Le più belle immagini del bomber della Triestina De Falco in mostra fino a fine estate a Trieste

“T&T un amore grande” la collezione privata delle foto di Franco De Falco, storico bomber della Triestina, tratte dal libro “Totò & Trieste, un amore grande” resterà in mostra per tutta l’estate al Bar Destino di Via Fabio Severo 49 a Trieste, dove si trova anche la sede del Triestina Club a lui dedicato.

Per informazioni: 328 0831957

 

Un Gol por la Vida: domenica 18 ottobre la Nazionale Cantanti scende in campo a San Donà di Piave

Foto archivio NIC

Foto archivio NIC

Domenica 18 ottobre ore 15.00 – San Donà di Piave – Stadio

Grande attesa per l’incontro della Nazionale Cantanti che si terrà a San Donà di Piave domenica prossima.

Tra gli artisti hanno già dato certa la loro partecipazione Enrico Ruggeri, Paolo Belli, Luca Barbarossa, Moreno, Paolo Vallesi, Antonio Maggio, Davide BOOSTA” Dileo, Renzo Rubino, Andrea Maestrelli, Dj Ringo, Nick Casciaro, Tommaso dei PERTURBAZIONE, Alessandro Casillo,Matteo dei kuTso,  ma tante adesioni arriveranno all’ultima ora e in campo la Nazionale Cantanti schiererà sicuramente altri nomi importanti che da sempre attirano migliaia di persone. Per l’evento Cuba invierà l’olimpionico e tuttora detentore del record del mondo di salto in alto Javier Sotomayor.

Il progetto di solidarietà “UN GOL POR LA VIDA” è nato in seguito all’iniziativa dell’ associazione culturale “Teatro dei Pazzi” di San Donà di Piave – Venezia, che sta portando in piazze e teatri lo spettacolo “ Revolucion” incentrato sulla vita di Gino Donè “El italiano del Granma”, unico italiano ed europeo ad aver partecipato alla Rivoluzione Cubana al fianco di Fidel Castro e Che Guevara.

10500340_892064600829059_1412223737520256436_n

Questa iniziativa ha messo in contatto il Teatro dei Pazzi con l’Associazione Nazionale di Amicizia Italia-Cuba, sorta nel 1961, che opera in solidarietà con il popolo cubano per cercare di attenuare gli effetti del blocco economico imposto dagli Stati Uniti e che, nonostante la recente ripresa delle relazioni diplomatiche tra i due stati, persiste  da oltre 50 anni.

Dalle relazioni tra le due associazioni è sorta l’idea di dar vita ad un progetto di solidarietà intorno alle problematiche fatte emergere da mediCuba – Europa, una rete di organizzazioni  di solidarietà con Cuba, specializzata in aiuti nel campo medico e della salute, nata nel 1997 con lo slogan “Una breccia nel blocco”. In particolare l’obiettivo che le associazioni si sono  prefisse è una raccolta di fondi a favore di mediCuba, la quale comprerà quei farmaci oncologici per i bambini che Cuba non può acquistare a causa del blocco; una situazione che miete vittime innocenti per malattie curabili nel resto del mondo.

12074696_887348547967331_5069729308989178561_nParlando quindi di bambini il collegamento con la Nazionale Cantanti è stato naturale proprio per l’impegno che questa associazione ha sempre posto, come dice lo slogan,  “per i bambini che soffrono”.

L’ organizzazione formata dai più prestigiosi protagonisti della musica italiana, che impegnano la loro immagine per la solidarietà, in 34 anni di attività e 500 partite disputate di fronte ad oltre 18 milioni di spettatori ha raccolto fondi per una cifra che sfiora gli 80 milioni di euro.

Alcuni di questi incontri si sono trasformati in veri e propri eventi televisivi noti come “la partita del cuore”; di cui solo le ultime tre edizioni, trasmesse da rai international, sono state seguite da oltre 800 milioni di spettatori in tutto il mondo.

Grazie alla sensibilità del Comune di San Donà di Piave si è arrivati così alla definizione di “Un gol por la vida” e domenica 18 ottobre allo Stadio Zanutto di San Donà di Piave si disputerà l’incontro tra la Nazionale Italiana Cantanti e la squadra dei Mass Media Veneto che metterà in campo personaggi della cultura e dello sport.

Alla conferenza stampa di presentazione hanno partecipato anche i Nomadi che da sempre hanno un legame particolare con Cuba.

Vida_A5_Flyer-01

Data la risonanza dell’evento, la Regione Veneto ha patrocinato la manifestazione e gli organizzatori hanno deciso, in seguito alla calamità naturale del luglio scorso, di devolvere parte del ricavato alle famiglie vittime del catastrofico tornado che ha colpito la Riviera del Brenta.