Riapre il Café Rossetti con un direttore artistico d’eccezione: Stefano Franco

Stefano FrancoaMercoledì 13 dicembre ore 20.30 –

Si inaugura questa sera alle 20.30 in concomitanza con la prima di “Sei personaggi in cerca d’autore” il Café Rossetti che riapre con una nuova gestione.

A gestire i prestigiosi spazi contigui al Rossetti sarà la Società Cooperativa Sociale Torrenuvola, che vanta già una consolidata esperienza nel settore.

Ad allietare la serata, alla presenza delle autorità cittadine e dei vertici del Rossetti, saranno i “Flampet Horns” di Stefano Franco: scintillanti ottoni autori di una raffinata proposta che regalerà al pubblico le calde e vivaci note dei classici dello swing dei più grandi jazzisti degli anni ‘40 e ‘50, calde atmosfere da Cotton club e qualche sorpresa.

Il presidente del Teatro Stabile, Sergio Pacor, nel corso della conferenza stampa di presentazione ha sottolineato la professionalità e solidità economica del nuovo affittuario con cui –  ha aggiunto – «si sta avviando un modo nuovo di condurre il Caffé e, tenendo conto delle rispettive esigenze, auspichiamo che questa struttura possa diventare un luogo privilegiato anche per le iniziative collaterali alla Stagione del Teatro. Auguriamo ai nuovi gestori di ottenere presto ottimi risultati, di poter attrarre nuovamente clienti, superando appieno l’empasse di questi mesi di chiusura».

“Grazie all’esperienza maturata da parte della Cooperativa nella ristorazione a servizio di sale teatrali – ha spiegato il Presidente, Giovanni Chessa – è stato possibile presentare un progetto credibile e innovativo al consiglio del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia – ilRossetti che ha valutato di affidarci la gestione del Café Rossetti. Un ristorante di rara bellezza dove offriremo una cucina legata al territorio accompagnata da una programmazione musicale e artistica che sappia coinvolgere tutti gli appassionati che frequentano il Teatro. Ringrazio il CdA del Teatro Stabile – ha concluso Chessa – per la fiducia accordata”.

In virtù dell’accordo siglato con ilRossetti, saranno garantiti 12 nuovi posti di lavoro che potranno aumentare ancora qualora, com’è nelle aspettative, l’attività incontrasse l’apprezzamento del pubblico.

Novità della nuova gestione anche il Music Club che sorgerà all’interno del Café Rossetti ed il cui direttore artistico sarà il noto pianista boogie-woogie triestino Stefano Franco, già direttore artistico da ben 11 edizioni del prestigioso Muggia Jazz Festival.

La programmazione settimanale del Music Club prevede la presenza di una Resident Band, formazione di grande impatto composta dai migliori fiati della regione, alla quale si affiancheranno di volta in volta prestigiosi ospiti del panorama jazzistico e serate a tema dedicate ai grandi del jazz che godranno della partecipazione di guest star d’eccezione, nazionali e internazionali.

Ma ci sarà spazio anche per giovani e selezionati artisti locali, cene a tema con interventi di teatro a leggio e musicali abbinati ai menù e, in accordo con il Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia – il Rossetti, incontri con gli attori e le compagnie.

“Spazieremo – ha aggiunto Franco – dallo swing più classico al rock’n’roll con arrangiamenti propri composti da Stefano Franco e da Flavio Davanzo, prima tromba dei fiati. La Resident Band proporrà un programma incentrato sul repertorio d’eccellenza delle grandi orchestre americane degli anni ’40, frutto del genio di Count Basie, Thelonius Monk, Duke Ellington e Glenn Miller con esibizioni eleganti e di qualità e avranno naturalmente l’accortezza di non accavallarsi con gli spettacoli in teatro e di concordare la programmazione con la Direzione del Teatro”.

Tra gli ospiti che interverranno Franco anticipa i nomi di James Thompson, sassofonista di Zucchero e Paolo Conte, Mauro Ottolini, Massimo Faraò, Alberto Marsico, Francesco Bearzatti, Nuno Alexander e altri noti solisti italiani e internazionali.  “Il nostro – hanno aggiunto Chessa, Taccheo e Franco – sarà uno spazio aperto alla città proprio come lo è il teatro che ci ospita”.

I Flampet Horns di Stefano Franco

I Flampet Horns di Stefano Franco sono solisti regionali di livello assoluto. In questa formazione la tromba, il trombone tenore e il sax contralto ricoprono esattamente le necessità polifoniche, rendendo gli arrangiamenti completi dal punto di vista sonoro e timbrico. I Flampet Horns si destreggiano tra accompagnamenti, assoli e i famosi “specials” posti all’interno delle canzoni jazz quasi a ricreare le atmosfere delle Big band.

Stefano Franco, noto pianista jazz e honky-tonk piano, non ha bisogno di presentazioni. Dal potente pianismo ritmico, tiene il groove usando magistralmente un hi-hat amplificato al piede destro e una mano sinistra assolutamente incalzante.

Flavio Davanzo è particolarmente conosciuto e apprezzato a livello nazionale. Ha suonato con Toni Scott, Kenny Wheeler e John Taylor l e la sua lunga e proficua collaborazione con Giancarlo Schiaffini è sfociata in 4 anni di dischi e concerti in Italia e all’estero. Da 2 anni insegna tromba jazz al Conservatorio di Udine. Al suo attivo vanta una trentina di incisioni come turnista e alle spalle ha una lunga attività di arrangiatore presso il teatro Miela di Trieste.

Torrenuvola Società Cooperativa Sociale 

La Torrenuvola Società Cooperativa Sociale è retta dai principi della mutualità e persegue l’interesse generale della comunità alla promozione umana e all’integrazione sociale dei cittadini attraverso l’inserimento lavorativo di chiunque si trovi in stato di bisogno, svantaggio, handicap o emarginazione, in conformità e nello spirito della legge 381/91 e della L.R. 20/2006.

Torrenuvola, ispirandosi ai principi di solidarietà, si propone quindi di svolgere in modo organizzato e senza finalità speculative, ogni attività finalizzata alla qualificazione morale, culturale, professionale e materiale nonché all’integrazione sociale ed all’inserimento lavorativo attraverso l’utilizzo e la stabile organizzazione delle risorse fisiche, materiali e morali dei soci e dei terzi che, a qualsiasi titolo (professionale, di volontariato o quali utenti) partecipino, nelle diverse forme, all’attività della società.

La Torrenuvola ha iniziato la sua attività nel 2008 avviando l’attività di costruzione, pulizie civili e di ristorazione. Ha potuto poi integrare e completare nel corso della sua storia le proprie competenze, ampliando il proprio core business e specializzandosi anche in altri settori tra cui quello alberghiero e soprattutto della ristorazione, passando dalla gestione di bar alla vera e propria attività di ristorante.

Annunci

Fuoco ai fornelli: nel week end Trieste diventa capitale del gusto

locandina

di Eva Trinca

 

Dal 24 al 27 novembre al Salone degli Incanti di Trieste (ex Pescheria) 

Fuoco ai fornelli o come direbbe qualcuno…. affilate i coltelli ( e di coltelli ce ne saranno tanti al lavoro…. e magari qualcuno ne volerà pure…) ma come detto tutto è oramai pronto per la gustosissima prima edizione di TERGESTE. GLI INCANTI DEL GUSTO che vede in programma a Trieste dal 24 al 27 novembre nella splendida e suggestiva cornice di Santa Maria del Guato già ex Pescheria Centrale oggi ribattezzato Salone degli Incanti, un calendario ricco di appuntamenti tra cui il primo Concorso di Cucina Internazionale “Città di Trieste”, il concorso per le scuole alberghiere “Mady Fast”, vari show cooking quotidiani, una fiera alimentare dedicata ai prodotti del territorio locale, nazionale ed internazionale, un’area ristorante e una interessante serie di incontri dedicati al mondo dell’alimentazione.
“Tergeste. Gli Incanti del Gusto” è organizzato dall’Associazione Cuochi Trieste, Mainardi Food, in coorganizzazione con l’Assessorato al Commercio e l’Assessorato alla Cultura del Comune di Trieste e con il patrocinio della Federazione Italiana Cuochi.

Dopo il grande successo di “Cena sotto le stelle” organizzata qualche mese fa in Piazza dell’Unità d’Italia, l’Associazione Cuochi presieduta da Luca Gioiello ha voluto condividere con Trieste un altro importante appuntamento al fine di fondere realtà e istituzioni della città alla professionalità dei cuochi iscritti, per dare così vita all’espressione di un lavoro portato avanti con passione e dedizione.

Numerose e importanti le realtà aziendali che hanno deciso di collaborare all’evento a partire da Eduardo Mainardi, patron di Mainardi Food che ha sostenuto fortemente il progetto e si è reso parte attiva nella sua realizzazione fino ad AFA Arredamenti, Bindi, Concessionario De Bona e tanti altri.

Oltre alla parte espositiva, alle postazioni dedicate alle esibizioni dei cuochi e all’auditorium dove avranno luogo gli interventi di esperti del settore, sarà installato un ristorante di circa 80 coperti che sarà aperto dal 24 al 26 novembre e proporrà dei menù ad hoc per l’evento dai costi contenuti, utilizzando prevalentemente i prodotti forniti dagli espositori stessi.

Novità assoluta per Trieste l’internazionalità del Concorso di Cucina “Città di Trieste – Trofeo Cuoco dell’Anno” che vedrà l’attribuzione del titolo al miglior cuoco in gara per un’idea sempre più concreta di Trieste come città europea e alla pari con altre grandi città italiane e straniere e poi, come da tradizione, la nomina del  miglior cuoco di Trieste per il 2017.

Spazio naturalmente anche agli studenti delle scuole alberghiere del Friuli Venezia Giulia con il concorso di cucina a loro dedicato: il futuro dei giovani cuochi rappresenta un valore fondamentale e la linfa stessa dell’Associazione.

Anche in questa occasione ci sarà il consueto spazio dedicato alla solidarietà: il costo dei biglietti pari a 3,00 euro sarà devoluto ad alcune realtà attive sul territorio ed è stato raggiunto un accordo con la SIAE che rinuncerà ai diritti per poter sostenere anch’essa il progetto.

Emozione d’Autore seguirà in diretta gli appuntamenti della manifestazione dal punto informativo del Salone degli Incanti dove potrete trovare, oltre alla musica di Radio City Trieste, anche materiale informativo sulla città e sull’enogastronomia locale e regionale gentilmente fornito da PromoTurismoFVG.

Il Salone degli Incanti si trova in Riva Nazario Sauro n. 1 e l’orario di apertura sarà dalle 09.00 alle 20.00.

PROGRAMMA DELLA MANIFESTAZIONE

VENERDI’

Ore 09.00 Apertura fiera
Ore 10.30 Incontro con la stampa
Ore 11.00 Inaugurazione
Ore 11.00 Inizio concorso “ Mady Fast “ per le scuole alberghiere
Dalle ore 12.30 alle ore 14.30 Apertura ristorante
Ore 15.00 Premiazioni concorso “ Mady Fast “ scuole alberghiere
Ore 20.00 Chiusura fiera

SABATO

Ore 09.00 Apertura fiera
Ore 10.00 Show cooking
Ore 11.00 Show cooking
Dalle ore 12.30 alle ore 14.30 Apertura ristorante
Ore 16.00 Show cooking
Ore 17.00 Show cooking
Ore 18.00 Show cooking
Ore 19.00 Show cooking
Ore 20.00 Chiusura fiera

DOMENICA

Ore 09.00 Apertura fiera
Ore 10.00 Show cooking
Ore 11.00 Show cooking
Dalle ore 12.30 alle ore 14.30 Apertura ristorante
Ore 16.00 Show cooking
Ore 17.00 Show cooking
Ore 18.00 Show cooking
Ore 19.00 Show cooking
Ore 20.00 Chiusura fiera

LUNEDI’

Ore 07.00 Apertura fiera per i concorrenti del concorso di cucina “Città di Trieste“
Ore 07.30 Incontro concorrenti con la giuria
Ore 08.00 Inizio concorso di cucina “Città di Trieste“
Ore 09.00 Apertura fiera
Ore 17.00 Chiusura concorso di cucina “Città di Trieste“
Ore 18.00 Premiazioni concorso “Città di Trieste“
Ore 20.00 Chiusura fiera

(il programma potrebbe subire delle variazioni)

PROGRAMMA INCONTRI ALL’AUDITORIUM DEL SALONE DEGLI INCANTI

SABATO

Introduzione agli interventi di Paola De Cassan, Discover Trieste e Marco Vitrotti, Blando Radio Show

10.00
Dr. Luciano Rizzo – Medico esperto di nutrizione
Mangiare è una necessità, mangiare bene è un’arte

10.30
Paola De Cassan – Social Media Manager di Discover Trieste
Discover Trieste: una fava tira l’altra
Un viaggio Enogastronomico sul web e sui social, perché il turismo si fa di pancia

11.00
Eduardo Mainardi – Founder di Mainardi Food
Massimiliano Degenhardt – Medico
Alimentarsi con prodotti di qualità – Alcune proprietà delle carni del suino nero cinta Senese

12.00
Furio Baldassi – Giornalista
Trieste. Piaceri e sapori

12.30
Antonio De Paolo – Amministratore Eataly Trieste
Lo sbarco di Eataly a Trieste

15.00
Stefano Ban – Titolare di BF lab
Claudia Bandera – Docente Haccp
Norme e rischi nella manipolazione di cibi e bevande

15.30
Ottone Paticchio – Imprenditore
Dal produttore al consumatore nel mondo

16.00
Patrizia Orlando – Tea trader e chef specializzata in spezie
Le spezie sono pura magia

16.30
Francesca Sarocchi – Blogger di MissMess.it
L’importanza e le emozioni del cibo di una travel blogger

17.00
Massimo Raimondi – Presidente SerraHub coop.
Luca Gennari – cofounder SerraHub
Dario Parisini – Presidente consorsio Interland e coop. Querciambiente
Dalla terra alla tavola, la filiera corta che collega la città di Trieste al retroterra rurale – SerraHub con Orti di Massimiliano

17.30
Amelia Gomiero – Chef pasticciera
Chocolatemakers

DOMENICA

Introduzione agli interventi di Marco Vitrotti, Blando Radio Show

10.00
Fiorella Macor – Fotografa e foodblogger
Food Photography da smartphone

11.30
Lions Club. Intervengono Jadranka Cavcic, Dario Angiolini, Cinzia Cosimi, Ugo Lupattelli, Lidia Strain e Nadia Brogi
Lions: per una sana alimentazione

12.00
Beatrice Donda – Foodblogger
Ginger expectation – pasticceria 2.0

12.30
Andrea Patroncino – Coordinatore Associazione Italiana Celiachia FVG
La celiachia da criticità a risorsa

15.00
Dott.ssa Fabiana Romanutti – Direttore del mensile qbquantobasta
Per saperne quantobasta: comunicazione e divulgazione, un mensile di carta

15.30
Chiara De Maria e Martina Ceci – fondatrici di Mailing Bakery
Mailing Bakery, piacere di conoscerci

16.00
Linda Simeone – Founder de Le vie delle Foto
Filippo Vidiz – Consulente Coffee marketing FE&l
Le vie delle Foto: l’arte a portata di caffè

16.30
Cristian Bacci e Ornella Macor – Mujaveg
Menu veg: un’opportunità per il futuro

17.00
Davor Podbevšek – Founder di BarbaSale
Barba Sale, l’arte del gusto

17.30
Giuliana Capponi – Leadership Ambassador Evergreen Life Products
Dal sogno alla Meta… ci vorrebbe una ricetta!

18.00
Dr. Dario Padovan – Biologo nutrizionista
Consigli alimentari su internet: rischi e pericoli

(il programma potrebbe subire delle variazioni)

 

 

 

 

Turismo 2017: trend positivo in Friuli Venezia Giulia dalla montagna al mare

_MG_3881-web.jpg

(foto Paolo Da Pozzo)

Dalla Carnia a Trieste, dalla montagna del Tarvisiano alle spiagge di Grado e Lignano passando per le città d’arte il trend turistico del 2017 è sicuramente positivo.

È quanto ha rilevato nel corso di un incontro con la stampa il vicepresidente della Regione, Sergio Bolzonello, commentando l’analisi dell’andamento turistico regionale nel periodo da gennaio a settembre 2017 a confronto con quello dell’anno precedente.

I primi nove mesi dell’anno infatti registrano una crescita del 6,8% negli arrivi e del 5,6% nelle presenze turistiche in Friuli Venezia Giulia, confermando così il trend di
incremento partito a dicembre del 2014 e marcando ulteriormente l’inversione di tendenza rispetto ai tre anni consecutivi di calo nel periodo 2011-14.

“Siamo molto soddisfatti”, ha affermato Bolzonello, evidenziando come si tratti “di una crescita diffusa del comparto turistico in tutti i territori del Friuli Venezia Giulia che conferma l’importanza di una promozione importante, comune, collegata”.

I dati si calano in un quadro generale caratterizzato da condizioni climatiche normali, simili al 2016 (solo il piovoso settembre scorso ha influito sulla media eccellente dei dati
2017), e a una situazione favorevole al mercato italiano.
Complessivamente gli arrivi nelle strutture ricettive della regione sono stati 2.157.414, mentre le presenze sono state 8.018.361, con un aumento marcato soprattutto di turisti
stranieri (+8,4% negli arrivi e +7,3% nelle presenze), frutto di una strategia sui mercati principali di Germania e Austria.

“Il grande lavoro fatto sul piano strategico e sugli investimenti soprattutto nei confronti dei nostri ospiti storici ha prodotto risultati importantissimi: si tratta di turisti che oggi non vanno solo al mare ma godono delle offerte dell’intera nostra regione”, ha commentato il vicepresidente.

Gli austriaci, primi per arrivi e presenze, consolidano infatti ulteriormente il primato con un +8,6% negli arrivi e un +7% nelle presenze. Anche i tedeschi migliorano il trend con un +10% negli arrivi e un +8,1% nelle presenze. Molto significativo l’incremento di turisti dalla Repubblica Ceca, circa il 17% sia in arrivi che presenze, ma il vero exploit è quello della Russia, che registra il +32,4% negli arrivi e il +18,2% nelle presenze, riportandola dopo il periodo di difficoltà degli scorsi anni tra i primi mercati di crescita, anche in valore assoluto. Resta positivo e in crescita il flusso turistico da Ucraina e Spagna.

Sono stati invece 979.232 gli arrivi di turisti italiani e 3.335.744 le presenze: queste ultime registrano un +3,3% di incremento e, con il valore assoluto di +105.701 presenze in più
rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, si consolida come il primo mercato per le destinazioni regionali.

Analizzando l’incidenza su arrivi e presenze delle strutture ricettive si evince un diffuso aumento su tutte le tipologie, ma la migliore performance di incremento è attribuibile a campeggi e villaggi turistici (+13% di arrivi e +9,4% di presenze) che “registrano un vero e proprio boom”, ha commentato Bolzonello. L’incremento di 134.764 presenze rappresenta una crescita rilevante perché ottenuta da 37 strutture.

In valore assoluto, il primato dell’aumento delle presenze rimane comunque al settore alberghiero (+161.050) ma anche le altre strutture, che rappresentano la maggiore incidenza sul totale della ricettività, hanno segno positivo: i pubblici esercizi in
generale registrano un totale di +6,5% negli arrivi (1.932.772) e +6,1 di presenze (6.285.387), vanno bene anche alberghi e alberghi diffusi e residenze turistico alberghiere che si attestano sul 4% di incremento sia in arrivi che presenze, i b&b,
agriturismi e rifugi crescono del +11,9% negli arrivi e del +8,2% nelle presenze.

Continua la crescita di case e appartamenti per vacanze (+9,1% arrivi e +3,6% presenze). “Un buon dato – ha commentato Bolzonello – che potrebbe aumentare di molto il prossimo anno: troveremo infatti il beneficio della norma varata ad hoc per questo settore nell’annata 2018”.

Per il settore alberghiero, Bolzonello ha poi ricordato i recenti ulteriori investimenti (8 mln di euro) che consentiranno di scorrere tutte le 237 domande del bando per l’ammodernamento delle strutture e il nuovo secondo bando che uscirà a mesi e per
cui a capitolo sono già stanziati due milioni di euro.

Scendendo nel dettaglio per macroambiti, migliorano ancora sia la montagna (+7,7% di arrivi e +7,2% di presenze) che quello del mare e città storiche (+6,1% e +5 di presenze). Tra le località balneari è Grado a registrare il maggiore incremento (+11,1% di arrivi e +9,6 di presenze) grazie all’attività di B2B, di bus operator e sulla rete dove sono stati fatti investimenti importanti, mentre Lignano può contare su un più contenuto +3,1% di arrivi e +2,4% di presenze ma si conferma con i numeri di maggiore rilievo attrattivo (3.536.245 le presenze totali alla fine della stagione). “Ciò conferma che tutto il lavoro su
Lignano sta dando un’importante risposta e che la città da due anni a questa parte sta cambiando pelle, innovando moltissimo il proprio prodotto”, ha rilevato Bolzonello.

Tutti segni positivi anche per gli ambiti della montagna, dove il Tarvisiano si conferma in termini assoluti il più attrattivo, ma dove il migliore risultato di incremento è ottenuto da
Piancavallo e Dolomiti friulane con un +13,2% di arrivi e +17,3% di presenze (+24.470 in valore assoluto). A sfruttare invece il maggiore apporto di stranieri è la Carnia (+9,2% di presenze dall’estero).

“Questi dati positivi – ha commentato il direttore generale di PromoTurismoFvg, Marco Tullio Petrangelo – ci danno un bel riscontro dell’impegno profuso su questo territorio. Le presenze si attestano sulle 800mila e quindi c’è ancora molto da fare rispetto ai dati in termini assoluti della fascia costiera, ma continuiamo a investire molto per portare turisti anche in questa zona della regione”.

In particolare, Bolzonello ha ricordato che sul polo di Piancavallo è stata promossa una forte azione di commercializzazione sui gruppi per l’attività sportiva a cui il mercato ha risposto molto bene e che “nel Tarvisiano molto si deve alla ciclovia Alpe Adria, la Carnia sfrutta invece una bella spinta grazie all’arrivo di stranieri che ne apprezzano il lato
più selvaggio”.

Tra le città capoluogo, Trieste resta la prima meta e registra il maggiore incremento per arrivi (388.990 e un +9,4 %) grazie soprattutto all’afflusso di italiani. Sulle presenze si distingue invece il +9,9% di Pordenone (269.884) grazie al forte investimento nel turismo legato al business e fiere, mentre Udine resta al secondo posto per arrivi (271.834) e presenze (548.394) incrementando l’andamento positivo con rispettivi +6,7% e +8,9%

 

Benvenuta Barcolana49: dal cielo il saluto a Trieste, città della vela!

22141314_10214541091951834_9220028700820421017_n

di Eva Trinca – (si ringrazia per la foto Fulvia Piazzi)

 

Prendendo a prestito le parole di una nota canzone di Lucio Battisti potremmo tranquillamente dire “tu chiamale se vuoi… EMOZIONI”!

Questa mattina il cielo nuvoloso non faceva presagire nulla di buono. Già ieri le prove di sorvolo si erano svolte con un cielo plumbeo e solo le note del “Nessun Dorma” che risuonavano tra gli stand in allestimento unite al rumore assordante dei passaggi delle Frecce erano riusciti a stracciare uno squarcio di azzurro (almeno mentale) in una giornata di autunno profondo.

Ma con il passare delle ore le nuvole di stamattina hanno lasciato il posto al cielo azzurro, habitat ideale per l’evento in programma. E sono state proprio le emozioni a travolgere, nonostante il giorno feriale, le centinaia di persone che si sono ritrovate in Piazza dell’Unità d’Italia per assistere con il naso all’insù al passaggio delle Frecce Tricolori; e chi per motivi lavorativi od altro non è riuscito ad essere presente in piazza dalle finestre e dai balconi di tutta la città, da Muggia al Carso passando per il centro, ha immortalato (come documentano le decine e decine di foto presenti nel web) il personale “passaggio a domicilio” della Pattuglia Acrobatica più amata del mondo, gloria ed onore degli italiani.

All’esibizione della PAN erano presenti anche moltissime scolaresche che hanno vissuto in questo modo una giornata di scuola “alternativa”: si è trattato infatti del tricolore più grande del mondo, un momento estremamente suggestivo della Pattuglia Acrobatica Nazionale che si è esibita con la formazione principale – nove MB 339 guidati dal maggiore Gaetano Farina – e con un programma realizzato ad hoc, stendendo lungo sei chilometri di cielo il tricolore più lungo del mondo, il modo migliore questo, per onorare il maggiore Gabriele Orlandi, deceduto nell’incidente di Terracina.

Anche se Trieste sta vivendo l’edizione 2017 già dallo scorso week end con innumerevoli iniziative sia di terra che di mare, il passaggio delle Frecce di questa mattina ha dato il via ufficiale al countdown di Barcolana 49 e all’inaugurazione del Villaggio che conta oltre 200 stand.

APPUNTAMENTI DI OGGI

(Tutti gli eventi su http://www.barcolana.it/Calendario )

Attivato il “Barcolana Bus” che porta gli ospiti alla scoperta del territorio di Monfalcone, con tappa alle Terme Romane, alla Galleria Espositiva in Piazza Cavour con visita guidata alla mostra “Metamorfosi, dai liners alle navi da crociera”, al museo della cantieristica e all’esposizione “Mascherini lo scultore dei transatlantici”, concludendosi con una visita allo Stabilimento Fincantieri.

 

Questa mattina al Salone degli Incanti è stata presentata la guida di La Repubblica “Ai sapori e ai piaceri di Trieste”, alla presenza di Giuseppe Cerasa, direttore della Guida “Ai Sapori e ai piaceri” di La Repubblica, della Presidente del Friuli Venezia Giulia Debora Serracchiani, del Sindaco di Trieste Roberto Dipiazza e del direttore de Il Piccolo Enzo D’Antona.
16.30 e 18.30 Villaggio | SAPORI DEL NOSTRO TERRITORIO

Despar organizza dei laboratori gratuiti durante i quali i produttori locali del Friuli e della Venezia Giulia racconteranno la loro storia e faranno assaggiare i prodotti tipici della tradizione regionale, preparati dall’“Osteria Chef in Viaggio” di Renato Pasqualato e Giovanna Simionato.
17.30 Salone degli Incanti | BARCOLANA DI CARTA: FRANCESCA PRINA PRESENTA “BOTTA DRITTA”

Francesca Prina, scrittrice e velista milanese con il suo libro  racconta la storia di Luigi Carpaneda, il primo sportivo in Italia a vincere due mondiali in due discipline diverse, fioretto e vela.
18.30 Salone degli Incanti | BARCOLANA DI CARTA: MAURIZIO ELISEO

Maurizio Eliseo già curatore dell’Ocean Liner Museum di New York, è uno dei massimi esperti mondiali nel settore delle navi passeggeri e curatore, per l’Associazione Culturale Italian Liners e la Fondazione Fincantieri, della mostra “Metamorfosi”, visitabile a Monfalcone fino al 17 ottobre.
18.30 Villaggio – Stand Polizia di Stato | VISITA DELL’ALMA PALLACANESTRO TRIESTE

Dopo la vittoria nella prima di campionato contro l’Orzinuovi, e praticamente alla vigilia dell’esordio casalingo in programma domenica 8 ottobre alle 18, i biancorossi approdano al Villaggio Barcolana, dove saranno ospiti nello stand della Polizia di Stato. I giocatori porteranno anche il Trofeo della Supercoppa e incontreranno il pubblico al Villaggio.
19.30 Salone degli Incanti | NAVIGARE TRA LE STELLE

L’Osservatorio Astronomico di Trieste, nella cornice dell’ex pescheria, farà conoscere, in occasione dei trecento anni dalla nascita di Maria Teresa d’Austria, il legame tra l’Imperatrice, l’astronomia e Trieste, con un incontro dal titolo “Navigare tra le stelle”. Stelle e navigazione come filo rosso di una serata in cui si parlerà di storia, scienza, viaggi per mare e nello spazio.
20.30 in mare (partenza dal Marina San Giusto) | ALLA SCOPERTA DELLE STELLE

Uscita notturna in barca per una dimostrazione pratica di navigazione astronomica (Posti limitati e su prenotazione. Per informazioni Navigazioni presso il Salone degli Incanti)

 

E’ SUCCESSO IERI

Alle 17:00 di ieri si contavano oltre 1240 iscritti.
Alfio Ghezzi (Locanda Margon – Trento) è il vincitore della terza edizione di Barcolana Chef, l’evento gourmet&vela organizzato lunedì 2 ottobre alla illycaffè con il supporto di Pasta Zara, Acqua Dolomia, Prosecco DOC ed ERSA.

Sei chef stellati si sono sfidati prima in mare, in due regate e poi sulla terra ferma nella Galleria della illycaffè, in una competizione culinaria di altissimo livello. Eugenio Boer, Caterina Ceraudo, Daniel Canzian, Matteo Metullo, Luigi Taglienti e Alfio Ghezzi sono gli chef che hanno indossato i panni dei velisti per un giorno nella prima parte della sfida, che si è poi conclusa in serata in cucina. Qui gli artisti dei fornelli hanno presentato sei riletture diverse di piatti composti da materie prime del territorio, presentate ai tavoli dei commensali dagli alunni dell’ISIS Stringher di Udine. Ad aggiudicarsi il primo posto nella classifica finale è stato Alfio Ghezzi, che ha vinto la combinata vela&cucina a quasi un anno dall’attribuzione della seconda stella Michelin, con una rivisitazione del classico Frico friulano. La giuria popolare ha invece premiato il “tartufo nero di tiramisù” di Luigi Taglienti, mentre il giudizio degli esperti ha premiato come miglior piatto l’“incontro tra terra e mare” del triestino Matteo Metullio.
ISTITUTO NAUTICO

Al grido di “Viva il Nautico” è iniziata l’esperienza in Barcolana di sessanta studenti dell’Istituto Tecnico Nautico di Trieste, che fino a domenica saranno impegnati nel “Follow Me”. Continua infatti nel segno della tradizione, l’impegno dell’Istituto Nautico di Trieste all’interno della Barcolana, sempre più saldo nel rapporto con il Presidente della Società Velica di Barcola e Grignano, Mitja Gialuz: “Grazie al Nautico e grazie a questi eccezionali studenti che sono per noi il biglietto da visita, il primo contatto con gli armatori che risalgono l’Adriatico per arrivare a Trieste”. Per questa edizione saranno sessanta le Cadette e i Cadetti che, coordinati dal vicepreside del Nautico Bruno Zvech, dal Comandante Vladimiro De Noto e dal presidente Fabrizio Pertot, sotto le insegne della Guardia Costiera Ausiliaria, garantiranno il servizio di “Follow Me”, assicurando l’assistenza agli ormeggi ai partecipanti alla Regata Velica da mercoledì a sabato, non stop per l’intero arco delle giornata, garantendo inoltre un service per la domenica, prima durante e dopo la regata. Turni e regole d’ingaggio sono a cura dei Cadetti Filippo De Palma e Marco Stranieri che hanno predisposto anche un sistema di monitoraggio in tempo reale.
“La fiducia nei nostri confronti ci inorgoglisce e ci responsabilizza – ha commentato il
vicepreside Bruno Zvech – ma il Nautico nella Barcolana si sente a casa, e, non a caso,
cresciamo assieme: sessanta Allieve e Allievi sono il record attuale, e per il cinquantesimo di Barcolana puntiamo a superarlo, con qualche sorpresa, perché il Nautico c’è”.
ATTRACCATO IL CATAMARANO DI ANDREA STELLA, CHE A TRIESTE CHIUDE IL SUO PROGETTO WOW

E’ attraccato sulle Rive il catamarano accessibile di Andrea Stella, che dagli Stati Uniti a Trieste ha portato un messaggio di pace e di rispetto dei diritti delle persone con disabilità espresso nella Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità, uno strumento concreto che consente di combattere le discriminazioni e le violazioni dei diritti umani. Il viaggio di Wheelsonwaves e del catamarano di Andrea Stella è iniziato da Miami nell’aprile del 2017.
Approvata dall’Assemblea delle Nazioni Unite nel dicembre 2006 e composta dai suoi 50
articoli, la Convenzione rappresenta il primo grande trattato sui diritti umani del nuovo
millennio andando a indicare la strada che gli Stati del mondo devono percorrere per garantire i diritti di uguaglianza e di inclusione sociale di tutti i cittadini con disabilità. Dalla sua redazione, la Convenzione è stata sottoscritta e adottata da 192 paesi, firmata da 126 e ratificata da 49. Nel documento vengono inoltre identificate e definite universalmente le persone con disabilità quali individui che abbiano condizioni di limitazioni fisiche, mentali, intellettuali o sensoriali a lungo termine che, in condizioni di interazione con barriere di vario genere, si trovino nella condizione di impedimento della piena ed effettiva partecipazione nella società su una base di eguaglianza con gli altri.
TROFEO FUORIVENTO

Sono 60 gli atleti che si sono sfidati in una regata a match race per la conquista del XIV° Trofeo Fuorivento a bordo dei piccoli monotipi Zero.
La regata, organizzata da Overwind Sailing Team Trieste in collaborazione con la Polisportiva Fuoric’entro Trieste e l’Unione Sportiva Acli del Fvg, affianca professionisti del panorama della vela a ragazzi appartenenti al mondo del disagio psichico e sociale, coinvolgendoli in una serie di regate. La manifestazione si inserisce in un progetto di integrazione ben più ampio che porta il nome di “In rotta”, affiancati da esperti istruttori di vela, all’interno di un percorso terapeutico.
La vittoria del trofeo è andata all’equipaggio “Delfini” con a bordo Giuseppe, Irina, Rossella, Goran, Cristina e Debora dell’ANFFAS di Trieste.

 

 

 

 

BARCOLANA 2017: a ritmo di pizzica tornano a Trieste i sapori, i profumi ed i colori di Puglia

20161006_094622

di Eva Trinca

Rive di Trieste – Bacino San Giusto – dal 4 all’8 ottobre

In occasione della 49^ edizione della Barcolana, dopo il grande successo dell’anno scorso, ritorna a Trieste PIAZZA PUGLIA. Dal 4 all’8 ottobre infatti la Puglia con i suoi profumi, i suoi sapori, i suoi suoni e le sue tradizioni tornerà a Trieste ad incantare le centinaia di migliaia di appassionati dell’evento di mare più importante d’Europa attraverso cinque giorni di Show Cooking e degustazioni continue proposti da noti chef come Alessandro Circiello, volto noto di Rai 1, e Luca MARCHINI, Chef stellato Presidente dell’Associazione JRE Jeunes Restauraters (Associazione Giovani Ristoratori d’Europa).

Ma PIAZZA PUGLIA – dove a fare da padrone di casa ci sarà l’Assessore all’Agricoltura della Regione Puglia Leonardo Di Gioia – non sarà solo un punto di incontro per gli amanti di enogastronomia e pizzica: infatti molte saranno le tematiche affrontate durante le giornate a partire dall’incontro tra gli Assessori regionali all’Agricoltura provenienti dalle 20 Regioni d’Italia per passare alla presentazione del “Festival delle Diomedee – Gustare il Mediterraneo” dove per l’occasione interverranno il Sindaco e l’Amministrazione Comunale delle Isole Tremiti; dal tema della cucina basata sulla sana alimentazione magistralmente curato dallo Chef Alessandro Circiello in un incontro con le istituzioni del Triveneto si passa a quello degli agrumi a cura del Consorzio di Tutela dell’Arancia del Gargano e del Limone Femminello del Gargano, agrumi questi che con Trieste hanno un legame particolare. Infatti l’antica tradizione garganica dell’esportazione dei prodotti agricoli via mare a vela, proprio verso il porto di Trieste già porto dell’Impero Austroungarico, ha dato nel passato la possibilità al Gargano, grazie a generazioni di Rodiani che per decenni hanno praticato l’arte della marineria, di esportare per lungo tempo i frutti della propria agricoltura; e questa pratica è stata rievocata proprio in occasione di una Barcolana di qualche anno fa con la Veleggiata degli Agrumi, un evento  fortemente voluto da Alfredo Ricucci, presidente del Consorzio di Tutela, per ricordare la tradizione di famiglia.

Partner Ufficiali di PIAZZA PUGLIA – ALIMENTARSI DI PUGLIA sono la Regione Puglia con il Dipartimento Agricoltura Rurale e Ambiente e l’Agenzia “Puglia Promozione”, Isole Tremiti, Contratto di Rete ALIMENTARSI DI PUGLIA, Associazione JRE Jeunes Restauraters (Associazione Giovani Ristoratori d’Europa), Consorzio di Tutela dell’Arancia Garganica e del Limone Femminello, Istituto ENAIP Trieste e Puglia Club Trieste.

Fittissimo il programma degli appuntamenti di PIAZZA PUGLIA (in rosso i due eventi principali di Barcolana 49).

4 OTTOBRE

Ore 10:00 – 22:00 Degustazioni dirette al pubblico in postazione “PREMIUM” di PIAZZA PUGLIA
Ore 10:30 Esibizione inaugurale di Barcolana 49 con il passaggio della Pattuglia Acrobatica delle FRECCE TRICOLORI
Ore 11:00 Accoglienza degli equipaggi della Puglia in arrivo nel Bacino San Giusto – rive di Trieste

20161006_094803
Ore 11:00 Degustazioni di prodotti enogastronomici tipici della Puglia
Ore 13:00/15:00 Show Cooking a cura degli Chef Pietro Del Gaudio, Giuseppe Scarlato, Francesco Villani

Ore 15:00 PIAZZA PUGLIA ospita la Giunta Comunale di Trieste con lo Show Cooking del maestro chef Graziano Manzatto che dal 1998 ha iniziato la collaborazione con diversi istituti professionali sia statali che regionali e che dal 2014 è Presidente onorario dei cuochi del Veneto.
Ore 17:00 L’agroalimentare pugliese in mostra: degustazioni e presentazioni delle Eccellenze
Ore 19:00 L’Assessore all’Agricoltura della Regione Puglia Leonardo di Gioia saluta i visitatori della Barcolana presso lo stand PIAZZA PUGLIA
Ore 19:30 PIAZZA ITALIA ospita i pugliesi del mondo con l’Associazione Puglia Club di Trieste a ritmo di pizzica con degustazioni di prodotti tipici e Show cooking a cura degli Chef Pietro Del Gaudio, Giuseppe Scarlato, Francesco Villani

5 OTTOBRE

Ore 09:00 – 22:00 Degustazioni dirette al pubblico in postazione “PREMIUM” di PIAZZA PUGLIA
Ore 11:00 Accoglienza degli equipaggi in arrivo nel Bacino San Giusto – rive di Trieste
Ore 11:00 Degustazioni dei prodotti enogastronomici tipici della Puglia: “GLI AGRUMI” a cura del Consorzio di Tutela dell’Arancia del Gargano e del Limone Femminello del Gargano

20161007_100621
Ore 13:00 Show Cooking: Risotto “Viaggio al Sud” a cura dello Chef Stellato Luca MARCHINI, Presidente dell’Associazione JRE Jeunes Restauraters (Associazione Giovani Ristoratori d’Europa)
Ore 17:00 L’agroalimentare pugliese in mostra: degustazioni e presentazioni delle Eccellenze
Ore 19:00 L’Assessore all’Agricoltura della Regione Puglia, Leonardo di Gioia accoglie i 20 Pari delle 20 Regioni d’Italia
Ore 19:30 Show Cooking: “Crema pasticcera all’olio di oliva extravergine, lampascioni, ricotta ai capperi” a cura dello Chef Stellato Luca MARCHINI
Ore 20:00 serata a ritmo di pizzica

6 OTTOBRE

Ore 09:00 – 24:00 Degustazioni dirette al pubblico in postazione “PREMIUM” di PIAZZA PUGLIA
Ore 11:00 Accoglienza degli equipaggi in arrivo nel Bacino San Giusto – rive di Trieste
Ore 11:00 Degustazioni dei prodotti enogastronomici tipici della Puglia: “L’OLIO Elisir di lunga Vita” a cura delle Aziende facenti parte del CONTRATTO DI RETE ALIMENTARSI DI PUGLIA con la partecipazione dell’Assessore all’Agricoltura della Regione Puglia, Leonardo di Gioia

20161006_115627
Ore 13:00 Evento Special “Operator” – Incontro con le Istituzioni del Triveneto con lo Chef Alessandro Circiello. Esperto di cucina basata sulla sana alimentazione, da molti anni è impegnato in iniziative e campagne volte ad affermare il valore della salute a tavola. Opinion leader ed esperto di alimentazione “il futuro della cucina sarà sulle strategie nutrizionali funzionali su come agisce il cibo nel corpo umano ” è portavoce della figura del cuoco come promotore di salute. Volto noto dei programmi Rai, cura una rubrica all’interno del programma “Buongiorno Benessere” il sabato su Rai 1.
Ore 17:00 L’agroalimentare pugliese in mostra: degustazioni e presentazioni delle Eccellenze
Ore 19:00 “L’aperitivo Special” l’agroalimentare pugliese entra nel bar ed in barca
Ore 20:30 Evento Special “Operator” – Incontro con gli operatori della ristorazione del Triveneto, in PIAZZA PUGLIA, a cura dello Chef Alessandro Circiello
Ore 22:00 serata a ritmo di pizzica

7 OTTOBRE

Ore 09:00 – 24:00 Degustazioni dirette al pubblico in postazione “PREMIUM” di PIAZZA PUGLIA
Ore 11:00 Accoglienza degli equipaggi provenienti da tutto il mondo in arrivo nel Bacino San Giusto – rive di Trieste
Ore 11:00 Degustazioni dei prodotti enogastronomici tipici della Puglia a cura delle Aziende facenti parte del CONTRATTO DI RETE ALIMENTARSI DI PUGLIA
Ore 12:00 Conferenza Stampa del “Festival delle Diomedee – Gustare il Mediterraneo”; per l’occasione interverrà il Sindaco delle Isole Tremiti e la Sua Amministrazione
Ore 13:00 Evento Special “Operator” – Incontro con i giornalisti e la stampa accreditata in PIAZZA PUGLIA a cura dello Chef Alessandro Circiello
Ore 17:00 “L’aperitivo Social e Special” – l’agroalimentare pugliese entra nel bar ed in barca a cura dello Chef Alessandro CIRCIELLO

20161008_132330

Ore 18:00 In occasione della festa di San Francesco Caracciolo, Patrono dei Cuochi, PIAZZA PUGLIA ospita – sotto la direzione dello Chef Daniele Valmarin, proprietario del ristorante Hostaria Ai 3 Magnoni a Trieste – l’Associazione Cuochi Trieste presieduta dallo Chef Luca Gioiello, per presentare l’ormai abituale incontro con i cittadini, i turisti e con i partecipanti alla Barcolana dove sarà possibile degustare un piatto tipico del territorio che per quest’anno sposerà i sapori straordinari degli olii di Puglia.

Ore 19:00 L’agroalimentare pugliese in mostra: degustazioni e presentazioni delle Eccellenze
Ore 20:30 Evento Special “Operator”- Incontro con gli operatori della ristorazione del Triveneto in PIAZZA PUGLIA, a cura degli Chef Pietro Del Gaudio, Giuseppe Scarlato, Francesco Villani
Ore 21:00 Gli equipaggi in gara partecipano al concorso “indovina il vitigno e vinci la bottiglia”.

8 OTTOBRE

Ore 09:00 – 20:00 Degustazioni dirette al pubblico in postazione “PREMIUM” di PIAZZA PUGLIA

Ore 10:30 partenza della 49^ edizione della Barcolana
Ore 11:30 Degustazioni dei prodotti enogastronomici tipici della Puglia
Ore 13:00/15:00 Show Cooking a cura degli Chef Pietro Del Gaudio, Giuseppe Scarlato, Francesco Villani
Ore 17:00 L’agroalimentare pugliese in mostra: degustazioni e presentazioni delle Eccellenze
Ore 20:00 chiusura della manifestazione

Conclusa con successo la prima Borsa del Turismo Outdoor in Friuli Venezia Giulia

 

Grande successo per la prima Borsa Internazionale B2B dedicata al turismo outdoor del Friuli Venezia Giulia che si è svolta nei giorni scorsi nelle sale del museo d’arte moderna Casa Cavazzini a Udine. Sessanta tra tour operator e giornalisti da tutto il mondo hanno visitato la regione scoprendo, anche attraverso incontri one to one con gli operatori del settore, un Friuli Venezia Giulia inaspettatamente accogliente, ricco di risorse naturalistiche, storiche, culturali, enogastronomiche e legate alla tradizione.

“L’aver ospitato in Regione la Borsa del turismo outdoor – afferma Sergio Bolzonello, Vicepresidente regionale e assessore alle attività produttive, turismo e cooperazione – è un risultato estremamente significativo. È la dimostrazione di come il Friuli Venezia Giulia sia riuscito a mettere a disposizione del turismo internazionale, e delle sue nuove tendenze, il suo grande patrimonio paesaggistico, intercettando così un turismo in forte crescita, e caratterizzato da un alto potere di spesa. Questo deve rappresentare un ulteriore stimolo per proseguire quell’azione di miglioramento dello standard qualitativo delle nostre strutture ricettive”.

Veramente entusiastici anche i commenti di alcuni tour operator ospiti.
Jill Grant, tour operator neozelandese “A walker’s world” afferma: “L’offerta del Friuli Venezia Giulia è molto interessante perché è molto diversa da quella del nostro Paese ed è che quello che noi cerchiamo: qui voi avete la storia, i monumenti, l’area vitivinicola, la montagna, il mare, avete molto da offrire. È un piccolo paradiso sconosciuto, specialmente perché non è molto turistico e inoltre c’è una grande offerta di esperienze, è bellissimo lo scorrere dei paesaggi dalla montagna al mare in bici o trekking. Abbiamo ricevuto un caloroso benvenuto e quello che gli operatori offrono è davvero di prima classe”.

Altrettanto entusiasta Devin Littlefield, tour operator statunitense “Nomad Hill”: “L’opportunità di vedere dal vivo questi posti autentici, naturali, di provare le attività è davvero stupendo. Essere invitato qui, partecipare al workshop organizzato da PromoTurismoFVG è bellissimo e credo che questa regione abbia bisogno di pubblicità, non c’è alcun motivo per il quale un turista non debba visitare questa regione, invece di andare nelle solite Milano, Roma o Venezia. Qui è bellissimo”.

Anche per Britta Baumann, tour operator tedesco “Radissimo Radreisen” di Karlsruhe l’esperienza è stata molto positiva. “Il FVG non è così conosciuto, io stessa conosco un po’ l’offerta del mare, ma le montagne non le ho mai visitate e i paesi alpini qui sono bellissimi oltre al mare e ad Aquileia, che mi è piaciuta molto. Un evento del genere è molto importante per noi tour operator, perché non è sempre facile avere la possibilità di incontrare tutte le persone del territorio e per me è stato molto interessante scoprire un posto che è bellissimo”.
“Gli eventi di questo tipo sono importanti – afferma Luigi Parmeggiani, tour operator “Verde Natura” dell’Emilia Romagna – perché qui abbiamo la possibilità di vedere la realtà locale, di conoscere strutture e capire come si muove sul territorio per poi fare quindi poi delle scelte su dove andare a operare. Il prodotto offerto dal FVG è estremamente interessante, parlando di turismo verde la regione si presta tantissimo a questo tipo di attività per cui qui si riesce a organizzare attraverso gli operatori tantissime attività soprattutto di cicloturismo e trekking”.
Soddisfatti anche gli operatori della regione che ritengono di fondamentale importanza l’organizzazione di eventi come la Borsa del turismo outdoor, per avere la possibilità di incontrare sul proprio territorio nuovi tour operator e spiegare loro la parte più tecnica ed economica dell’offerta, dimostrando così di essere lo strumento giusto per catturare nuovi clienti e nuovi turisti dall’Italia e dal resto de mondo, in Friuli Venezia Giulia.

E’ forte l’impegno di PromoTurismoFVG nello sviluppare tali tipi di eventi in settori specialistici del turismo; tali eventi, affiancati alle tradizionali presenze nelle fiere di settore nei Paesi target per le destinazioni della nostra regione e alle numerosissime visite accompagnate degli esponenti di spicco della stampa nazionale e internazionale, fungono da boomerang per quanto riguarda il ritorno di immagine attraverso interventi mediatici e di comunicazione mirati.
La Borsa del turismo outdoor è stata organizzata da PromoTurismoFVG in collaborazione con il Comune di Udine, e ha visto la partecipazione di 50 tour operator specializzati in questo particolare segmento del turismo, provenienti da Paesi che rappresentano ben tre continenti: Austria, Canada, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Gran Bretagna, Italia, Lettonia, Norvegia, Nuova Zelanda, Olanda, Polonia, Rep Ceca, Russia, Slovacchia, Slovenia, Stati Uniti, Svezia e Ungheria. Insieme a loro sono giunti nel capoluogo friulano dieci giornalisti di importanti testate di settore nazionali ed estere.

ESTATE 2017 a Trieste: in Piazza dell’Unità arriva la CENA SOTTO LE STELLE

Mercoledì 26 luglio 2017, ore 20.30 –

(in caso di maltempo la cena verrà rinviata al mercoledì successivo)

19959352_1452582134798449_3545607673582378817_n

L’Associazione Cuochi Trieste in collaborazione con il Comune di Trieste organizza per Mercoledì 26 Luglio 2017 alle ore 20.30 in Piazza dell’Unità d’Italia a Trieste “CENA SOTTO LE STELLE” un evento unico nel suo genere per la città di Trieste per trascorrere una serata veramente indimenticabile ospitata in una location da “urlo”: la piazza più bella d’Europa. Impossibile non esserci!

La serata avrà anche un risvolto benefico: parte del ricavato infatti verrà devoluto all’Ospedale Infantile Burlo Garofolo e alla Fondazione Luchetta.

Il menù  della serata è stato realizzato dai cuochi dell’associazione triestina che nasce nel 2013 e che in questi quattro anni è stata sempre molto attiva sul territorio e prevede: una stratificazione di Melanzana Viola, Alice Barcolana, Jamar del Carso e bianchera aromatizzata al Basilico come antipasto ed una sfoglia all’uovo con farina di grani antichi e canoce di mare come primo piatto. Il secondo piatto consiste in una “Sorpresa del Golfo” con Crumble del Carso e Insalatina croccante alla Triestina su Crema di Indivia. Il tutto ovviamente abbinato ai vini del territorio regionale e più precisamente di Angoris.

Per rendere la serata veramente indimenticabile, è prevista la realizzazione di un dessert da Guinnes: verrà infatti realizzata la Crema Carsolina più lunga del mondo con ben 25 metri di sfoglia e di crema… una vera estasi anche per i meno golosi!

 

Il costo della cena – veramente irrisorio se si considera la location e lo scopo benefico – comprensivo di degustazione vini è di euro 70,00

Per motivi organizzativi, NON sarà possibile accedere alla piazza senza avere effettuato la prenotazione ed il pagamento anticipati.

Per informazioni e prenotazioni potete contattare il numero 338 6076900 oppure inviare una mail a atctrieste@gmail.com oppure rivolgervi al gazebo dell’Associazione Cuochi in Piazza della Borsa.
20121402_1456698831053446_8778914963536013557_o