lavorato a Milano soprattutto nel campo della fotografia di architettura. E’ stato fotografo ufficiale della seconda e terza missione scientifica (1969-1970) in Armenia e Turchia pubblicando il suoi lavoro sui “Documentari architettura armena”.
Alcune gigantografie sulla Carnia sono state esposte a Venezia, al museo Correr, ma già nel 1964 grazie ad Ardito Desio, aveva esposto le sue foto sulla terra natale a Palazzo Pirelli.
La Regione FVG e il Craf gli hanno conferito il Premio internazionale alla carriera “Fotografia 2005”.
Tra il 2005 e il 2014 ha realizzato diversi servizi all’estero: nell’isola croata di Cherso, in Francia, Spagna, Portogallo, Svizzera, Albania, Montenegro, Germania.

 
La mostra ospitata nella sede del Consiglio regionale, in piazza Oberdan 6, a Trieste, sarà visitabile fino al 9 dicembre, ingresso libero, dal lunedì al giovedì dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 16.30, il venerdì solo al mattino dalle 9.30 alle 13.00.

 

 

 

 

 

 

 

Torna Bollicine sul Carso e Sistiana diventa per un giorno paradiso frizzante dei viticoltori

volantino Bollicine sul Carso

Sistiana (Trieste) 30 maggio 2016 –

Tutto è pronto per la seconda edizione de Le Bollicine sul Carso organizzato dal pastificio Barone in collaborazione con Roberto Filipaz di AIS FVG, che quest’anno si terrà in una location veramente incantevole che dall’alto delle falesie domina tutta la baia di Sistiana, con un panorama splendido che si apre alla vista sul mare da Pirano (Istria, Slovenia) a Grado (Italia).

L’evento si terrà lunedì 30 Maggio 2016 presso il centro di Promozione Territoriale di Sistiana, 56B (ex AIAT) a partire dalle ore 11.00.

boll2

Dopo il successo del 2015, numerosissimi sono stati i produttori interessati a partecipare alla seconda edizione.

Nello spazio adibito ad esposizione ben 36 viticoltori da Italia, Slovenia e Croazia vi faranno degustare le loro pregiate bollicine.

Si inizia alle ore 11.00 con i saluti di rito ed il benvenuto da parte dell’amministrazione comunale di Duino Aurisina per proseguire con il convegno  “METODO CLASSICO: LA SCELTA DEI CULTIVAR”.

ais
Moderatore dell’incontro sarà l’architetto Roberto Filipaz, Delegato dell’AIS FVG; interverranno l’enologo Gianni Menotti e l’estetologo Stelio Smotlak.
Nel pomeriggio sono previsti 3 incontri di degustazione guidata di circa 18 vini frizzanti (sei per ogni incontro) con i sommelier dell’AIS rispettivamente alle 15:30, 17:30 e 19:00.

boll3

Queste le cantine presenti:

Castelvecchio (Sagrado,GO – Italia)
Castelbrut (bianco)
Castelrosè (Rosato)

Bajta (Sales, TS – Italia)
Terraroza (bianco) – metodo classico

Bole (Piscanci, TS – Italia)
Malvasia 2015 – metodo Charmat
Vitovska 2015 – metodo Charmat

Casa Belfi (San Polo di Piave, TV – Italia)
Colfondo Prosecco bio doc – rifer. in bottiglia

Casa Caterina (Monticelli Brusati, BS – Italia)
Brut Rosè Saignèe
Brut Rosè Saignèe – Pinot Noir

Castello di Stefanago (Oltrepò Pavese – Italia)
Ancestrale Pinot Nero – metodo Classico VSQ
Ancestrale Rose’ – metodo Classico VSQ

Clarabella Soc. Coop. Agr. Onlus (Iseo – BS – Italia)
Brut DOCG S.A. – metodo classico

Cantina Odoni (Trieste – Italia)
Vitovska spumantizzata – metodo Charmat

Az. Agr Pernarcich Paolo (Medeazza, (TS) Italia)
Meduit

Az. Gervasi (Nimis, UD – Italia)
Spumante Demi Sec – metodo Martinotti / Charmat

P. Bacco dei Quaroni (Costamontefedele – Italia)
Spumante Pinot Nero Rosè P.B.Q. – metodo classico
Bonarda “Mons Acutus” – Croatina 90%, Barbera 10%

Piedimont (Gorizia, Italia)
Spumante 2011 – metodo classico

Soc. Agr. Randi S.S. (Fusignano, RA – Italia)
Burson Rosato Brut – metodo Charmat

Rodaro Paolo Winery (Spessa, UD – Italia)
Brut Nature di Paolo Rodaro – metodo classico

Az. Agr. Sancin (Montedoro, TS – Italia)
Spumante Brut White 2015 – Martinotti lungo

Tenuta di Blasig (Ronchi dei Legionari, GO – Italia)
Elisabetta Brut – metodo Charmat (60 giorni)

Varaschin Spumanti (Valdobbiadene, TV – Italia)
Prosecco Superiore Extra Dry DOCG
Prosecco Superiore Brut DOCG

Carga 1767 (Goriska Brda, Slovenija)
Donna Regina Brut Nature 2008 – klasicna penina
Donna Regina Rose’ 2010 – klasicna penina

Colja (Vipavska dolina, Slovenija)
Penina Carmi (belo) – klasicna metoda

Emeran Reya (Goriska Brda, Slovenija)
Brut Natur – klasicna metoda
Rose’ Extra Dry – klasicna metoda

Istenic (Bizeljsko, Slovenija)
No.1 Prestige extra Brut 2011 – klasicna metoda

Keltis (Bizeljsko, Juzna Stajerska – Slovenija)
Mario Rosè 2014 – klasicna metoda
Mario Brut 2014 – klasicna metoda

Klenar (Slovenska Istra, Slovenija)
KlenArt bela Extra Brut – klasicna metoda

Klet Brda (Brda, Slovenija)
Pene a Rebula – metoda Charmat

Vina Kobal (Kras, Slovenija)
Teranova penina – klasicna metoda

Vina Kras (Kras, Slovenija)
Marmorna Penina – metodo Charmat

Az. Medot (Dobrovo v Brdih, Slovenije)
Medot Brut 48 – klasicna metoda

Posestvo Berce (Berce, Slovenije)
Penina iz Zelena – klasicna metoda

Vinarstvo Rebula (Kras, Slovenija)
Brstovska Penina Malvazija – klasicna metoda
Brstovska Penina Vitovska – klasicna metoda

Sanabor (Stanjel, Slovenija)
Malvazija Extra Brut 2010 – klasicna metoda

Stoka (Kras, Slovenija)
Teranova penina Prima – klasicna metoda
Rose’ penina Prima – klasicna metoda

Vina Cattunar (Verteneglio, Hrvatska)
Malvazija istarska – Charmat method

Clai (Buje, Hrvatska)
Pjenusavo vino Extra Brut Nature 2013 – klasicna metoda

Franc Arman (Visinada, Hrvatska)
Malvazija Brut perla bianca – Charmat metoda

Prelac (Momjan, Hrvatska)
Blanc & Noir Brut

Puhelek Purek (Sveti Ivan Zelina, Hrvatska)
Kraljca – klasicna metoda

Veralda (Vipavska dolina, Hrvatska)
Rose’ Refosco Brut 2012 – klasicna metoda

Sarà un’opportunità per conoscere sia prodotti che produttori sia del settore vinicolo che di quello gastronomico.

Gli abbinamenti gastronomici

baroneNel corso della degustazione, verranno serviti gustosi e prelibati abbinamenti con i prodotti artigianali del Pastificio Barone rivisitati con simpatiche e golose ricette dagli chef:
– Dario Varisco (Ristorante “Alla Dama Bianca”, via Duino 61c, Duino TS – Italia)
– Bruno Tirel (Ristorante Ostaria Bepi Meo, via Romana 46, San Canzian d‘Isonzo GO – Italia)
– Pavel Marc (Ristorante La Posta di Sherwood, via Igo Gruden 56, Basovizza TS – Italia)
– Enea Savini (Pizzeria Pam Pam, Loc. Aurisina 168, Aurisina TS – Italia)

Si potranno inoltre assaggiare i formaggi della Fattoria Vidali, la oramai mitica “Bajtadella”, la mortadella dell’ Az. Agr Bajta e la scrocchiarella preparata da Enea Savini.

Il prezzo di partecipazione è di 15 Euro ad entrata + 5 Euro di cauzione al bicchiere.

radio city

La colonna sonora della giornata sarà affidata alla musica dell’emittente web Radio City Trieste.

 

 

Per info e prenotazioni scrivere a info@barone.si

Per visualizzare il catalogo, potete andare a questo link

Sponsor & Partner dell’evento:

Associazione Cuochi Trieste
AIS FVG Associazione Italiana Sommelier
Barone d.o.o. Pastificio Artigianale
BFLAB Formazione e Servizi
Borsa Trieste
Bro & Sis
Burn Art Production
Comune di Duino Aurisina
Consorzio Promo Trieste
Dominacrystals
Gruppo Ermada
Easy Ice
Emozione d’Autore
Lions Club Duino Aurisina
La Voglia Matta
Le vie delle foto
RadioCity Trieste
Q.B. quantobasta
Roby Pek
Sloncek
Surgiva
Vidali Fattoria

PROGRAM – Bubbles in the Karst 2016

The event on May 30 2016 will begin at 11.00 with the seminar, entitled “KLASIČNA METODA: IZBIRA SORT” (THE CLASSIC METHOD: CHOOSING THE VARIETIES).

The seminar will be carried out by the Chairman of the Board of AIS FJK, the architect Roberto Filipaz.

Some of the speakers will also include the enologist Gianni Menotti and the esthetologist Stelio Smotlak. We will also be greeted by a representative of the Municipality of Duino.
The program includes three guided tastings by AIS,
beginning at 15.30, 17.30 and 19.00 respectively. Each tasting will showcase products by five different manufacturers: we are now collecting applications for everyone interested.

The event will be held on the terrace of the “ex AIAT Sistiana” building (now Centro di Promozione Territoriale di Sistiana) at the top of the cliff, offering a magnificent view of the Bay of Sistiana and the beautiful landscape, which offers a view of the sea from Piran (Slovenian Istria) to Grado (Italy).

 

PROGRAM MJEHURIĆI NA KRASU 2016

Manifestacija će početi u 11 sati u ponedjeljak, 30. svibnja s debatom KLASIČNE METODE: IZBOR SORTI.

Debatu će voditi predsjednik uprave AIS FJK, arhitekt Roberto Filipaz.Među govornicima će biti i enolog Gianni Menotti, estetolog Stelio Smotlak i također će nas pozdravit predstavnik županije Devin.Tjekom dana program također nudi tri vođene degustacije sa strane AIS, koje će se održati u 15: 30h, 17: 30h i 19: 00h .

U svakoj degustaciji će sudjelovati pet različitih proizvođača: zainteresirani se možete već prijaviti.Manifestacija će se održati na terasi zgrade “ex AIAT Sistiana” na vrhu litice, nudeći veličanstven pogled na zaljev Sistiana i prekrasnu panoramu s pogledom na more iz Pirana (Slovenska Istra) u Grado (Italija).

 

PROGRAM MEHURČKI NA KRASU 2016

Dogodek se bo začel ob 11. uri v ponedeljek, 30. maja z razpravo KLASIČNA METODA: IZBIRA SORT

Razpravo bo vodil predsednik uprave AIS FJK, arhitekt Roberto Filipaz.Med govorniki bodo tudi enolog Gianni Menotti ,estetolog Stelio Smotlak in pozdravil nas bo tudi predstavnik Mestne občine Devin.

Na programu so predvidene tri vodene degustacije s strani AIS,
ob 15:30h , 17:30h in 19:00h .Vsake degustacije se bo udeležilo po 5 različnih proizvajalcev: zbiramo prijave zainteresiranih.

Dogodek bo potekal na terasi stavbe “ex AIAT Sistiana”, na vrhu pečine,ki ponuja čudoviti pogled na Sesljanski zaliv in čudovito panoramo, ki ponuja pogled na morje iz Pirana (Slovenska Istra) do Gradeža (Italija).

Magia e poesia al Rossetti di Trieste con La Verità, grande spettacolo internazionale firmato da Daniel Finzi Pasca

Al Politeama Rossetti di Trieste dal 19 al 22 novembre 2015 –

Grande attesa per l’evento internazionale La Verità, firmato da Daniel Finzi Pasca ed in programma  al Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia. Magia e poesia per trasmettere un’intensa forza comunicativa e di grande raffinatezza ed inaugurare al Politeama Rossetti il cartellone Musical ed Eventi Internazionali.

La Verità è uno spettacolo delizioso scritto e diretto da Daniel Finzi Pasca, che  – dopo il grande applauditissimo successo di  Canada, Uruguay, Brasile, Ungheria, Slovenia, Francia, Danimarca e del Piccolo Teatro di Milano – farà tappa a Trieste da giovedì 19 a domenica 21 novembre prossimi.

Lo spettacolo porta in scena un mondo da sogno, capace di lasciare letteralmente senza fiato gli spettatori: «Il linguaggio dell’acrobazia, il teatro fisico – spiega Finzi Pasca – può impossessarsi facilmente di questo

territorio, il territorio dove non è né giorno né notte, dove la luce non tocca la realtà ma lo disegna, lo inventa, lo reinventa. Il linguaggio degli acrobati titilla il nostro inconscio, ci fa vedere dei paesaggi interiori più veri che veri…».

E calza a pennello al pluripremiato Daniel Finzi Pasca questo modo di comunicare; un artista eclettico, fantasioso e originalissimo che con la sua arte ha conquistato il mondo intero. Sua infatti la direzione del Cirque du Soleil Corteo,  le Cerimonie di chiusura delle Olimpiadi di Torino nel 2006, gli Invernali di Sochi nel 2014, ma anche l’apertura dei Giochi Paralimpici di Sochi, senza dimenticare tantissimi altri riconoscimenti prestigiosi ed enormi successi fra cui Rain del Cirque Èloize che nel 2009 ha affascinato anche il pubblico dello Stabile regionale e con le proprie compagnie Icaro e il recente Donka dedicato ad Anton Cechov.

Tornando a  La Verità, l’ispirazione gli giunge da Salvador Dalì ed in particolare dal fondale dipinto a New York negli anni Quaranta per il balletto Tristan Fou: dopo anni trascorsi nell’oblio del deposito di un teatro, il prezioso fondale viene ritrovato.

«Parigi inizio dicembre 2010 – scrive Finzi Pasca – dopo il debutto di Rain c’è molta eccitazione. Sono giornate piene d’idee che corrono nella testa. Julie (cofondatrice della Compagnia Finzi Pasca) è certa che dobbiamo metterci al lavoro, vuole produrre un nuovo spettacolo, è sicura che si debba proseguire la linea tracciata dalla Trilogia del Cielo e poi da Donka. Vorrebbe uno spettacolo dove l’acrobazia prendesse il volo (…). Natale 2010 a Montreal: stiamo preparando la cena quando mi chiama un amico e mi parla di un progetto. Una Fondazione d’Arte è in possesso di un telone dipinto da Salvador Dalí a New York negli anni quaranta. La Fondazione vorrebbe propormi di utilizzarlo in uno spettacolo.

Bruxelles, inizio gennaio 2011: debutta Corteo in Europa. Come spesso accade lentamente le idee iniziano a sedimentare. Con Julie siamo in taxi, entrambi certi che lo spettacolo acrobatico e il telone dipinto da Dalí si debbano ritrovare nello stesso progetto».

Sono molte le induzioni che Finzi Pasca riceve dall’arte e dall’epoca del grande pittore e artista e che ritroveremo nella magia armoniosa dello spettacolo: «Ci sono il Tristano e Isotta – spiega – la New York degli anni Quaranta, il viaggio interiore di chi dovette lasciare l’Europa per rifugiarsi negli Stati Uniti. Ci sono temi che aprono su altri temi, nella testa le idee rimbalzano e si compongono in immagini. Una distesa di fiori gialli, personaggi bendati, velati, come le statue di Giuseppe Sanmartino nella cappella di San Severo a Napoli. Mani con dita lunghissime, ombre che deformano le proporzioni, rosso sangue, bianco, il blu del mantello di Maria, scale sospese nel vuoto, equilibri impossibili, corpi che si dislocano, piume e paillettes come se la storia prendesse vita in un vaudevilles decadente con un direttore che cerca idee per risollevare le sorti della baracca».

Ne scaturisce uno spettacolo di rara eleganza e incanto: un susseguirsi di frammenti, fra clownerie, insidiose acrobazie, ricchi costumi e sorprese incredibili…

Un gioco d’immagini per attraversare il surrealismo, una storia d’amore, una riflessione sulla verità: la Compagnia Finzi Pasca attraverso la propria poetica e lo strumento del “teatro della carezza”, si addentra, ispirata da Dalì, nel mondo del sogno, della memoria, del surreale, nella “strana” dimensione di ciò che è vero e di ciò che non lo è ma che appare ancor più vero grazie ai sortilegi del teatro.

Ne La Verità ci troveremo ad assistere a un poema acrobatico e surrealistico che abbina in modo ineguagliabile l’acrobazia, il teatro, la danza e la musica.

Il “24 heures” di Losanna – all’unanimità con la stampa internazionale lo commenta così «…Un fuoco d’artificio di fantasmagorie sceniche, quadri di enorme bellezza, luci curate, costumi strepitosi, numeri d’acrobazia da togliere il fiato» .

E Trieste attende con ansia – ancora una volta – di emozionarsi attraverso la magia e la poesia comunicati di Daniele Finzi Pasca.

In abbonamento per il cartellone Musical ed Eventi, La Verità va in scena da giovedì 19 novembre alle ore 20.30. Replica allo stesso orario venerdì 20 e sabato 21 novembre: recite pomeridiane con inizio alle ore 16 anche sabato 21 e domenica 22 novembre.

Per acquistare abbonamenti e i posti ancora disponibili o per prenotazioni ci si può rivolgere presso tutti i punti vendita dello Stabile regionale, i consueti circuiti o accedere attraverso il sito http://www.ilrossetti.it alla vendita on line. Ulteriori informazioni al tel 040-3593511.

 

La Verità, spettacolo della Compagnia Finzi Pasca, è scritto e diretto da Daniele Finzi Pasca che ne è autore, regista, co-design luci e coreografo.

Direttrice di creazione, produttrice e partecipazione alla scrittura: Julie Hamelin Finzi

Interpreti: Moira Albertalli, Jean-Philippe Cuerrier, Stéphane Gentilini, Andrée- Anne Gingras-Roy , Erika Bettin, James Kingsford-Smith, Francesco Lanciotti, David Menes Rodriguez, Marco Paoletti, Felix Daniel Salas Sostoa, Beatriz Sayad, Tarquini Rolando.

Scene: Hugo Gargiulo

Produttore esecutivo e consulente artistico: Antonio Vergamini

Co-design luci: Alexis Bowles

Video designer: Roberto Vitalini

Assistente alla regia: Geneviève Dupéré

Costumi: Giovanna Buzzi

Musiche: Maria Bonzanigo

Sound design e co-design coreografie: Maria Bonzanigo

Make-up designer e hairstyle designer: Chiqui Barbè

Direttore di produzione: Marc Laliberté

Consulente artistico: Fabrizio Arigoni

Ricercatore: Facundo Ponce de León

Creatore di sculture coreografiche: Toni Vighetto

Ideatrice Carré: Mariève Hémond

Coreografie Carré: Annie-Kim Déry

Ideatore ruota Cyr: Daniel Cyr

Foto di scena: Viviana Cangialosi

Regia: Daniele Finzi Pasca

Produzione: Compagnia Finzi Pasca, tour italiano a cura di ATER – Associazione Teatrale Emilia Romagna

©Salvador Dalí, Fundación Gala-Salvador Dali

con il supporto di: Cornercard, Grand Hotel Villa Castagnola, OSI, RSI, La Place des Arts, Maison de la Culture de Nevers et de la Nièvre, Scène Nationale de Bayonne – Sud Aquitain, Citta di Lugano, Cantone Ticino, Pro Helvetia, Caffè Chicco d’Oro, Fidinam, Ernst Göhner Stiftung

 

 

Barcolana 2015: come seguirla ovunque voi siate

foto Carloni - archivio Barcolana

foto Carloni – archivio Barcolana

Ovunque voi siate ecco tutti i modi per seguire la Barcolana!

Buon vento a tutti!
TV – A partire dalle 9.45 e sino alle 11.05 “Aspettando la Barcolana” sulle frequenze regionali di RAI 3 e RAI 3 Bis Sebastiano Franco e Andrea Covre racconteranno il pre-regata con Tommaso Chieffi e Massimo Procopio, entrambi ex Moro di Venezia. .
Dalle 12.05 alle 14.00 la regata sarà raccontata in diretta su RAI SPORT 1 da Giulio Guazzini, la voce della Barcolana da innumerevoli edizioni, ancora insieme a Tommaso Chieffi e Massimo Procopio.

Udinese Channel dalle 13.00 alle 14.30 in diretta dal mare e villaggio

RADIO:
RAI Radio 2: dalle 14.30 alle 15.30 in diretta dal villaggio Barcolana
Radio Punto Zero FM. 101.1 – 101.5 Mhz in diretta dalle 08.00
Radio Attività FM 97.5 Mhz in diretta dalle 10.30

TWITTER:
Cronaca in livetweeting dal campo di regata sul profilo ufficiale @RegataBarcolana e seguendo l’hashtag #Barcolana2015.

FACEBOOK:
Aggiornamenti costanti dal campo di regata saranno disponibili sulla pagina http://www.facebook.com/RegataBarcolana.