ESTATE 2017 a Trieste: in Piazza dell’Unità arriva la CENA SOTTO LE STELLE

Mercoledì 26 luglio 2017, ore 20.30 –

(in caso di maltempo la cena verrà rinviata al mercoledì successivo)

19959352_1452582134798449_3545607673582378817_n

L’Associazione Cuochi Trieste in collaborazione con il Comune di Trieste organizza per Mercoledì 26 Luglio 2017 alle ore 20.30 in Piazza dell’Unità d’Italia a Trieste “CENA SOTTO LE STELLE” un evento unico nel suo genere per la città di Trieste per trascorrere una serata veramente indimenticabile ospitata in una location da “urlo”: la piazza più bella d’Europa. Impossibile non esserci!

La serata avrà anche un risvolto benefico: parte del ricavato infatti verrà devoluto all’Ospedale Infantile Burlo Garofolo e alla Fondazione Luchetta.

Il menù  della serata è stato realizzato dai cuochi dell’associazione triestina che nasce nel 2013 e che in questi quattro anni è stata sempre molto attiva sul territorio e prevede: una stratificazione di Melanzana Viola, Alice Barcolana, Jamar del Carso e bianchera aromatizzata al Basilico come antipasto ed una sfoglia all’uovo con farina di grani antichi e canoce di mare come primo piatto. Il secondo piatto consiste in una “Sorpresa del Golfo” con Crumble del Carso e Insalatina croccante alla Triestina su Crema di Indivia. Il tutto ovviamente abbinato ai vini del territorio regionale e più precisamente di Angoris.

Per rendere la serata veramente indimenticabile, è prevista la realizzazione di un dessert da Guinnes: verrà infatti realizzata la Crema Carsolina più lunga del mondo con ben 25 metri di sfoglia e di crema… una vera estasi anche per i meno golosi!

 

Il costo della cena – veramente irrisorio se si considera la location e lo scopo benefico – comprensivo di degustazione vini è di euro 70,00

Per motivi organizzativi, NON sarà possibile accedere alla piazza senza avere effettuato la prenotazione ed il pagamento anticipati.

Per informazioni e prenotazioni potete contattare il numero 338 6076900 oppure inviare una mail a atctrieste@gmail.com oppure rivolgervi al gazebo dell’Associazione Cuochi in Piazza della Borsa.
20121402_1456698831053446_8778914963536013557_o

Suggeriti da noi per San Valentino 2017: Relais Casa Orter

 

Martedì 14 febbraio 2017 –

Oggi vi porto in un posto magico tutto da scoprire…ovviamente a San Valentino e con il vostro “AMMORE”!

Per saperne di più andata sul loro sito dal quale ho tratto queste foto! Ah dimenticavo loro si chiamano “Casa Orter” e potete trovarli a Risano in provincia di Udine.

Coccolati dalla squisita ospitalità di Antonella e Roberto potrete lasciarvi trasportare in un mondo veramente straordinario e fantastico.

Per intanto vi racconto che cosa vi proporranno come menù il 14 febbraio. Innanzitutto la possibilità di un pacchetto speciale con la formula “Resta con noi” che comprende la cena, 4 vini in degustazione e pernottamento a soli €.98.00 a persona.

Oppure per chi non può pernottare, ecco il fantastico menù con 3 calici di vino in degustazione:

16299311_10154334765607473_5894216011910984780_n
-Piccolo brindisi di benvenuto
-Zuppetta di cannellini con la capasanta,le cozze e le patate prunelle
-Maltagliati fatti in casa con il fagiano ladellato della zio Carlo
-Risotto al “formadi Frant” e Picolit con frichetto alle noci
-Filettino croccante in salsa passita di Refosco
-Parfait di Passion Fruit su intingolo di frutti di bosco

Vini in degustazione inclusi:
1 Calice di prosecco di Valdobbiadene Bortolomiol
1 Calice di Rose’ Brut Colutta
1 Calice di Ribolla gialla La Tunella
1 Calice di Schioppettino Tenute di Angoris

a persona € 43.00

RELAIS CASA ORTER
Via della Stazione 11
33050 Risano – Udine
Tel.+39 0432 564773

http://www.casaorter.itinfo@casaorter.it

 

 

 

La Famiglia Cadenaro a Trieste: pasticceri e panettieri per tradizione

Oggi parliamo di tradizioni e a Trieste uno dei nomi della tradizione, per quanto riguarda i panifici e le pasticceria, è sicuramente CADENARO.

famiglia.jpg

Se si chiede ai fratelli Roberto e Paolo Cadenaro quali sono i principi alla base della loro azienda, rispondono senza esitazione “qualità, tradizione, passione e cortesia”.

Valori che, dopo averli appresi da bambini, li hanno trasmessi ai propri figli, che lavorano con loro nella storica realtà di famiglia, fondata nel 1962 con il primo panificio a Cattinara, per crescere senza sosta nei decenni successivi.

Entusiasmo, passione per il proprio lavoro, desiderio di migliorarsi costantemente e voglia di investire a Trieste ma anche attento esame della richiesta del cliente e sua fidelizzazione attraverso la ricerca continua di materie prime di altissimo livello e la condivisione degli ideali con i propri fornitori: questi i punti di forza di un’azienda dalla storia consolidata ed in continua crescita.

 

Quando sono entrata per la prima volta nel panificio pasticceria Cadenaro di Via Rittmeyer 4 per un momento sono tornata indietro nel tempo e mi è venuto in mente un libro (ed un film) che ho amato moltissimo Pippi Calzelunghe ed in particolare quando Pippi entra nel negozio di dolciumi (vi voglio rammentare la scena – minuto 11 – con il link del film). In poche parole, l’imbarazzo della scelta e la voglia di tornar bambini.

Cadenaro propone una pasticceria del territorio, con le sue stagionalità che è una delle sue principali caratteristiche: a parte i deliziosi dolci tipici prodotti tutto l’anno (presniz, putizze  e la pinza

molto apprezzata anche a colazione e non solo a Pasqua come sarebbe da tradizione) a novembre prenderanno forma le squisite fave triestine realizzate 14585551_10210815979421377_640431939_ncon la mandorla d’Avola fortemente presente e predominante, col gusto antico della rosa bulgara, la dolcezza della vaniglia ed il cacao di altissima qualità mentre a dicembre arrivano i grandi lievitati delle feste, pandori e panettoni che esalteranno di profumi e sapori le case dei tanti triestini che si servono nelle pasticcerie Cadenaro.

A parte i classici, mi va di segnalarvi il panettone pralinato alle albicocche e nocciole ed il panettone strudel con mele candite, uva passa, cannella e pinoli assolutamente da provare. Nota particolare: i canditi provengono da un’azienda artigianale della Provenza.

Stagionalità anche per le gelatine di frutta (ad ogni mese il suo frutto), per i fritti presenti solo a Carnevale e per le colombe ovviamente a Pasqua.

Ultimo, ma non per ultimo, per quanto riguarda i dolci parliamo del cioccolato: il laboratorio del cioccolato rimane attivo fino a Pasqua.

Cadenaro ha trovato come partner un’azienda industriale dal savoir faire artigianale e nella sessione autunnale organizza spesso degustazioni guidate di cioccolato.

Ampissima la selezione di torte e di paste che tutto l’anno potete degustare nei tre negozi.

 

Dalla pasticceria, passiamo alla panetteria: stessa passione medesima qualità.

aaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

Oltre a tutti i tipi di pane classico, tantissimi sono i tipi di pani integrali e farciti che potete trovare oltre a grissini e farine.

Interessanti anche le moltissime proposte salate quali focacce, pizze, salatini, ecc.

 

Emozione d’Autore vi ha fatto conoscere questo piccolo paradiso dei golosi… ora sta a  voi…

PANIFICI E PASTICCERIE CADENARO A TRIESTE
Via Rittmeyer, 14 – tel. 040 363092
Via Giulia, 84 – tel. 040 53352
Via Palestrina, 4 – tel. 040 635973

 

 

 

 

Marc Pavel e Daniele Valmarin giovani chef triestini alla conquista di Dubai

DSC01237Dall’8 al 12 febbraio presso il Dubai World Trade Centre si è tenuto il The world’s Biggest Annual Food & Hospitality Show – Gulfood 2015 all’interno del quale si sono svolti i campionati mondiali di cucina.

Gli chef triestini Daniele Valmarin e Marc Pavel sono approdati a Dubai per partecipare  all’Emirates Culinary Guild Salon Culinaire; unici italiani presenti alla manifestazione, hanno avuto la possibilità di vivere un’esperienza veramente straordinaria in quanto si sono potuti mettere a confronto con una realtà assolutamente diversa con oltre 20.000 chef provenienti da tutto il mondo.

Grande soddisfazione di entrambi per i risultati conseguiti: un bronzo per Marc nella categoria Australian Beef mentre Valmarin si è guadagnato un argento nella categoria Chicken e due menzioni di merito (Australian Beef e Norwegian Cod).

Sembra che la giuria internazionale abbia avuto un leggero occhio di riguardo nei confronti dei padroni di casa, cosa che tuttavia ha reso sì sofferta, ma ancora più avvincente, la competizione e la vittoria di queste medaglie.

Come sempre nella fase di preparazione pre-gara Valmarin e Marc sono stati guidati nelle scelte dalla scuola e dall’esperienza del Maestro Emilio Cuk, che ancora una volta si è dimostrato abile critico e consigliere in fatto di gusto e presentazione dei piatti prima della partenza.